Roma, 40 minuti di terrore per un tassista

ROMA – E’ stato aggredito da un cliente che gli ha anche tentato di rubare il taxi. E’ quanto accaduto all’alba a un tassista in via Rivarossa, alla periferia di Roma, in zona Montespaccato.

A quanto ricostruito dalla polizia, il tassista stava accompagnando 4 clienti da via Casilina quando all’arrivo a destinazione uno di loro ha cominciato ad aggredirlo, forse perché non voleva pagare. Avrebbe danneggiato la carrozzeria e cercato di mettersi alla guida.

L’uomo è stato arrestato dalla polizia per rapina, lesioni, resistenza e interruzione di pubblico servizio. Il tassista è stato medicato in ospedale e giudicato guaribile in sette giorni.

‘Sono stati 40 minuti di terrore, ho avuto davvero paura’. A confidarsi così, con un collega tassista, è il conducente dell’auto bianca aggredito a Roma, in zona Montespaccato. Il tassista ha 47 anni ed è padre di un bambino di 10. Alcuni condomini di un palazzo della zona hanno ripreso la scena con il telefonino e hanno avvertito le forze dell’ordine.

Secondo quanto si è appreso il tassista ieri sera si era recato allo stadio per vedere la Lazio poi era tornato a casa e aveva cominciato il suo turno all’alba. Verso le 5 ha fatto salire sul taxi quattro persone, tre ecuadoregni e un’italiana, per un tragitto dalla Casilina verso Montespaccato. Arrivati a destinazione l’italiana è scesa con la scusa di prendere i soldi per pagare la corsa. Gli altre tre clienti hanno immobilizzato il tassista e lo hanno picchiato, provocandogli diverse contusioni al viso. Infine hanno tentato anche di rubargli l’auto ma non ci sono riusciti perché si tratta di un modello ibrido, una Toyota Yaris. I tre, non sapendo come manovrare l’auto, l’hanno fatta finire contro un muro.




Serie CSilver – Pallacanestro Veroli 2016 vs Nova Basket Ciampino

Continua il momento positivo per la Pallacanestro Veroli che, dati alla mano, nel girone di ritorno ha portato a casa quattro vittorie su altrettante gare in calendario. Con la vittoria di sabato nello scontro diretto con Ciampino, i ciociari ribaltano la differenza canestro e si posizionano a ridosso delle prime in classifica. Una situazione che permette agli uomini di coach De Rosa di poter sperare nell’accesso ai Playoff, anche se la classifica ancora corta e le tante partite da giocare non garantiscono a nessuna formazione del giorno A di fare previsioni. Infatti, ad eccezione della Carver Roma che sembra aver allungato sulle altre, i giochi restano aperti dal secondo all’ottavo posto in classifica. Nella gara di sabato, Veroli ha saputo interpretare al meglio un match complicato e che aveva una posta in palio molto alta. Ciampino ha ceduto solo nel finale all’accelerazione di Veroli, spinta dalle triple di Marco Fiorini e dai canestri di Santos Brum e soprattutto da una difesa attenta ed aggressiva. Queste le parole di Fiorini Giorgio al termine della gara: «Siamo molto contenti per la vittoria di oggi e soprattutto per l’armonia che si respira nello spogliatoio. Siamo stati bravi a non buttarci giù nelle settimane in cui i risultati non arrivavano e adesso dobbiamo essere altrettanto bravi a non abbassare la guardia. Da qualche settimana siamo finalmente coperti in tutti i ruoli ed il gioco ne ha beneficiato. È bello vedere facce sorridenti in settimana».

Pallacanestro Veroli 2016 73 Nova Basket Ciampino 57

Pall. Veroli: Fiorini G. 7, Fiorini M. 14, Vinci 13, Mauti 11, Iannarilli 4, Galuppi 5, De Francesco, Santos Brum 14, Renzi 5, Fontana n.e., Moraldi, Iannozzi I. n.e. All. De Rosa Ass. Magnone, Coach De Rosa, Assistente Magnone, Preparatore Pagliarella, Dirigenti: Cerro, Baldassarra, Igliozzi




Colleferro (calcio, Promozione), scacco alla regina. Roberto Galeazzi: “Che spettacolo il Caslini”

Colleferro (Rm) – La Promozione del Colleferro fa sognare davvero. Sarebbe bastato vedere il colpo d’occhio di un “Caslini” da tutto esaurito ieri mattina, quando i ragazzi di mister Antonio Battistelli hanno stracciato la capolista Città di Monte San Giovanni Campano per 3-1 schierando tra l’altro una formazione titolare giovanissima (tre ragazzi nati nel 2002, due 2001, un 2000 e due 1999 nell’undici iniziale). E la partita non ha deluso le attese dei tanti appassionati colleferrini giunti allo stadio: “Abbiamo fatto un favore alle squadre in lotta per il vertice, ma soprattutto ce lo siamo fatti da soli – dice Roberto Galeazzi, centrocampista esterno o interno classe 1997 che ha indossato i gradi di capitano per l’occasione – Abbiamo sfoderato una super prestazione contro una capolista venuta a Colleferro col chiaro intento di prendere un punto. Siamo passati in vantaggio a metà della prima frazione col sottoscritto e poi abbiamo raddoppiato i conti con D’Albenzo. Nella ripresa gli ospiti hanno accorciato le distanze, ma ormai abbiamo acquisito una mentalità vincente e non ci siamo fatti prendere dal panico: il 3-1 di Mastrella ha chiuso i giochi per un successo meritatissimo, arrivato nonostante assenze pesantissime come quelle di Amici, Romagnoli, Michelangeli e Bernabei. La fascia di capitano? E’ il mio quinto anno qui, per me ha rappresentato una bella soddisfazione perché questa è una piazza importantissima per il calcio laziale”. Il Colleferro rimane ancora distante dalla zona play off, ma nel team rossonero sembrano tutti determinatissimi a giocarsi le proprie carte: “Non è semplice, ma ci crediamo e vogliamo provarci fino all’ultimo – dice Galeazzi – Le prossime tre partite ci diranno sicuramente di più”. La prima della serie è quella di Roccasecca: “Un campo complicato, ma noi stiamo bene e vogliamo dare il massimo anche nella prossima sfida”. Il Colleferro sembra davvero voler rialzare la testa dopo alcune stagioni sofferte: “Il progetto della società è ambizioso e altrettanto chiaro: c’è voglia di scommettere sui giovani e sui ragazzi del territorio, anche per questo la gente apprezza e ci viene a sostenere al “Caslini” in gran numero”.




Zagarolo, una partita in ricordo di Christian Franciosi: gli amici sfidano la Nazionale Poeti

Roma – Una partita per Christian Franciosi. Il prossimo 15 marzo, presso il campo di calcio di via Valle del Formale a Zagarolo, si terrà una gara speciale: in campo una rappresentativa di “amici di Christian”, sfortunato ragazzo scomparso a 20 anni in seguito ad un drammatico incidente stradale sul Grande Raccordo Anulare nello scorso mese di settembre, e la Nazionale Poeti. Un evento fortemente voluto dai genitori (e in particolare dalla mamma) e dagli amici di Christian che prossimamente dovrebbero costituire un’associazione che servirà per sensibilizzare ulteriormente i giovani sulla tematica della guida in sicurezza. Lo slogan della costituenda associazione è già pronto: “Siamo solo noi”, frase che campeggerà sulle maglie della squadra degli amici di Christian. Ma la partita sarà solo l’atto finale dell’evento di domenica 15 marzo: in mattinata si terrà una messa in ricordo dello sfortunato ragazzo di Zagarolo, poi un partecipatissimo pranzo a cui interverranno oltre duecento persone e infine dal ristorante la carovana si sposterà a piedi (quasi in processione) verso il campo di calcio dove alle 16 avrà inizio la partita contro la Nazionale Poeti. Tutto il ricavato della giornata verrà devoluto in beneficenza. A dirigere la squadra degli “amici di Christian” ci sarà il tecnico dell’Under 19 provinciale del Torre Angela Acds Daniele Polletta: “Sono stato molto colpito in maniera positiva quando mi è arrivata la proposta di fare l’allenatore di questa rappresentativa – spiega l’allenatore – Christian l’ho conosciuto benissimo per averlo allenato ai tempi degli Esordienti a San Cesareo e averlo ritrovato in seguito a Zagarolo quando facevamo gli Allievi. In campo ci sarà anche il fratello maggiore e l’emozione sarà forte. Per preparare al meglio questa partita, farò disputare agli “amici di Christian” due amichevoli contro il “mio” Torre Angela Acds in programma lunedì 24 febbraio e il successivo lunedì 2 marzo. Ma al di là dell’aspetto tecnico, quello che ci preme di più è ricordare la figura di un ragazzo molto semplice e grande appassionato di calcio”. Gli eventi in memoria di Christian Franciosi proseguiranno a settembre, nel giorno dell’anniversario: ci sono altre importanti iniziative in cantiere, anche se al momento il programma è da definire.




Ssd Roma VIII (calcio, I cat.), Ciornoliuc: “Primato solitario? Siamo la squadra più forte”

Roma – La Prima categoria della Roma VIII torna da sola in vetta al girone E… senza sudare. Ieri mattina, infatti, i ragazzi di mister Dino Di Julio hanno atteso invano l’arrivo dello Sporting Guidonia ultimo della classe presso il centro sportivo di via di Torbellamonaca: gli ospiti, infatti, sono stati decimati (a quanto riferito) da squalifiche ed infortuni e non avrebbero raggiunto un numero minimo di calciatori per giocare la sfida. Il giudice sportivo, prossimamente, consegnerà l’inevitabile 3-0 a tavolino alla Roma VIII che ha festeggiato la vetta solitaria stante la rumorosa caduta casalinga della Sanpolese (ora a -3) contro la Time Sport Roma Garbatella. “Un risultato che non mi aspettavo, ma che ovviamente ci fa piacere – dice in maniera schietta l’esterno difensivo classe 1997 Giuliano Ciornoliuc – Per quanto riguarda la nostra partita, ovviamente dispiace sempre non giocare, ma diciamo che abbiamo potuto risparmiare energie preziose in vista del finale di stagione. Il primo posto è importante, d’altronde siamo la squadra più forte del girone e vogliamo continuare a dimostrarlo in questi ultimi tre mesi di stagione”. L’esterno difensivo non sta avendo troppo spazio, ma non ha mai fatto una polemica: “So qual è il mio ruolo all’interno del gruppo: rispetto alla passata stagione la concorrenza è aumentata tantissimo e io sono a disposizione del mister e della squadra. Mi alleno con impegno e cerco di farmi trovare pronto quando c’è bisogno di me, mi fa piacere far parte di questa rosa e di un club così ambizioso”. Nel prossimo turno la Roma VIII è attesa dalla sfida esterna contro il Pro Marcellina: “All’andata non c’ero e non so che tipo di squadra sono. Guardando la classifica, comunque, sicuramente incroceremo un avversario voglioso di conquistare punti per la salvezza. Ma noi abbiamo un obiettivo più grande e non faremo l’errore di sottovalutarli perché altrimenti rischieremmo grosso”. La chiusura di Ciornoliuc è sull’impatto di mister Di Julio sulla squadra: “Un tecnico preparatissimo che cura i particolari: ha saputo stabilire un buon rapporto col gruppo”.




Football Club Frascati (II cat.), Giorgilli: “La vittoria sul Gallicano? Grazie alla forza di volontà”

Frascati (Rm) – La Seconda categoria del Football Club Frascati cala il tris. La squadra di mister Mauro Fioranelli ha vinto 1-0 contro il Gallicano nell’anticipo interno di sabato scorso: un risultato che arriva dopo il precedente successo interno contro il Città di Fiuggi e soprattutto la grande impresa di otto giorni fa sul campo del Città di Cave. Un trittico di vittorie che consente ai frascatani di rimanere saldamente in vetta al girone G: “Ma anche contro il Gallicano è stata una partita molto difficile – spiega il giovane centrocampista classe 2000 Emanuele Giorgilli – Loro si sono confermati la squadra aggressiva che ricordavamo all’andata, una formazione tosta da affrontare. Lo abbiamo fatto mettendo in campo tanta passione e forza di volontà e alla fine siamo riusciti a portare a casa il risultato che volevamo”. A decidere l’incontro è stato ancora una volta un gol dell’attaccante El Atiqi, nel corso del primo tempo, mentre va sottolineato l’esordio dal primo minuto del portiere classe 2002 Filippo Trinca che era subentrato nel match di Cave per l’infortunio capitato all’esperto Allegrini. Nel finale, invece, ci sono stati due cartellini rossi: prima è toccato a un giocatore ospite guadagnare anzitempo la doccia, poi anche Cesari ha rimediato un secondo giallo. Ma il Football Club Frascati ha tenuto duro e ha portato a casa un risultato che la conferma al primo posto: “Il nostro obiettivo è chiaro – prosegue Giorgilli – Siamo in testa dall’inizio del campionato e ce la stiamo mettendo tutta per arrivare fino in fondo da primi della classe”. Il giovane centrocampista è ormai un punto fisso nello scacchiere di mister Fioranelli: “È molto bello far parte di questo gruppo, ma soprattutto mi diverto tanto sia durante gli allenamenti che nel corso delle gare ufficiali”. Un ragazzo con il sorriso sempre sul volto che il Football Club Frascati ha voluto sfruttare anche per far crescere con il giusto spirito anche i bambini della sua Scuola calcio: Giorgilli, infatti, fa parte dello staff tecnico del settore di base del club tuscolano. “Fare l’allenatore e provare a trasmettere la mia passione a quei bambini mi regala grandi soddisfazioni. E poi è bellissimo vedere come loro interpretano il calcio ancora come un gioco, così come dovrebbero fare anche i grandi”.




Volley Club Frascati, Bilancioni e l’Under 13 maschile: “Un gruppo che vuole crescere”

Frascati (Rm) – L’Under 13 maschile del Volley Club Frascati ha iniziato la seconda fase del campionato 3×3 e prossimamente si tufferà nei quarti di finale del tabellone conclusivo del 6×6. Ieri mattina, i ragazzi di coach Matteo Bilancioni hanno sfidato l’Italo Svevo nel primo match della seconda fase del 3×3 (che assegnerà un posto tra il 18esimo e il 22esimo della categoria) e hanno rimediato una doppia sconfitta (per 3-0 e 2-1). “Abbiamo provato delle cose nuove su cui stiamo lavorando in allenamento – ha spiegato l’allenatore frascatano – I ragazzi hanno fatto una discreta prestazione, anche se il risultato ha un valore relativo”. A maggior ragione pensando che il gruppo a disposizione di coach Bilancioni è per la gran parte “novizio” nella pallavolo: “Ci sono tanti elementi al primo anno di volley e in particolare il campionato 3×3 lo affrontiamo coi più piccoli di questo organico, mentre nel 6×6 giocano anche coloro che solitamente sono aggregati nel gruppo dell’Under 14 (sempre allenato da Bilancioni, ndr). Sapevamo che in entrambi i campionati ci sarebbero state delle difficoltà, ma la cosa importante è continuare ad allenarsi e a crescere: proprio in quest’ottica la società ha scelto di far giocare da subito questi ragazzi su campo grande proprio per iniziare a farli abituare in vista dell’anno prossimo, quando giocheranno nella categoria Under 14”. A proposito del campionato 6×6, la squadra tuscolana si preparerà ora per l’incontro d’andata dei quarti di finale contro la Roma 7 in programma per venerdì tra le mura amiche: “Aspettative di risultato non ce ne sono, come detto – ribadisce Bilancioni – Cercheremo di guardare alla prestazione dei ragazzi e ci aspettiamo dei passi in avanti rispetto alla prima fase”. Il tecnico conclude parlando dello spirito “propositivo” dei suoi ragazzi: “Hanno voglia di crescere e lavorano con costanza durante la settimana: ovviamente ci sono dei limiti tecnici che vanno pian piano limati, ma le potenzialità per migliorare sono evidenti”.