Anguillara Sabazia, dimissioni Vicesindaco Galea. Serami (FdI): amministrazione 5 stelle ai titoli di coda

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Sulle dimissioni della Vicesindaco di Anguillara Sabazia, Sara Galea, protocollate ieri in Comune, che hanno assistito alla immediata nomina, da parte della sindaca Anselmo della nuova Vicesindaco Viviana Normando, arriva un primo commento politico da parte del portavoce locale di Fratelli d’Italia Enrico Serami.

“Con le dimissioni del vicesindaco M5S di Anguillara – dichiara Serami – si certifica l’arrivo al capolinea della più sgangherata amministrazione che la città potrà mai ricordare. Al netto delle motivazioni private e personali che hanno portato il Vicesindaco Gàlea a rassegnare le proprie dimissioni e al quale vanno gli auspici di buona fortuna, non possiamo esimerci dall’analizzare le conseguenze, tutte politiche, che tali dimissioni producano e produrranno nei prossimi giorni per la nostra Città.

Apprendiamo da organi di stampa – L’Osservatore d’Italia Ndr. – infatti, dell’immediata sostituzione della Gàlea con l’assessore Viviana Normando sin qui delegata al Centro Storico, alla Cultura, al Turismo, alla Biblioteca, alle Relazioni Internazionali, alla Pace e ai Diritti Umani (sic!).

E’ banalmente evidente a tutti – prosegue il portavoce di FdI – che si possa motivare la “promozione” sul campo di un “tecnico” al ruolo più politico che esista in un’Amministrazione Comunale, dopo quello del Sindaco, solo che per i meriti, le capacità e gli incontrovertibili risultati ottenuti. E che importa però, se ai più (ed anche a voi névvero?) sfuggano.

Abituati ormai alle stramberie politiche ed amministrative che pendono sui cittadini di Anguillara grazie alle magnifiche gesta dei 5Stelle e nella speranza che un qualche barlume di coscienza alberghi ancora negli animi dei Consiglieri di maggioranza quanto nella certezza che anche l’ultimo spettacolo di “pantomima politica” al servizio dei vecchi e stantii giochi di potere Anguillarini sia finito, con la mesta consapevolezza di chi sa riconoscere l’attaccamento alla poltrona l’unico vero collante di un “improvvisato carrozzone” di prestati alla politica chiediamo, a nome della maggioranza reale della Città: le DIMISSIONI IMMEDIATE DEL SINDACO e dei suoi seguaci, al fine di portare Anguillara, il prima possibile, a nuove elezioni che la consegnino, finalmente, ad una Amministrazione che sappia guidarla in un difficile percorso di rinascita sociale culturale ed economica che parta da subito dalla ricostruzione di una comune coscienza popolare, di un comune spirito di appartenenza e di Comunità attraverso una sana visione politica a supporto di limpide capacità amministrative sin qui colpevolmente assenti.

Il nostro appello principale però, non può che andare a tutti i Cittadini di Anguillara: abbiate pazienza, – conclude Serami – saprete e sapremo di nuovo dare ad Anguillara un’Amministrazione capace di farla tornare a pensare in grande”.