Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, scuola di via Verdi: Bianchini-Stronati: “Ecco il riepilogo dei fatti occorsi”. Prima parte

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Ad Anguillara Sabazia, dopo la chiusura del plesso scolastico di via Verdi, perché a rischio crollo, avvenuta lo scorso 23 maggio e dove oltre trecento bambini insieme al personale scolastico si sono ritrovati a dover evacuare gli edifici, il consigliere Comunale e capogruppo del Pd Silvio Bianchini e l’ex assessore all’Ambiente Enrico Stronati fanno un riepilogo per punti sull’intera vicenda “affinché rimanga traccia a futura memoria che chiunque potrà integrare”

Ecco i primi 12 punti proposti da Bianchini e Stronati:

  1. Uno studio condotto da un Ing. esperto della materia informa che la scuola di Via Verdi non supera la verifica statica e di vulnerabilità sismica;
  2. Precauzionalmente la Sindaca ne ordina la chiusura;
  3. Il tecnico suggerisce di approfondire lo studio perché quello da lui condotto si basa su uno scarso livello di conoscenza (LC1) che ha fornito risultati, in particolare per la statica, che lui stesso ritiene siano contraddetti dalla storia della struttura che negli anni ha, invece, dimostrato di non avere problemi;
  4. Siamo in estate, la scuola é chiusa, quindi quale miglior momento per dare corso alle indicazioni del tecnico e chiarire la sorte della scuola e dei bambini che in essa dovrebbero essere ospitati?
  5. Perché l’Amministrazione non ha dato incarico (verifica in LC3) di approfondire le indagini, come chiesto peraltro dal professionista incaricato, in modo da accertare senza ombra di dubbio se la struttura è da dichiarare inagibile?
  6. La situazione determinatasi suggerisce all’Amministrazione di cavalcare l’emergenza scolastica ed avviare procedimenti urgenti per piazzare dei container presso uno dei campi di calcio comunali;
  7. L’importo del noleggio annuo é di poco inferiore a quello del loro acquisto (parliamo di centinaia di migliaia di euro);
  8. Il costo degli interventi computati dal tecnico di cui al punto 1. per procedere a lavori di adeguamento sismico del plesso di Via Verdi, sono inferiori al canone annuale dei container;
  9. Lo studio é stato “nascosto” per 30 giorni, per fare approfondimenti strumentali sulla struttura servirebbero 3 mesi. 1/3 del tempo perso per giocare a nascondino;
  10. La demolizione di una scuola realizzata negli anni 50, senza che vi sia stata una perizia tecnica (da parte del Genio Civile o Vigili del Fuoco, per esempio) che accerti la reale situazione strutturale con adeguata affidabilità (quindi basato su rilievo strumentale con livello di confidenza 3), non potrà che avere dei riflessi Amministrativi ed erariali.
  11. Altrettanto arduo é pensare di autorizzate la spesa necessaria a far fronte alla situazione in urgenza sulla base di una emergenza che fonda su una (corretta) interpretazione precauzionale delle conclusioni dello studio la cui finalità ed incarico era altro e non su un parere tecnico scientifico che affermi quanto é stato fatto;
  12. Più volte é stato tentato di offrire collaborazione, da tutte le forze, per affrontare questa situazione che, evidentemente, non può avere colori.

“Stasera – concludono Bianchini e Stronati – l’Amministrazione grillina incontrerá la cittadinanza presso l’ex Consorzio Agrario. Domani aggiorneremo questo riepilogo dei fatti sempre nell’ottica di fornire informazioni ai posteri nella speranza che tutto questo venga giudicato per ciò che realmente é, un modo sbagliato di gestire una emergenza che tale potrebbe essere ma di cui non v’é certezza. E i cittadini pagheranno.”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

In evidenza

Bracciano, chiusura del centro storico: favorevole o no? La parola ai cittadini

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Cittadini di Bracciano chiamati ad esprimere il proprio parere sul futuro del traffico veicolare nel centro storico cittadino.

Dallo scorso 1 novembre è partito infatti un sondaggio, promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Armando Tondinelli, il cui risultato sarà preliminare per la scelta che verrà effettuata dagli amministratori nella stesura del nuovo regolamento.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEO SERVIZIO

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 14/11/2019

I residenti potranno dunque esprimere la loro scelta direttamente online collegandosi al sito istituzionale del Comune oppure recandosi presso gli uffici comunali dove potranno compilare l’apposita scheda.

E così fino al 30 novembre si potrà scegliere tra: “Favorevole alla chiusura permanente”, “Favorevole alla chiusura parziale stagionale dal 1 aprile al 31 ottobre” oppure “Contrario alla chiusura”.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE LA VIDEO INTERVISTA

Da sinistra: il Vicesindaco Luca Testini e il sindaco Armando Tondinelli

Un’iniziativa, quella degli amministratori locali che nell’era della democrazia partecipata vede la cittadinanza chiamata ad esprimere una preferenza sull’intervento che l’Amministrazione Tondinelli ritiene necessario per poter ovviare a varie problematiche legate alla sicurezza degli edifici e alle esigenze di decoro urbano in un’area di grande interesse monumentale e storico-artistica, nel rispetto delle legittime esigenze dei proprietari e dei residenti del centro storico.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Fratelli d’Italia, Silvestroni da il benvenuto a Giovanni Libanori

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Continuano gli ingressi in Fratelli d’Italia della Provincia di Roma: le fila del partito guidato da Giorgia Meloni si arricchiscono, nel gruppo del consiglio Metropolitano di Roma Capitale, con la presenza di Giovanni Libanori, consigliere Comunale di Nemi, proveniente da ‘Noi con l’Italia’. Sono certo che gli ingressi autorevoli non sono finiti e con l’amico Libanori ci sarà una rete di amministratori del territorio nella Provincia di Roma che seguiranno le sue orme. L’esperienza e la competenza sono quelle qualità che in Fratelli d’Italia vengono più apprezzate perché il nostro partito ha la capacità di guardare a nuovi mondi, nuove storie nel centrodestra assolutamente compatibili con la nostra. Certamente sarà un ulteriore supporto in Città Metropolitana, che è evidentemente  mal governata e mal gestita dalla Sindaca Raggi e dai 5 Stelle che con il  loro immobilismo e la loro improvvisazione stanno scrivendo le pagine più tristi di sempre per servizi ai citadini, per manutenzioni stradali e manutenzioni scolastiche nei 120 comuni della Provincia di Roma” lo dichiara in una nota il deputato e Presidente provinciale romano di Fratelli d’Italia Marco Silvestroni. 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Manziana, camionista preso a mazzate in testa per non aver dato la precedenza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

MANZIANA (RM) – Non mi dai la precedenza? E io ti picchio in testa con una mazza da hochey. Più o meno è andata così, ieri mattina, in via Braccianese nel territorio di Manziana. Al termine di un litigio per questioni di precedenza stradale in via Braccianese, un camionista è stato aggredito con una mazza da Hockey al volto, da un ignoto automobilista, successivamente fuggito.

Grazie alla segnalazione al “112” del Pronto Soccorso di Bracciano, ove la vittima si era recata per le medicazioni, i Carabinieri sono riusciti a ricostruire la dinamica dell’episodio e, al termine di mirati accertamenti, hanno identificato l’aggressore e sequestrato l’arma usata durante la colluttazione. Il violento è stato denunciato alla Procura di Civitavecchia.
Le condizioni della vittima non destano preoccupazione.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it