Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, post anti Salvini: De Vito (Lega): “Chiacchiere popolari da bar!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – In certi momenti bisognerebbe mettere da parte la politica e collaborare insieme per uscire dai problemi. Ma a volte è inevitabile polemizzare anche per evitare certi colpi di coda inattesi e devastanti. Una pandemia del genere rimarrà nella storia. Il coronavirus ha messo in ginocchio l’Italia e non è certo questo il momento giusto per le schermaglie politiche. Eppure sembrerebbe che ad Anguillara ci sia una situazione di botta e risposta, forse non cercata direttamente.

Daniele De Vito referente della Lega ad Anguillara Sabazia ha inviato una nota alla nostra redazione dove ha inteso replicare a quella che ritiene una “polemica inopportuna” in questo momento.

A cosa si riferisce? Al fatto che lo scorso 4 aprile l’ex capogruppo Pd in consiglio comunale Silvio Bianchini ha pubblicato su un gruppo Facebook di Anguillara una nota congiunta delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil Fp dove si critica la Lega per un “emendamento vergogna sugli operatori sanitari” che sostanzialmente scarica sulle spalle degli stessi le responsabilità civili e penali.

Dunque, l’ex capogruppo Pd ha evidenziato quella che è apparsa come una contraddizione: da una parte il senatore Salvini ha invocato maggiori tutele e protezioni per i medici e operatori sanitari impegnati in prima fila per l’emergenza coronavirus ma dall’altra ha presentato un emendamento che li manda al macello “assolvendo i dirigenti”. Fortunatamente, l’emendamento è stato ritirato dalla stessa Lega dopo le proteste dei sindacati della funzione pubblica.

L’emendamento recitava

  • “(Responsabilità datori di lavoro operatori sanitari e sociosanitari) – Le condotte dei datori di lavoro di operatori sanitari e sociosanitari operanti nell’ambito o a causa dell’emergenza Covid-19, nonché le condotte dei soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria derivante dal contagio non determinano, in caso di danni agli stessi operatori o a terzi, responsabilità personale di ordine penale, civile, contabile e da rivalsa, se giustificate dalla necessita’ di garantire, sia pure con mezzi e modalità non sempre conformi agli standard di sicurezza, la continuità dell’assistenza sanitaria indifferibile sia in regime ospedaliero che territoriale e domiciliare.
  • Dei danni accertati in relazione alle condotte di cui al comma 1, compresi quelli derivanti dall’insufficenza o inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale, risponde civilmente il solo ente di appartenenza del soggetto operante ferme restando, in caso di dolo, le responsabilità individuali”.

Nonostante Salvini l’abbia ritirato, quella nota è rimbalzata sui social e per De Vito il fatto che il post non sia stato rimosso è stato visto come un voler girare la penna in una ferita aperta in un momento di grande stanchezza, soprattutto da parte degli operatori sanitari (De Vito è uno di loro) che sono in prima linea tutti i giorni, senza sosta e facendo gli straordinari.

Ecco la nota di Daniele de Vito che pubbichiamo:

“Sig.ri del PD, noto che avete condiviso su una chat un link riguardante le parti sociali. Pure apprezzando lo stesso ad oggi mi continuo a complimentare con la UIL Fpl, Cisl Fp e Ugl per lo svolgimento della situazione emergenziale di Roma e del Lazio a favore di tutte le Aziende Ospedaliere, quale attivista e dipendente presso un Nosocomio di Roma.
Torniamo a noi!
Sono rimasto sbalordito ed inorridito del link!
Vi dichiarate amici del territorio e poi cercate con arroganza di dettare le linee guida. Vi siete sempre dichiarati a favore dei cittadini e del Popolo italiano, ma un’occhiata tra le Vostre fila l’avete data? Ci sono soggetti che voi stessi abiurate oltre a tantissime brave persone che credono nel vostro progetto. Ma ripulirvi la coscienza dichiarate di voler il bene di Anguillara?
Un pò di coerenza per favore!
Condividete un link, senza fare un minimo di autocritica, sembra che abbiate la suprema verità tra le mani. E lo stesso, si basa su chiacchiere popolari da bar!
Soprattutto in un momento di crisi emergenziale ed economica del nostro territorio e della nostra Nazione!
Da dove viene tanta saccenza e superbia!
La politica sia fatta di aggregazione e non di selezione, e in questi tempi dove vi è molta incertezza la Lega cerca di essere anche in questo momento in modo virtuale con i social etc.di essere un punto di riferimento.
Saremo successivamente in mezzo alla gente cercando di dare risposte alla cittadinanza, siano liberi cittadini, commercianti, agricoltori, imprenditori ormai saturi di questa incertezza politica e stufi come questa sia stata gestita.
Successivamente, ripeto, lì ci troverete, fermi e determinati, ma di certo non ci impicceremo nella è della vostra politica, sperando che i “padroni” non ci siano alle vostre spalle!
Siate coerenti con il vostro credo!
Permettemi infine di evidenziare che, la Lega andrà sempre per la propria strada, senza alleanze di comodo, portando avanti le sue idee di coerenza e rettitudine ed, al contempo combattendo gli sprechi ed i profondi mali Italiani.
Daniele De Vito referente LEGA Anguillara Sabazia”

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Concorsopoli, Fratelli d’Italia diffida il sindaco di Guidonia Montecelio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Il sindaco di Guidonia Montecelio è stato diffidato dalla capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale a sospendere in autotutela tutte le attività relative i dipendenti comunali – 5 istruttori amministrativi Cat. C1 – assunti lo scorso dicembre a seguito del concorso indetto dal Comune di Allumiere.

“In data 29 luglio – fa sapere la capogruppo FdI Giovanna Ammaturo – con determina n° 113 la responsabile del servizio, Emanuela Sgamma, su indicazioni della giunta a trovare il bandolo della matassa, visto anche il conforto del legale Trippanera, ha stabilito di sospendere gli effetti della graduatoria finale del concorso de quo approvata con determinazione del III settore n°168 del 14/12/2020, e la concessione in scorrimento per altri enti che ne avessero fatto richiesta. La determinazione – prosegue Ammaturo – è solo l’ultimo velo caduto in ordine di tempo di tanti clamorosi episodi: le dimissioni del presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini a cui è succeduto il tiburtino Marco Vincenzi. La misura cautelare nei confronti del presidente della commissione Andrea Mori. L’avviso di garanzia del sindaco di Allumiere Antonio Pasqini che pure lavorava nello staff del presidente Buschini. Il sequestro di 38 cellulari intestati a candidati assunti ed altri soggetti. La relazione della commissione trasparenza presieduta dal consigliere regionale di Fratelli d’Italia Chiara Colosimo che pure ha interrogato il sindaco Barbet il 31 maggio 2021.”

Il Sindaco di Guidonia Montecelio nel corso dell’audizione ha riferito che in data 7 dicembre 2020 Allumiere comunicò la graduatoria. Il presidente Colosimo precisò che la determinazione del comune di Allumiere è del 14 dicembre 2020. Pertanto il 7 dicembre 2020 avrebbe potuto essere riferita solo una graduatoria provvisoria. Barbet ha risposto alla puntualizzazione: “Probabilmente” non bastasse il sindaco riferì:” non sono in grado di rimediare mi impegno a farle ricevere tutto per essere più preciso.

“FdI è l’unico partito – prosegue ancora Giovanna Ammaturo – a non aver avuto collusioni e commistioni tra gli assunti che sono oltre amici o testimoni di nozze tutti di provenienza da staff politici in particolare PD e M5S. Due le procure interessate: Civitavecchia e Roma. Il sindaco penta stellato di Guidonia Montecelio non può continuare a fare spalluccie o ritenendosi parte lesa. Sono sette mesi che insieme a tutta l’opposizione alla amministrazione grillina abbiamo chiesto di sospendere in autotutela. Giacciono impolverate e senza risposta le interpellanze. Oggi lo deve fare per forza. Purtroppo Barbet non ha mai voluto ascoltare l’opposizione e non riesce a comprendere con visione futura i reali interessi di una Città come la nostra. Rientra nella supponenza grillina anche la scarsa considerazione che pure dall’opposizione si possono curare i vantaggi di un Ente. Ora il doppio danno dall’esigenza di personale si è passati alla necessità di sospendere per autotutela. Con quasi tutta l’opposizione avevamo invitato il sindaco e l’assessore al personale , Saladino, sempre defilato nella questione, a bandire i concorsi. Dopo nove mesi che aveva assunto l’incarico riferì che non c’era tempo e che era preferibile lo scorrimento della graduatoria di altri concorsi. Questo il risultato.”

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, ecco perché il Sindaco Ferilli si candida a Consigliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sindaco Ferilli, il suo impegno con Fiano Romano finisce a Ottobre con le prossime elezioni?
Assolutamente no. Sono candidato Consigliere a sostegno della lista civica Fiano 2030 di Davide Santonastaso. Dopo 10 anni alla guida di una comunità che è cresciuta facendo diventare Fiano appetibile come vivibilità ed economia, mi metto nuovamente al servizio della collettività.

Perché la scelta di candidarsi ancora? Perché la mia dedizione per la nostra Fiano non ha certo una scadenza temporale, io voglio continuare a far crescere la nostra città, a creare nuove opportunità per i giovani, proseguendo insieme a Davide un percorso fatto di passi, di scelte, azioni intraprese sempre seguendo il criterio del buon padre di famiglia.

Come giudica questa campagna elettorale? Non facile ma con l’abbraccio di tante persone che condividono i nostri valori e il nostro agire con lealtà, trasparenza, dedizione. È facile giocare con le parole ma più complesso confrontarsi con i fatti, lo capisco. Detto questo io penso alla nostra squadra e al prossimo ambizioso progetto che abbiamo per Fiano.

Qual’é l’obiettivo principale del programma di lista e ciò che intende realizzare?
A costo di essere ripetitivo ribadisco l’importanza di dare nuove opportunità ai giovani anche attraverso la prosecuzione di costruzione di una salda rete sociale e l’incentivazione di moduli formativi che si adattino alle opportunità di lavoro anche e soprattutto nel comparto turistico, informatico e che valorizzi il made in Italy e l’artigianato. Vogliamo come lista proseguire il cammino virtuoso intrapreso che permette a Fiano di distinguersi per servizi, accoglienza e appetibilità. Chi passa a Fiano spesso se ne innamora e ci rimane a vivere.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Riduzioni di quasi il 50% per le attività penalizzate dalla pandemia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Le attività produttive di Bracciano obbligate a chiudere a seguito dei provvedimenti governativi dei mesi scorsi godranno di uno sgravio.
A beneficio del tessuto economico produttivo maggiormente colpito dalla grave situazione emergenziale derivante dalla pandemiada covid 19, arriva una ulteriore misura:”Abbiamo voluto introdurre una riduzione del 45,8% – ha dichiarato il Sindaco Armando Tondinelli- da applicare alla parte fissa e alla parte variabile delle tariffe delle utenze non domestiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività. Porteremo questa proposta giovedì, nella prossima seduta di Consiglio Comunale per l’approvazione. Ad esempio, ridurre la tassa a quelle attività che di rifiuti, a causa del lockdown, ne ha prodotti pochissimi, è un atto doveroso e importante per dare una risposta concreta alle attività penalizzate dalla pandemia”.
Gli sconti saranno previsti per utenze non domestiche (attività produttive). 

Continua a leggere

I più letti