Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, incontro con il Commissario prefettizio: secco no di FdI a mega cimitero, passaggio Acea e rinnovo containers scolastici

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Enrico Serami, portavoce di Fratelli d’Italia ad Anguillara Sabazia fa il punto sull’incontro voluto dal Commissario prefettizio con tutte le forze politiche della città. Un incontro definito da Serami “all’insegna della franchezza e dello spirito di collaborazione in questo momento di difficoltà che il paese sta affrontando”.

Nel corso del confronto il Commissario prefettizio ha voluto analizzare insieme ai vari rappresentanti della politica cittadina le criticità che Anguillara Sabazia dovrà affrontare prima di tornare alle urne per eleggere il nuovo governo locale.

Per Serami alcune decisioni non possono essere procrastinate, mentre altre potrebbero essere certamente congelate in attesa che una “amministrazione legittimata dalla volontà popolare possa assumersi la responsabilità di scelte che in un senso o nell’altro ricadranno sulle teste dei Cittadini”.

Serami fa un chiaro riferimento alla questione Cimitero e al passaggio ad ACEA nella gestione delle rete idrica.

“Riguardo al primo, sollecitati ad esprimere un’opinione riguardo la ormai nota carenza di spazi per tumulazione e sepoltura che ha spinto addirittura alla “requisizione” di loculi concessi ma non ancora occupati, – ha detto il portavoce del partito della Meloni – abbiamo suggerito di percorrere la strada della costruzione per Lotti, che parta però dall’ampliamento dell’esistente e continui con la costruzione del nuovo. Mostrandoci comunque contrari a qualsiasi ipotesi di “Mega Cimitero. Sul passaggio ad ACEA – ha proseguito Serami – come sempre, continuiamo a ritenere l’acqua un bene comune non negoziabile e rifiutiamo l’idea che gli esiti di un referendum popolare vengano sacrificati sull’altare degli interessi dei grandi gruppi industriali. Anche su questo tema vorremmo dunque che sia una forza politica regolarmente eletta ad assumersi le responsabilità, in un senso o nell’altro del passaggio della gestione idrica”.

Altro tema affrontato e chiaramente non differibile per la città di Anguillara è quello delle scuole.

“La posizione di Fratelli d’Italia – ha detto il referente sabatino per FdI – è stata chiara e netta come da comunicazioni protocollate nei mesi precedenti: approfondire in LC3 le relazioni tecniche sui plessi scolastici a partire dal plesso di via Verdi ed in conseguenza di queste assumere le dovute decisioni coinvolgendo tutti gli enti sovracomunali interessati. No assoluto al rinnovo del noleggio dei container ed approfondimento di tutto l’iter dell’appalto degli stessi. Siamo consapevoli che la riapertura delle scuole dovrà avvenire in sicurezza e tranquillità per tutti e dunque crediamo che quel tipo di struttura non sia assolutamente idonea allo scopo. E’ necessario dunque, nel caso in cui le relazioni tecniche confermino l’inutilizzo di alcuni plessi adoperarsi in altra maniera e riteniamo che sul mercato esistano soggetti in grado di fornire moduli scolastici propriamente detti a prezzi inferiori rispetto ai container da cantiere forniti.

Nel corso dell’incontro si è poi parlato di altre tematiche non meno importanti per la Città di Anguillara “soprattutto – ha proseguito Serami -per dare risposte concrete alle numerose istanze che ci provengono da cittadini, associazioni, commercianti e categorie. Abbiamo parlato della stagione turistica alle porte e delle proposte inoltrate dalle Associazioni dei Balneari (Belloni, Vigna di Valle e Martignano) invitando il Commissario ad incontrare alcuni loro rappresentanti per cercare una soluzione ai tanti punti di domanda sulla stagione estiva, di Martignano e della sua accessibilità vista la difficoltà a prevedere quest’anno il servizio di bus navetta, dei Commercianti e delle proposte arrivate da alcuni architetti locali per la riorganizzazione della viabilità e rivisitazione delle concessioni di suolo pubblico in favore degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande quali bar e ristoranti. Abbiamo discusso del congelamento delle imposte comunali e delle tariffe, come accaduto in altri comuni, almeno fino a fine anno sul quale abbiamo riscontrato la disponibilità del Commissario a cercare insieme agli uffici la soluzione più consona nel rispetto delle norme e degli equilibri di bilancio. Ci siamo confrontati sui Servizi Sociali in generale e della difficile situazione di numerose famiglie in questa fase di emergenza, con alcune specifiche preoccupazioni giunte a noi da famiglie con persone disabili a carico: dopo aver riconosciuto lo straordinario lavoro posto in essere dall’intera Area dei Servizi Sociali e riscontrato come alcune criticità segnalate fossero già state affrontate e risolte nelle more dell’approvazione del Piano Regionale Territoriale, abbiamo portato l’istanza di diverse famiglie con bambini disabili affinché con il coinvolgimento determinante delle istituzioni scolastiche si possa prevedere (in ottica della futura riapertura scolastica “a turni”) un piano didattico che limiti le attività online per i bambini disabili in favore delle attività in presenza: in una situazione come questa il distanziamento sociale, che potrebbe essere percepita come esclusione, può rappresentare un ulteriore carico psicologico difficile da gestire anche per le famiglie.

Possiamo certamente affermare – ha concluso Serami – di aver avuto un colloquio franco e costruttivo, sebbene in alcuni aspetti distanti nelle convinzioni, e non possiamo che ringraziare il Dott. Caroli per la disponibilità concessaci e gli impegni assunti per il bene della Città. Ci siamo infine congedati ribadendo il nostro impegno per la difesa degli interessi della Comunità mettendoci a disposizione per ulteriori approfondimenti e proposte”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Anguillara Sabazia, città pronta a rinascere dopo il fallimento M5s: grande attesa per lo spoglio elettorale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Inizierà domani mattina lo spoglio delle schede elettorali e per la città di Anguillara Sabazia, che supera i 15 mila abitanti (arriva a 20 mila), si potrebbe arrivare al ballottaggio i prossimi 4 e 5 ottobre.

A dominare la scena è un clima di totale incertezza e difficoltà nel capire chi dei quattro candidati giungerà alla sfida finale. Alle 15 di oggi l’affluenza alle urne è stata del 67,41 per cento.

Una cittadina adagiata sul lago di Bracciano dove a sfidarsi sono l’avvocato Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), l’imprenditore Michele Cardone (PD/Sinistra in Comune e una civica), l’avvocato Francesco Falconi (lista civica) e il geometra Sergio Manciuria (due liste civiche).

Le amministrative, secondo scadenza naturale, si sarebbero dovute tenere  a primavera del prossimo anno ma l’implosione politica del governo Cinque Stelle guidato da Sabrina Anselmo ha portato alla sfiducia del sindaco e conseguente commissariamento dell’Ente.

Ora Anguillara è in ginocchio con grosse criticità da risolvere: periferie in degrado e strade piene di buche, marciapiedi dissestati, emergenza cimitero, piano regolatore ancora da approvare, nessuna programmazione turistica e scuole che cadono a pezzi con un plesso dichiarato inagibile e i ragazzi costretti a fare lezione nei container.

Continua a leggere

Castelli Romani

Comuni al voto in provincia di Roma: alle 23 affluenza alle urne intorno al 50 per cento

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne che sale intorno al 50% quella che si registra nei comuni della provincia di Roma che vanno al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali. Dato più basso quello di Rocca di Papa con il 47,13% di votanti mentre il più alto quello di Colleferro con il 54,92%.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma delle ore 23

Albano Laziale alle 23 ha registrato una affluenza del 50,57 per cento

Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia alle 23 ha registrato 50,68 per cento

Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa alle 23 ha registrato 47,13 per cento

Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia alle 23 ha registrato una affluenza del 49,61 per cento

Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma con 48,58 per cento di affluenza alle 23

Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo alle 23 registra una affluenza del 47,68 per cento

Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro alle 23 ha raggiunto il 54,92 per cento di affluenza

Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina alle 23 registra una affluenza del 52,97 per cento

Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

Castelli Romani

Comunali, affluenza al voto ore 19: in provincia di Roma quasi il 40% degli elettori si reca alle urne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne intorno al 40% quella che si registra nei comuni della provincia di Roma che vanno al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali. Dato più basso quello di Rocca di Papa con il 35,61% di votanti mentre il più alto quello di Colleferro con il 41,86%.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma delle ore 19

Albano Laziale alle 19 ha registrato una affluenza del 37,15 per cento

Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia alle 19 ha registrato 38,71 per cento

Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa alle 19 ha registrato 35,61 per cento

Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia alle 19 ha registrato una affluenza del 37,55 per cento

Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma con 38,44 per cento di affluenza alle 19

Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo alle 19 registra una affluenza del 36,87 per cento

Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro ha raggiunto il 41,86 per cento di affluenza

Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina alle 19 registra una affluenza del 38,86 per cento

Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

I più letti