1

Anguillara, studenti e professori con gli amministratori comunali dicono no al bullismo: inaugurata una panchina gialla

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Ad Anguillara inaugurata una panchina gialla a simboleggiare la lotta contro il bullismo. Un’iniziativa a proseguimento del progetto iniziato dall’amministrazione comunale lo scorso 7 febbraio che ha visto la partecipazione della scuola di ballo Angel’s dance di Stefania Sacco con un balletto dedicato alla particolare tematica e molto apprezzato dai ragazzi dei licei Ignazio Vian e Paciolo.

La partecipazione dei professori dei licei di Anguillara all’evento

“Meravigliosa la partecipazione dei professori, – dice Sara Galea assessore alle politiche Sociali e vice sindaco della città di Anguillara Sabazia – grazie ai quali si é potuto realizzare questo progetto e, profonde e sentite le loro parole di soddisfazione per questo solido rapporto che si sta creando con il Comune per favorire sostegno e garanzia per i giovani di Anguillara”.

L’intervento dello psicologo Massimo Impicciatore

Particolarmente interessante l’analisi dello psicologo Massimo Impicciatore che, con parole semplici, ha spiegato ai ragazzi le varie dinamiche che caratterizzano questo fenomeno così delicato e grave. Una tematica, quella della lotta al bullismo sulla quale la vice sindaco promette di ritornare per sensibilizzare, in maniera sempre più efficace i giovani.

Galea: “Un vero lavoro da svolgere tutti insieme”

Presenti anche le assistenti sociali del comune sabatino e la capoarea dei servizi Sociali. “E’ stato molto toccante parlare ai ragazzi in maniera informale, – ha dichiarato ancora Sara Galea – sentendosi profondamente parte di loro, del loro mondo, punto di vista, e facendo ammissione di responsabilità per aver dato loro un mondo corrotto e svilito, opera di adulti insensati che per brama di potere hanno realizzato un sistema che ha reso le famiglie prigioniere di problemi grandi, gravi, estenuanti tanto da togliere le forze che dovrebbero servire per fare fronte all’ esuberanza ed ai malesseri di crescita dei propri figli. Sono troppi i problemi che sottopongono le famiglie ad un continuo dispendio di energie – prosegue Galea – per poter sopravvivere: disoccupazione, mancanza di stabilità, certezze. e quindi forza e coraggio per vivere la normalità di una vita quotidiana imperiosa, allo sbando, caotica, subissata da problemi sociali ed economici. É stata rafforzata più volte l’idea che le famiglie, appesantite dai propri problemi, spesso non riescono a gestire le crisi di crescita dei propri figli che hanno quindi la responsabilità di essere un supporto per i propri genitori e non un ulteriore aggravio. Si é voluto sottolineare poi ai ragazzi – ha detto ancora la vice sindaco – che la paura, la preoccupazione, la rabbia e la violenza che nascono dentro di loro ha radici profonde, talmente tanto profonde che possono essere destrutturate soltanto con un vero lavoro da svolgere tutti insieme, tra loro giovani, che si devono sostenere ed aiutare a vicenda anziché farsi la guerra o massacrarsi, con le famiglie, la scuola, le istituzioni”.

I corsi gratuiti per i giovani

L’incontro con i ragazzi è poi terminato con l’auspicio che nuovamente si possa collaborare per creare un rinnovato senso civico e di collaborazione, e ricordando che l’amministrazione comunale ha organizzato dei corsi gratuiti di musica elettronica, dj e painting con professionisti del settore, che partiranno nel mese di settembre e di cui sono ancora aperte le iscrizioni. Ad Anguillara il progetto contro il bullismo continua, con nuovi strumenti affinché i giovani possano ritrovare fiducia ed entusiasmo nella vita. Nuovamente con le scuole ma, soprattutto, con i veri protagonisti della vita: i giovani.

Anguillara Sabazia: il vice sindaco con gli studenti per dire no al bullismo