Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, post anti Salvini: De Vito (Lega): “Chiacchiere popolari da bar!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – In certi momenti bisognerebbe mettere da parte la politica e collaborare insieme per uscire dai problemi. Ma a volte è inevitabile polemizzare anche per evitare certi colpi di coda inattesi e devastanti. Una pandemia del genere rimarrà nella storia. Il coronavirus ha messo in ginocchio l’Italia e non è certo questo il momento giusto per le schermaglie politiche. Eppure sembrerebbe che ad Anguillara ci sia una situazione di botta e risposta, forse non cercata direttamente.

Daniele De Vito referente della Lega ad Anguillara Sabazia ha inviato una nota alla nostra redazione dove ha inteso replicare a quella che ritiene una “polemica inopportuna” in questo momento.

A cosa si riferisce? Al fatto che lo scorso 4 aprile l’ex capogruppo Pd in consiglio comunale Silvio Bianchini ha pubblicato su un gruppo Facebook di Anguillara una nota congiunta delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil Fp dove si critica la Lega per un “emendamento vergogna sugli operatori sanitari” che sostanzialmente scarica sulle spalle degli stessi le responsabilità civili e penali.

Dunque, l’ex capogruppo Pd ha evidenziato quella che è apparsa come una contraddizione: da una parte il senatore Salvini ha invocato maggiori tutele e protezioni per i medici e operatori sanitari impegnati in prima fila per l’emergenza coronavirus ma dall’altra ha presentato un emendamento che li manda al macello “assolvendo i dirigenti”. Fortunatamente, l’emendamento è stato ritirato dalla stessa Lega dopo le proteste dei sindacati della funzione pubblica.

L’emendamento recitava

  • “(Responsabilità datori di lavoro operatori sanitari e sociosanitari) – Le condotte dei datori di lavoro di operatori sanitari e sociosanitari operanti nell’ambito o a causa dell’emergenza Covid-19, nonché le condotte dei soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria derivante dal contagio non determinano, in caso di danni agli stessi operatori o a terzi, responsabilità personale di ordine penale, civile, contabile e da rivalsa, se giustificate dalla necessita’ di garantire, sia pure con mezzi e modalità non sempre conformi agli standard di sicurezza, la continuità dell’assistenza sanitaria indifferibile sia in regime ospedaliero che territoriale e domiciliare.
  • Dei danni accertati in relazione alle condotte di cui al comma 1, compresi quelli derivanti dall’insufficenza o inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale, risponde civilmente il solo ente di appartenenza del soggetto operante ferme restando, in caso di dolo, le responsabilità individuali”.

Nonostante Salvini l’abbia ritirato, quella nota è rimbalzata sui social e per De Vito il fatto che il post non sia stato rimosso è stato visto come un voler girare la penna in una ferita aperta in un momento di grande stanchezza, soprattutto da parte degli operatori sanitari (De Vito è uno di loro) che sono in prima linea tutti i giorni, senza sosta e facendo gli straordinari.

Ecco la nota di Daniele de Vito che pubbichiamo:

“Sig.ri del PD, noto che avete condiviso su una chat un link riguardante le parti sociali. Pure apprezzando lo stesso ad oggi mi continuo a complimentare con la UIL Fpl, Cisl Fp e Ugl per lo svolgimento della situazione emergenziale di Roma e del Lazio a favore di tutte le Aziende Ospedaliere, quale attivista e dipendente presso un Nosocomio di Roma.
Torniamo a noi!
Sono rimasto sbalordito ed inorridito del link!
Vi dichiarate amici del territorio e poi cercate con arroganza di dettare le linee guida. Vi siete sempre dichiarati a favore dei cittadini e del Popolo italiano, ma un’occhiata tra le Vostre fila l’avete data? Ci sono soggetti che voi stessi abiurate oltre a tantissime brave persone che credono nel vostro progetto. Ma ripulirvi la coscienza dichiarate di voler il bene di Anguillara?
Un pò di coerenza per favore!
Condividete un link, senza fare un minimo di autocritica, sembra che abbiate la suprema verità tra le mani. E lo stesso, si basa su chiacchiere popolari da bar!
Soprattutto in un momento di crisi emergenziale ed economica del nostro territorio e della nostra Nazione!
Da dove viene tanta saccenza e superbia!
La politica sia fatta di aggregazione e non di selezione, e in questi tempi dove vi è molta incertezza la Lega cerca di essere anche in questo momento in modo virtuale con i social etc.di essere un punto di riferimento.
Saremo successivamente in mezzo alla gente cercando di dare risposte alla cittadinanza, siano liberi cittadini, commercianti, agricoltori, imprenditori ormai saturi di questa incertezza politica e stufi come questa sia stata gestita.
Successivamente, ripeto, lì ci troverete, fermi e determinati, ma di certo non ci impicceremo nella è della vostra politica, sperando che i “padroni” non ci siano alle vostre spalle!
Siate coerenti con il vostro credo!
Permettemi infine di evidenziare che, la Lega andrà sempre per la propria strada, senza alleanze di comodo, portando avanti le sue idee di coerenza e rettitudine ed, al contempo combattendo gli sprechi ed i profondi mali Italiani.
Daniele De Vito referente LEGA Anguillara Sabazia”

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Guidonia Montecelio, inquinamento da rifiuti delle falde acquifere: al via il monitoraggio proposto da Arpa Lazio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Sindaco Barbet e l’assessore Correnti: “La salute dei cittadini al primo posto!”

Arriva ad una svolta la conferenza dei servizi sull’inquinamento della discarica dell’Inviolata. Nella seduta odierna, alla quale hanno partecipato tutti gli enti coinvolti, il gestore del sito ha accettato 
la proposta di inserire ulteriori 11 piezometri per il monitoraggio  sull’inquinamento delle falde acquifere, così come proposto dall’Arpa Lazio.

“Si tratta di un passo avanti importante – commentano il Sindaco Michel Barbet e l’Assessore all’Ambiente Antonio Correnti – che consentirà un più completo monitoraggio dello stato delle falde 
acquifere, verificandone la presenza di sostanze inquinanti, il loro contenimento all’interno dell’ex-discarica e l’eventuale fuoriuscita di questi ultimi dal perimetro della discarica stessa. È un risultato 
che porterà a conoscere con certezza lo stato di salute delle falde acquifere imprescindibile presupposto per procedere alla bonifica. La nostra Amministrazione lavora ponendo la salute dei cittadini al primo 
posto!”.

“Ora seguirà la fase di monitoraggio – concludono – che seguiremo con la massima attenzione e priorità, così da trovare soluzioni concrete e sostenibili al problema dell’inquinamento delle falde prodotte dalla 
discarica. A margine della conferenza dei servizi, inoltre, abbiamo ribadito la piena contrarietà dell’Amministrazione all’apertura del TMB in area vincolata”.

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, incidente ciclista. Polizia Locale: “Chiunque abbia informazioni ci contatti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Comandante della Polizia Locale del Comune di Fiano Romano (RM), in riferimento al sinistro stradale del 15.04.2021 soccorso tra le ore 9:00 e le ore 10:00 circa nel territorio comunale – via Sp12A Romana parte San Sebastiano ingresso innesto SS4 Dir – ove è rimasto gravemente ferito un ciclista, invita chiunque, abbia informazioni utili a presentarsi presso il Corpo di Polizia Locale – Piazza G. Matteotti n°7 o in alternativa a contattare il predetto ufficio al numero 0765 – 407269

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Cinque Stelle a tutti gli effetti un partito da prima Repubblica”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli

“È una vergogna che il partito degli onesti invece di fare mea culpa cerca di distogliere inutilmente l’attenzione cercando di coinvolgere l’unico partito (Fratelli d’Italia) che ha denunciato ciò che stava avvenendo alla Pisana. Dimostrano molta più intelligenza i politici del Partito Democratico che hanno silentemente iniziato le epurazioni e hanno la decenza di non uscire con false e calunniatrici dichiarazioni sulla stampa. Bracciano non conosce la persona assunta a febbraio 2021 (in data assolutamente non coincidente con le assunzioni in blocco alla Pisana e Comuni pentastellati come Guidonia). Si tratta di un soggetto risultato idoneo senza colori politici e che non è figlia o parente di nessuno, talmente “sconosciuta” che gli stessi Tellaroli e Persiano hanno evitato di palesare nome e cognome. Non è portaborse di nessuno. Il Comune ha attinto, in tempi non sospetti, all’unica graduatoria aperta nei dintorni al solo fine di razionalizzare le spese come prevede la legge. Riguardo Andrea Mori, anche su questo i Cinque Stelle hanno fatto un buco nell’acqua. Intanto è da mettere in chiaro che Mori ha un mero incarico di valutare i soli capi area del Comune di Bracciano e poi ho il piacere di informare i disinformati Tellaroli e Persiano che non appena siamo venuti a conoscenza della vicenda “concorsopoli” abbiamo provveduto a richiedere un parere all’Anac e contestualmente ad avviare la procedura di revoca dell’incarico allo stesso. Non solo Fratelli D’Italia è estranea a tutto questo ma torna a chiedere a gran voce l’annullamento della graduatoria di Allumiere e le dimissioni di tutti quei politici coinvolti nello scandalo. Tellaroli e Persiano si preoccupassero piuttosto di sapere come sta l’amico Devid Porrello anziché fare le solite imbarazzanti figure. I paladini della trasparenza dovranno assumersi le responsabilità delle loro azioni. Ma se non ne avranno il coraggio ci penserà comunque la magistratura. Così in una nota Armando Tondinelli, Sindaco di Bracciano

Continua a leggere

I più letti