Connect with us

Cronaca

Abruzzo, emergenza maltempo: in 100 mila senza senza elettricità

Clicca e condividi l'articolo

Continua la neve e il freddo nelle zone terremotate. I maggiori disagi li vivono gli allevatori che dormono in camper per rimanere vicino alle stalle

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

 

ABRUZZO – Freddo al Nord e maltempo al Centrosud, e così continuerà fino a metà settimana. Nevica anche sulle zone terremotate. Disagi in Abruzzo. Freddo record in Alto Adige, gelo in Veneto. Centomila persone senza energia elettrica in Abruzzo a causa del maltempo: principali criticità nel Chietino, nel Teramano e nel Pescarese. Sull'A14 Bologna-Taranto sono stati riaperti i tratti tra Val di Sangro e Pescara ovest, in direzione nord, e tra Pescara nord e Pescara sud, in direzione sud, chiusi per la caduta in carreggiata di un cavo di media tensione che ha ceduto per il peso delle abbondanti nevicate che stanno interessando la zona dalla notte di ieri. Ritardi all'aeroporto d'Abruzzo. Scuole chiuse a Pescara e comuni limitrofi. Nelle zone interne la neve ha raggiunto il mezzo metro, il centro storico di Spoltore è isolato per la caduta di alberi.

Da ieri nevica ininterrottamente nelle zone terremotate delle Marche. I maggiori disagi li vivono gli allevatori che dormono in camper per rimanere vicino alle stalle. A Camerino per oggi le scuole sono chiuse. Preoccupa soprattutto il peso della neve accumulato che potrebbe provocare altri crolli di edifici per altro pericolanti e già evacuati. Scuole chiuse oggi e domani a San Ginesio.

Nevica su parte della fascia appenninica dell'Umbria, in particolare tra Gubbio, Gualdo Tadino e Nocera Umbra, dove sono chiuse tutte le scuole.

Continua l'ondata di freddo polare in Alto Adige. La scorsa notte è stata, infatti, la più fredda degli ultimi sette anni. A Monguelfo, in val Pusteria, la minima è stata di -21,2 gradi, a Dobbiaco di -19,1, a Brunico di -19,0 e a Sesto di -18,8 gradi. L'ultima notte con valori sotto i -20 gradi risale al dicembre 2009. Nei prossimi giorni resterà comunque molto freddo.

Il record è sull'Altopiano di Asiago, con -31,8 gradi nella località isolata di Dolina Campoluzzo a 1.768 metri, dove abitualmente vengono rilevate le temperature 'estreme', ma l'ondata di gelo è tornata a interessare il Veneto con minime al di sotto dei 9 gradi a fondovalle e -7 gradi in quota.

Le previsioni meteo – Freddo al Nord e maltempo al Centrosud nella prima parte della settimana; graduale attenuazione dei fenomeni nella seconda parte. Sono le previsioni dei meteorologi di Meteo.it-Centro Epson Meteo. Entro domani la depressione mediterranea verrà ulteriormente rinvigorita da un altro impulso freddo, di origine artica, in discesa dal nordovest della Russia, con una conseguente prosecuzione della fase di maltempo sull'Italia centro-meridionale almeno fino a giovedì".

In questa fase, sul medio Adriatico, tra la Romagna e il Molise, le precipitazioni potranno risultare abbondanti, con accumuli nevosi decisamente importanti nelle zone interne. Nel resto del Nord, più vicino all'afflusso di aria fredda continentale, il tempo resterà asciutto, ma particolarmente freddo. Attenzione anche ai venti molto forti sull'alto Adriatico, in Liguria, regioni centrali e Sardegna, con raffiche anche oltre i 100 km/h.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Palermo, si guasta l’auto in autostrada mentre portano il figlio di 3 anni in ospedale: pattuglia Polstrada trasporta madre e figlio al pronto soccorso

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PALERMO – Sono stati momenti di angoscia per due genitori che percorrevano l’autostrada A19 vicino Palermo per portare in ospedale il figlio di 3 anni che stava male.

La loro macchina all’improvviso si è fermata per un’avaria. Mentre chiamavano i soccorsi sono stati raggiunti da una pattuglia della Polizia stradale di Buonfornello (Pa).

Gli agenti Francesco Paolo e Rosario hanno preso con loro il bambino e la mamma e li hanno trasportati in ospedale nel più breve tempo possibile, preoccupandosi durante il tragitto di avvisare il pronto soccorso dell’arrivo del piccolo paziente.

Passato il pericolo e con l’animo più sereno, i due genitori hanno scritto una lettera di ringraziamento ai poliziotti per l’aiuto prezioso in un momento buio. Il bimbo sta bene e racconta sempre con entusiasmo della “sirena della polizia” e dei suoi amici poliziotti.

Continua a leggere

Cronaca

Bari, pugno duro dell’Arma dei Carabinieri contro la movida: Sanzioni a persone e locali che non rispettano le norme

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BARI – I Carabinieri della Compagnia di Bari Centro, coadiuvati da personale della Compagnia di Intervento Operativo dell’11° Reggimento CC “Puglia”, hanno svolto un servizio coordinato nelle zone del centro di Bari, particolarmente frequentate dai ragazzi per la movida, al fine di verificare il rispetto delle recenti prescrizioni per il contenimento del contagio da Covid – 19.

I militari hanno controllato complessivamente oltre 80 persone ed una decina di esercizi commerciali, svolgendo un’importante azione di sensibilizzazione per il rispetto dell’obbligo di utilizzo di protezioni delle vie respiratorie e del mantenimento del distanziamento sociale, sanzionando 7 soggetti sorpresi senza mascherina.

Inoltre, l’azione di controllo ha permesso anche di verificare, nel Borgo Antico, la mancanza di patente di guida e copertura assicurativa a carico di un ragazzo in sella ad uno scooter, recidivo nel biennio e quindi deferito in stato di libertà per guida senza patente, con conseguente sequestro del mezzo.

Contestualmente, a Capurso, i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti in una sala ricevimenti, ove era in corso una festa per un diciottesimo compleanno a cui stavano partecipando 56 persone. Al proprietario del locale è stato contestata la violazione delle misure per la prevenzione della diffusione del coronavirus ed è stata disposta la chiusura dell’attività per un giorno.

Continua a leggere

Cronaca

Bari, misure anti-assembramenti: il sindaco chiude alcune zone della città

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BARI – A Bari il sindaco Antonio Decaro, in accordo con Asl e comitato provinciale per l’ordine pubblico, ha firmato una ordinanza di chiusura di alcune zone della città dove c’è il rischio di assembramenti, come disposto dall’ultimo Dpcm sulla norme anti-Covid.

Sono state individuate tre aree in altrettanti quartieri della città, nel centro storico (piazza Mercantile, piazza Ferrarese, via Manfredi, il primo tratto di via Venezia fino al Fortino), nel quartiere Poggiofranco (via Pappacena, via Caccuri e la piazzetta tra le due strade) e nella zona della movida nel rione Madonnella, il cosiddetto Umbertino (via Cognetti, via Brescia, un pezzo di via de Niccolò, via Bozzi, largo Giordano Bruno, largo Giannella, piazza Diaz, molo San Nicola).

Continua a leggere

I più letti