1

GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, finanziati 90 progetti: a Frascati presentato lo stato di avanzamento del PSL “Terre di qualità”

Quattro i milioni di fondi della Comunità Europea, messi a disposizione attraverso la Regione Lazio, che sono andati a imprenditori agricoli, operatori turistici ed enti pubblici per progetti mirati

FRASCATI (RM) – Il GAL Castelli Romani e Monti Prenestini ha documentato lo stato di avanzamento del Piano di Sviluppo Locale durante un evento, lo scorso mercoledì 6 ottobre, organizzato presso Villa Aldobrandini a Frascati dal titolo “Dalla strategia ai progetti, attuazione del PSL Terre di Qualità”.

Erano presenti sindaci e rappresentanti delle amministrazioni dei 14 comuni che fanno parte del GAL, i beneficiari delle Misure e altri imprenditori interessati.

Circa quattro i milioni di fondi della Comunità Europea, messi a disposizione attraverso la Regione Lazio, che sono andati a imprenditori agricoli, operatori turistici ed enti pubblici per progetti mirati.

Gli obiettivi strategici del PSL 2014-2020 erano infatti l’agricoltura di qualità, la valorizzazione dei borghi e la mobilità lenta attorno a cui far ruotare l’accoglienza.

A fare gli onori di casa, il presidente del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, Stefano Bertuzzi. “Abbiamo raggiunto dei risultati estremamente importanti – è stato il commento del presidente Bertuzzi – A oggi siamo riusciti a impegnare, tramite i bandi, tutte le risorse che la Regione ha messo a disposizione per il Gal. In questi anni abbiamo creato una rete che mette al centro lo sviluppo e il sostegno alle nostre attività produttive. Mi piace ricordare che questo PSL è nato dalla Conferenza dei sindaci che hanno avuto la capacità di intercettare le esigenze del territorio in collaborazione con i privati. In questo momento è importare ragionare dunque sulle future linee di programmazione che vi chiedo di costruire insieme”.

Durante l’incontro sono intervenuti anche imprenditori e amministratori pubblici che hanno raccontato la loro esperienza con il GAL e spiegato il progetto che ha ottenuto il finanziamento in che modo è stato portato avanti. Tra questi, il progetto di agricoltura di precisione in campo da parte dell’Azienda agricola Luigi De Sanctis, quello di cooperazione tra i produttori agricoli dell’area prenestina, un progetto di sviluppo del turismo rurale del Lago di Nemi e “My pony farm” con la cooperazione tra i comuni di Labico, San Cesareo e Castel San Pietro Romano per un percorso terapeutico a contatto con la natura da parte dei bambini disabili.

Il direttore tecnico del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini Patrizia Di Fazio ha snocciolato i dati relativi all’attività di questi anni, complicata dalla pandemia.

“Abbiamo pubblicato ventuno bandi, su quindici misure totali – ha spiegato il direttore tecnico Di Fazio – qualcuno è stato pubblicato più volte, proprio per dare la possibilità ai soggetti interessati di presentare la propria domanda e accelerare sul piano di investimento. Venticinque dei progetti finanziati provengono da enti pubblici, mentre 58 da privati: per metà aziende agricole e metà extra agricole. Tra questi bandi c’è anche una vera misura anti-covid, perché finanzia la diversificazione delle attività per lavorare su temi fondamentali come la valorizzazione delle produzioni e l’implementazione dei nuovi servizi turistici. Proprio qui abbiamo ricevuto il picco delle domande e dunque ci stiamo impegnando per reperire ulteriori fondi ed esaudire tutte le richieste”.

A margine dell’incontro si è svolta l’assemblea dei soci del GAL Castelli Romani che ha approvato all’unanimità i punti all’ordine del giorno. Erano presenti il sindaco di Nemi Alberto Bertucci, il sindaco di Monte Porzio Catone Massimo Pulcini, il sindaco di Rocca Priora Anna Gentili, l’assessore ai Servizi Sociali del comune di Labico Benedetto Paris, l’assessore alla Cultura e Turismo del comune di Colonna Serena Quaglia, l’assessore all’Ambiente e all’Agricoltura del comune di Valmontone Eleonora Zianna, il delegato all’Ambiente e Territorio del comune di Castel San Pietro Romano Filippo Fiasco, il Presidente del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati Felice Gasperini, il fiduciario della Condotta Slow Food Frascati e Terre Tuscolane Stefano Asaro, Valerio Galeotti, responsabile CNA Castelli Romani e Alessia Morici della Casa del Volontariato e dell’Associazionismo dei Castelli Romani e Prenestini.

Durante l’evento è intervenuto anche Felice Gasperini, Presidente del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati, che ha annunciato la volontà di iniziare con il sostegno del GAL di cui è socio, un percorso valorizzazione enogastronomica delle colline del Frascati finalizzato ad ottenere una certificazione a Patrimonio Unesco.




Rocca di Papa, picchia violentemente il presidente del consorzio: arretato 60enne per tentato omicidio

ROCCA DI PAPA (RM) – Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Rocca di Papa hanno arrestato un uomo di 60 anni, con precedenti, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 7 ottobre 2021, dal Tribunale di Velletri, per il reato di tentato omicidio.

Il provvedimento cautelare scaturisce a seguito dei gravi e concordanti indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, in merito ad una aggressione avvenuta lo scorso 28 settembre in via Colli del Vivaro, nel comune di Rocca di Papa.

In particolare l’arrestato, a seguito di pregresse problematiche interne relative la gestione di un consorzio residenziale, avrebbe aggredito e picchiato violentemente il responsabile, un romano di 69 anni, per poi allontanarsi. La vittima nonostante le lesioni riportate è riuscita a raggiungere autonomamente il pronto soccorso dell’Ospedale di Palestrina dove i medici gli hanno riscontrato le fratture di due costole, lesioni a 4 vertebre, nonché varie escoriazioni sul corpo con una prognosi parziale di 30 giorni.

I Carabinieri sono poi intervenuti e a seguito di una attenta attività investigativa, supportata anche dall’acquisizione delle immagini di video sorveglianza presenti all’interno del consorzio, hanno relazionato il tutto all’Autorità Giudiziaria che a sua volta, concordando pienamente, ha emesso il provvedimento.

I militari hanno raggiunto l’uomo e dopo avergli notificato gli atti lo hanno condotto in carcere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.




Rieti, scappa dopo aver investito una donna che attraversa sulle strisce

Il pirata della strada è stato individuato dalla Polizia Stradale e denunciato per omissione di soccorso

RIETI – Alla guida della propria autovettura urta una donna mentre attraversa la strada sulle strisce pedonali facendola cadere a terra per poi allontanarsi dal luogo dell’incidente senza prestarle soccorso. Gli Agenti della Sezione della Polizia Stradale di Rieti hanno denunciato in stato di libertà un uomo, originario della provincia di Rieti, per omissione di soccorso.

Il fatto è successo lo scorso 28 settembre, quando l’automobilista stava percorrendo, a bordo della sua autovettura, viale Matteucci e giunto in corrispondenza di via delle Orchidee, aveva urtato una donna che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali. Nonostante accortosi di aver fatto cadere a terra la donna, incurante dell’accaduto, non si era fermato ed aveva proseguito la sua marcia allontanandosi dal luogo dell’incidente senza prestarle soccorso anche se la malcapitata aveva riportato delle lesioni, fortunatamente non gravi, ma che l’avevano costretta comunque a ricorrere alle cure del 118 e ad un immediato trasporto in ambulanza al locale nosocomio.

Gli Agenti della Polizia di Stato, giunti sul posto per il soccorso alla donna ed il rilevamento dell’incidente, hanno intrapreso delle minuziose indagini, ascoltando i testimoni dell’accaduto ed acquisendo le riprese video dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona. Gli accertamenti espletati hanno permesso agli Agenti della Polizia Stradale di individuare l’autovettura e di identificare l’uomo alla guida, anche grazie a ricerche incrociate effettuate sulle banche dati delle Forze di Polizia.

L’investitore è stato quindi raggiunto dagli Agenti della Polizia di Stato ed invitato negli uffici della locale Sezione della Polizia Stradale dove, dopo aver sottoscritto delle spontanee dichiarazioni sull’accaduto è stato denunciato in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria davanti alla quale dovrà rispondere della fuga e dell’omissione di soccorso commessa. All’uomo, inoltre, gli Agenti della Polizia di Stato hanno debitamente ritirato la sua patente di guida.




Iss, Covid: tasso di decesso 13 volte più alto per gli over 80 non vaccinati

Tra gli over 80 il tasso di ricovero negli ultimi 30 giorni è di 8 volte più alto tra i non vaccinati rispetto ai vaccinati con ciclo completo (222,5 contro 26,8 ricoveri per 100.000 abitanti) e quello di decesso di 13 volte più alto (129,5 contro 9,8).

Lo scrive in un Tweet l’Istituto superiore di Sanità evidenziando il dato contenuto nel nuovo Documento esteso Covid-19 pubblicato su Epicentro.


Confermata l’efficacia dei vaccini con “forte riduzione del rischio di infezione nelle persone completamente vaccinate rispetto alle non vaccinate”, 78% per la diagnosi, 93% per i ricoveri, 95% per la terapia intensiva e per i decessi.




Nemi, assemblea pubblica: gettate le basi per la rinascita del paese

NEMI (RM) – Si è svolta ieri a Nemi, nella sala dei piccoli comuni in corso Vittorio Emanuele, l’assemblea pubblica che ha visto una grande partecipazione di cittadini che si sono confrontati al fine di iniziare un percorso civico da condividere con tutti, aldilà delle singole ideologie e appartenenze politiche, finalizzato esclusivamente al bene comune quindi un progetto condiviso per ridisegnare e ricostruire una Nemi diversa da quella che è diventata oggi.

Presenti all’incontro tutte le forze progressiste del paese, tanti i cittadini di sinistra e centrosinistra fra cui gli ex sindaci Vairo Canterani e Renzo Colazza, gli attuali Consiglieri comunali di “Ricomincio da Nemi” Carlo Cortuso e Patrizia Corrieri ma anche cittadini come l’energica Caterina o cittadini di destra e centrodestra fra cui Marco Borzi, tra i fautori del Comitato di Quartiere dei Corsi e del Parco dei Lecci. Un bel momento anche quando la parola è passata ai giovani come Libero Middei che ha parlato dell’importanza di ritrovare il contatto con l’ambiente e la tutela del patrimonio naturalistico nemese. Importante anche il contributo di Orlando Colangioli che ha parlato della fondamentale funzione del Comitato nascente dei Corsi e del Parco dei Lecci e della battaglia civica portata avanti per evitare l’inquinamento della falda acquifera tramite la realizzazione di un’isola ecologica in un sito protetto e vicino ad un pozzo di acqua che serve tutta la popolazione di Nemi.

L’assemblea è vero si che ha aperto al civismo ma di fatto ha suggellato un momento storico per le forze di sinistra e centrosinistra di Nemi che si sono unite per il bene del paese e adesso vogliono allargare la visione ad un nuovo contenitore civico che non abbia bandiere partitiche ma soltanto il comune obiettivo di salvare Nemi da quella che all’unanimità è stata considerata una amministrazione che ha distrutto la comunità e il paese.

L’assemblea è stata moderata dalla giornalista Giulia Agostinelli e l’evento è stato diffuso in streaming sulla pagina Facebook de L’Osservatore d’Italia.

Per chi volesse sentire cosa è stato detto riproponiamo nel riquadro sottostante il video dell’evento.