Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, Italia Viva sposa il progetto di recupero spazi pubblici e di introduzione di modifiche alla viabilità

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Gli Architetti Matteo Brancaleoni, Ruzbeh Ghofranian e Stefano Mondati hanno inviato il “Piano Straordinario per l’Occupazione del Suolo Pubblico” a tutte le forze politiche, alla ProLoco ed alla Associazione Commercianti di Anguillara Sabazia in modo che potranno proporlo nei prossimi giorni, qualora condiviso, al Commissario Dott. G. Caroli, con l’auspicio che tutti si facciano carico di quella che viene ritenuta come una necessità dei ristoratori e degli utenti di Anguillara Sabazia.

Si tratta di un progetto a sostegno delle attività ristorative, grazie al recupero di spazi pubblici e all’introduzione di modifiche alla viabilità che ha subito trovato il sostegno di Italia Viva.

“Sarà nostra intenzione, in qualità di forza politica, sostenerlo e riproporlo al Commissario. Grazie ai professionisti per lo straordinario contributo”. Ha detto Benedetta Onori portavoce del partito di Renzi ad Anguillara Sabazia.

A spiegare di cosa si tratta sono gli stessi architetti che in una nota condivisa hanno illustrato il progetto


“Salve a tutti,
abbiamo il piacere e la volontà di condividere il nostro lavoro con tutte le realtà politiche ed associazionistiche di Anguillara che ci sono venute in mente. Se abbiamo dimenticato qualcuno ci scusiamo con loro e preghiamo voi di inoltrarlo per nostro conto.

Quello che vi inviamo é un “Piano Straordinario per l’Occupazione di Suolo Pubblico”, redatto da un estratto del nostro Progetto Preliminare di Mobilità Dolce chiamato -ASCS Anguillara Sabazia Città Sostenibile-, già recepito dal Comune di Anguillara Sabazia e che molti di voi conoscono perché frutto di un lavoro di costante affinamento, ormai quasi decennale e che, in diversi momenti, vi ha visto nostri interlocutori.

Il “Piano Straordinario per l’Occupazione di Suolo Pubblico” prevede l’individuazione ed il recupero di spazi pubblici da destinare alle attività ristorative della zona più centrale di Anguillara, attraverso l’introduzione di locali modifiche alla viabilità, già previste nel nostro preliminare (ASCS – Anguillara Sabazia Città Sostenibile) e che verrebbero realizzate con segni a terra (costo 0) in forma di ‘sperimentazione viabilità’. Queste procedure sono una realtà già ampiamente collaudata in gran parte delle città e dei centri nord europei ed italiani.

Il Piano é da intendersi come una misura di sostegno straordinaria – perché limitata a questa stagione, caratterizzata dalla convivenza con il virus Covid19 – che permetterebbe ai ristoratori di Anguillara di disporre di maggiore spazio pubblico da destinare ai tavoli per il consumo all’aperto, appena questo sarà consentito. Dunque un’agevolazione pubblica a questa categoria già così gravemente colpita dalla quarantena forzata e che, dovendo aumentare le distanze tra i tavoli, si troverebbe oggi ulteriormente penalizzata se non le venisse concesso questo ragionevole aumento di spazio. Questi esercenti svolgono un servizio alla comunità e non crediamo che sia sulle loro spalle che debbano pesare questi ulteriori adempimenti.

Ci auguriamo che la Politica faccia la sua parte e che si faccia portavoce di questa necessità.
Vi forniamo dunque degli elaborati del Piano, che abbiamo cercato di rendere intuitivi da comprendere e da riproporre quanto prima al Commissario Straordinario, con l’auspicio che vi permettano di avanzare proposte, anche economiche, riguardo le modalità di applicazione del Piano, o di soluzioni che vadano in questa direzione.

Ovviamente restiamo a disposizione di tutte le realtà che abbiano interesse e voce in merito alla proposta.
Saluti,
ASCS – Anguillara Sabazia Città Sostenibile

ARCHITETTI
Matteo Brancaleoni
Ruzbeh Ghofranian
Stefano Mondati”

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Fiano Romano, ecco perché il Sindaco Ferilli si candida a Consigliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sindaco Ferilli, il suo impegno con Fiano Romano finisce a Ottobre con le prossime elezioni?
Assolutamente no. Sono candidato Consigliere a sostegno della lista civica Fiano 2030 di Davide Santonastaso. Dopo 10 anni alla guida di una comunità che è cresciuta facendo diventare Fiano appetibile come vivibilità ed economia, mi metto nuovamente al servizio della collettività.

Perché la scelta di candidarsi ancora? Perché la mia dedizione per la nostra Fiano non ha certo una scadenza temporale, io voglio continuare a far crescere la nostra città, a creare nuove opportunità per i giovani, proseguendo insieme a Davide un percorso fatto di passi, di scelte, azioni intraprese sempre seguendo il criterio del buon padre di famiglia.

Come giudica questa campagna elettorale? Non facile ma con l’abbraccio di tante persone che condividono i nostri valori e il nostro agire con lealtà, trasparenza, dedizione. È facile giocare con le parole ma più complesso confrontarsi con i fatti, lo capisco. Detto questo io penso alla nostra squadra e al prossimo ambizioso progetto che abbiamo per Fiano.

Qual’é l’obiettivo principale del programma di lista e ciò che intende realizzare?
A costo di essere ripetitivo ribadisco l’importanza di dare nuove opportunità ai giovani anche attraverso la prosecuzione di costruzione di una salda rete sociale e l’incentivazione di moduli formativi che si adattino alle opportunità di lavoro anche e soprattutto nel comparto turistico, informatico e che valorizzi il made in Italy e l’artigianato. Vogliamo come lista proseguire il cammino virtuoso intrapreso che permette a Fiano di distinguersi per servizi, accoglienza e appetibilità. Chi passa a Fiano spesso se ne innamora e ci rimane a vivere.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Riduzioni di quasi il 50% per le attività penalizzate dalla pandemia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Le attività produttive di Bracciano obbligate a chiudere a seguito dei provvedimenti governativi dei mesi scorsi godranno di uno sgravio.
A beneficio del tessuto economico produttivo maggiormente colpito dalla grave situazione emergenziale derivante dalla pandemiada covid 19, arriva una ulteriore misura:”Abbiamo voluto introdurre una riduzione del 45,8% – ha dichiarato il Sindaco Armando Tondinelli- da applicare alla parte fissa e alla parte variabile delle tariffe delle utenze non domestiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività. Porteremo questa proposta giovedì, nella prossima seduta di Consiglio Comunale per l’approvazione. Ad esempio, ridurre la tassa a quelle attività che di rifiuti, a causa del lockdown, ne ha prodotti pochissimi, è un atto doveroso e importante per dare una risposta concreta alle attività penalizzate dalla pandemia”.
Gli sconti saranno previsti per utenze non domestiche (attività produttive). 

Continua a leggere

Metropoli

Martignano, torna l’incubo incendi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Un altro episodio che ha compromesso la vegetazione intorno a uno degli specchi d’acqua più suggestivi del Lazio. In fiamme l’area naturale intorno al lago di Martignano, nel comune di Anguillara Sabazia. Un grosso incendio ha l’ambito la pineta e la vegetazione seminando il panico tra le persone che si trovavano lì per trascorrere una giornata di relax a pochi passi da Roma. Si tratta dell’ennesimo incendio di sterpaglie che ogni anno di questa stagione si ripete. I vigili del fuoco di Bracciano sono intervenuti subito, allertati dalle persone sul posto, e sono rimasti per diverse ore. Le fiamme si erano ormai estese troppo.
Visto le dimensioni dell’incendio il direttore delle operazioni di soccorso ha ritenuto necessario l’intervento del canadair e di un elicottero.
I soccorsi sono da subito intervenuti in massa, uno spiegamento di forze al lavoro: il Dos dei vigili del fuoco con l’autobotte, i carabinieri Forestali, Avab Bracciano, Protezione civile di Anguillara e Bracciano e sorvolo degli elicotteri. Giovedì pomeriggio è iniziato il tam tam di commenti sui social: “È da ormai l’ora di pranzo – scrive Valerio Palmieri del meteo Anguillara Sabazia pubblicando le foto su Facebook- che è attivo un vasto incendio nella zona del Lago di Martignano, nelle ultime ore purtroppo anche la pineta ha iniziato a bruciare, in azione i vigili del fuoco e la protezione civile supportati dall’alto da un Canadair”. Enrico Fiorucci commenta nel popoloso gruppo Save Anguillara: “Martignano sta andando di nuovo a fuoco – scrive – e nessuno ancora prende provvedimenti. Aspettiamo che succeda qualcosa di irreparabile? E con questo è il terzo incendio grave in pochi giorni”.

( Foto Facebook Valerio Palmieri Meteo Anguillara Sabazia)

Continua a leggere

I più letti