Connect with us

Metropoli

Anguillara, Comitato Acqua Pubblica: “La sindaca continua nelle sue fantasiose verità e offende i cittadini”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

In una nota Giuseppe Girardi del Comitato Acqua Pubblica Lago di Bracciano spiega con precisione la situazione delle leggi sull’acqua pubblica e fa un focus sulla situazione di Anguillara e gli slogan dell’amministrazione Anselmo

“Il voto popolare del 2011 continua ad essere disatteso, violando la Costituzione e calpestando la richiesta della grande maggioranza degli italiani di una gestione pubblica dell’acqua.
Già nel 2007 è stata depositata una legge d’iniziativa popolare per una gestione pubblica, partecipativa e ambientalmente ecocompatibile dell’acqua, con tariffe eque per tutti i cittadini, che garantisca gli investimenti fuori da qualsiasi logica di profitto e i diritti dei lavoratori.
Finalmente nel 2014 la Camera ha iniziato a discuterla, ma stravolgendola completamente per volontà della allora maggioranza renziana che addirittura, con lo “sblocca Italia” proponeva la privatizzazione
di servizi essenziali: fortunatamente la discussione non proseguì in Senato.
L’iter è stato riavviato dall’attuale Parlamento per iniziativa della deputata M5S Daga, ma il percorso rischia di essere affossato sotto una valanga di oltre 230 emendamenti presentati da gruppi politici di maggioranza e opposizione. Contro l’acqua pubblica si è formato un unico grande fronte
che mette insieme Lega, Partito Democratico, Forza Italia, Fratelli d’Italia, e anche parte del M5S visto che diversi deputati hanno depositato emendamenti volti a stravolgere principi e impianto
della legge.
Nel Lazio, sempre sulla spinta dei movimenti per l’acqua, è stata faticosamente approvata una legge regionale che si ispira all’esito referendario. Ma questa legge è ancora inapplicata perché manca
l’approvazione del nuovo assetto degli ambiti di bacino che dovrebbe azzerare l’attuale sistema di gestione dell’acqua basato sul potere monopolistico di tipo privatistico di ACEA e altre SPA. Di fatto,
anche nel Lazio si proclama fedeltà all’esito referendario ma si agisce per affossarne lo spirito.
Ad Anguillara, nonostante le tante battaglie popolari e dopo che tutte le precedenti amministrazioni si erano opposte alla cessione della gestione dell’acqua ad ACEA, l’attuale maggioranza grillina a Dicembre 2018 ha fatto approvare in Consiglio comunale una delibera che “impegna l’Amministrazione Comunale per l’adesione del Comune di Anguillara Sabazia alla gestione unitaria del servizio idrico integrato alla Acea A.T.O. 2 spa”: il resto sono chiacchiere. Hanno assunto una decisione inqualificabile, probabilmente per “liberarsi” di una grossa gatta da pelare, di cui non hanno il coraggio di assumersi la responsabilità.
L’ultimo comunicato della Sindaca Anselmo è una perla di contorsioni propagandistiche: arriva a sostenere che è merito di quella delibera se ancora ACEA non è subentrata, prendendo spunto dal
commissariamento, da parte della Regione, di alcuni Comuni della provincia di Viterbo che si rifiutavano di cedere il servizio alla società Talete. La verità è che, dopo la decisone politica, occorre
predisporre tutti gli atti “contrattuali” fra il Comune di Anguillara ed ACEA – situazione e consistenza degli impianti, personale coinvolto, ecc.. – e per far questo occorre tempo: quindi anche sul nostro territorio tra pochi mesi vi sarà il passaggio ad ACEA. Su questo la Anselmo può essere trasparente?
E poi, come mai il Comune di Ladispoli non è stato commissariato? Semplice: perché la vicenda nella provincia di Roma (che riguarda ACEA) è totalmente diversa da quella del viterbese. Ricordiamo che l’Assessore regionale Alessandri aveva intimato ai Comuni della provincia di Roma che ancora non l’avevano fatto di cedere l’acqua ad ACEA, pena il commissariamento. A seguito di varie iniziative tese a contrastare tale decisione, intervennero le Commissioni Regionali VIII (Ambiente) e XII (Tutela del Territorio) dove fu raggiunto un accordo politico fra tutti i gruppi consiliari e l’Assessore Alessandri: i Comuni “resistenti” dovevano motivare per iscritto la loro avversione alla cessione ad ACEA, Assessore e
commissioni avrebbero valutato; nel frattempo non si sarebbe proceduto al commissariamento.

Il Comune di Ladispoli ha motivato la sua contrarietà alla cessione, bloccando il commissariamento, Anguillara no. Bastava seguire l’esempio di Ladispoli, invece l’amministrazione di Anguillara ha deciso di cedere ad ACEA, avendo la scusa per scaricare su altri la sua responsabilità.
Il comunicato della Anselmo non si ferma qui: se la prende con tutti indistintamente, mischiando capre e cavoli, “buoni e cattivi”, dimenticando di indicare fra gli affossatori della legge nazionale sull’acqua pubblica i loro alleati di governo ed i loro stessi rappresentanti in Parlamento.
Se la prende pure, usando toni maleducati, con cittadini e associazioni che hanno promosso una raccolta di firme per:
1) garantire che la gestione dell’acqua ad Anguillara rimanga integralmente in mano pubblica, senza mai concedere la possibilità di partecipazione da parte di soggetti privati con ciò impedendo che la remunerazione del capitale investito possa incidere sulla tariffa a carico dei
cittadini
2) istituire un Comitato di Trasparenza e Partecipazione, costituito da cittadini proposti dal Comitato Promotore della presente petizione, con la funzione di monitorare costantemente l’iter avviato
dal Comune con la delibera di Consiglio Comunale e tutti gli atti propedeutici alla definitiva cessione del servizio idrico ad ACEA ATO2
Perché la Anselmo attacca volgarmente cittadini che usano uno strumento di partecipazione democratica? Perché la Anselmo e la sua maggioranza non si affrettano a firmare questa petizione?
Sono contro l’acqua pubblica? Sono contro la trasparenza e la partecipazione dei cittadini? E’ proprio vero: la supponenza e arroganza avvelenano il dialogo democratico”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Cronaca

Castel Madama, investita da un jeep nel parcheggio del supermercato: muore in ospedale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Investita da una jeep mentre carica la spesa nel portabagagli della sua auto. Una tragedia quella avvenuta ieri mattina nel centro di Castel Madama, cittadina vicino Tivoli. La vittima è un’anziana, investita dopo aver fatto la spesa in un supermercato. La donna, Maddalena Bussi di 78 anni, è morta dopo l’incidente all’ospedale di Tivoli, a causa delle gravi ferite riportate. L’uomo che l’ha investita, un pensionato di 72 anni, stava facendo retromarcia con il suo pick-up.

La sua jeep è stata sequestrata e la patente revocata. L’anzianonon aveva assunto né alcol né stupefacenti.

Il mezzo, dai controlli effettuati dai carabinieri, era in regola per revisione ed assicurazione. L’incidente è avvenuto in via del Vignola, nella parte nuova di Castel Madama, mentre la donna sembra stesse sistemando la spesa in macchina dopo essere uscita da un supermercato.

Stando alle prime ricostruzioni, comunque, l’anziano stava effettuando una manovra in discesa e non si sarebbe accorto della signora. Subito dopo l’incidente è partita la chiamata al 112. Sul posto sono arrivati, oltre l’ambulanza anche i militari della stazione di Castel Madama ed i vigili del fuoco di Villa Adriana che hanno dovuto estrarre la signora da sotto il pick-up.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Bracciano, migliaia in piazza per Zarrillo. Il primo settembre c’è Mietta. Il Sindaco: “Contenti di aver riportato grandi spettacoli di qualità”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Grande successo per il concerto di Michele Zarillo organizzato a Bracciano dall’amministrazione di Armando Tondinelli. Il prossimo appuntamento è con la grande Mietta, domenica 1 settembre alle ore 21 in piazza IV novembre.

Nel frattempo si tirano le somme di un evento che ha avuto un ritorno straordinario di presenze e apprezzamento. Migliaia di persone hanno apprezzato moltissimo tutti i brani cantati dal celebre artista Zarrillo: “Siamo molto contenti – ha detto il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – perché abbiamo raccolto l’entusiasmo di tanti concittadini che si sono complimentati perché a Bracciano è tornata la cultura con la maiuscola grazie a concerti e spettacoli di alto livello e spessore artistico. Noi siamo convinti che soltanto la qualità possa risollevare Bracciano e portare tantissimi turisti e visitatori come successo l’altra sera con la presenza di Michele Zarrillo”.

Per l’Assessore al Turismo e Vice Sindaco Luca Testini sono stati numeri importanti e ha saputo dare una chiara lettura al fenomeno: “Ci sono stati – ha detto Testini – tantissimi fan venuti da tutt’Italia che hanno cantato e applaudito i successi del famoso cantautore. Con l’occasione hanno potuto conoscere la nostra Città, fermarsi e perché no pensare anche che sarebbe bello tornare a Bracciano per altre occasioni. È questo ciò a cui puntiamo e sono contento del percorso che abbiamo intrapreso nonostante le sterili polemiche di qualcuno che vorrebbe che facessimo le feste a costo zero senza qualità e senza un programma a medio lungo termine di rilancio della città”.

L’Assessore alla Cultura Claudia Marini ha ricordato che l’estate non è affatto conclusa e che c’è molta attesa per un’altra big: “Dopo il successo di Zarillo – dice Marini – aspettiamo la grande Mietta con i suoi intramontabili brani e con le novità. Un altro grande nome per arricchire il nostro calendario estivo che ci fa trascorrere una estate piena di emozioni e soprattutto di grandi soddisfazioni”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Canale Monterano: sul TPL accordo tra Comune e Seatour per corse gratis a Settembre e Ottobre

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CANALE MONTERANO (RM) – Accordo tra Amministrazione Comunale e Seatour Spa per consentire a tutti i residenti di usufruire nei mesi di Settembre e Ottobre del servizio di trasporto pubblico locale gratuitamente. “Un piccolo indennizzo – commenta il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli – che dovevamo a chi ha usa il trasporto locale e che, nella scorsa primavera, ha risentito di notevoli disservizi dovuti alla vetustà del materiale in opera a Canale. Un accordo che speriamo possa convincere anche chi generalmente non usufruisce del trasporto pubblico a provarlo sia per far andare i propri figli a scuola, sia per spostarsi nel comune senza prendere per forza l’automobile. Per regolarità e puntualità delle corse sarà un banco di prova importante, sperando in un futuro in cui il trasporto pubblico sia sempre più sostenibile e attento alle esigenze dei cittadini che, laddove la mobilità pubblica funziona, sono ben felici di lasciare a casa le automobili.”
“Seatour SpA– spiega l’Assessore Andrea Magagnini, che ha seguito la vertenza per il Comune di Canale – ha risentito nella scorsa primavera delle difficoltà derivate dalla situazione relativa alla gara del trasporto pubblico locale che il nostro Comune sta predisponendo insieme con Manziana e Tolfa e del regime di proroga in cui il servizio si è dovuto muovere negli ultimi anni. In mancanza di certezze sul proseguo del servizio la ditta fornitrice ha avuto difficoltà a fare investimenti sui mezzi di trasporto, con i disagi che chi utilizza il TPL nel nostro Comune ha potuto sperimentare. A Luglio è stato però messo su strada il nuovo pulmino, appena immatricolato e più adatto alle necessità di un Comune come il nostro che ha forti dislivelli altimetrici. Con questo accordo si chiude una vertenza, crediamo con soddisfazione reciproca e, soprattutto, dei cittadini. Ci scusiamo ancora con tutti coloro che, a Canale e Montevirginio, hanno avuto disagi nei mesi scorsi e li invitiamo a utilizzare gratuitamente le navette TPL nei mesi di Settembre e Ottobre. Una facilitazione che riguarderà ovviamente anche gli studenti che alla riapertura torneranno sui banchi di scuola muovendosi gratuitamente, per due mesi, su un bus nuovo di zecca. Il nostro ringraziamento va anche a Seatour SpA, che comunque non si è mai sottratta al confronto e che ha compreso i problemi causati all’utenza.”
Da novembre si potrà usufruire del servizio di trasporto pubblico locale con le normali tariffe.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it