Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, Fioroni: “Polisportiva e crossodromo. Intanto il tempo va…”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Ad Anguillara Sabazia il consigliere comunale Antonio Fioroni, fuoriuscito dalla maggioranza del governo locale a guida di Sabrina Anselmo fa una disamina su quelli che lo stesso ha definito come “annunci spot”. “A smentire annunci spot dell’amministrazione – ha detto Fioroni – riguardo l’imminente svolta storica nel settore sport è il tempo che passa e il nulla che scorre. Anche in questo caso la maggioranza ha optato per un bando affidando a soggetti esterni la gestione dell’impianto sportivo comunale che ospita la Polisportiva Anguillara, dalla chiusura dei termini sono già passati 40 giorni e la commissione ancora non si è formata. Nonostante la stessa sia praticamente inutile poiché un eventuale punteggio o classificazione non muterebbe l’esito finale: su 4 impianti messi a bando i progetti pervenuti sono solo due e appartenenti a soggetti diversi e non in competizione tra loro: uno per il campo sportivo e l’altro il palazzetto del calcetto. La struttura della pallavolo e quella del pattinaggio che fine fanno? Auguriamoci che non abbiano la stessa sorte della piscina comunale, abbandonata a se stessa e alla devastazione dei soliti vandali. Sorte simile quella del crossodromo. Ennesimo annuncio prematuro rispetto alla progettualità e fattibilità da mettere in campo ma già raccontata come quasi in dirittura d’arrivo e foriera di occupazione e circuito da far invidia hai tracciati di motomondiale. In questo caso il bando è andato addirittura deserto per carenza di documentazione e la determina di non assegnazione risulta chiusa in qualche cassetto forse per non urtare la sensibilità del consigliere delegato che vive nell’illusione di contare in questa maggioranza raffazzonata e saldamente incollata alla poltroncina. Come se non bastasse – ha proseguito il consigliere comunale – e senza rendersene conto gli stessi consiglieri pentastellati hanno affossato l’idea del crossodromo votando, da bravi soldatini e senza comprenderla, la ricognizione usi civici che impone esclusivamente un uso dell’area agro silvo pastorale. Quindi senza un mutamento della destinazione d’uso civico da parte Regione Lazio, la cui tempistica va oltre la consiliatura Anselmo, tale impianto sarà frutto di un miraggio e della propaganda dell’amministrazione, in questo caso sicaria di se stessa. Se qualcuno tra i miei ex colleghi fosse illuminato dal buon senso e da un briciolo di dignità comprenderebbe facilmente che questa amministrazione non gode più di alcuna fiducia non solo tra i cittadini ma anche tra gli operatori dello sport. Ma evidentemente l’esercizio del potere e lo stipendio sono sempre più forti rispetto la parola data, gli ideali e gli impegni programmatici presi nel 2016.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Guidonia Montecelio, inquinamento da rifiuti delle falde acquifere: al via il monitoraggio proposto da Arpa Lazio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Sindaco Barbet e l’assessore Correnti: “La salute dei cittadini al primo posto!”

Arriva ad una svolta la conferenza dei servizi sull’inquinamento della discarica dell’Inviolata. Nella seduta odierna, alla quale hanno partecipato tutti gli enti coinvolti, il gestore del sito ha accettato 
la proposta di inserire ulteriori 11 piezometri per il monitoraggio  sull’inquinamento delle falde acquifere, così come proposto dall’Arpa Lazio.

“Si tratta di un passo avanti importante – commentano il Sindaco Michel Barbet e l’Assessore all’Ambiente Antonio Correnti – che consentirà un più completo monitoraggio dello stato delle falde 
acquifere, verificandone la presenza di sostanze inquinanti, il loro contenimento all’interno dell’ex-discarica e l’eventuale fuoriuscita di questi ultimi dal perimetro della discarica stessa. È un risultato 
che porterà a conoscere con certezza lo stato di salute delle falde acquifere imprescindibile presupposto per procedere alla bonifica. La nostra Amministrazione lavora ponendo la salute dei cittadini al primo 
posto!”.

“Ora seguirà la fase di monitoraggio – concludono – che seguiremo con la massima attenzione e priorità, così da trovare soluzioni concrete e sostenibili al problema dell’inquinamento delle falde prodotte dalla 
discarica. A margine della conferenza dei servizi, inoltre, abbiamo ribadito la piena contrarietà dell’Amministrazione all’apertura del TMB in area vincolata”.

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, incidente ciclista. Polizia Locale: “Chiunque abbia informazioni ci contatti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Comandante della Polizia Locale del Comune di Fiano Romano (RM), in riferimento al sinistro stradale del 15.04.2021 soccorso tra le ore 9:00 e le ore 10:00 circa nel territorio comunale – via Sp12A Romana parte San Sebastiano ingresso innesto SS4 Dir – ove è rimasto gravemente ferito un ciclista, invita chiunque, abbia informazioni utili a presentarsi presso il Corpo di Polizia Locale – Piazza G. Matteotti n°7 o in alternativa a contattare il predetto ufficio al numero 0765 – 407269

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Cinque Stelle a tutti gli effetti un partito da prima Repubblica”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli

“È una vergogna che il partito degli onesti invece di fare mea culpa cerca di distogliere inutilmente l’attenzione cercando di coinvolgere l’unico partito (Fratelli d’Italia) che ha denunciato ciò che stava avvenendo alla Pisana. Dimostrano molta più intelligenza i politici del Partito Democratico che hanno silentemente iniziato le epurazioni e hanno la decenza di non uscire con false e calunniatrici dichiarazioni sulla stampa. Bracciano non conosce la persona assunta a febbraio 2021 (in data assolutamente non coincidente con le assunzioni in blocco alla Pisana e Comuni pentastellati come Guidonia). Si tratta di un soggetto risultato idoneo senza colori politici e che non è figlia o parente di nessuno, talmente “sconosciuta” che gli stessi Tellaroli e Persiano hanno evitato di palesare nome e cognome. Non è portaborse di nessuno. Il Comune ha attinto, in tempi non sospetti, all’unica graduatoria aperta nei dintorni al solo fine di razionalizzare le spese come prevede la legge. Riguardo Andrea Mori, anche su questo i Cinque Stelle hanno fatto un buco nell’acqua. Intanto è da mettere in chiaro che Mori ha un mero incarico di valutare i soli capi area del Comune di Bracciano e poi ho il piacere di informare i disinformati Tellaroli e Persiano che non appena siamo venuti a conoscenza della vicenda “concorsopoli” abbiamo provveduto a richiedere un parere all’Anac e contestualmente ad avviare la procedura di revoca dell’incarico allo stesso. Non solo Fratelli D’Italia è estranea a tutto questo ma torna a chiedere a gran voce l’annullamento della graduatoria di Allumiere e le dimissioni di tutti quei politici coinvolti nello scandalo. Tellaroli e Persiano si preoccupassero piuttosto di sapere come sta l’amico Devid Porrello anziché fare le solite imbarazzanti figure. I paladini della trasparenza dovranno assumersi le responsabilità delle loro azioni. Ma se non ne avranno il coraggio ci penserà comunque la magistratura. Così in una nota Armando Tondinelli, Sindaco di Bracciano

Continua a leggere

I più letti