Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, incontro con il Commissario prefettizio: secco no di FdI a mega cimitero, passaggio Acea e rinnovo containers scolastici

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Enrico Serami, portavoce di Fratelli d’Italia ad Anguillara Sabazia fa il punto sull’incontro voluto dal Commissario prefettizio con tutte le forze politiche della città. Un incontro definito da Serami “all’insegna della franchezza e dello spirito di collaborazione in questo momento di difficoltà che il paese sta affrontando”.

Nel corso del confronto il Commissario prefettizio ha voluto analizzare insieme ai vari rappresentanti della politica cittadina le criticità che Anguillara Sabazia dovrà affrontare prima di tornare alle urne per eleggere il nuovo governo locale.

Per Serami alcune decisioni non possono essere procrastinate, mentre altre potrebbero essere certamente congelate in attesa che una “amministrazione legittimata dalla volontà popolare possa assumersi la responsabilità di scelte che in un senso o nell’altro ricadranno sulle teste dei Cittadini”.

Serami fa un chiaro riferimento alla questione Cimitero e al passaggio ad ACEA nella gestione delle rete idrica.

“Riguardo al primo, sollecitati ad esprimere un’opinione riguardo la ormai nota carenza di spazi per tumulazione e sepoltura che ha spinto addirittura alla “requisizione” di loculi concessi ma non ancora occupati, – ha detto il portavoce del partito della Meloni – abbiamo suggerito di percorrere la strada della costruzione per Lotti, che parta però dall’ampliamento dell’esistente e continui con la costruzione del nuovo. Mostrandoci comunque contrari a qualsiasi ipotesi di “Mega Cimitero. Sul passaggio ad ACEA – ha proseguito Serami – come sempre, continuiamo a ritenere l’acqua un bene comune non negoziabile e rifiutiamo l’idea che gli esiti di un referendum popolare vengano sacrificati sull’altare degli interessi dei grandi gruppi industriali. Anche su questo tema vorremmo dunque che sia una forza politica regolarmente eletta ad assumersi le responsabilità, in un senso o nell’altro del passaggio della gestione idrica”.

Altro tema affrontato e chiaramente non differibile per la città di Anguillara è quello delle scuole.

“La posizione di Fratelli d’Italia – ha detto il referente sabatino per FdI – è stata chiara e netta come da comunicazioni protocollate nei mesi precedenti: approfondire in LC3 le relazioni tecniche sui plessi scolastici a partire dal plesso di via Verdi ed in conseguenza di queste assumere le dovute decisioni coinvolgendo tutti gli enti sovracomunali interessati. No assoluto al rinnovo del noleggio dei container ed approfondimento di tutto l’iter dell’appalto degli stessi. Siamo consapevoli che la riapertura delle scuole dovrà avvenire in sicurezza e tranquillità per tutti e dunque crediamo che quel tipo di struttura non sia assolutamente idonea allo scopo. E’ necessario dunque, nel caso in cui le relazioni tecniche confermino l’inutilizzo di alcuni plessi adoperarsi in altra maniera e riteniamo che sul mercato esistano soggetti in grado di fornire moduli scolastici propriamente detti a prezzi inferiori rispetto ai container da cantiere forniti.

Nel corso dell’incontro si è poi parlato di altre tematiche non meno importanti per la Città di Anguillara “soprattutto – ha proseguito Serami -per dare risposte concrete alle numerose istanze che ci provengono da cittadini, associazioni, commercianti e categorie. Abbiamo parlato della stagione turistica alle porte e delle proposte inoltrate dalle Associazioni dei Balneari (Belloni, Vigna di Valle e Martignano) invitando il Commissario ad incontrare alcuni loro rappresentanti per cercare una soluzione ai tanti punti di domanda sulla stagione estiva, di Martignano e della sua accessibilità vista la difficoltà a prevedere quest’anno il servizio di bus navetta, dei Commercianti e delle proposte arrivate da alcuni architetti locali per la riorganizzazione della viabilità e rivisitazione delle concessioni di suolo pubblico in favore degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande quali bar e ristoranti. Abbiamo discusso del congelamento delle imposte comunali e delle tariffe, come accaduto in altri comuni, almeno fino a fine anno sul quale abbiamo riscontrato la disponibilità del Commissario a cercare insieme agli uffici la soluzione più consona nel rispetto delle norme e degli equilibri di bilancio. Ci siamo confrontati sui Servizi Sociali in generale e della difficile situazione di numerose famiglie in questa fase di emergenza, con alcune specifiche preoccupazioni giunte a noi da famiglie con persone disabili a carico: dopo aver riconosciuto lo straordinario lavoro posto in essere dall’intera Area dei Servizi Sociali e riscontrato come alcune criticità segnalate fossero già state affrontate e risolte nelle more dell’approvazione del Piano Regionale Territoriale, abbiamo portato l’istanza di diverse famiglie con bambini disabili affinché con il coinvolgimento determinante delle istituzioni scolastiche si possa prevedere (in ottica della futura riapertura scolastica “a turni”) un piano didattico che limiti le attività online per i bambini disabili in favore delle attività in presenza: in una situazione come questa il distanziamento sociale, che potrebbe essere percepita come esclusione, può rappresentare un ulteriore carico psicologico difficile da gestire anche per le famiglie.

Possiamo certamente affermare – ha concluso Serami – di aver avuto un colloquio franco e costruttivo, sebbene in alcuni aspetti distanti nelle convinzioni, e non possiamo che ringraziare il Dott. Caroli per la disponibilità concessaci e gli impegni assunti per il bene della Città. Ci siamo infine congedati ribadendo il nostro impegno per la difesa degli interessi della Comunità mettendoci a disposizione per ulteriori approfondimenti e proposte”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Guidonia Montecelio, preferisce il carcere alla convivenza con la moglie

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Il militare di servizio alla Caserma della Tenenza Carabinieri di Guidonia Montecelio, nella serata di ieri, ha creduto, per un attimo, di essere vittima di uno scherzo, quando un cittadino albanese di 30 anni, già conosciuto poiché agli arresti domiciliari per pregressi reati, si era appena presentato in caserma chiedendo di poter essere accompagnato in carcere.

Il 30enne ha spiegato ai militari di non essere più in grado di reggere la convivenza forzata con la moglie e, quindi, esasperato dalla situazione, ha preferito evadere presentandosi spontaneamente dai Carabinieri per chiedere di scontare la sua pena dietro alle sbarre.

I militari hanno “esaudito” il suo desiderio, arrestandolo con l’accusa di evasione, e l’Autorità Giudiziaria, informata sulla situazione, ha disposto il trasferimento in carcere.

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia, tenta estorsione in un bar: “Dammi i soldi o spacco tutto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA (RM) – I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Tivoli hanno arrestato un 34enne italiano per violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Nel corso di alcuni controlli del territorio i militari hanno ricevuto una segnalazione e sono intervenuti presso la centralissima Via Roma di Guidonia, dove era stata segnalata una aggressione da parte di un uomo nei confronti del titolare di un esercizio commerciale. I militari una volta giunti sul posto hanno trovano un uomo, visibilmente alterato, che alla loro vista ha iniziato ad inveire e a minacciarli per poi aggredirli fisicamente ma, al termine della colluttazione l’uomo è stato ammanettato. Subito dopo si è avvicinato il titolare che, con il volto tumefatto ha raccontato ai militari che il 34enne era entrato all’interno del suo esercizio commerciale chiedendo dei soldi minacciandolo che, se non glieli avesse dati, l’avrebbe ucciso e avrebbe distrutto il bar.

Il 34enne, quindi, una volta arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria verso cui dovrà rispondere di violenza e minaccia a pubblico ufficiale oltre che di tentata estorsione.

Continua a leggere

Metropoli

Monterotondo, violento pestaggio in centro: identificato l’autore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

MONTEROTONDO (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, a parziale conclusione di una serrata indagine condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica di Tivoli, hanno individuato il presunto autore dell’aggressione consumatasi a Monterotondo, in pieno centro storico, la sera del 12 ottobre scorso: quella sera un giovane del posto di appena 21 anni fu trovato da alcuni passanti per terra nei pressi del teatro Ramarini, con il volto tumefatto e quasi privo di sensi.

Solo dopo il successivo intervento del 118 che lo aveva trasportato con l’elisoccorso presso l’Ospedale Gemelli di Roma con prognosi riservata, i carabinieri della Stazione di Monterotondo, allertati dallo stesso 118 e coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno iniziato quella stessa sera a raccogliere ogni elemento utile a ricostruire l’accaduto, con un’indagine in salita dunque, mancando, nell’immediatezza dei fatti, eventuali testimoni dell’accaduto disponibili a collaborare.

I Carabinieri sono così arrivati all’individuazione del presunto violento aggressore, un altro giovane del posto, di appena 4 anni più grande della vittima, deferito alla Procura della Repubblica di Tivoli.

Le indagini tuttavia continueranno poiché la Procura di Tivoli ha chiesto ai Carabinieri di Monterotondo di ricostruire l’intera dinamica dell’accaduto e comprendere le ragioni sottese al violento episodio, con la vittima tuttora ricoverata pur migliorando quotidianamente le sue condizioni.

Continua a leggere

I più letti