Connect with us

Roma

ALBANO LAZIALE ED ARICCIA: SUCCESSO OLTRE OGNI ASPETTATIVA PER "POVERA PATRIA"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Cuccioletta: “La nostra sede di Albano è stata letteralmente invasa da amici e cittadini di Albano desiderosi di dare il loro contributo nei confronti dei nostri connazionali in difficoltà."

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione
Albano Laziale / Ariccia (RM) – Si è conclusa con successo oltre ogni aspettativa l’iniziativa “Povera Patria”, organizzata dai circoli di Fratelli d’Italia di Albano Laziale e di Ariccia dedicata alla raccolta di generi alimentari e di vestiario per gli italiani in difficoltà.
“Povera Patria” è la campagna lanciata da Giorgia Meloni per la raccolta di generi alimentari e di prima necessità che possano essere destinati ai nostri connazionali in difficoltà.

Grandissima la soddisfazione di Marco Silvestroni, portavoce di FDI-AN della provincia di Roma che ha dichiarato: “Sono profondamente colpito dalla adesione che sto registrando in tutta la provincia di Roma alla campagna “Povera Patria”. Ogni domenica mi giungono fotografie e testimonianze da tutti i militanti del territorio a testimonianza di una commovente solidarietà di tutti gli italiani nei confronti di tanti connazionali in difficoltà. La quantità di materiali raccolto ad Albano Laziale presso la sede della “Casa del cittadino” in Via Saffi 61 e ad Ariccia nei principali supermercati sono la conferma di quanto sia sentita in questi giorni l’esigenza di dare un segnale di partecipazione alle difficoltà di chi è meno fortunato. Un grazie sentito a tutti i militanti che hanno preso parte a questa iniziativa auspicando che questa esperienza sia di sprone a continuare in campagne di solidarietà nel territorio.”

Altrettanto compiaciuto il portavoce di Albano Laziale Roberto Cuccioletta: “La nostra sede di Albano Laziale è stata letteralmente invasa da amici e cittadini di Albano Laziale desiderosi di dare il loro contributo nei confronti dei nostri connazionali in difficoltà. E’ sin troppo chiaro che oggi giorno la politica deve scendere in strada al fianco della gente; non è più tempo di politica salottiera ma è il momento di dar vita ad una politica vicino al sociale e ai bisogni della cittadinanza. Chi nei giorni scorsi sui social ci ha accusato di strumentalizzazione si dovrà ora ricredere. Quando la politica fa il suo dovere partecipando attivamente alla vita pubblica, anche attraverso la solidarietà, raggiunge il suo obiettivo. Quanto raccolto in parte sarà donato all’Associazione San Francesco di Albano Laziale ed in parte alle parrocchie del nostro territorio.”

Dania Guido, portavoce di Ariccia, esprime tutta la sua contentezza, in particolare si rivolge ai giovani di Gioventù Nazionale: “ In una realtà fatta di corse contro il tempo, di obiettivi da raggiungere, di problemi da risolvere, oggi un gruppo di giovani ragazzi, alcuni di loro alla primissima esperienza, hanno messo a disposizione "degli altri bisognosi" parte del loro tempo davanti i supermercati di Ariccia. Hanno rinunciato chi allo studio, chi all’uscita pomeridiana, per dedicarsi a questa semplice quanto fantastica iniziativa! Alcuni di loro hanno timidamente osservato, altri hanno sperimentato forme e modalità per attirare l attenzione di tutte quelle persone che venivano incrociate dai loro sguardi! Ed è così che hanno reso possibile tutto questo: con la loro spensierata giovinezza hanno chiesto aiuto a gente sconosciuta …. un aiuto diretto purtroppo solo a pochi….a pochi italiani bisognosi di aiuto! Ma nei momenti di difficoltà anche un piccolo segnale regala il sorriso e permette a chi è meno fortunato di altri, di guardare al futuro con occhi diversi! Oggi questi ragazzi hanno potuto toccare con mano cosa vuol dire essere generosi, quanto la gente può essere altruista, quanto l unione fa la forza e permette di abbracciare nuove prospettive! Grazie ragazzi per aver fatto parte di un iniziativa così significativa!”
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Roma, furti in centro storico e periferia: due persone in manette e due minorenni denunciati a piede libero

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print
ROMA – Si intensificano sempre di più i controlli dei Carabinieri del Gruppo di Roma, mirati al contrasto di ogni forma di reato nel centro della Capitale. Più episodi hanno permesso ai militari dell’Arma di fermare in flagranza di reato persone gravemente indiziate di furto aggravato ai danni di turisti nei pressi dei luoghi di interesse storico e artistico. Due persone sono state arrestate e due minori sono stati denunciati a piede libero e poi affidati alle proprie famiglie.
Presso la fermata metropolitana “Barberini”, i Carabinieri della Stazione Roma Viale Libia hanno arrestato una 24enne di origini bosniache, con precedenti e senza fissa dimora, bloccata mentre asportava lo smartphone dalla tasca della giacca di una giovane turista inglese che attendeva l’arrivo del convoglio sulla banchina.
Sempre nella metropolitana capitolina, i Carabinieri della Stazione di Roma Viale Eritrea hanno arrestato un 54enne cubano, senza fissa dimora e con precedenti, che si era impossessato con destrezza di un telefono cellulare contenuto all’interno della tasca del pantalone di un turista italiano. Quando i Carabinieri lo hanno bloccato è stata recuperata anche la refurtiva. Per i due episodi di furto, le vittime hanno presentato regolare denuncia querela e gli arresti sono stati convalidati.
I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola, invece, hanno denunciato a piede libero due minori che, dopo essere entrati in un esercizio commerciale del quartiere Laurentino, hanno asportato dagli scaffali capi di abbigliamento, nascondendoli in una borsa per eludere i controlli. I giovani sono stati notati da un addetto alla sicurezza che ha dato l’allarme. I due sono stati identificati, denunciati per furto aggravato e riaffidati alle rispettive famiglie.

Continua a leggere

Roma

Roma, Tor Bella monaca: controlli a tappeto per gli esercizi commerciali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print
ROMA – Nell’ambito delle attività di verifica del rispetto delle norme relative alla tutela ambientale, per tutta la mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca, unitamente al personale dell’ASL Roma2, hanno effettuato una serie di controlli all’interno di vari esercizi commerciali del quartiere. Il bilancio delle attività è di 6 esercizi pubblici controllati di cui 4 sanzionati. 
 
Nei pressi di viale Duilio Cambellotti, il titolare di un bar è stato sanzionato per un importo di 3.000 euro, poiché all’interno dei locali i militari e gli ispettori dell’Asl, hanno accertato l’assenza del previsto locale adibito a spogliatoio e altre violazioni di carattere strutturale e documentale.
 
Stessa sorte anche per un minimarket gestito da una cittadina eritrea; nel negozio i Carabinieri oltre a riscontrare l’assenza di un locale adibito a spogliatoio, hanno accertato anche inadeguatezze strutturali inerenti al sistema di areazione.
 
Nei pressi di via Roccalumera, i militari hanno sanzionato e chiuso temporaneamente due negozi di vicinato gestiti da altrettanti cittadini del Bangladesh. La sospensione temporanea della licenza è scattata a seguito dei controlli che hanno fatto emergere gravi condizioni igienico sanitarie, in quanto è stata riscontrata la presenza di escrementi di roditori su prodotti alimentari esposti per la vendita al pubblico.
 

Continua a leggere

Roma

Roma, Tor Bella Monaca: identificati due rapinatori

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print
ROMA – I Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca hanno notificato un’ordinanza, emessa dal Gip del Tribunale di Roma, che dispone la custodia cautelare in carcere a carico di un 33enne e di un 34enne, entrambi cittadini romani, già detenuti, il primo a Regina Coeli e il secondo a Rebibbia, perché gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di rapina aggravata in concorso, violenza e minaccia aggravata in concorso per costringere a commettere un reato, tentato omicidio, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
 
Il provvedimento è scaturito ad esito dell’attività di indagine eseguita dagli stessi Carabinieri e diretta dalla Procura della Repubblica di Roma dopo gli eventi accaduti la notte tra il 5 e 6 gennaio scorsi; i Carabinieri intervennero in via Santa Rita da Cascia dove, transitando, avevano notato una lite animata tra un uomo e una donna che alla vista dei militari, fermatisi per farli calmare, li avevano aggrediti unitamente ad altre persone che si erano immediatamente avvicinate. In particolare, il 33enne è gravemente indiziato di essere colui il quale, dopo l’aggressione, fuggì rapidamente a bordo di un’auto, tentando, con una manovra, di investire uno dei Carabinieri intervenuti che riuscì ad evitare l’impatto saltando lateralmente.
 
I Carabinieri hanno anche raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico dei due indagati, in ordine a minacce, aggressione con calci e pugni e di rapina di uno smartphone e di un orologio ai danni di un 27enne romeno, che si sarebbe rifiutato di continuare a spacciare per loro conto. A denunciare gli episodi, avvenuti tra il 22 e 29 dicembre 2022, era stata la stessa vittima.
 

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti