Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, amministrative 2020. Tutto pronto per la lista “trasversale” di Francesco Falconi: dietro la vecchia politica?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Rumors sempre più insistenti confermerebbero la scesa in campo per le prossime elezioni amministrative di Anguillara Sabazia, che si terranno con tutta probabilità in autunno, dell’avvocato Francesco Falconi, meglio noto in città per essere l’amministratore, insieme a Franco Bernardini, quest’ultimo assessore della trascorsa giunta Anselmo dimessosi dopo appena un mese dall’insediamento, di un gruppo Facebook “Save Anguillara” che conta quasi 10mila iscritti.

Falconi, che alle scorse elezioni diede fiducia alla giunta pentastellata di Sabrina Anselmo, scenderebbe ora in campo con una lista civica “trasversale” che vedrebbe personaggi già attori in passato della gestione del Municipio.

Secondo i rumors, infatti, la presentazione della candidatura sarebbe imminente, probabilmente già nella giornata di domani e sarebbe supportata da un ex vicegovernatore regionale e da ex consiglieri provinciali.

Falconi dovrebbe già presentare la squadra di assessori, la cui scelta, salvo smentite, dovrebbe ricadere sui seguenti nominativi e incarichi:

Sindaco: Francesco Falconi
Assessore con delega all’Ambiente: il dottore in ecologia, esperto di piante acquatiche, ecosistemi acquatici, conservazione e biodiversità Mattia Azzella.
Assessore con delega al Bilancio e Lavori Pubblici e Vicesindaco: Maria Giovanna Lanza dipendente di Autostrade per l’Italia ed ex tesoriere dell’associazione di promozione sociale “Progetto Comune” che vede come presidente l’ex assessore (giunta Pd del sindaco Pizzorno) Enrico Stronati.
Assessore con delega alla Cultura e centro storico: l’architetto Ruzbeh Ghofranian che insieme agli architetti Matteo Brancaloni e Stefano Mondati ha presentato un progetto per Anguillara Città sostenibile che ha trovato il favore da parte di Italia Viva locale. Questa casella potrebbe però essere occupata da un artista di origine extracomunitaria.

Assessore con delega al Turismo e Commercio: Marina Boccalini del Ristorante Zaira
Assessore con delega all’urbanistica e REVOCA DEL PRG: l’ingegnere Stefano Caprinozzi (ex amministratore del gruppo Facebook Vivanguillara (archiviato) e candidato nel 2016 nella lista di Forza Italia sostenuta dall’on. Giorgio Simeoni, quest’ultimo anche ex gestore del Country club poi acquisito a patrimonio comunale durante l’era Anselmo.

Falconi sembra dunque aver raccolto l’endorsement di Enrico Stronati, quest’ultimo già assessore durante la consiliatura del sindaco Pd Francesco Pizzorno, per formare una lista civica trasversale. E quest’ultima indiscrezione verrebbe confermata anche dalle recenti dichiarazioni dello stesso Stronati che non escludeva la sua “simpatia” per un progetto di questo genere.

L’interveNto di Enrico sTRONATI AL DIBATTITO DEL 29/02/2020

I rumors su centrosinistra e centrodestra

Sostanzialmente sembrerebbe una riedizione ispirata al grillismo, dove prevale la teoria a discapito del pragmatismo. E intanto cosa succede nei due campi politici tradizionali di centrodestra e centrosinistra? Sicuramente all’orizzonte nessun inciucio e, mentre le due anime del PD Minnucci-Bianchini sembrano convergere su Francesco Guidi (detto Orgone) ex Comandante della Polizia Locale in pensione, il centrodestra è alla ricerca di sintesi sul nome dove ad un probabile passo di lato dell’eterno Antonio Pizzigallo, questa volta da buon padre di famiglia, la scelta si ridurrebbe tra Enrico Serami (FDI) e Sergio Manciuria (AnguillaraSvolta) mentre alla Lega andrebbero 3 assessorati. Convergenza che potrebbe essere fatale se la dead line del 20 Giugno (subordinata alla data effettiva di elezione) non dovesse essere rispettata.

Noi come testata giornalistica siamo alla finestra in attesa delle scelte della politica e degli elettori. Cosa certa è che dopo la fallimentare esperienza amministrativa targata M5s con Sabrina Anselmo all’insegna del pressapochismo e dell’incapacità, più che mai Anguillara Sabazia di fronte ai numerosi problemi e le probabili denunce alla prima sbavatura amministrativa, ha bisogno di pragmatismo e competenza. Per ora aspettiamo se le voci prenderanno corpo.

Continua a leggere
1 Comment

1 Comment

  1. Marina boccalini

    17 Giugno 2020 at 0:09

    Chiedo la smentita e farò una diffida perché avete usato il mio nome senza che io ne sapessi nulla non mi candidero mai con nessuno. E nessuno mi ha mai chiesto di farlo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Guidonia Montecelio, preferisce il carcere alla convivenza con la moglie

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Il militare di servizio alla Caserma della Tenenza Carabinieri di Guidonia Montecelio, nella serata di ieri, ha creduto, per un attimo, di essere vittima di uno scherzo, quando un cittadino albanese di 30 anni, già conosciuto poiché agli arresti domiciliari per pregressi reati, si era appena presentato in caserma chiedendo di poter essere accompagnato in carcere.

Il 30enne ha spiegato ai militari di non essere più in grado di reggere la convivenza forzata con la moglie e, quindi, esasperato dalla situazione, ha preferito evadere presentandosi spontaneamente dai Carabinieri per chiedere di scontare la sua pena dietro alle sbarre.

I militari hanno “esaudito” il suo desiderio, arrestandolo con l’accusa di evasione, e l’Autorità Giudiziaria, informata sulla situazione, ha disposto il trasferimento in carcere.

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia, tenta estorsione in un bar: “Dammi i soldi o spacco tutto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA (RM) – I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Tivoli hanno arrestato un 34enne italiano per violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Nel corso di alcuni controlli del territorio i militari hanno ricevuto una segnalazione e sono intervenuti presso la centralissima Via Roma di Guidonia, dove era stata segnalata una aggressione da parte di un uomo nei confronti del titolare di un esercizio commerciale. I militari una volta giunti sul posto hanno trovano un uomo, visibilmente alterato, che alla loro vista ha iniziato ad inveire e a minacciarli per poi aggredirli fisicamente ma, al termine della colluttazione l’uomo è stato ammanettato. Subito dopo si è avvicinato il titolare che, con il volto tumefatto ha raccontato ai militari che il 34enne era entrato all’interno del suo esercizio commerciale chiedendo dei soldi minacciandolo che, se non glieli avesse dati, l’avrebbe ucciso e avrebbe distrutto il bar.

Il 34enne, quindi, una volta arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria verso cui dovrà rispondere di violenza e minaccia a pubblico ufficiale oltre che di tentata estorsione.

Continua a leggere

Metropoli

Monterotondo, violento pestaggio in centro: identificato l’autore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

MONTEROTONDO (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, a parziale conclusione di una serrata indagine condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica di Tivoli, hanno individuato il presunto autore dell’aggressione consumatasi a Monterotondo, in pieno centro storico, la sera del 12 ottobre scorso: quella sera un giovane del posto di appena 21 anni fu trovato da alcuni passanti per terra nei pressi del teatro Ramarini, con il volto tumefatto e quasi privo di sensi.

Solo dopo il successivo intervento del 118 che lo aveva trasportato con l’elisoccorso presso l’Ospedale Gemelli di Roma con prognosi riservata, i carabinieri della Stazione di Monterotondo, allertati dallo stesso 118 e coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno iniziato quella stessa sera a raccogliere ogni elemento utile a ricostruire l’accaduto, con un’indagine in salita dunque, mancando, nell’immediatezza dei fatti, eventuali testimoni dell’accaduto disponibili a collaborare.

I Carabinieri sono così arrivati all’individuazione del presunto violento aggressore, un altro giovane del posto, di appena 4 anni più grande della vittima, deferito alla Procura della Repubblica di Tivoli.

Le indagini tuttavia continueranno poiché la Procura di Tivoli ha chiesto ai Carabinieri di Monterotondo di ricostruire l’intera dinamica dell’accaduto e comprendere le ragioni sottese al violento episodio, con la vittima tuttora ricoverata pur migliorando quotidianamente le sue condizioni.

Continua a leggere

I più letti