Connect with us

Frosinone

ANAGNI: VENDEVANO ONLINE CAPI D'ABBIGLIAMENTO CONTRAFFATTI

Clicca e condividi l'articolo

Individuata ditta di Anagni, gestita da due cittadini polacchi, che attraverso stampe e strumenti informatici facevano i falsi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Anagni – Commercializzavano on-line prodotti di abbigliamento recanti marchi contraffatti da essi prodotti in un laboratorio di Anagni. Sono stati denunciati dai militari della Brigata della Guardia di Finanza di Anagni, due cittadini di origine polacca e residenti da tempo ad Anagni, responsabili di produrre e commercializzare prodotti recanti marchi contraffatti. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle, avviati nell'ambito di piani di controllo predisposti in occasione del Giubileo della Misericordia, hanno consentito di rilevare la commercializzazione – attraverso un noto sito di e-commerce – di magliette recanti le effigi di Papa Francesco, a cura di operatori della Provincia di Frosinone. I necessari approfondimenti hanno consentito di individuare una ditta di Anagni, gestita da due cittadini polacchi, che attraverso stampe e strumenti informatici producevano capi di abbigliamento recanti segni distintivi contraffatti di noti marchi del settore motoristico, quali Pirelli, Abarth, Jeep, Fiat, Yamaha, Alfa Romeo, Bridgestone, M-Power Bmw, Magneti Marelli, Ducati e VR46 (marchio utilizzato dal noto centauro Valentino Rossi). Ma anche le divise sportive dei più popolari club di calcio erano commercializzate, previa abile falsificazione, per cui i capi riferibili a Napoli, Inter, Juventus, Milan, AS Roma nonché Frosinone calcio e relativi sponsor (Jeep, Adidas, Pirelli) erano tra gli oggetti di punta dell'opificio abusivo. La Guardia di Finanza di Anagni, coordinata dalla Procura della Repubblica di Frosinone, ha eseguito perquisizioni presso l'abitazione dei due cittadini polacchi, rispettivamente di 50 e 46 anni e presso il laboratorio ove essi operavano, procedendo al sequestro di oltre 1000 capi recanti i predetti marchi contraffatti, marchi pronti per essere impressi su ulteriori capi di abbigliamento, stampanti, apparecchiature informatiche e presse termiche. Rinvenuti, altresì, cataloghi, ordinativi, spedizioni pronte ad essere recapitate, il tutto posto a disposizione dell'A.G. procedente. Ancora in corso gli accertamenti finalizzati a definire l'intero traffico ed i relativi profili di rilevanza fiscale.

Castelli Romani

Vaccini anti Covid: il Lazio parte con la terza dose

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Lazio parte con la somministrazione della terza dose di vaccino. A renderlo noto lo stesso governatore Nicola Zingaretti attraverso un tweet. “Dalla prossima settimana – ha scritto il presidente della Regione – iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto e che saranno contattati dal sistema sanitario regionale. Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro”.

Sono 4.664 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.193. Sono invece 34 le vittime in un giorno, ieri erano state 57.

Sono 267.358 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 333.741. Il tasso di positività è all 1,7%, in lieve aumento rispetto all’1,6% di ieri.

Sono 559 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 12 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 36 (ieri erano 40). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.113 (ieri 4.117), quattro in meno rispetto a ieri.

Continua a leggere

Frosinone

Frosinone, in 500 persone fanno festa in un locale in periferia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Arriva la polizia e trova minorenni che ballano e bevono

Nella serata di ieri, personale della Questura, impiegato nei servizi di controllo del territorio finalizzati all’attuazione delle misure volte a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da covid-19, è venuto a conoscenza dell’organizzazione di una festa, che si sarebbe svolta presso un locale del Capoluogo, in una zona decentrata. Con il supporto degli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione e degli specialisti della Scientifica è stata accertata la veridicità della notizia. Presso il locale, infatti, erano presenti circa 500 persone, anche minorenni, tutte intente in attività di ballo e di consumazione di bevande.
I poliziotti, pertanto, hanno invitato i responsabili del locale ad interrompere la festa e a far defluire i presenti.
Inoltre è stato anche richiesto l’intervento del 118 per una ragazza minorenne, riversa su uno dei divani, priva di sensi. Trasportata in Ospedale, i sanitari ne hanno accertato lo stato di coma etilico. La giovane ragazzina fortunatamente, grazie alle cure, si è ripresa senza gravi conseguenze.
Al titolare dell’attività è stato notificato il provvedimento di chiusura dell’attività, atto eseguito contestualmente dagli agenti della Polizia di Stato.

Continua a leggere

Frosinone

Colleferro, preso il ladro seriale dei supermercati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’uomo era tornato a colpire nei pressi di un centro commerciale di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – La sua tecnica era quella di appostarsi nei pressi dei supermercati ed attendere il momento propizio per rubare all’interno delle autovetture delle sue vittime designate.

Ad interrompere la spirale di furti sono stati i Carabinieri della Compagnia di Colleferro che nei giorni scorsi hanno arrestato un 44enne di Frosinone, con precedenti, con le accuse di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito.

L’uomo, già responsabile di una serie di furti della stessa natura commessi nelle province di Latina e Frosinone, era tornato a colpire nei pressi di un centro commerciale di Colleferro: a farne le spese, questa volta, è stata una donna di 62 anni del posto che, dopo aver fatto la spesa, è salita a bordo della propria auto appoggiando sul sedile del passeggero una borsa, che il ladro, affacciandosi dal finestrino, è riuscito ad acciuffare allontanandosi velocemente dal posto.

La vittima ha denunciato l’accaduto nel vicino Commissariato di Polizia che ha immediatamente diramato le ricerche del sospettato anche ai Carabinieri.

In meno di mezz’ora, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Colleferro lo hanno intercettato nei pressi di un altro supermercato della zona, dove si era appena appostato a caccia di potenziali vittime da “ripulire”.

La refurtiva è stata recuperata dai Carabinieri e il 44enne è stato portato in caserma: nel corso degli accertamenti è emerso che l’uomo, poco prima di essere individuato e bloccato dai militari, era anche riuscito ad effettuare dei prelievi di denaro, per complessivi 400 euro, con la carta della vittima.

Il ladro è stato trattenuto in caserma e al termine del giudizio dinnanzi al Tribunale di Velletri, che ha convalidato l’operato dei Carabinieri, il 44enne è ricorso al rito abbreviato patteggiando una pena di 10 mesi.

Continua a leggere

I più letti