Connect with us

Calcio

Albalonga (calcio, serie D) seconda, Riccucci: “Questo è un grande gruppo, ma è ancora presto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Albano Laziale (Rm) – L’Albalonga è seconda in classifica. Grazie al pirotecnico successo interno contro il Trestina per 3-2 (dedicato al direttore sportivo Giorgio Tomei che pochi giorni ha perso il papà), la squadra di mister Mauro Venturi si è arrampicata fino sul gradino d’onore, alle spalle della capolista Monterosi. Tra i protagonisti del match c’è stato il centrocampista classe 1996 Andrea Riccucci, andato a rete (il primo in maglia azzurra) per il momentaneo 2-1 dopo l’iniziale sigillo di Cardillo e prima del timbro decisivo su rigore (calciato con un “cucchiaio”) di Casimirri. “E’ stata una partita molto complicata perché gli umbri ripartivano molto bene, ma noi abbiamo dimostrato voglia di vincere anche in questa occasione. Dopo essere andati presto in vantaggio, ci è mancata concretezza nel siglare il gol del raddoppio e a fine primo tempo abbiamo incassato il pari. Poi nella ripresa abbiamo cominciato come nel primo tempo e siamo tornati avanti, subendo il 2-2 su una sfortunata autorete di Santoni. Per fortuna il rigore di Casimirri ci ha regalato un successo che è comunque meritato”. Il centrocampista ex Trastevere racconta l’emozione del suo primo gol in maglia Albalonga: “Sull’incursione di Louzada ho preferito rimanere al limite dell’area: il pallone mi è arrivato sul destro, l’ho controllato e l’ho spostato sul piede mancino che è il mio preferito. A quel punto ho visto diversi giocatori avversari venirmi addosso e così ho scelto una soluzione a giro più che quella di potenza, il pallone ha toccato la traversa ed è andato dentro. Decisamente un bel gol”. L’Albalonga ha iniziato alla grande questo campionato, ma Riccucci (come tutti gli altri protagonisti castellani) preferisce rimanere cauto: “Siamo appena alla settima giornata e c’è tutto un torneo da giocare. Certo, qui abbiamo un grande gruppo e un grande staff tecnico, la società ci sta vicina e quindi ci sono tutte le condizioni per fare bene”. La chiusura di Riccucci riguarda il rapporto con mister Venturi: “Ci conoscevamo solo da avversari, ma ho trovato un tecnico estremamente preparato, ma soprattutto una grande persona che riesce a mantenere un ottimo rapporto con tutti i suoi giocatori. Sa far lavorare la squadra con il sorriso, ma al tempo stesso con estrema professionalità”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Palestrina (calcio, Eccellenza), il ds Pistolesi: “Aspettiamo gli eventi e programmeremo il futuro”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Palestrina (Rm) – Anche il Palestrina attende di conoscere il suo destino. La formazione arancioverde, terza ad un solo punto dal Gaeta secondo e a otto dall’Ausonia capolista, sta seguendo l’evoluzione della situazione legata all’emergenza Coronavirus. Il direttore sportivo Francesco Pistolesi fa capire lo stato d’animo del club prenestino: “Stiamo vivendo un momento in cui il calcio viene in secondo piano e ci auguriamo di tornare il prima possibile su un terreno di gioco. Con il presidente Augusto Cristofari abbiamo deciso di aspettare una comunicazione ufficiale da parte della Federazione rispettando il momento drammatico che vive l’Italia. Stiamo mandando giornalmente dei programmi di lavoro ai ragazzi per cercare di tenerli più allenati possibile”. La squadra di mister Scaricamazza era stata protagonista di una bella rincorsa: “Dopo il mercato di dicembre si sono cominciati a vedere i frutti e siamo arrivati a ridosso dei due posti che contano. La squadra a mio avviso era pronta per fare il salto in Serie D, a questo punto siamo tutti in attesa e vedremo il futuro cosa ci riserva. La società ha una struttura importante e sicuramente merita altre categorie, il presidente è un vincente nella sua azienda e di conseguenza vuole esserlo anche nel mondo del calcio. Ripeto, aspettiamo gli eventi e poi programmeremo il futuro”.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati (II cat.), la speranza di Fioranelli: “Si può tornare in campo a metà maggio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’emergenza Coronavirus ha frenato (rimandato?) l’ennesima impresa della sua carriera che negli ultimi anni è stata quasi da “Re Mida”. Mister Mauro Fioranelli e la Seconda categoria del Football Club Frascati erano in testa al girone G con un vantaggio importante sulle prime inseguitrici (+8 sul Pantanello Anagni e +9 sul Colle di Fuori che però avevano giocato una gara in meno dei tuscolani) e stavano facendo indubbiamente un campionato importante. “Fino a inizio marzo è stata un’annata davvero entusiasmante – dice l’esperto allenatore – Questo gruppo è stato costruito da zero e la spirito di squadra era totalmente da formare, ma i ragazzi sono stati eccezionali e lo hanno trovato in maniera rapida. C’è stato un piccolo calo mentale a inizio anno nuovo, ma il gruppo ha reagito alla grande. Un lavoro ottimo lo ha fatto anche la società che ha saputo trovare equilibri eccellenti grazie ad un profondo rispetto dei ruoli”. Più passano i giorni e più diventa complicato concludere la stagione, ma Fioranelli (che tra l’altro nella vita di tutti i giorni lavora in polizia e quindi sta “vivendo in prima linea” l’emergenza Coronavirus) lancia un messaggio di speranza: “Mi auguro che, anche per motivi di svago, si possa tornare in campo a metà maggio e chiudere i campionati maggiori, ovviamente usando tutte le precauzioni del caso. E’ chiaro che in questo momento il discorso sportivo va nettamente in secondo piano: ci sono zone d’Italia che vivono momenti drammatici, c’è gente disperata e personalmente non ho mai vissuto una situazione del genere. Non mi manca tanto la parte agonistica, ma in particolare il rapporto umano che si era riuscito a costruire all’interno del nostro gruppo e di tutto l’ambiente del Football Club Frascati: d’altronde il calcio ai nostri livelli dev’essere soprattutto questo”. Se si dovesse riprendere a giocare, comunque, la Seconda categoria del team tuscolano si farebbe trovare pronta: “I ragazzi stanno facendo un minimo di lavoro atletico grazie alle indicazioni del “prof” Colangeli, ma non credo che il “buco” di due mesi possa rappresentare un grande problema. In estate prepariamo un’intera stagione con venti giorni di lavoro, adesso potrebbero bastare una decina di giorni per disputare le ultime otto partite che ci mancano” conclude Fioranelli.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, Ettore La Rosa: “Società nuova e con idee chiare, è in evidente crescita”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Ha “sposato” il progetto del Football Club Frascati con la sua attività commerciale, vale a dire il punto vendita di Alice Pizza a Frascati. Ettore La Rosa ha deciso di sostenere il club dei presidenti Claudio Laureti e Stefano Lopapa attraverso un rapporto di sponsorizzazione: “Conoscevo Laureti per motivi di lavoro da diverso tempo, ma l’idea di collaborare è nata per via del grande rapporto di amicizia che ho con mister Alessandro Rodo (tecnico del club tuscolano, ndr). D’altronde ho spesso fatto da sponsor ad associazioni sportive frascatane come ad esempio la pallavolo (La Rosa ha una figlia che gioca con il Volley Club Frascati, ndr) o anche il biathlon: credo che, nei limiti del possibile, sia molto importante sostenere i club dilettantistici perché hanno una funzione sociale di grande spessore per i nostri ragazzi”. Tra l’altro La Rosa è stato uno sportivo: “Ho giocato a calcio per tanti anni, anche se quella col Football Club Frascati è la prima sponsorizzazione in questa disciplina”. Vista la sua esperienza “sul campo”, La Rosa può parlare con competenza della crescita del club tuscolano: “E’ una società nuova, ma con le idee chiare. Purtroppo per motivi di lavoro non sono riuscito a recarmi spesso al campo, ma mister Rodo mi relaziona su tutto: hanno fatto un’ottima stagione con la “nuova” prima squadra e anche nel settore giovanile e nella Scuola calcio le cose vanno bene. Una società in evidente espansione”. Intanto con la sua attività La Rosa svolge un altro servizio molto importante in questo periodo caratterizzato dall’emergenza Coronavirus. “Il punto vendita è ovviamente chiuso al pubblico, ma stiamo portando avanti il servizio di consegna a domicilio sul territorio di Frascati, Grottaferrata e Monte Porzio nella fascia oraria dalle 18,30 alle 22. In quel campo abbiamo un’esperienza importante ormai da tempo e ci siamo fatti trovare pronti”. Per tutte le informazioni ci si può rivolgere al numero di telefono 06-9417579.

Continua a leggere

I più letti