Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia: cara sindaca… i cari estinti attendono risposte. Quali loculi eventualmente si stanno vendendo e quali loculi si stanno acquistando? [2 puntata]

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Tra gli arguti cipressi è scesa la calma, non soffia la solita brezza, non cantano i pettirossi e i lumini votivi e la luce perpetua son spenti, qui non si muove foglia, qui si parla sottovoce. E Un corvo rapace godendosi il fresco notturno aspetta la luce dell’alba per riprendere il suo aleggiare sopra il paese. La notte rivela il fascino di storie passate.

Il palazzo comunale di Anguillara Sabazia sovrasta questo mesto giardino e l’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Anselmo pare rinchiusa in un silenzio tombale riguardo l’argomento cimitero. Eppure ci sarebbe tanto da dire e da spiegare… eppure tutto tace. Si tace probabilmente perché non si sa cosa dire, anche se a volte si tace perché non si sa cosa propinare alla popolazione per giustificare determinati atti.

Da palazzo Orsini non arrivano risposte

La vicenda del cimitero di Anguillara Sabazia è la testimonianza di un’amministrazione trincerata dietro un mutismo assordante. Chiusa al quarto piano di quello che doveva essere il palazzo di cristallo, proteggendo la sua attuale fragilità politica, la sindaca da qualche tempo evita le uscite ufficiali, con qualche rara eccezione come ad esempio l’ultimo gemellaggio tra Anguillara Sabazia e la città spagnola di Blanca. Sembrerebbe quindi – la sindaca – accontentarsi di monitorare il gradimento della cittadinanza consultando le pagine del sito ufficiale. La signora Anselmo probabilmente misura il suo attuale consenso dal numero dei “like” che arrivano sul suo profilo Facebook anziché dalla piazza reale. Ma va bene così, perché si è consapevoli come il Consiglio, specialmente in questi giorni, sia stato assorbito, anima e corpo, dal “piano integrato”, ma qui, si sta parlando di lavori di “ampliamento con un appalto di concessione il cui contratto fu stipulato nel lontano 2005” e che questa amministrazione con delibera di Giunta 114 del 4 agosto 2017 approvava il progetto di fattibilità sia tecnica che economica. Si sta parlando di un progetto datato, deliberato e finanziato quattordici mesi fa.

Intanto ad Anguillara Sabazia si aspetta (e si spera)

che il gruppo di lavoro formato dal Geometra Di Donato, Geometra Nadir Ramaccioni e Geometra Gianluca Chiavari, gratuitamente e spontaneamente decida di aggiornare la cittadinanza su che punto stanno i lavori.

Parlando di cimitero il discorso non può non scivolare sul tema loculi

Nella prima puntata dello scorso 4 ottobre si è sorvolato su una notizia che meriterebbe anch’essa una riflessione. Nella delibera di Giunta n. 209 del 29-12-2017, fra l’altro si legge : “Considerato che sono trascorsi 10 anni e la società affidataria del servizio sta provvedendo alla vendita degli ultimi loculi; Visto che da una disamina della convenzione sono venute alla luce alcune inadempienze contrattuali da parte della società affidataria del servizio; che pertanto, nell’ottica di evitare un eventuale contenzioso si ritiene opportuno tentare di risolvere la questione in via stragiudiziale.” Sempre in data 29.12.2017, con determina n. 359, sono stati riconosciuti all’avv. Scipio Gioia Maria con Studio legale in Viterbo, euro 1.632,69 comprensivi di Iva ed oneri per la convenzione 791/2005 – ATI OMERGA s.r.l. Tatangelo s.r.l.. Sarebbe lecito per il cittadino, visto che l’inadempienza trattava il servizio di vendita loculi, chiedere, l’esito di quella trattativa in via stragiudiziale. Sempre facendo riferimento alla delibera 209 del 29.12.2017 si è venuto a sapere che la vendita dei loculi andava in esaurimento nel 2015 e su questo punto nascono alcune perplessità del cittadino.

Loculi, regolamento polizia mortuaria, contratto di concessione, agenzie funebri

Il regolamento della polizia mortuaria, art.88 Mappa – al paragrafo 1 recita: “Presso l’ufficio comunale è tenuto un registro delle sepolture per l’aggiornamento continuo delle posizioni delle concessioni e dei concessionari (denominato mappa)”. All’art. 89 Annotazioni di mappa, recita al paragrafo 1: ”Mappa: viene annotata ogni sepoltura, in campo comune o concessa in uso, ogni modificazione o cessazione che si verifica e comunque ogni operazione cimiteriale”. Ancora al Titolo III dello stesso regolamento, art.73, parlando della Decadenza avverte :
“ 1.- La decadenza della concessione può essere dichiarata nei seguenti casi:
– quando venga accertato che la concessione sia oggetto di lucro o di speculazione;
– in caso di violazione del divieto di cessione tra privati del diritto d’uso della sepoltura previsto dall’art. 63 secondo comma”.

Un regolamento molto severo che non risparmia avvertenze sugli obblighi e divieti per il personale dei cimiteri

come all’art.85 e altri che riguardano le agenzie funebri. Lo schema del Contratto Concessione Loculi Cimiteriali, approvato con deliberazione esecutiva del Consiglio comunale n.21 in data 09.03.1998, all’art.5 recita : “La concessione non dà diritto di proprietà, ma quello di uso riservato alla persona del/della concessionario/a ed alla propria famiglia, RESTANDO VIETATO IL TRASFERIMENTO A TERZI SIA PER VENDITA CHE PER DONAZIONE”.

Quali loculi eventualmente si stanno vendendo e quali loculi si stanno acquistando?

Per chiarezza, trasparenza e per una maggiore tranquillità del cittadino, si chiede quali loculi eventualmente si stanno vendendo e quali loculi si stanno acquistando. La domanda si rivolge ai responsabili presso il Comune a cui è stata affidata la tenuta del Registro della sepoltura, denominato Mappa. Sono questi che a norma del art.89 del regolamento della polizia mortuaria registrano qualsiasi modifica e pertanto a loro è demandato il controllo dell’art.5 del contratto di concessione loculi.

Il tema loculi non può essere considerato esaurito. Ci ritorneremo nella prossima terza puntata.

Emanuel Galea

                                                   LA PRIMA PUNTATA

Anguillara Sabazia: cara sindaca… i cari estinti attendono risposte [1 puntata]

Metropoli

Guidonia Montecelio, preferisce il carcere alla convivenza con la moglie

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Il militare di servizio alla Caserma della Tenenza Carabinieri di Guidonia Montecelio, nella serata di ieri, ha creduto, per un attimo, di essere vittima di uno scherzo, quando un cittadino albanese di 30 anni, già conosciuto poiché agli arresti domiciliari per pregressi reati, si era appena presentato in caserma chiedendo di poter essere accompagnato in carcere.

Il 30enne ha spiegato ai militari di non essere più in grado di reggere la convivenza forzata con la moglie e, quindi, esasperato dalla situazione, ha preferito evadere presentandosi spontaneamente dai Carabinieri per chiedere di scontare la sua pena dietro alle sbarre.

I militari hanno “esaudito” il suo desiderio, arrestandolo con l’accusa di evasione, e l’Autorità Giudiziaria, informata sulla situazione, ha disposto il trasferimento in carcere.

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia, tenta estorsione in un bar: “Dammi i soldi o spacco tutto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA (RM) – I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Tivoli hanno arrestato un 34enne italiano per violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Nel corso di alcuni controlli del territorio i militari hanno ricevuto una segnalazione e sono intervenuti presso la centralissima Via Roma di Guidonia, dove era stata segnalata una aggressione da parte di un uomo nei confronti del titolare di un esercizio commerciale. I militari una volta giunti sul posto hanno trovano un uomo, visibilmente alterato, che alla loro vista ha iniziato ad inveire e a minacciarli per poi aggredirli fisicamente ma, al termine della colluttazione l’uomo è stato ammanettato. Subito dopo si è avvicinato il titolare che, con il volto tumefatto ha raccontato ai militari che il 34enne era entrato all’interno del suo esercizio commerciale chiedendo dei soldi minacciandolo che, se non glieli avesse dati, l’avrebbe ucciso e avrebbe distrutto il bar.

Il 34enne, quindi, una volta arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria verso cui dovrà rispondere di violenza e minaccia a pubblico ufficiale oltre che di tentata estorsione.

Continua a leggere

Metropoli

Monterotondo, violento pestaggio in centro: identificato l’autore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

MONTEROTONDO (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, a parziale conclusione di una serrata indagine condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica di Tivoli, hanno individuato il presunto autore dell’aggressione consumatasi a Monterotondo, in pieno centro storico, la sera del 12 ottobre scorso: quella sera un giovane del posto di appena 21 anni fu trovato da alcuni passanti per terra nei pressi del teatro Ramarini, con il volto tumefatto e quasi privo di sensi.

Solo dopo il successivo intervento del 118 che lo aveva trasportato con l’elisoccorso presso l’Ospedale Gemelli di Roma con prognosi riservata, i carabinieri della Stazione di Monterotondo, allertati dallo stesso 118 e coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno iniziato quella stessa sera a raccogliere ogni elemento utile a ricostruire l’accaduto, con un’indagine in salita dunque, mancando, nell’immediatezza dei fatti, eventuali testimoni dell’accaduto disponibili a collaborare.

I Carabinieri sono così arrivati all’individuazione del presunto violento aggressore, un altro giovane del posto, di appena 4 anni più grande della vittima, deferito alla Procura della Repubblica di Tivoli.

Le indagini tuttavia continueranno poiché la Procura di Tivoli ha chiesto ai Carabinieri di Monterotondo di ricostruire l’intera dinamica dell’accaduto e comprendere le ragioni sottese al violento episodio, con la vittima tuttora ricoverata pur migliorando quotidianamente le sue condizioni.

Continua a leggere

I più letti