Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, nuova sede Vigili del Fuoco: Il consigliere Fioroni interroga gli amministratori comunali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – “Totale silenzio da parte del Comune di Anguillara Sabazia da Novembre 2018 ad oggi” riguardo la possibilità di apertura di un distaccamento dei Vigili del Fuoco. Questo quanto denunciato dal consigliere comunale ad Anguillara Sabazia Antonio Fioroni che ieri ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al Presidente del Consiglio e al segretario dell’Ente comunale sabatino nonchè al Prefetto di Roma.

L’interrogazione del consigliere comunale Antonio Fioroni presentata il 5 marzo 2019

Nell’interrogazione Fioroni ricorda che “il Ministero dell’Interno ha ravveduto la necessità di aprire una sede dei Vigili del Fuoco in Anguillara Sabazia e che la stessa è stata individuata in via Braccianense-Claudia n.766, e che l’Area Metropolitana, dopo un sopralluogo avvenuto in data 11/01/19, non avrebbe riscontrato problematiche all’interno dello stabile”.

La riunione di Novembre 2018 poi il silenzio

Il consigliere comunale fa presente il fatto che: “Nonostante le ripetute richieste dei Vigili interessati al progetto, l’unico riscontro – da parte dell’amministrazione comunale Ndr. – avuto è stata una riunione fine a se stessa”. Nel novembre del 2018 si era infatti tenuto un incontro, con la vice Sindaco Sara Galea e il consigliere comunale Alessia Pistola, finalizzato alla possibilità di aprire una nuova sede dei Vigili del Fuoco ad Anguillara Sabazia.

La sede dei Vigili del Fuoco venne chiusa nel 2010

Fino al 2010 in via Marchigiana ad Anguillara Sabazia era presente una sede dei Vigili del Fuoco che venne chiusa il 15 settembre dello stesso anno a causa di uno sfratto esecutivo. Una caserma operativa fin dal 2002 che vedeva 65 volontari. Il servizio offerto dai 65 Vigili del Fuoco volontari in questa caserma, permetteva, in coordinamento con le sedi permanenti, interventi e attività di soccorso tecnico urgente in una zona a nord di Roma che, per la ricchezza naturalistica, rappresenta un notevole e delicato patrimonio da preservare.

Un’area soggetta a numerosi e diversi incidenti

L’esigenza di un presidio ad Anguillara Sabazia, inoltre, era nata proprio dalle difficoltà delle squadre dei distaccamenti di Bracciano e Campagnano di intervenire in modo capillare e tempestivo in una zona, che specialmente in estate, è soggetta a numerosi e diversi incidenti. Si tratta di un’area densa di boschi e sterpaglie, che include due laghi, Bracciano e Martignano, ed alcuni tratti di strade che conducono a località balneari, come la via Aurelia e l’autostrada Roma-Civitavecchia.

Il Comune pagherebbe solo le utenze

Il consigliere comunale sabatino ha poi fatto espressamente presente che “i costi per il Comune di Anguillara Sabazia dovrebbero limitarsi alla sola copertura delle spese per le utenze”. Fioroni sollecita dunque l’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Anselmo ad interfacciarsi con l’Area Metropolitana al fine di iniziare la procedura e “la perimetria con annessi atti consequenziali per la buona riuscita del progetto” considerando il fatto che ”avere una sede dei Vigili del Fuoco in zona, aiuterebbe a fronteggiare, qualora si presentassero, tutte le emergenze, anche quelle paventate nel Piano di Emergenza Comunale”.

Un’interrogazione importante

Soprattutto perché tratta della sicurezza, per la quale Fioroni chiede di relazionare circa “la reale volontà dell’amministrazione di favorire l’apertura di una sede così importante per il nostro territorio e di relazionare circa la possibilità di individuare una sede alternativa alla casa cantoniera Anguillara Sabazia”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Metropoli

Anguillara – Bracciano: arrestate due persone, 9 denunciate e multato il gestore di una discoteca per “lavoro in nero”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Bracciano, con l’ausilio dei colleghi delle Compagnie di Monterotondo e di Roma Cassia, hanno eseguito mirati controlli nei territori di competenza. Due persone sono state arrestate e altre nove sono state denunciate a piede libero. Due giovani sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo per abituale assunzione di droga. I Carabinieri della Stazione di Campagnano hanno rintracciato e arrestato un cittadino italiano su cui pendeva un ordine di carcerazione, per i reati di truffa e ricettazione. Ad Anguillara Sabazia, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 30enne italiano in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare, per aver violato le prescrizioni imposte durante la libertà vigilata a lui concessa, in quanto responsabile di lesioni e percosse.

Con il supporto dei Carabinieri del Gruppo Tutela del Lavoro, sono state elevate contravvenzioni per un ammontare totale di circa euro 25.000 nei confronti del gestore di una discoteca di Anguillara Sabazia, dove sono state riscontrate difformità riguardo alla regolarizzazione di alcuni lavoratori dipendenti.

Nel corso dei controlli stradali effettuati a Campagnano, Castelnuovo ed Anguillara, i Carabinieri hanno denunciato un cittadino italiano per ricettazione perché trovato a bordo di un furgone, denunciato rubato nel comune di Guidonia; altre due persone sono state denunciate per detenzione ai fini di spaccio, in quanto trovati in possesso, rispettivamente, di 9 g di hashish e 3 g di cocaina; due persone sono state denunciate per porto di oggetti atti ad offendere, poiché in possesso di due coltelli; infine 4 giovani italiani sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza.
Due automobilisti sono stati trovati in possesso di hashish e per loro, oltre alla sanzione, è scattata anche la sospensione della patente di guida.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, emergenza idrica: il sindaco diffida Acea

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli ha inviato una formale diffida ad Acea a ripristinare subito un regolare servizio ai cittadini di Bracciano: “Si rende urgente e improcrastinabile – ha scritto oggi il primo cittadino in una lettera indirizzata al gestore idrico – un incontro tra le parti per risolvere i problemi, i cittadini non possono più aspettare. Sotto la gestione del Comune non è mai successo che l’acqua fosse erogata per tempi limitati e con continui disservizi”.

Troppi disagi a cui si aggiungono le lamentele dei cittadini per le risposte sgarbate e non esaustive da parte degli addetti Acea che “dovrebbero curare in altro modo i rapporti con l’utenza”.

“I disservizi – fa presente Tondinelli nella missiva – sono presenti soprattutto nella zona di “Bracciano Nuova” ma anche nel centro storico e a Vigna di Valle. A distanza di tre anni dalla firma della convenzione con Acea dobbiamo purtroppo prendere atto che la situazione generale di gestione del servizio idrico è peggiorata. I cittadini di Bracciano pagano regolarmente per un servizio che deve essere garantito con regolarità e puntualità e che per giunta ha avuto un significativo aumento dopo il passaggio alla gestione Acea. La situazione è molto grave e aspetto con urgenza che mi venga garantito dal gestore Acea che questi disagi non si ripetano più. Peraltro non c’è stato un significativo incremento della popolazione negli ultimi tre anni, quindi il consumo dovrebbe essere stabile rispetto al passato”.

Il duro sollecito di Tondinelli non si esaurirà con una lettera di diffida: “Per ora – ha aggiunto il primo cittadino – ho inviato una formale diffida ma se non dovessi ricevere risposte esaustive in breve tempo proseguiremo con le dovute azioni atte a garantire un regolare servizio idrico alla cittadinanza”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Valmontone, ruba all’interno dell’outlet approfittando della confusione domenicale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

VALMONTONE (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato un 48enne con l’accusa di furto aggravato messo a segno all’interno dell’Outlet di Valmontone.

L’uomo, approfittando del notevole afflusso di persone nella calda domenica appena trascorsa, è entrato in azione facendo razzia di abbigliamento e calzature sportive in due negozi. Grazie ai servizi di controllo predisposti, alla proficua collaborazione con il personale di vigilanza dell’Outlet e alla segnalazione dei responsabili degli esercizi commerciali “visitati”, i Carabinieri della Stazione di Valmontone l’hanno immediatamente bloccato.

La refurtiva, del valore complessivo di 550 euro, è stata recuperata e restituita ai responsabili dei negozi.
L’arrestato è stato trattenuto in stato di arresto in caserma in attesa di giudizio innanzi al Tribunale di Velletri.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Giugno: 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it