Connect with us

Roma

ALBANO LAZIALE: SUL PROBLEMA PARCHEGGI SI PREPARA UNA NUOVA ASSEMBLEA PUBBLICA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti "Pass gratuiti per parcheggiare in centro rilasciati, per l’anno 2014, solo ad alcuni ignoti beneficiari"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Albano Laziale (RM) – Nuova assemblea pubblica del comitato “Comune in Rosso, Parcheggi Blu, Cittadini al Verde” per giovedì prossimo 20 febbraio, alle ore 18,30 in punto a via della Rotonda.

"Pass gratuiti per parcheggiare in centro rilasciati, per l’anno 2014, solo ad alcuni ignoti beneficiari, – commentano in una nota dal comitato Comune in Rosso –  ma non a tutti gli altri cittadini residenti e commercianti. Perché? – la nota prosegue – Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.Su via Marconi, la strada che collega piazza Mazzini e piazza Pia, sostano indisturbate numerose macchine. Alcune in barba ai divieti sia di transito che di sosta vigenti 24 ore su 24 – forse certe di non incorrere in sanzioni? -, altre grazie a dei “non meglio identificati” permessi di cui taluni scaduti (anno 2012 e 2013) e altri, addirittura, rinnovati il 2 gennaio 2014 e validi fino al 31 dicembre 2014. Si tratta proprio della strada “chiusa” che sbocca sulle “scalette” di piazza Mazzini, punto di ritrovo per tanti giovani dei Castelli Romani, che collegano il “corso di sotto” con il “corso di sopra”.

Eppure, il punto 6 della delibera n. 122 del 5 luglio 2013, che introduce il nuovo piano parcheggi comunale,  recita: “a partire dal 31 luglio 2013, non avranno più validità le autorizzazioni alla sosta rilasciate a titolo gratuito a tutti gli attuali fruitori.” La contestatissima delibera è stata votata, in piena estate, dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Nicola Marini, senza prima consultare residenti e commercianti ed attuata, del tutto impropriamente, solo ad Albano centro e non pure a Cecchina e Pavona, dove le strisce blu avrebbero dovuto dilagare in egual misura. In questo modo, è del tutto evidente come si finisca per creare nuove e pericolose disparità tra i cittadini residenti a poche decine di metri l’uno dall’altro, nell’ambito dello stesso centro storico di Albano. Cornuti e mazziati. Per i residenti di Albano-centro, non c’è stato nemmeno il tempo d’archiviare la sonora “bastonata” del 16 dicembre scorso, con la bocciatura in consiglio comunale della mozione presentata dal Consigliere Maggi che rappresentava le istanze dei cittadini già presentate in forma di PETIZIONE POPOLARE (petizione, ricordiamo, sottoscritta ad oggi da quasi 2000 persone, e che non ha mai ricevuto risposta dall'amministrazione Marini), che arriva la nuova ed ulteriore brutta notizia. Il salasso, quindi, resterà invariato: abbonamenti per parcheggiare su striscia blu per residenti e commercianti dal costo faraonico – fino a 610 euro all’anno – senza pari in Italia ed Europa; invasione di strisce blu, ben oltre il limite del 50% previsto dalla legge e come emerso chiaramente dalla conta dei parcheggi effettuata a settembre scorso dal Movimento 5 Stelle di Albano – e tariffe orarie, per tutti gli altri, raddoppiate: residenti, avventori, turisti e lavoratori. Continuano a fare eccezione gli abitanti di Cecchina, quelli di Pavona e alcuni privilegiati che possono parcheggiare, senza alcun limite d’orario, nella centralissima via Marconi, proprio nel cuore del centro storico di Albano.
 

Metropoli

Anguillara Sabazia, furti auto di turisti in sosta: 2 arresti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Era da qualche tempo che i Carabinieri di Anguillara Sabazia ricevevano segnalazioni per furti su autovettura, in particolare ai danni di turisti che, dopo avere parcheggiato su via Trevignanese, si recavano in spiaggia.Per arginare il fenomeno che stava turbando l’usuale serenità del comune sabatino, i Carabinieri hanno quindi organizzato un mirato servizio di osservazione nel corso del quale hanno notato due soggetti avvicinarsi con aria furtiva ad un’autovettura parcheggiata. I due, dopo avere infranto un finestrino laterale del veicolo, sono stati sorpresi a impossessarsi di un trolley e a tentare di allontanarsi immediatamente ma sono stati inseguiti e raggiunti dai Carabinieri, che li hanno bloccati e perquisiti. In loro possesso, i Carabinieri hanno rinvenuto due cassette degli attrezzi e un trapano, risultate provento di furto perpetrato poco prima con le medesime modalità e restituiti al legittimo proprietario.Gli arrestati, due uomini di 29 e 38 anni, dopo una notte passata in camera di sicurezza, sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia, dove il loro arresto è stato convalidato, applicando la misura della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, morto in ospedale il 35enne affogato ieri al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

L’uomo era stato rianimato da alcuni bagnanti e trasportato in elisoccorso all’ospedale Gemelli

CASTEL GANDOLFO (RM) – E’ morto in ospedale il 35enne di nazionalità irachena che ieri era stato rianimato da alcuni bagnanti al lago Albano di Castel Gandolfo dopo aver avuto un malore ed essere annegato.

L’uomo era stato portato in elisoccorso all’ospedale capitolino del Gemelli in situazione disperata dove è poi deceduto a causa di alcune complicazioni.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, annega nel lago e viene salvato in extremis da alcuni bagnanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL GANDOLFO (RM) – Un 35enne annega nel lago Albano di Castel Gandolfo e viene salvato da alcuni bagnanti che avevano appena effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Continua a leggere

I più letti