Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, folla di persone si riversa in piazza contro amministrazione Anselmo: “Dimissioni subito”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – “Incapaci, incapaci” e poi ancora “dimissioni, dimissioni” e poi “a casa, a casa, a casa”. Messaggi chiarissimi quelli lanciati da una folla di persone contro l’amministrazione di Sabrina Anselmo che in corteo ha sfilato per tutto il centro del Paese.

Presenti davvero tantissimi cittadini di Anguillara Sabazia dai più giovani agli anziani e tutti gli ex amministratori, politici, rappresentanti di associazioni locali: “Eccoci, stiamo arrivando”.

Il lungo corteo di gente è arrivato strillando fin sotto il Comune: “Fuori, fuori, fuori!”.

È stato un corteo civico senza colori politici. La cittadinanza si è ribellata con tutto il fiato possibile, i fischietti in bocca e tantissimi cartelli che non lasciano più spazio a dubbi: si è rotta la rete di protezione che qualsiasi comunità ha rispetto gli amministratori cui ha dato fiducia.Ma dal tenore e partecipazione alla manifestazione si capisce che quel rapporto di fiducia è venuto a mancare.

“Uccisi i Comitati di Quartiere”, si legge in un grande striscione e tante le bandiere sventolate dal Comitato ‘Acqua Bene Comune’ che ha visto disatteso e infranto il più grande degli impegni assunti dall’Amministrazione Anselmo: far rimanere l’acqua bene Comune e non cedere la gestione a nessun gestore privato del servizio.

I cittadini sono apparsi stanchi perché ormai la città di Anguillara Sabazia è amministrata da tre anni da persone che hanno fatto tante promesse e non le hanno mantenute: “Vigna di Valle che poteva essere un fiore all’occhiello per la città è abbandonata”, “I salottini su viale Reginaldo Belloni li promettono da quando si sono insediati”, “neppure hanno l’umiltà di chiedere scusa”, “persone arroganti che devono andare a casa”.

Il video servizio di Silvio Rossi
In testa al corteo, con tanto di megafono in mano, il consigliere Fioroni, ma la folla era eterogenea, dagli ex comitati di quartiere, alle associazioni, ai cittadini di Ponton dell’Elce, frazione definita dai manifestanti “Landa desolata”.

Manciuria: “E’ stata la manifestazione dei cittadini”

“E’ stata la manifestazione dei cittadini che condanna la gestione fallimentare di questa politica del cambiamento senza se e senza ma. – Dichiara Sergio Manciuria presidente di AnguillaraSvolta – Che sia l’inizio di una rinascita – prosegue – per una città che merita molto di più degli incapaci ed inetti che si sono succeduti in questi trenta mesi . Con loro Anguillara ne esce come la classica borgata di periferia abbandonata e senza futuro per noi che ci abitiamo e per i giovani che desiderano coltivare il sogno di renderla vivibile”

Fioroni: “Inutili i tentativi di screditare questo evento”

“Non voglio sparare numeri a caso, ma c’è stata grande partecipazione, un corteo pacifico che ha però urlato a gran voce la volontà del nostro paese di dire basta a questo modo autoritario e arrogante di gestire la cosa pubblica.” Così su Fb il consigliere comunale Antonio Fioroni – 
Sono stati inutili i tentativi di screditare questo evento – ha proseguito Fioroni – attribuendo alla manifestazione un qualche simbolo politico, oggi tanti cittadini di ogni preferenza politica e non sono stati in prima fila a dimostrare il loro dissenso ed è a tutti i partecipanti che va il mio ringraziamento, senza di voi sarebbe stato tutto inutile. È stata una mattinata emozionante, ma è il momento di tornare a lavoro, firmare come opposizione la mozione di sfiducia e discuterla quanto prima in consiglio comunale, sperando che venga accolta perché oggi Anguillara ha sancito il suo verdetto: #DIMISSIONI”

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Guidonia, l’ennesima catastrofe grillina: pronta la stampella PD?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GUIDONIA (RM) – Giunta pentastellata in cerca di nuovi equilibri quella di Guidonia, dopo che a seguito dell’uscita di diversi consiglieri comunali dalla compagine di maggioranza non ci sono più i numeri per poter continuare a governare la città, E il primo cittadino, Michel Barbet, prossimo a vivere la stessa realtà fallimentare già vissuta dal sindaco di Genzano di Roma e dalla sindaca di Anguillara Sabazia dove l’esperienza M5s rappresenta solo il ricordo di vere e proprie catastrofi amministrative, si appella a un governo di responsabilità con le altre forze politiche. E a quanto pare a fare da stampella ai grillini arriverebbe il partito Democratico. Nicola Zingaretti si sarebbe infatti espresso a favore.

Duro il commento di Giovanna Ammaturo e di Mario Pozzi rispettivamente consigliere e coordinatore di Fratelli d’Italia che hanno parlato di ipocrisia come collante per restare attaccati alla poltrona. Il sindaco Barbet nel corso di un incontro istituzionale era stato invitato da Ammaturo a prendere atto della disfatta quindi a restituire ai cittadini il diritto a tornare alle urne.

“Dopo 11 assessori, 2 consiglieri passati alla opposizione, 2 consiglieri pronti a votare con la meteoropatia, o per dire meglio a convenienza, 3 dimissionari, Barbet prenda atto e ritorni a lavorare. – Ha detto Giovanna Ammaturo – FdI  non fa appelli. – prosegue la consigliera di FdI – dopo 208 interrogazioni, 4 denuncie alla magistratura ordinaria, 5 alla Procura della Corte dei Conti, 2 al Prefetto ed una alla ASL, mille interventi tra cui il primo negato dalla maggioranza Barbet di istituire una commissione di inchiesta sulle passate legislature pregresse, riteniamo di aver utilizzato gli strumenti che la democrazia permette all’opposizione per persuadere la maggioranza alla concretezza. Faccio richiesta pubblica – conclude Ammaturo –  ai consiglieri di opposizione e di maggioranza, quella che è rimasta, di mandare a casa il sindaco Barbet e le sue fallite promesse”.

La certezza, per ora, è che il futuro amministrativo della città dovrà attendere l’esito delle trattative tra i vertici del partito democratico e quelli del M5S.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, sanificati i punti strategici della città: Museo Civico, centro anziani, biblioteca comunale, giardini pubblici e aree gioco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Sanificato il Museo Civico, il centro anziani, la biblioteca comunale, i giardini pubblici e le aree gioco per i bambini. Una operazione finalizzata a rendere sicuri sotto l’aspetto igienico – sanitario diversi luoghi pubblici di Bracciano.

Non è la prima sanificazione che viene effettuata nella città ma una prosecuzione di una attività iniziata con l’emergenza covid – 19

Bracciano già da diverso tempo ormai registra zero positivi al coronavirus, una città senza contagi anche grazie alla costante attenzione dell’amministrazione e delle varie sinergie e collaborazioni sul territorio: “Ieri – ha detto il Sindaco Armando Tondinelli – gli artiglieri del Reggimento Addestrativo del Comando Artiglieria hanno concluso una intensa attività di sanificazione e a nome della comunità di Bracciano li ringraziamo sentitamente per l’egregio lavoro svolto con squadre altamente qualificate”.

Due squadre di disinfettori, dotati dei Dispositivi di Protezione Individuale previsti, sono state impiegate dal 25 giugno 2020, su richiesta del Comune di Bracciano, per condurre l’igienizzazione di ambienti interni ed esterni come il Centro Anziani, il Museo Civico, la Biblioteca comunale e sei parchi pubblici.

La sanificazione è stata condotta in linea con le direttive emanate dall’Istituto Superiore della Sanità discendenti dalla linee guida dell’OMS. In particolare, le superfici esterne sono state trattate mediante l’utilizzo di atomizzatori di grande e piccola capacità con una soluzione detergente distribuita in modo uniforme, tale da raggiungere il suolo per caduta non sollevando polvere o aerosol.

Per gli interni, invece (circa 30 locali tra aree comuni, sale d’attesa e servizi igienici), sono stati adoperati atomizzatori spalleggiabili a bassa pressione, in grado di nebulizzare una soluzione di perossido di idrogeno 0,5%.

L’ultima attività in ordine temporale è stata quella svolta presso la Biblioteca Comunale, punto di ritrovo per molti studenti braccianesi, dagli alunni delle scuole elementari agli universitari, luogo in cui si è recato il Comandante del Comando Artiglieria, Generale di Brigata Fabio Giambartolomei, per porgere un saluto agli assetti impiegati e ringraziarli per il lavoro svolto.

Il Comandante ha voluto, inoltre, evidenziare come l’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese abbia rafforzato lo spirito di solidarietà tra la componente militare e civile, sottolineando quanto sarà importante mantenere questa sinergia anche in future, per consolidare tutte quelle possibili forme di cooperazione necessarie a soddisfare le esigenze della collettività e del Paese in modo più efficace e proficuo.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, quattro appuntamenti da non perdere per gli appassionati di vela e windsurf

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – “Vieni a provare la vela sul lago di Bracciano” è l’iniziativa che si terrà a Bracciano i prossimi 11 e 25 luglio per avvicinarsi, nell’incantevole scenario del lago di Bracciano, alla vela e alle attività in acqua seguiti da istruttori della Federazione Italiana Vela.

Una grande opportunità per tutti ed in particolare per ragazze e ragazzi dagli 8 ai 18 anni per mettersi alla prova divertendosi nella vela, nel windsurf e nello stand up in modo del tutto gratuito. Nell’ambito del calendario Tesori Naturali Giovani del Parco di Bracciano-Martignano, finanziato dalla Regione Lazio.

Quattro appuntamenti suddivisi in due giornate

Obbligatoria solo la prenotazione con segnalazione del nome, dell’età e della data ed orario ovvero 11 luglio mattina inizio ore 9.30, 11 luglio pomeriggio inizio ore 15; 25 luglio mattina inizio 9.30; 25 luglio pomeriggio inizio ore 15. Ogni turno è riservato a massimo 15 partecipanti. Si tratta di una iniziativa che mira a promuovere in special modo nei giovanissimi la passione per le attività veliche e per le altre discipline sportive che animano il lago, cuore del Parco di Bracciano-Martignano.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Culturale Sabate che opera dal 1992 per la promozione turistica del lago di Bracciano, la salvaguardia degli usi e costumi locali e che gestisce Il Museo Della Civiltà Contadina e della Cultura Popolare “Augusto Montori” di Anguillara Sabazia in collaborazione con il Circolo Velico Planet Sail Bracciano, che ha organizzato sul lago di Bracciano il Campionato del Mondo di 470 nel 2016 e nel 2018.

Il programma dell’11 e del 25 luglio

Mattina

Ore 9.30 – Introduzione alle risorse turistico-culturali del territorio a cura dell’Associazione Culturale Sabate – Il Parco di Bracciano-Martignano: storia e natura dell’area protetta.
Ore 10 – Inizio attività. Prove individuali in acqua in barca a vela, windsurf e sup con istruttori Federazione Italiana Vela. A rotazione i ragazzi potranno sperimentarsi nelle singole discipline sportive.
Ore 13 – Termine attività.

Pomeriggio

Ore 15 – Introduzione alle risorse turistico-culturali del territorio a cura del presidente dell’Associazione Culturale Sabate Il Parco di Bracciano-Martignano: flora e fauna dell’area protetta.
Ore 16 – Inizio attività. Prove individuali in acqua in barca a vela, windsurf e sup con istruttori Federazione Italiana Vela. A rotazione i ragazzi potranno sperimentarsi nelle singole discipline sportive.
Ore 19 – Termine attività.

Continua a leggere

I più letti