Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, niente scuola nei container: arrivano Carabinieri, Asl e Vigili del Fuoco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 4 minuti
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Stamattina i circa 400 studenti di via Duca degli Abruzzi ad Anguillara Sabazia non hanno potuto iniziare le lezioni nei nuovi container che non sono stati ritenuti “pronti” dai genitori ad accogliergli. Perché? Perché quando è suonata la campanella e le famiglie sono entrate nelle classi per controllare se tutto fosse a posto, hanno trovato le classi con l’acqua a terra, infiltrazioni e problemi vari.

Eppure poco prima avevano avuto rassicurazioni dal delegato alla Scuola Massimiliano De Rosa che non vi fossero motivi ostativi all’ingresso

La realtà si è presentata diversa sotto agli occhi dei genitori che hanno portato i loro figli a casa e hanno richiesto l’intervento di carabinieri, Asl e vigili del fuoco. Questo quanto successo stamattina, una giornata che avrebbe dovuto segnare per i ragazzi un inizio di anno scolastico, seppur con una settimana di ritardo.

Il sindaco Sabrina Anselmo aveva promesso che i container sarebbero stati pronti per il 23 settembre, ma così non è stato

La sindaca, a maggio scorso, ha dichiarato il plesso di via Verdi inagibile e ha scelto di affittare dei moduli scolastici per oltre 800 mila euro l’anno comprese le spese accessorie. I moduli prefabbricati sono stati montati con enorme ritardo e con molti problemi di carattere burocratico e strutturale.

Duro l’intervento di Sergio Manciuria, presidente di AnguillaraSvolta e padre di una alunna della quinta elementare

“Anziché trovare una scuola – dichiara Manciuria – abbiamo trovato un cantiere. Bastava aspettare un’altra settimana scusandosi umilmente con i genitori e prendere atto che ad oggi non ci sono le condizioni per una frequentazione all’insegna della sicurezza: non vorrei essere nei panni dei tecnici che hanno sottoscritto le certificazioni di Agibilità con i lavori in corso. In tutta la vicenda di stamani che ha visto i genitori chiamare in sequenza Carabinieri ASL e Vigili del Fuoco per avere garanzie sono state le parole del delegato alla Scuola – Massimiliano De Rosa Ndr. – che trincerandosi dietro ad un pezzo di carta ha dichiarato che i bambini potevano entrare perché collaudata negando l’evidenza e addossando responsabilità proprie al 205esimo Circolo al quale va il personale ringraziamento per essersi opposto a tale indecenza. E pensare che i Grillini hanno fatto la loro fortuna elettorale sulla scuola e manifestando contro l’ex amministrazione Pizzorno per cose molte meno serie tipo la “pappa col pomodoro” indigesta ai propri figli. Ora, credo – prosegue Manciuria – che oltre il controllo della documentazione che auspico pubblicata oggi stesso per intero sul sito comunale si prenda atto dell’irresponsabilità di questa compagine di governo che avrebbe fatto accedere comunque i bambini ad ogni costo pur di mantenere la data del 23″.

La nota diramata dalla Dirigente Scolastica Paola Di Napoli

“In seguito all’intervento della ASL richiesto da alcuni genitori e avvenuto nel corso della mattinata, intervento motivato da perplessità emergenti circa l’effettiva idoneità all’apertura della struttura di Via Duca degli Abruzzi, è stato richiesto all’amministrazione comunale di provvedere alla sistemazione di alcuni ambienti che presentano delle criticità, collegate, in particolare, ad alcuni bagni, alcune porte antipanico, alcune infiltrazioni presenti. Nel momento in cui l’amministrazione comunale confermerà la messa a punto di quanto richiesto dalla ASL verrà effettuata un’ispezione nella struttura di Via Duca degli Abruzzi alla presenza, oltre che dell’amministrazione comunale e della ASL, anche della Dirigente Scolastica Paola Di Napoli, della collaboratrice Rosanna Falconetti e del Presidente del Consiglio di Circolo Andrea Capanna. Al buon esito dell’ispezione seguirà l’apertura della struttura con conseguente passaggio di consegne della stessa dall’amministrazione comunale alla scuola. Si comunica che l’ispezione di cui sopra è stata già richiesta dall’amministrazione comunale alla ASL per le 19 di questa sera. Qualora ciò dovesse essere confermato, la scrivente si impegna a diffondere con tutti i mezzi disponibili, compreso apposito comunicato sul sito, il risultato dell’ispezione che, se positivo, porterà all’apertura della scuola sin da domani mattina. Ringrazio molto i genitori e tutto il personale scolastico presente stamattina lì a Via Duca degli Abruzzi per il sostegno e il contributo concreto offerto alla scuola in un momento così impegnativo”.

Metropoli

Monterano antica, case a 1 euro…l’ultima bufala sul bel borgo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Ormai le fate news che girano in rete fanno più danni della grandine. Il sindaco di Canale Monterano Alessandro Bettarelli ha dovuto smentire un grande bufala. Ecco cosa ha detto:

“Generalmente evito di rispondere a certe stupidaggini che leggo in Rete: un fiume di piccole, medie o grandi fake news scritte e dette da chi dovrebbe prima collegare la tastiera al cervello, ma questa è davvero incredibile. In pratica a Monterano si potrebbero comprare “case” ad un euro per “rilanciare” un borgo disabitato, soprattutto dai giovani. Con 10 euro si porta a casa San Bonaventura e ci si apre una pizzeria? Con 20 il Castello Ducale per farci un b&b?Li perdoniamo solo per i complimenti alla bellezza di Monterano, che ormai stabilmente viene citato dai Media nazionali tra le ghost town più belle d’Italia”.

Continua a leggere

Metropoli

Palombara Sabina, sequestrata area di 700 mq con rifiuti speciali e autodemolizioni abusivo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

PALOMBARA SABINA (RM) – A Palombara Sabina, i Carabinieri della locale Stazione Forestale hanno scoperto, unitamente ai colleghi del luogo, una discarica abusiva a cielo aperto annessa ad una attività di autodemolizione non autorizzata oltre a diverse autovetture di origine sospetta.

Un’area di circa 700 mq è stata sottoposta a sequestro per dispersione di rifiuti speciali, ma oltre ai rifiuti, regolarmente accatastate e sistemate per l’esposizione, i Carabinieri hanno scoperto decine di parti di carrozzeria ricavate nel tempo dalle autovetture “cannibalizzate” per la rivendita di pezzi usati (sportelli, cruscotti, parabrezza, paraurti). Sono tuttora in corso le ulteriori indagini per risalire alle origini del materiale sospetto.

Continua a leggere

Metropoli

Monterotondo, perseguita la moglie nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato 50enne del posto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

MONTEROTONDO (RM) – Un caso di “codice rosso” a Monterotondo dove un uomo di quasi 50 anni è stato arrestato e messo ai domiciliari per le continue persecuzioni nei confronti della moglie, nonostante fosse stato già diffidato dall’avvicinarsi alla consorte e ai figli per accertati casi di maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, come scoperto dai Carabinieri della Compagnia di Monterotondo diretti dal Tenente Colonnello Gianfranco Albanese, aveva violato questo divieto più volte aggravando la sua posizione con continue minacce alla moglie.

La Procura della Repubblica di Tivoli ha così chiesto ed ottenuto dal Tribunale l’inasprimento della misura interdittiva con l’ordinanza eseguita dai Carabinieri. L’arrestato è stato accompagnato dai militari presso la propria abitazione e sottoposto in regime di detenzione domiciliare.

Continua a leggere

I più letti