Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, acqua non potabile a Ponton dell’Elce: è caos tra comunicazioni ufficiali e chiacchiere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Ad Anguillara da oltre due mesi l’acqua fornita dall’acquedotto di Ponton dell’Elce risulta “non potabile”. A stabilirlo l’ordinanza del sindaco Sabrina Anselmo del 16 gennaio che dispone il divieto di uso potabile a seguito delle analisi effettuate dall’Arpa il 4 gennaio e comunicate dalla Asl Roma 4 al Comune il 16 gennaio.

L’incertezza dei residenti tra chiacchiere e dati ufficiali

Un atto meramente formale, secondo alcuni membri dell’amministrazione comunale, in quanto il prelievo dell’Arpa sarebbe coinciso con lo stesso giorno in cui è stato effettuato un lavoro di manutenzione dell’impianto di potabilizzazione, che risultava non funzionante. Dal 16 gennaio ad oggi i residenti del quartiere vivono nell’incertezza di capire se l’acqua è tornata potabile oppure se vige ancora il divieto d’uso potabile. Incertezza causata soprattutto da chi asseriva: “L’acqua è potabile, si è dovuto emettere l’ordinanza perché nel momento che si sostituiva la pompa la Asl ha fatto i prelievi”. Affermazioni, queste ultime, smentite dalle successive analisi dell’acqua, effettuate sempre dall’unico organo deputato a farlo: l’Arpa Lazio. Il campionamento dell’acqua del pozzo di Ponton Dell’Elce fatto a febbraio da Arpa Lazio ha confermato che i valori dell’arsenico restano superiori ai limiti di legge.

Le rassicurazioni su facebook del consigliere di maggioranza Massimiliano De Rosa smentite dalle analisi dall’Arpa Lazio

Ma a creare ulteriore confusione sul fatto se bere o meno l’acqua di Ponton dell’Elce, nonostante permanga il divieto dell’ordinanza sindacale del 16 gennaio 2018, sono le dichiarazioni rilasciate su Facebook del consigliere di maggioranza Massimiliano De Rosa. Il 22 febbraio un cittadino di Ponton Dell’Elce formula per iscritto sul social Fb la seguente domanda: “A distanza di 50 giorni si possono avere informazioni sulla potabilità dell’acqua a Ponton Dell’Elce?”. La risposta arriva sempre su Facebook dal consigliere di maggioranza Massimiliano De Rosa il quale tra l’altro dice: “Comunque se può rasserenare le analisi private che abbiamo fatto fare dalla Hydrocon – laboratorio analisi privato ndr. – il 6/2 sono OK. Purtroppo per la revoca dell’ordinanza di non potabilità aspettiamo esito analisi Arpa”. La risposta dell’amministratore è molto chiara: ufficiosamente “è tutto OK” perché lo dice un laboratorio privato, quindi l’acqua non ha arsenico oltre i limiti di legge, ma ufficialmente si deve aspettare l’Arpa, che è l’unico organo deputato. Ma a smentire le analisi del laboratorio privato e quindi le rassicurazioni del consigliere sono i risultati del campionamento effettuato a febbraio dall’Arpa: La Asl ROMA4 scrive al presidente del Comitato di Quartiere Francesca Martini comunicando che le analisi effettuate il 13 febbraio hanno dato esito NON conforme per l’arsenico e che tale esito è stato comunicato al Sindaco.

Acqua non potabile e interruzioni del servizio idrico, un residente: “Siamo ormai allo sbando”

Una vera e propria doccia fredda per i cittadini del quartiere di Anguillara che ora dovranno attendere i risultati delle nuove analisi dell’Agenzia regionale effettuate lo scorso 8 marzo. Intanto ieri c’è stata l’ennesima interruzione del servizio idrico nel quartiere di Colle Sabazio dove i residenti non sono riusciti a contattare il Comune al fine di segnalare il disservizio. “Non si riesce ad avvisare nessuno – racconta una residente del luogo – perché i vigili non rispondono più al numero delle emergenze, non sappiamo chi dover avvisare. Siamo ormai allo sbando”.

Una macchina comunale da rivedere?

Silvia Silvestri, consigliere con delega all’Acqua Pubblica ha dichiarato che non era a conoscenza delle analisi del 13 febbraio da parte dell’Arpa, nonostante la comunicazione fosse stata recapitata all’ufficio comunale competente. A questo punto ci si interroga sul funzionamento della macchina comunale, perché se su un fattore importante come la salute pubblica le comunicazioni non vengono riportate ai responsabili, qualcosa da rivedere profondamente c’è sicuramente.

Silvio Rossi – Ivan Galea

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Metropoli

Bracciano, compostaggio e autocompostaggio: Comune capofila nel progetto COMLOC

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Partecipato l’evento di presentazione del progetto denominato “COMpostaggio LOCale (COMLOC)” che si è tenuto ieri mattina nella Sala dell’Archivio Storico del Comune di Bracciano.

Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio attraverso il bando “Misure a favore delle attività di compostaggio e autocompostaggio per la riduzione della frazione organica nei comuni del Lazio e Roma Capitale”, ha visto protagonisti i comuni di Bracciano (capofila), Anguillara Sabazia, Bassano Romano, Canale Monterano, Oriolo Romano e Trevignano.

“COMLOC” prevede l’acquisizione di attrezzature per il compostaggio e una attenta campagna di sensibilizzazione, formazione e monitoraggio.

L’obiettivo è arrivare coprire il 25 per cento della cittadinanza servita dal compostaggio di prossimità (oggi si è al 13,8%).

Molto soddisfatto il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli:

“Sono convinto – ha detto il primo cittadino di Bracciano – che l’efficienza di un sistema di riduzione dei rifiuti passi necessariamente attraverso azioni congiunte di progettazione, gestione associaciata e collaborazione tra territori. Grazie a questo finanziamento regionale e all’attuazione del progetto “COMLOC” avremo anche la possibilità di installare compostiere elettromeccaniche dove più necessario e l’incontro che abbiamo organizzato è fondamentale per informare i cittadini sulle fasi del progetto, la distribuzione delle compostiere e le indicazioni sui siti di stoccaggio ”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, incontro all’ex consorzio e la brutta fine dei beni di prima necessità. De Vito (Lega): “Dimettetevi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Molto dura e di condanna la nota di Daniele De Vito coordinatore Lega Anguillara Sabazia il quale è tornato a parlare dell’incontro promosso dall’amministrazione sul passaggio all’Acea. Incontro che ha destato sgomento e polemiche: “Mi sono permesso -racconta De Vito –  di andare ad assistere all’incontro che questa amministrazione ha gentilmente concesso ai cittadini di Anguillara Sabazia.”

“Sono rimasto basito! – prosegue De Vito – Intanto ringrazio questa squallida amministrazione che dopo tre anni ha avuto il coraggio di incontrare la cittadinanza! Mi sarei aspettato, da un forza politica vicino al popolo, un rapporto più continuo e costante con i cittadini ma in tre anni, di loro, non si è sentito nemmeno l’odore! Al contrario le loro decisioni hanno avuto molta risonanza, dato che in tutto il Lazio ci prendendo per i fondelli! Ma andiamo per gradi! 

Ci dicono che sono contro il consumo del suolo – aggiunge il coordinatore della Lega di Anguillara –  ed approvano tre piani integrati da migliaia di metri cubi! Ci dicono che sono a favore dell’acqua pubblica, e ci vendono all’ACEA!

Dicono che sono vicini ai cittadini, e si presentano solo dopo tre anni di amministrazione davanti ai cittadini! Ma, soprattutto, ci dicono che sono a favore della cittadinanza colpita dal terremoto e delle famiglie anguillarini in difficoltà, e lasciano scadere i prodotti che i cittadini di anguillara si sono tolti dalla bocca per aiutare tali famiglie!

Beni di prima necessità ammucchiati nell’autoparco comunale

Ma come se non bastasse per fare la riunione all’ex consorzio agrario cosa si inventa l’amministrazione? Per far sparire gli scatoloni pieni di prodotti primari per le famiglie in difficoltà, occupa le forze dei dipendenti comunali, e dei nostri soldi, per ammucchiare tutti i beni di primo consumo, ammucchiandoli all’autoparco comunale! Ragazzi ufficialmente abbiamo toccato il fondo! Ma per chi è disincantato ed abituato alle questioni forti si può andare avanti!

Tra condanne e abusi edilizi…

Soprassediamo sulla condanna definitiva del sindaco, dichiarata estinta, proviamo a soprassedere su di un consigliere comunale, che dovrebbe gestire le farraginose manutenzioni del nostro paese, che risulta indagato per violazione di norme edilizie, ma adesso ci giungono voci di una consigliera che viene alle mani con una cittadina picchiandola! Vuol dire che siamo alla frutta!

Signor Sindaco per favore, pensiamo ancora che lei sia in buona fede, ma almeno ci liberi di questi soggetti contrari alla morale pubblica sennò ci spinge a pensare che lei sia connivente!

Dimettetevi!

Indipendentemente da tutto vergognatevi, fatevi un bagno di umiltà e, dimettendovi , lasciateci essere ancora orgogliosi di essere cittadini di questa città, visto che tutto il Lazio ci prende per i fondelli! 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Anguillara, Manciuria su Polizia Locale: “Impossibile gestione part-time. Necessario un comando a tempo pieno”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Ancora critiche sulla “gestione” amministrativa degli ex pentastellati guidati da Sabrina Anselmo. 
Il Presidente di AnguillaraSvolta Sergio Manciuria evidenzia la poco opportuna scelta della gestione trimestrale part time del nuovo comando della polizia locale: “Le nostre battaglie le abbiamo condotte sempre alla luce del sole e – ha detto Manciuria – dopo aver pazientato ed osservato accuratamente questo periodo siamo giunti alla conclusione che la gestione della polizia locale non si può ridurre ad un part time convenzionato.
Un adeguato svolgimento delle funzioni per le quali sono delegati appena dieci unità (una ogni 2000 abitanti per verificare gli accessi alle scuole, cerimonie, abusi edilizi, incidenti stradali oltre i match al consorzio agrario) divise in due turni giornalieri necessita inevitabilmente di un comando a tempo pieno per sfruttarle al meglio e per garantire una puntuale gestione del personale effettivo durante l’orario di lavoro e contestualmente
valorizzare chi merita e isolare chi si defila dai compiti preferendo stare comodamente in ufficio” .

E poi, il presidente di AnguillaraSvolta ha aggiunto: “Una scelta inopportuna dovuta probabilmente ai vincoli di assunzione – ragiona Manciuria – così come la defenestrazione a compiti meno avvezzi all’esperienza maturata della Dirigente Pierdomenico forse conseguenza del suo non essere “allineata” e per la quale la diversamente amministrazione ha l’ennesimo ricorso a spese dei contribuenti.

La gestione che fa acqua da tutte le parti

“Per gestire una polizia locale oltre il tempo pieno – prosegue Sergio Manciuria – sono indispensabili due qualità : la profonda conoscenza del territorio per garantire sicurezza e visibilità agli occhi dei cittadini e indubbie qualità umane e legislative per risolvere e perseguire i problemi che quotidianamente Anguillara vive in emergenza (ad esempio il traffico ed il parcheggio dissennato al netto di quello scolastico che si risolve da sè nella mezz’ora di entrata ed uscita dai plessi scolastici ).

Quel progetto sfumato

Durante un incontro presso l’ex Consorzio Agrario oramai noto come il “Madison Square Agrario” per la vile aggressione di una cittadina alla quale va tutta la nostra solidarietà – aggiunge Manciuria – la propaganda Anselmo ci aveva propinato la risoluzione di tali problematiche attraverso una bozza di progetto denominato simpaticamente “Patto dello Zodiaco” del quale non conosciamo più da mesi l’iter amministrativo nonostante costi ai
contribuenti 30.000 euro.
Un progetto curato bene dagli Architetti incaricati, sicuramente migliorabile, ma che senza finanziamenti adeguati e corposi rimarrà una proposta interessante che lascerà inalterati i problemi della nostra città.
Dal 2019 le maglie della pubblica amministrazione saranno sicuramente meno restrittive per le assunzioni – conclude Manciuria – e per questo auspichiamo due soluzioni semplici: un comando in house a tempo pieno e l’ incremento delle unità operative per assicurare la costante presenza in strada delle unità operative al fine di garantire sicurezza, ordine e protezione dei cittadini”.


Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it