Connect with us

Castelli Romani

Albano Laziale, Giovanbattista Cascella nominato coordinatore della Lega Salvini Premier

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Siamo pronti a rimboccarci le maniche e a dare il nostro meglio per l’intero territorio di Albano, certi di come i cittadini siano in attesa di quelle risposte che hanno atteso invano per anni”.
Ha le idee chiare Giovanbattista Cascella, nominato coordinatore della Lega Salvini Premier di Albano Laziale.

“Ci stiamo strutturando con un Direttivo che sappia fare da coagulo ed attrarre tutti coloro che vorranno garantire il proprio apporto per la causa comune. Faremo nostri i principi che sono alla base delle battaglie di Matteo Salvini e agiremo con impegno e determinazione, consapevoli di come la politica del fare debba avere la preminenza su quella del millantare, che tanto piace ad altre forze politiche”.

L’agenda politica sembra già piuttosto nutrita e i progetti ambiziosi

“Abbiamo intenzione di coinvolgere la politica sana della città. Le Lega dovrà cercare di imporre sul territorio tre-quattro argomenti importanti, problematiche serie ed urgenti, che sono state tralasciate in questi anni da chi ha preferito concentrarsi su altro, dimenticandosene totalmente. Temi sui quali avremo tempo di tornare e soffermarci, premettendo che in termini di sicurezza e controllo del territorio, commercio, attività produttive e soprattutto riqualificazione dei nostri siti archeologici e monumentali saremo sempre vigili e propositivi. Cosi come presteremo massima attenzione alle tematiche ambientali e a tutto quanto riguarda il sociale”.

Idee chiare anche in vista di possibili alleanze future

“Ci porremo come punto di riferimento per una nuova coalizione, assolutamente alternativi all’attuale maggioranza. Saremo un partito aperto ed inclusivo nei confronti di chi sposerà i principi e i valori che lo animano, sempre ed unicamente per il bene del nostro territorio. Invito i rappresentanti degli altri partiti e dei movimenti civici ad aprire un tavolo per discutere del futuro. Ringrazio Eleonora Borgiani, attivista e membro integrante del direttivo che si andrà a costituire, per il lavoro svolto sinora, come pure Mario D’Argento, il primo candidato del movimento Lega Salvini Premier, che nel 2015 calamitò su di se’ il maggior numero di preferenze. Ringrazio altresì l’architetto Bruno Berardinelli, storico attivista della Lega Salvini Premier. Colgo l’occasione per ringraziare della fiducia accordatami l’onorevole Zicchieri e l’onorevole Durigon, oltre a tutta la segreteria provinciale, certi di poterli ripagare col mio impegno, finalizzato all’obiettivo comune di costruire e radicare un partito forte e coeso in tutti i Castelli Romani”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Castelli Romani

Frascati: una negoziante vince il braccio di ferro di contro il Comune che voleva togliergli la concessione del suolo pubblico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Vince contro il Comune di Frascati la titolare di un negozietto di ortofrutta in piazza del Mercato a cui l’amministrazione voleva ritirare la concessione permanente di occupazione del suolo pubblico per 25 mq. Così ha sentenziato il Tar che ha condannato il Comune di Frascati a pagare 2 mila euro per le spese di lite. Il ricorso che sicuramente fa giurisprudenza nel caso specifico affrontato, è stato presentato dall’Avvocato Emanuela Comandini dello studio Petrillo di Albano Laziale.

A febbraio del 2017 la negoziante riceve l’avviso del procedimento di revoca della concessione per il mancato pagamento dei canoni dal 2010 al 2016 sebbene tutte le annualità fossero state regolarmente pagate dalla signora con bollettino consegnato in Comune e per il 2017 la negoziante avesse richiesto la rateizzazione del pagamento accolta dal Comune.

Fermo restando che anche se non avesse pagato regolarmente non avrebbe comunque perso la concessione di occupazione di suolo pubblico, l’azione del Comune è apparsa fin da subito illegittima.

Ma torniamo ai fatti, a maggio del 2017 il Comune di Frascati invia una ingiunzione di pagamento per le annualità dal 2010 al 2014 sebbene fossero state regolarmente pagate. Nel provvedimento si lamenta anche il pagamento del Cosap per il 2018 sebbene la signora fosse ancora in tempo per pagare.

Nel merito il Tar ha ben argomentato il respingimento delle istanze del Comune di Frascati. Nell’articolo 13 del regolamento comunale si legge che la concessione può essere revocata solo in caso il concessionario abbia modificato le modalità di occupazione o l’attività a favore della quale era richiesta la concessione senza darne preventiva comunicazione al Servizio e poi ci sono altri casi che contemplano la revoca ma non il caso di presunto ritardo nei pagamenti o mancato pagamento di alcune annualità. La revoca è disposta con atto scritto e ben motivato con la dovuta “fedeltà” al regolamento comunale.

Al massimo per la signora sarebbe potuta scattare una sanzione pecuniaria. Non di più. E se non avesse ottemperato al pagamento e fosse stata recidiva il Comune avrebbe potuto sospendere (e non revocare) la concessione per qualche giorno. Non di più. Pertanto il ricorso della negoziante è stato pienamente accolto.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Scossa di terremoto, epicentro ai Castelli Romani

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASTELLI ROMANI – Avvertita verso le 22.45 di domenica sera una forte scossa di terremoto scossa 3.7 tra Lazio e Abruzzo. L’epicentro a 18 chilometri dalla Capitale. La scossa è stata avvertita anche ai piani bassi delle abitazioni soprattutto nelle zone nord ed est della Capitale e ai Castelli. L’epicentro è stato localizzato a Colonna, a sud-est della Capitale a una profondità di 9 km. La Metro C è stata fermata per poco meno di un’ora per verifiche, ha segnalato Atac.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Rocca di Papa, funerali del sindaco al parco della Pompa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROCCA DI PAPA (RM) – La famiglia del Sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, morto a causa dell’esplosione dello scorso 10 giugno, e l’Amministrazione Comunale, hanno individuato il sito in cui si celebreranno i funerali del primo cittadino: il Parco della Pompa, in località Campi d’Annibale.

Dal Comune fanno sapere che la decisione è stata presa sia per motivazioni logistiche, sia per espressa volontà di svolgere le esequie a Rocca di Papa in modo tale da consentire a tutta la cittadinanza di partecipare, come il sindaco avrebbe voluto.

In queste ore si sta già lavorando per l’allestimento dei luoghi in collaborazione con Roma Capitale, per mettere in campo tutte le misure necessarie inerenti la sicurezza di ordine pubblico.

Le esequie si svolgeranno presumibilmente in data giovedì 27 giugno 2019, alle ore 16,30.

Non appena possibile, verrà diramata una comunicazione ufficiale riportante tutte le informazioni e i dettagli riguardanti la cerimonia funebre.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Giugno: 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it