Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, Bianchini (Pd) su ZTL di Martignano: “Falsità e incapacità che pagheranno i cittadini”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – E’ polemica ad Anguillara Sabazia dopo il comunicato diffuso dalla prima cittadina in merito alla ZTL di Martignano.

“Chi, indegnamente, si candidò per essere la sindaca degli onesti (nascondendo la condanna, poi indultata, comminata per calunnia in una vicenda che da sola qualifica la moralità della prima e ultima cittadina grillina), – scrive in una nota il capogruppo consiliare Pd Silvio Bianchini – conferma l’inclinazione a mentire che – a volte – pervade certe persone. Alcune “qualità”, d’altronde, o si hanno o non si può far finta di possederle. Cominciamo con il dire che la ZTL fu correttamente istituita prima con atto di Consiglio Comunale – che approvava la Convenzione con l’Ente Parco per la fruibilità dell’area del lago di Martignano – e poi con successivo atto di Giunta (tutti documenti di cui si dispone copia; del resto sono facilmente rintracciabili per chiunque sull’Albo Pretorio e disponibili in originale presso gli Uffici Comunali). I cittadini, dopo aver potuto constatare l’incapacità a governare della attuale amministrazione, adesso possono – purtroppo – constatare anche come i suoi componenti non siano in grado nemmeno di cercare un atto nell’Albo Pretorio. O forse – di proposito – si è ritenuto di sottacerne l’esistenza nel maldestro tentativo di prendere in giro la cittadinanza. A riguardo mi riservo di inviare copia degli atti alle Autorità preposte.

Banalmente, il progetto della Porta del parco e della ZTL fu conseguenza di un bando POR 2007/2013 e le telecamere furono acquistate dall’Ente Parco, come peraltro stabilito nella convenzione approvata in consiglio comunale (non fornirò alcun riferimento di atti, il tempo di fare da balia a questo manipolo di #falliti é terminato, si assumano le responsabilità politico-amministrative delle loro – allucinanti – dichiarazioni).

Nell’immagine sottostante é riportato un passaggio della stessa

Quindi, la ZTL fu correttamente istituita, le telecamere acquistate ed installate con atti dell’Ente Parco a fronte di uno specifico finanziamento ricevuto.

Cosa assai diversa da quanto pubblicamente dichiarato dalla Sindaca

E se le telecamere sono ad oggi spente perché in attesa di omologazione, allora la Sig.ra Anselmo dovrebbe chiarire come ha fatto a mettere nel Bilancio di previsione 2019 la cifra di 240.000 euro per sanzioni ZTL. Una cifra spropositata che solleva più di un dubbio sulle gonfiature delle voci di bilancio.
Di quanto stupidamente e falsamente affermato dai #falliti a 5 stelle di Anguillara resta l’accusa – e la diffamazione a mezzo stampa – nei confronti dell’ex Comandante Francesco Guidi, cui rivolgo tutta la mia solidarietà. Ribadendo che lo stesso abbia agito con correttezza e poichè nel comunicato diffuso dalla Sindaca e dai suoi sodali vengono anche – illegittimamente – rese pubbliche vicende personali, invito il Comandante Guidi ad agire nelle opportune sedi – civili e penali – a tutela della Sua persona e della Sua onorabilità. Sono giorni caldi, estivi; consiglio ai miei concittadini di spendere il proprio tempo facendo un bagno nel nostro splendido lago, frequentanti gli eventi che i cittadini, le associazioni e la ProLoco hanno organizzato, nonostante l’ostilità degli attuali amministratori grillino. Evitando, perciò, di perdere tempo nel leggere gli scriteriati e falsi comunicati dei #falliti grillini nostrani.”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Allumiere, Concorsopoli: Pasquini “caccia” Mori ma non annulla ancora il concorso dei miracoli. “Accuse” contenute nel parere del legale del Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Diversi “idonei” sono stati ascoltati nei giorni scorsi dagli inquirenti

Il 9 maggio 2021 con una determinazione comunale il Sindaco di Allumiere Antonio Pasquini rescinde “per giusta causa il contratto a tempo indeterminato del dottor Andrea Mori. La rescissione arriva dopo l’acquisizione da parte del sindaco di un parere dell’Avvocato Stefano Trippanera, pervenuto in data 4 maggio 2021, da cui emerge un dato di fatto a dir poco sconcertante: “La procedura concorsuale risulta viziata”. Conclusioni che risuonano come macigni e a cui però segue un altro fatto ancora più paradossale: perché Pasquini ha annunciato da diversi giorni di voler procedere con l’annullamento del concorso in autotutela e ancora non lo ha fatto?

Tra l’altro nella determina di revoca si legge testualmente: il Comune di Allumiere può rivalersi contro Mori per tutti i danni anche di immagine ed erariali causati e “derivanti direttamente e indirettamente dalle attività illegittime poste in essere dal Dottor Mori durante le fasi del concorso..”.

Sembra che ad Allumiere ci sia un allarmante momento di stasi e immobilismo: se il sindaco non procede all’annullamento del concorso allora va da sé che Mori può risultare come inutilmente sospeso e potrebbe addirittura muoversi nelle sedi opportune per impugnare tale azione.

Imbarazzante il silenzio da parte della Regione Lazio. Che cosa si aspetta? La tempesta non sembra voler passare poi così in fretta. Ci sono delle indagini serrate e diversi “idonei” sono stati ascoltati nei giorni scorsi dagli inquirenti.

Continua a leggere

In evidenza

Concorsopoli, clamorosi “salti” nella graduatoria di Allumiere: due “idonei” mai chiamati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Prosegue l’analisi degli atti che riguardano il famoso concorsone di Allumiere che ha visto una infornata di portaborse, parenti di politici e amici di… essere assunti a tempo indeterminato alla Pisana. Nonostante gli annunci ancora non risulta pubblicato alcun annullamento in autotutela del concorso indetto dal Comune di Allumiere da cui hanno pescato nomi eccellenti sia i comuni della provincia romana, sia la Pisana. Questo giornale ha verificato un fatto molto importante: alcune persone risultate idonee e presenti nella graduatoria non sono state mai chiamate.

A Guidonia è stato assunto Marco Cirilli che risulta al 66° posto della graduatoria provvisoria mentre non sono mai state chiamate da nessun Comune le signore Marianna Sardoni e Alice Bruschi, rispettivamente al 13° e 14° posto della graduatoria provvisoria di merito.

Qualcuno dovrà spiegare le motivazioni per le quali il Comune di Allumiere non ha comunicato ai Comuni che ne hanno fatto richiesta i nominativi di queste due persone.

Questa ulteriore grave rilevanza si somma al fatto che Andrea Mori, presidente della commissione del concorsone di Allumiere risulta il solo ad aver firmato il verbale del 16 luglio 2020 che riguarda la composizione della prima fortunatissima batteria di nomi che sono finiti tutti in Pisana e al Comune di Guidonia.

Continua a leggere

Metropoli

Concorsopoli, salta la testa di Mori al Comune di Allumiere: spunta il giallo delle firme

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Revocato l’incarico di responsabile del personale ad Andrea Mori presso il Comune di Allumiere. Oggi è stata pubblicata la determina di “rescissione per giusta causa” del contratto a tempo determinato di Mori, presidente della commissione dell’ormai famoso “concorsone” di Allumiere.

Nei giorni scorsi è stato già ascoltato dai Carabinieri come persona informata sui fatti.

Andrea Mori risulta il solo ad aver firmato il verbale del 16 luglio 2020 che riguarda la composizione della prima fortunatissima batteria di nomi che sono finiti tutti in Pisana e al Comune di Guidonia.

Come mai gli altri due componenti non hanno firmato proprio quel verbale che ha visto l’infornata di assunzioni di amici di… parenti di politici e portaborse, mentre hanno firmato tutti gli altri verbali? Forse non erano d’accordo?

Continua a leggere

I più letti