Connect with us

Castelli Romani

Albano Laziale, Centro Psicologia Castelli Romani: il disturbo da Dismorfismo Corporeo. Come e perché è importante riconoscerlo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

A cura della Dr.ssa Catia Annarilli

ALBANO LAZIALE (RM) – Essere preoccupati per il proprio aspetto fisico, in particolare concentrarsi su alcuni singoli aspetti ritenuti dei difetti che appaiono tali però solo alla persona e non agli altri, confrontare continuamente il proprio aspetto con quello degli altri, controllarsi, curarsi eccessivamente,
guardarsi ripetutamente allo specchio fino a limitare la propria vita sociale e la possibilità di avere relazioni interpersonali soddisfacenti, queste sono alcune delle caratteristiche del disturbo psicologico da dismorfismo corporeo.
Il disturbo da dismorfismo corporeo è un vero e proprio disturbo psichico e la sua importanza spesso viene sottovalutata sia dai pazienti che dagli specialisti stessi.

Questo disturbo va differenziato da quello legato alla mera forma fisica, all’essere in sovrappeso e a tutto ciò che
rientra nelle dinamiche legate al controllo del peso.

Come riconoscerlo

L’esordio è nell’adolescenza e se non trattato il disturbo può avere un decorso cronico, sembrerebbe che la persona leghi la valutazione di se stesso e la propria identità solo ed esclusivamente agli aspetti dell’estetica, del corpo de della fisicità in cui l’immagine esteriore è parte integrante dell’autostima e del senso di se stessi.

Caratteristiche particolarità del disturbo

I sentimenti che stanno alla base di questo vissuto sono profondi e dolorosi ed hanno a che fare con la vergogna, la tristezza e la colpa di percepirsi “difettosi” perché la percezione è che quell’unico aspetto (il naso grande, le orecchie sporgenti, una cicatrice, un neo…) comprometta l’intera immagine di se stessi, la possibilità di essere come gli altri, di percepirsi dentro il gruppo, di essere normali, di andare bene così come si è e tanto più ci si percepisce diversi, tanto più cresce un vissuto di ostilità e rabbia nei confronti degli altri determinando una distanza sempre maggiore e più ci si allontana più l’ostilità cresce innescando in questo modo un circolo vizioso che paralizza la
persona nelle dinamiche di controllo.

La psicoterapia come aiuto concreto
L’intervento psicoterapeutico con una persona che manifesta questo tipo di disturbo si concentrerà prevalentemente sulla comprensione della storia di vita del paziente e su quali siano state nel passato le esperienze e i vissuti che hanno contribuito a creare una immagine negativa di sé a scapito invece di un rapporto amorevole con se stessi, obiettivo può essere quello di aiutare la persona ad avere un atteggiamento comprensivo con se stesso, contenere e limitare i pensieri di svalutazione legati al disturbo con l’obiettivo di diminuire la sofferenza percepita ed aumentare la qualità della loro vita.

 

Bibliografia
Scarcini, A., Lorenzini, R. (2015). Il Disturbo da dismorfismo corporeo, Trento: Erikson.
Dr.ssa Catia Annarilli
Psicologa Psicoterapeuta
catia.annarilli@gmail.com
cell. 3471302714
www.centropsicologiacastelliromani.it

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Castelli Romani

Frascati, tragedia famigliare: morti padre e figlio a seguito dell’esplosione della villetta: madre e figlio minore salvi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

FRASCATI (RM) – Morti padre e figlio a Frascati a seguito dell’esplosione della villetta di due piani nella zona Macchia dello Sterparo, al civico 108.
Salvi invece madre e figlio minore, quest’ultimo si trovava fuori casa. Sul posto quattro squadre dei vigili del fuoco e i carabinieri.

A seguito dell’esplosione si è sviluppato un incendio

Lo scoppio avrebbe causato il crollo di strutture portanti. Sul posto, oltre ai carabinieri e a personale del 118, ci sono almeno 4 squadre dei vigili del fuoco di Roma. Si scava per verificare se ve ne siano altre coinvolte nel crollo. Probabilmente si è trattato di una fuga di gas. Al momento sono in corso le ricerche di persone sotto le macerie della villetta.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Genzano di Roma, oggi l’appuntamento con la cucina: Natalia Cattelani alla Mondadori Bookstore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GENZANO DI ROMA (RM) – Appuntamento con la cucina oggi alle ore 18.30, presso la Mondadori Bookstore di Corso Gramsci 51 a Genzano di Roma. Ospite della Libreria sarà Natalia Cattelani, uno tra i volti più amati di ben nove edizioni della “Prova del cuoco”, a cui è approdata dopo aver diretto per anni una scuola di cucina. Nel 2018, ha pubblicato il libro “I dolci di casa” (Rai Eri). Dalla torta allo speck con sorpresa all’erbazzone reggiano e alla pie di carne e verdure, passando per calzoni, cestini, pizzette, tigelle e gnocco fritto. Tra i volti più noti de “La prova del cuoco”, indiscussa protagonista in cucina e popolarissima sul web, Natalia Cattelani è tornata in libreria dal 12 febbraio con “Le torte salate di casa mia – Ricette semplici e gustose per tutte le occasioni”, edito da Rai Libri. Dopo avere conquistato il palato dei lettori con “I dolci di casa”, giunto alla quinta ristampa, la cuoca emiliana si dedica al salato con un libro che è un vero e proprio parco giochi, “Le torte salate di casa mia”: «ogni ricetta è un giro di giostra – afferma l’autrice – ho cercato di rendere le cose ancora più facili raccontando i miei trucchi per fare gli impasti di base, tradizionali e non, semplificando i procedimenti e fornendo consigli utili alla pianificazione del lavoro in cucina». Protagoniste della raccolta sono oltre cento torte salate, alcune delle quali accompagnate da tutorial sul canale YouTube di Natalia Cattelani. Creatività e divertimento in cucina, capolavori di gusto e semplicità, tantissimi modi per creare piatti gustosi e divertenti!

Per saperne di più e ascoltare l’autrice, l’appuntamento è per le 18.30 di sabato 23 marzo alla Mondadori Bookstore di Genzano.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, al teatro Petrolini l’appuntamento con Roberta Bruzzone

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASTEL GANDOLFO (RM) – La Psicologa forense e Criminologa investigativa più famosa d’Italia Roberta Bruzzone sarà a Castel Gandolfo il prossimo venerdì 29 marzo 2019 al Teatro comunale Petrolini (ore 19) per parlare del suo ultimo libro “Io non ci sto più”.

Un vademecum fondamentale per riconoscere i manipolatori affettivi, le cosiddette “sanguisughe” della vita degli altri, egocentrici e che assorbono energie e potenziale di altre persone a loro vicine per nutrire il proprio disturbo narcisistico, la propria carenza di autostima.

Interverranno:
Milvia Monachesi, Sindaco Castel Gandolfo
Cristiano Bavaro , Vice Sindaco Castel Gandolfo
Marta Toti, avvocato e Presidente Consiglio Comunale Castel Gandolfo,
Francesca Barbacci Ambrogi, Consigliere con delega ai Servizi Sociali
Cinthia Vercelloni, presidente Associazione GENS Albana
Maria Grazia Piccirillo, presidente Associazione Culturi Amo

Modera
Chiara Rai, giornalista

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Marzo: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it