Connect with us

Sport

3T Frascati Sporting Village (pallanuoto), l’Under 20 di coach Piccioni è vice campione regionale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Frascati (Rm) – L’Under 20 del 3T Frascati Sporting Village si è laureata vice-campione regionale. Il verdetto è arrivato nell’ultimo turno giocato nello scorso fine settimana: la squadra frascatana, reduce dal successo nello scontro diretto con il Villa Aurelia, doveva necessariamente vincere l’ultima partita di campionato contro la Roma Water Polo per scavalcare gli avversari in classifica proprio in extremis e non ha sciupato l’occasione. Il netto 15-6 è stata la dimostrazione della grande determinazione del gruppo di coach Federico Piccioni nel voler guadagnare il prestigioso piazzamento. «Siamo davvero molto contenti di quello che hanno fatto i ragazzi in questa stagione – spiega l’allenatore dell’Under 20 del 3T Frascati Sporting Village – All’inizio dell’anno, onestamente, non avrei pensato che potessero raggiungere un simile traguardo e invece sono cresciuti in maniera costante e hanno meritato il secondo posto finale. Una bellissima soddisfazione». Tra l’altro il gruppo di Piccioni ha giocato chiaramente sotto età nella categoria Under 20. «Un solo elemento non ha potuto partecipare al campionato Under 17 che abbiamo fatto sempre sotto la mia guida tecnica – rimarca l’allenatore – Addirittura circa la metà di questi ragazzi potrà rigiocare nell’Under 17 anche nella prossima stagione e questo la dice lunga sullo spessore del loro campionato in Under 20. Ora il presidente Massimiliano Pavia e il responsabile del settore pallanuoto Massimiliano D’Antoni valuteranno se sarà il caso di far giocare loro una categoria nazionale nella prossima annata agonistica». Una grossa novità per questi ragazzi, comunque, è già in programma. «Dopo cinque anni di percorso assieme a loro, è giusto terminare questa avventura insieme – rivela Piccioni – Molti di questi atleti hanno cominciato col sottoscritto e per loro erano i primi passi nel mondo della pallanuoto, mentre oggi sono diventati giocatori di livello e alcuni hanno già ricevuto la prima convocazione con la prima squadra che milita in serie C. Sono convinto che in un futuro più o meno prossimo diversi di questi ragazzi potranno tornare utili anche alla squadra maggiore. Per quanto riguarda il sottoscritto valuteremo con la società il da farsi per la prossima stagione».
 

Sport

Colleferro (calcio, Eccellenza), Celli contento: “Con l’Insieme Formia una dimostrazione di forza”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Colleferro (Rm) – Il Colleferro è tornato alla vittoria. Nel giorno d’esordio del neo tecnico Stefano Scaricamazza (che non è andato in panchina per una squalifica), i rossoneri hanno battuto per 2-1 l’Insieme Formia al termine di un match complicato, come racconta il difensore classe 1994 Federico Celli (ritratto nella foto di Leonardo Pera). “Affrontavamo una squadra di ottimo livello, in un buon momento e rinforzata pure da innesti importanti come Gabionetta oltre che allenata da un tecnico preparato. Per noi, che siamo in un momento di cambiamenti tra staff tecnico e giocatori, non era facile e inoltre la gara si è messa subito in salita col vantaggio degli ospiti. Poco prima dell’intervallo siamo riusciti a pareggiare con Laghigna, ma avremmo meritato di farlo pure prima. A inizio ripresa Oduamadi ha segnato il 2-1 e, nonostante qualche pericolo, siamo riusciti a conquistare i tre punti dando una dimostrazione di forza”. L’ex giocatore del Pomezia (con cui ha vinto l’ultimo campionato di Eccellenza assieme a mister Scaricamazza), che nella prima parte di stagione ha vestito la maglia dell’Anzio, parla del suo approdo a Colleferro: “Non era facile lasciare un club primo in classifica che ringrazio per come mi ha trattato. Ma in tanti mi avevano parlato bene del Colleferro e gli sforzi ulteriori fatti da questo club per cercare di essere protagonista mi hanno colpito. Al di là del Sora che sta facendo cose straordinarie, siamo ancora in piena corsa per il secondo posto e quello dev’essere il nostro obiettivo. Vincere l’Eccellenza era difficile l’anno scorso con i tre gironi, figuriamoci con due. Inoltre il gruppo B è una sorta di “tritacarne”, c’è bisogno di bravura e maturità”. Celli ha ritrovato il suo vecchio allenatore: “In realtà con mister Scaricamazza siamo rimasti in stretto contatto negli scorsi mesi e proprio pochi giorni fa avevamo fatto una cena. L’ho ritrovato determinato e meticoloso come sempre”. Il Colleferro sta già pensando al prossimo turno di campionato: “Saremo ospiti della Luiss, compagine guidata da un allenatore preparato come Stendardo. E’ una squadra in salute, ma da adesso inizia un nuovo campionato e noi vogliamo fare il massimo” conclude Celli.

Continua a leggere

Sport

Valmontone 1921 (calcio, Promozione), la gioia di Provaroni: “A Colonna vittoria preziosa”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Valmontone (Rm) – Non accenna rallentamenti la corsa della Promozione del Valmontone 1921. I ragazzi di mister Cristiano Di Loreto si sono imposti 2-1 sul campo del Colonna grazie alle reti di Tartaglione e Gallaccio: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile – dice il portiere classe 1994 Flavio Provaroni, ritratto nella foto di Roberto Benedetti – Di fronte c’era una squadra con dei valori importanti, esperta e che gioca bene. Inoltre dovevamo fare i conti con un campo piuttosto piccolo e con le energie spese nella partita di Coppa di mercoledì con la Bi.Ti. Marino. Abbiamo registrato il rientro di un giocatore prezioso come Matteo Loreti, ma qualche giocatore non era al massimo. Siamo stati bravi a sbloccarla subito con Tartaglione e Gallaccio, poi un po’ per la nostra stanchezza e un po’ per il merito degli avversari la partita è cambiata e nel finale il Colonna ha accorciato le distanze, ma noi siamo riusciti comunque a spuntarla ed è stato un successo prezioso. Il mister ci ha chiesto di essere efficaci e noi lo stiamo dimostrando, lottando dal primo all’ultimo minuto e conquistando tante vittorie”. Provaroni è tra i pochi reduci del vecchio gruppo: “L’anno scorso sono arrivato a dicembre e quindi non posso fare paragoni con l’inizio del vecchio campionato. Comunque qui c’è una società ambiziosa che vuole fare bene, ma evidentemente l’anno scorso alcuni piccoli problemi non ci avevano permesso di fare il campionato che stiamo facendo ora. Evidentemente è stato fatto tesoro degli errori della scorsa stagione, sono arrivati nuovi giocatori che hanno vinto campionati di categoria superiore e hanno portato una mentalità importante, esattamente come mister Di Loreto”. L’estremo difensore si sta alternando col giovane Raileanu: “E’ un ragazzo molto forte per la categoria e sto cercando di aiutarlo il più possibile, poi il mister fa le sue scelte nella più assoluta chiarezza: per noi conta l’obiettivo di squadra. I distacchi? Hanno un senso perché stiamo facendo benissimo, ma anche dietro stanno tenendo botta e pure ieri hanno vinto tutte le concorrenti. Il margine è ancora minimo, manca ancora tanto alla fine, ma noi guardiamo avanti e in casa nostra, a partire dalla prossima sfida con la Virtus Roma”.

Continua a leggere

Sport

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Mirimich: “Il primo gol in D? Dedicato alla memoria di Romina”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Genzano (Rm) – Pur con qualche difficoltà, la serie D della Cynthialbalonga è tornata al successo piegando il Termoli (fanalino di coda) per 2-0 nel match giocato a Pavona per l’indisponibilità dei campi di Genzano e Albano. “In questo periodo stavamo avendo qualche difficoltà a centrare il risultato pieno – dice il centrocampista classe 2004 Alessandro Mirimich – Siamo partiti bene e siamo passati in vantaggio con il gran gol di Sivilla nella fase iniziale, poi dopo un po’ abbiamo abbassato un po’ il ritmo e la gara non ha visto grandi occasioni. Nel finale sono riuscito a realizzare il gol del raddoppio, è stato importante evitare rischi grazie al doppio vantaggio”. Per Mirimich è stato il primo gol in assoluto in serie D e la dedica non può che essere speciale: “Il pensiero è per mia cugina Romina Trenta, scomparsa a inizio anno”. La stagione di Mirimich è stata particolare: dopo un inizio di stagione in cui aveva quasi sempre un posto tra i titolari, ora (come accaduto col Termoli) cerca di dare il suo contributo da subentrato: “E’ il mio primo anno di serie D e sto vivendo tutto ciò che mi succede con grande serenità, dando il massimo durante gli allenamenti e provando ad aiutare la squadra quando vengo chiamato in causa nelle partite. La fiducia del mister la sento sempre, poi lui fa le sue scelte. Il mio ruolo preferito è quello di intermedio, ma mi adatto tranquillamente alle esigenze della squadra”. L’ex giocatore dell’Under 18 della Roma spiega i motivi che lo hanno portato a vestire la maglia della Cynthialbalonga: “Fare un campionato difficile come la serie D mi è l’idea sembrata giusta, questa è una categoria importante per migliorare sia mentalmente che fisicamente. Inoltre essendo di Velletri è stata anche una soluzione logisticamente comoda per me”. La Cynthialbalonga è tornata a due punti dalla zona play off, anche se sono undici i punti di distacco dal Pineto capoclasse: “Noi pensiamo sempre di riuscire a fare il massimo, poi vedremo questo che cosa significherà alla fine della stagione. Ora andiamo a Fano (squadra che ha due punti in più dei castellani, ndr) per cercare di dare continuità alla vittoria col Termoli” conclude Mirimich.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti