Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, appalto trasporto pubblico: il Comune fa dietro front. Manciuria fa risparmiare ai cittadini 95 mila euro!

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Se non fosse stato per l’attenzione che Sergio Manciuria, presidente di AnguillaraSvolta, dedica agli atti prodotti dall’amministrazione pentastellata (o ex?) e al fatto che grazie a questa si è mossa anche l’Anac potremmo dire con certezza che il Comune avrebbe prodotto danni potenziali per ben 95 mila euro per un mero errore o come si vuole chiamare una totale assenza di controllo.

È di oggi la notizia invece, che grazie all’intervento di Sergio Manciuria che per primo ha evidenziato delle “evidenti opacità tra la determina di assegnazione e il contratto di appalto per la fornitura del servizio di trasporto pubblico locale in forma associata dei Comuni di Anguillara Sabazia e Trevignano Romano” e all’intervento dell’Anac si sono attivati il nuovo capo area del Comune di Anguillara Sabazia Eleonora Pierdomenico e il geometra Domenico Di Donato i quali hanno avviato la procedura per la rettifica del contratto grazie alla quale verranno recuperati  95 mila euro del ribasso d’asta .

Nella determinazione che ha per oggetto “Rettifica D.D. 932/2015 ed approvazione schema rettifica contratto” si legge testualmente, tra l’altro, che il contratto d’appalto riporta la seguente inesattezza (rilevate da Manciuria): che l’importo contrattuale corrisponde all’importo posto a base di gara senza l’applicazione del ribasso d’asta pari al 3,110% offerto dalla ditta Schiaffini Travel Spa in sede di gara.

E poi si legge ancora “preso atto che tali inesattezze hanno consentito finora ingiustificati maggiori esborsi economici a favore della ditta Schiaffini Travel Spa in quanto a partire dal 1 gennaio del 2016, sia la Regione, sia i Comuni di Anguillara e Trevignano hanno liquidato tutte le fatture emesse.

I soldi risparmiati adesso potranno essere utilizzati, come giusto che sia e come vuole la legge, per finanziare interventi che migliorano la rete e le infrastrutture. Ce ne è voluto di tempo per accorgersene. Meglio tardi che mai.

La cosa grave in tutta questa storia è che l’onere di controllare determina e contratto non era affatto in capo al presidente di Anguillara Svolta Sergio Manciuria ma al responsabile Anticorruzione del Comune di Anguillara. Cosa ha fatto in questi tre anni? Che cosa controlla se poi i dirigenti debbono rettificare dopo che l’Anac ha aperto un’indagine a seguito dei dubbi di Manciuria?

Sarà, ma l’amministrazione Anselmo continua a dimostrare di non possedere quella capacità nel gestire la cosa pubblica con l’attenzione del buon padre di famiglia che se al contrario fosse adoperata non esporrebbe i cittadini di Anguillara Sabazia al rischio di perdere soldi pubblici.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Guidonia Montecelio, bonificata l’area della Pista d’Oro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – In questi giorni i curatori fallimentari che gestiscono il terreno della Pista d’Oro hanno provveduto a far pulire e bonificare l’area a loro spese.

“Dopo una serie di incontri anche sul posto tra la nostra Amministrazione ed i gestori dell’area, che ringrazio per la loro disponibilità, – dichiara il Sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet – si è provveduto in un primo momento a mettere in sicurezza il piazzale allontanando gli occupanti abusivi e successivamente ad installare i New Jersey e provvedere alla pulizia e alla bonifica dai rifiuti che erano stati sversati sul posto. Un lavoro di sinergia che ha portato alla risoluzione di una problematica che affliggeva molti nostri concittadini”

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia e Fonte Nuova: traffico in tilt sulla Nomentana a causa del “cantiere della vergogna”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Siamo al fianco dei cittadini di Roma, Guidonia Montecelio e Fonte Nuova che da più di un mese ormai vivono ostaggio di un cantiere che ha paralizzato il traffico sulla consolare nel tratto in gestione alla Città Metropolitana di Roma Capitale, arrivando addirittura alla soppressione delle fermate del trasporto pubblico locale L’intervento di Areti in corso, finalizzato alla posa di cavi dell’alta tensione che sta interessando l’area in prossimità di Colleverde-ParcoAzzurro al km 15 della Nomentana, avrebbe dovuto essere programmato con più cura e tenere conto dei ritrovamenti archeologici già emersi in zona in occasione di precedenti lavori. Quelli che sta mettendo in campo l’ex Provincia di Roma non sono soluzioni, ma palliativi che sfidano la pazienza e l’intelligenza dei residenti, verrebbero impiegate ora due squadre di lavoro quando le attività di cantiere sono state sospese per una lunghissima pausa natalizia e l’istituzione del senso unico di marcia su via Nomentana. Quello che abbiamo chiesto con un’istanza urgente presentata dai consiglieri provinciali Antonio Proietti e Carlo Passacantilli è una rapida risoluzione della situazione, per questo abbiamo anche ufficialmente scritto alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale la quale ha risposto per ora solo in forma interlocutoria, chiedendo un intervento immediato per la messa in sicurezza dei ritrovamenti, la conclusione del cantiere ed il ripristino della normale circolazione.

Lo dichiarano il senatore William De Vecchis, responsabile organizzativo della Lega Lazio, il dirigente della Lega Fabrizio Santori e il capogruppo al consiglio comunale di Guidonia Montecelio, Arianna Cacioni.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, ospedale: paziente ricoverata in medicina trovata positiva al Covid-19 nonostante i tamponi negativi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Sospesi i ricoveri presso il reparto

BRACCIANO (RM) – Oggi presso l’Ospedale di Bracciano si è riscontrata una positività al Covid-19 di una paziente ricoverata nel reparto di medicina che era risultata negativa a ben due tamponi in entrata al reparto.

Sono quindi stati effettuati tutti i controlli con tamponi antigenici e molecolari su tutto il personale e su tutti i pazienti del reparto di medicina.

Gli operatori sanitari sono risultati tutti negativi mentre si sono riscontrate 4 positività tra i ricoverati del reparto di medicina.

Per sicurezza sono stati sospesi i ricoveri presso il reparto e i 4 pazienti sono stati isolati ed è in corso il trasferimento presso le strutture Covid.

Il dipartimento di prevenzione sta già intervenendo per quanto riguarda il conctac tracing.

Continua a leggere

I più letti