1

Bracciano, Tondinelli su relazione di fine mandato: “Validata e certificata”

Il lieve ritardo nella trasmissione di un documento che ha richiesto un notevole impegno nella elaborazione è stato accertato dalla Sezione Regionale di Controllo della Corte dei Conti senza tuttavia comportare, vista la disapplicazione per l’anno 2021 dell’art. 11 comma 6, lett. f), l’esercizio della funzione sanzionatoria

“Ancora una volta, inutile ed inopportuna una campagna elettorale fondata su adempimenti che l’Amministrazione Comunale ha rispettato avendo, dopo la necessaria acquisizione della certificazione del Collegio dei Revisori, inviato il documento alla Corte dei Conti e pubblicato lo stesso sul sito web in data 2 agosto 2021.” Così il primo cittadino di Bracciano Armando Tondinelli interviene su una notizia diffusa da un quotidiano online in merito a un ritardo nell’inviare alla Corte dei Conti la relazione di fine mandato. La norma prevede infatti che, al fine di garantire il coordinamento della finanza pubblica, il rispetto dell’unità economica e giuridica della Repubblica, il principio di trasparenza delle decisioni di entrata e di spesa, le Province e i Comuni presentano una relazione di fine mandato sottoscritta dal Presidente della Provincia o dal Sindaco, non oltre il sessantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato, ovvero entro venti giorni dal provvedimento di indizione delle elezioni, in caso di scioglimento anticipato del Consiglio comunale o provinciale.

“Alla data del 2 agosto 2021 – spiega il Sindaco – il decreto di convocazione dei comizi elettorali non era stato ancora emanato. I sessanta giorni dalla scadenza del mandato (prevista per il 18 o 19 ottobre p.v.) risultavano pienamente osservati. Il lieve ritardo – prosegue il primo cittadino – nella trasmissione di un documento che ha richiesto un notevole impegno nella elaborazione è stato accertato dalla Sezione Regionale di Controllo della Corte dei Conti senza tuttavia comportare, vista la disapplicazione per l’anno 2021 dell’art. 11 comma 6, lett. f), l’esercizio della funzione sanzionatoria. Sarebbe quanto mai doveroso ed opportuno, – conclude il sindaco – prima di lanciare strali mediatici di siffatta portata, che ogni informazione pubblicata fosse effettivamente supportata da dati documentati e certi.”




Cavese Academy 1919 (calcio), Casali e l’Under 15: “Il primo obiettivo è riformare un gruppo”

Cave (Rm) – Quando la Cavese Academy 1919 gli ha chiesto la disponibilità per allenare uno dei gruppi del settore giovanile agonistico, non si è tirato indietro. D’altronde Stefano Casali è attaccatissimo a questo club e, sulla forte spinta dei presidenti Daniele Flavi ed Emanuele Giacchè e del direttore sportivo Armando Zammarrelli, ha preso in consegna il gruppo dell’Under 15 provinciale: “Una squadra che, praticamente, è stata riformata da zero quest’anno. Qualcuno di questi ragazzi faceva la Scuola calcio un paio d’anni fa e da allora o si è spostato altrove o è rimasto fermo. A quelli che sono rientrati si sono aggiunti altri elementi che sono ai primi approcci con il mondo del calcio e quindi sappiamo che c’è tantissimo da fare, a maggior ragione per un gruppo che si troverà a fare il primo anno di agonistica dopo la “cancellazione” della scorsa stagione. Ma la cosa più importante per noi era quella di riformare una vera e propria squadra, facendola migliorare giorno dopo giorno: la risposta numerica è stata notevole e mi lascia tranquillo, sotto tutti gli altri punti di vista ci aspetta un grosso lavoro”. Per questi motivi Casali non vuol sentire parlare di obiettivi di campo: “Non so nemmeno il livello del campionato, anche se abbiamo fatto un paio di amichevoli pareggiando a reti bianche con l’Olevano, che affronteremo di nuovo domenica, e perdendo di misura col San Cesareo per 3-2. I ragazzi seguono e hanno una grande voglia di imparare, questa è una base molto importante”. Il tecnico sarà alla sua prima esperienza da allenatore: “Ero perplesso, ma la stima che mi hanno dimostrato Flavi, Giacchè e Zammarrelli mi ha convinto. Faccio ancora parte del gruppo della prima squadra, da poco ripescata in Prima categoria: l’impegno è cresciuto anche lì e per un classe 1978 come me non è semplice, ma cercherò di dare il mio contributo quando ce ne sarà bisogno”.




ULN Consalvo (calcio), Bartoli e i Piccoli Amici 2015-16: “Uniamo il divertimento alla crescita”

Roma – Sono il “cuore” del settore di base dell’ULN Consalvo. Luciano Bartoli ha la grande responsabilità di far muovere i primi passi nel mondo del calcio ai Piccoli Amici 2015-16, ovvero il primo gruppo della Scuola calcio del club capitolino. Non è un caso che la società, ormai da tempo, si sia affidata ad un tecnico esperto come Bartoli per questo tipo di gruppi: “Ormai collaboro con l’ULN Consalvo da una decina d’anni sia per la Scuola calcio che per il centro estivo che pure quest’anno ha avuto un bel successo puntando sulla qualità del servizio. Tra l’altro la funzione del centro estivo è duplice: i partecipanti che non conoscono l’ambiente del gioco del calcio si appassionano allo sport e in particolare alla nostra disciplina, ma vale anche il contrario e cioè che chi fa calcio all’ULN Consalvo si “fidelizza” e rimane a fare attività anche in estate”. Bartoli parla in modo più specifico dei “cuccioli di calciatore” del 2015-16: “Anche quest’anno abbiamo formato un bel gruppo a livello numerico. L’obiettivo principale è unire il divertimento alla loro crescita e fissare alcuni obiettivi tecnici e motori. Quelli che già erano nel gruppo l’anno scorso sono rimasti e si sono aggiunti altri bambini: non tutti sono allo stesso livello e quindi mi avvalgo della presenza del mio collaboratore Lorenzo del Bono proprio per far fare un lavoro più consono a tutti perché è normale che qualcuno sia più pronto e qualcuno un po’ più indietro. Per ora procediamo con due allenamenti a settimana, poi in primavera faremo anche alcune partitine, sempre nell’ottica di far divertire questi bambini”. Professionista dell’attività motoria, Bartoli si è anche specializzato nel calcio a 5 nel corso della sua carriera: “La base del futsal è molto utile anche nel calcio. In generale curiamo molto l’aspetto motorio, i fondamentali, la tecnica di base e facciamo tanti “uno contro uno” perché li ritengo davvero importanti. L’ambiente è molto tranquillo e alcune famiglie ormai ci conoscono benissimo”.




Polisportiva Borghesiana (calcio, I cat.), capitan Ferraro: “Gruppo giovane, ma possiamo fare bene”

Roma – La Prima categoria della Polisportiva Borghesiana “vede” l’esordio. La società capitolina ha iniziato il conto alla rovescia per la prima partita di campionato in programma a Zagarolo contro il Valle Martella il 17 ottobre prossimo. A parlarne è il capitano del gruppo Luca Ferraro, centrocampista classe 1992: “Abbiamo una squadra molto giovane, composta da tutti ragazzi nati dal 2000 in avanti ad eccezione del sottoscritto, di Matteo Biticchi e di Manolo Abate, il fratello di mister Andrea. Avverto la responsabilità della fascia di capitano e di essere tra i pochi del gruppo ad aver già fatto questa categoria. Inoltre siamo stati inseriti in un girone molto tosto, ma questa squadra ha delle qualità importanti che deve mettere in campo senza alcuna paura”. Ferraro conosce molto bene l’ambiente della Polisportiva Borghesiana: “Sono ritornato lo scorso anno prima dell’interruzione per la pandemia, ma qui ho vinto pure un campionato di Seconda poco meno di dieci anni fa”. Il centrocampista ha subito uno stop negli ultimi giorni: “Ho rimediato una lesione al quadricipite, ma sto facendo di tutto per esserci in occasione della prima di campionato quando giocheremo sul campo del Valle Martella: è una mia squadra e lì ho ancora tanti amici”. La squadra di mister Andrea Abate ha dato buone risposte nella pre-season: “Finora siamo ancora imbattuti nelle amichevoli: nell’ultimo test abbiamo pareggiato col Labico nonostante alcune assenze e domenica faremo un altro match di allenamento contro l’Atletico San Lorenzo. Obiettivi? Prima di tutto divertirci, poi non vogliamo porci troppi limiti al momento”. Ferraro parla del rapporto col suo attuale allenatore: “Con Andrea siamo cresciuti insieme anche se non mi ha mai allenato. E’ un tecnico preparato con un carattere forte”. La chiusura è sull’impegno con i piccoli calciatori della Polisportiva Borghesiana: “Il responsabile del settore calcio Lino Virgili mi ha chiesto un aiuto per fare esercizi di tecnica individuale alle varie categorie della Scuola calcio e dell’agonistica e io mi sono messo volentieri a disposizione”.




Volley Club Frascati (serie C maschile), Ditoma: “In questa categoria dobbiamo alzare il livello”

Frascati (Rm) – E’ quasi tutto pronto per il ritorno ufficiale del Volley Club Frascati nel massimo campionato regionale maschile. Accadrà sabato 16 ottobre quando la squadra tuscolana debutterà nel girone B dove è stata inserita assieme a Green Volley, Volley4Us, Intent Sport, Roma7, Serapo Volley Gaeta, Pallavolo Velletri, Fenice Roma, Pallavolo Tarquinia, Virtus Roma, Pianeta Volley e Pro Castelnuovo. “Lo scorso anno abbiamo fatto una buon figura nel campionato di serie D, ma ora si alza ulteriormente il livello e serve uno sprint in più – dice il martello classe 1994 Tiziano Ditoma – Inoltre i campionati in epoca di pandemia sono sempre un po’ un’incognita e anche questa sarà una stagione particolare: non siamo ancora al 100%, ma ci faremo trovare pronti per il debutto”. Il gruppo della serie C maschile ha una importante base “over” a cui daranno un contributo prezioso anche i ragazzi provenienti dal settore giovanile: “Con un paio degli over ho giocato in passato – dice Ditoma – I giovani ci possono dare una mano se ci seguono. L’obiettivo della salvezza è quello di partenza, ma ogni volta il campionato è un mondo a parte e credo che bisogna comunque mirare sempre più in alto”. Ditoma sa quali sono le difficoltà della serie C: “Ci ho giocato qualche stagione fa col Sempione e arrivammo ai play off facendo un grande campionato. Conosco diversi giocatori e alcune squadre di questo torneo, dovremo sudare per ottenere buoni risultati”. Il martello, che ha vinto un campionato di serie D con la Roma Otto, ha iniziato il terzo anno al Volley Club Frascati: “Mi trovo bene in questo ambiente, ci sono strutture importanti dove si può lavorare bene e fare un’ottima pallavolo”. Non resta che attendere i primi passi della formazione tuscolana nel massimo campionato regionale.