Connect with us

Gallery

Anguillara Sabazia, spiagge e rilancio: riunione dal Commissario

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Scenario di degrado ad Anguillara Sabazia dove nelle spiagge regna ormai la vegetazione incolta con tanto di piantine sulla battigia e la spazzatura fuoriesce dai cestini presenti lungo gli arenili di viale Reginaldo Belloni. Ma lo stato di abbandono è rappresentato anche dalla mancata potatura dei platani le cui fronde ormai sconfinano sulla via del lungolago dove anche la ringhiera in un tratto appare divelta e la cartellonistica stradale invasa dalle erbacce.

I giochi dei bambini infiocchettati dai nastri bianchi e rossi ricordano quando sotto l’ex governo M5s vennero messi sotto sequestro perché gli amministratori locali li fecero installare senza aver ottenuto preventivamente i vari nulla osta degli enti sovracomunali.

Una città che paga duramente il conto di quella che è stata definita come la peggior amministrazione mai vista ad Anguillara Sabazia e che ora sotto l’amministrazione straordinaria del Commissario prefettizio cerca di portare avanti quantomeno l’ordinario in attesa del nuovo governo che probabilmente si insedierà in autunno.

E riguardo gli arenili e la ormai imminente stagione balneare il Commissario prefettizio dr. Gerardo Caroli ha convocato per lunedì sia i gestori balneari che quelli dei bar e ristoranti: “Ascolteremo le loro proposte ed esigenze – ha detto Caroli – e cercheremo di aiutarli in questa fase di ripartenza ma comunque di convivenza con il virus che impone la stretta osservanza di regolamenti e norme contagio”.

Ottimisti i gestori delle attività balneari che aspettano soltanto il via libera per riaprire gli stabilimenti in sicurezza: “Abbiamo fiducia – dice Carlo Franco, presidente dell’Associazione balneari di Vigna di Valle che conta circa mille iscritti – nell’incontro con il commissario per avere un sostegno nell’avvio stagione. Anche dal Parco abbiamo ricevuto rassicurazioni sull’avvio delle attività. Il fatto positivo che ci rende ottimisti è che già abbiamo ricevuto diverse prenotazioni di ombrelloni e lettini da parte di famiglie che passeranno l’estate ad Anguillara”.

Resta da sciogliere ancora il nodo di Martignano per cui senza un’area parcheggio adeguata e la sistemazione dell’accoglienza rimane una zona impraticabile perché completamente immersa nella natura selvaggia.

Nel frattempo, l’associazione AnguillaraSvolta avanza delle proposte e tira le somme:” A quanto pare – dice il presidente Sergio Manciuria – il recente incontro e sollecito sembra aver convinto il commissario prefettizio a coinvolgere le associazioni balneari di Vigna di Valle e Via Belloni già dal prossimo 18 Maggio per la risoluzione degli aspetti legati all’apertura imminente della stagione estiva 2020. Come ribadito, non devono limitarsi al recepimento delle disposizioni bensì devono costituire la base per effettuare urgentemente la manutenzione e cura delle infrastrutture e del decoro urbano”. E la proposta civica sulla ricettività del Lago di Martignano è molto semplice: dopo il sopralluogo che dovrebbe avvenire a metà della settimana entrante, si chiede la messa in sicurezza della strada di accesso, la bonifica dei prati incolti per evitare incendi e spostare il parcheggio nelle immediate vicinanze della discesa allo specchio d’acqua: “È impensabile – conclude Manciuria – assicurare un trasporto pubblico con due o tre persone per tratta. Si faccia ricorso alla deroga regionale e garantire la fruibilità come in passato. Sia chiaro che nessuna soluzione alla Ponzio Pilato sarà tollerata chiudendo gli accessi e lasciando in stato di abbandono questa area di pregio ambientale con la scusa dell’emergenza Coronavirus”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gallery

Formello, scoperta e sequestrata discarica abusiva con 42 tonnellate di rifiuti altamente inquinanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FORMELLO (RM) – Un terreno della superfice di circa 2600 metri quadrati adibito a discarica abusiva, su cui erano stati stoccate 42 tonnellate di rifiuti, è stato sequestrato a Formello dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma.

Il luogo di stoccaggio, nella disponibilità di una società operante nel settore della cosmetica, è stato avvistato da un elicottero della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Pratica di Mare, facendo scattare gli accertamenti del 3° Nucleo Operativo Metropolitano di Roma.

Le Fiamme Gialle, intervenute sul posto, hanno riscontrato la presenza di rifiuti speciali altamente inquinanti: batterie esauste di veicoli, plastiche parzialmente bruciate, lastre di vetro, materiale ferroso, legno, detriti provenienti da lavori di ristrutturazione edilizia e vecchi pneumatici, oltre a un’autovettura abbandonata.

I rifiuti rinvenuti, con il passare del tempo e l’esposizione agli agenti atmosferici, avrebbe potuto contaminare le falde acquifere sottostanti, con notevoli rischi per l’ambiente.

L’area è stata cautelata in attesa delle operazioni di bonifica e due persone – il rappresentante legale della società e il proprietario dell’autovettura – dovranno rispondere del reato di gestione di rifiuti pericolosi non autorizzata.

L’operazione rientra nel più ampio dispositivo di monitoraggio e controllo del territorio e testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza di Roma a tutela della salute dei cittadini.

Continua a leggere

Gallery

Anguillara Sabazia, lago di Martignano: pioggia di multe e assalto in un’oasi poco sicura

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Sono fioccate le multe al lago di Martignano un piccolo diamante incastonato in mezzo al verde che se non viene rimesso a posto rischia di diventare una trappola pericolosa. Ieri e oggi anche a Martignano c’è stato l’assalto. File di automobilisti lungo la strada / sentiero sterrato pieno di buche.

Al posto dell’ex area parcheggio ci sono tante balle di fieno

La navetta non è ancora attiva ma se quest’anno dovesse riprendere la tratta potrebbe trasportare non 150 persone l’ora ma appena una cinquantina, pari a sette persone in media a viaggio… il gioco vale la candela? Questi sono gli interrogativi che si presume attanaglino in queste ore il commissario prefettizio Gerardo Caroli. Senza togliere l’assenza di un corridoio sanitario per far accedere i mezzi di soccorso in caso di necessità. Qualora la presenza delle auto, data la scarsa possibilità di portare grandi numeri sul bus navetta, dovesse aumentare e raddoppiare rispetto agli scorsi anni non ci sarebbe più lo spazio necessario a far atterrare una eliambulanza o far passare una o più ambulanze.

La questione è stata più volte sollevata anche dal presidente di Anguillara Svolta Sergio Manciuria: “Martignano – dice Manciuria – è un oasi ambientale con uno specchio d’acqua incantevole: certo l’avvio della stagione estiva merita di essere goduta dai turisti nel rispetto delle norme e non diventare una scommessa in balia degli eventi. Tralasciando voli pindarici e soluzioni di impossibile attuazione nell’immediato, confidiamo sulla risoluzione di aspetti quali la manutenzione della viabilità di accesso, la pulizia dalle sterpaglie che possono innescare incendi dannosi e mettere in pericolo la vita dei residenti e villeggianti. La mancanza di un parcheggio comunale a servizio dell’area che in questo periodo emergenziale auspichiamo a ridosso oppure nelle aree private di cittadini disponibili, va affrontata in assenza di interventi manutentivi regolamentando concretamente gli accessi senza lasciar passare tutti gli ignari turisti e poi fare cassa multando gli autoveicoli che oggi accedono comunque. Ora con la sinergia e disponibilità del Commissario Caroli bisogna preoccuparsi di atti concreti mentre da ottobre cominciare a lavorare per rendere Anguillara un polo turistico – culturale di eccellenza”.

Continua a leggere

Gallery

Roma, colpo alle mafie ambientali legate ai nomadi: 27 persone finite in manette

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – 27 persone finite in manette per traffico illecito di rifiuti, riciclaggio e auto-riciclaggio. Questo il risultato dell’operazione portata avanti questa notte dai Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Roma insieme ai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina, ai Carabinieri Forestali di Roma e Latina e agli agenti della Polizia Locale e della Città Metropolitana di Roma Capitale.

Gli uomini delle forze dell’ordine hanno eseguito nella mattinata di oggi l’ordinanza di custodia cautelare e sequestro preventivo emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 27 persone di cui 14 in carcere e 13 agli arresti domiciliari per reati di traffico illecito di rifiuti, riciclaggio e autoriciclaggio.

“Un plauso ai caschi bianchi romani che questa notte, in sinergia con altre forze dell’ordine hanno inferto un durissimo colpo alle mafie ambientali legate al mondo dei nomadi eseguendo 27 arresti tra i campi di via di salone, via salviati e cisterna di latina. – Commenta il coordinatore dell’Ugl della polizia Locale di Roma, Marco Milani – Le misure, disposte dalla Direzione Distrettuale Antimafia, – prosegue Milani – sono giunte a conclusione di complesse indagini, condotte con l’ausilio della più sofisticata tecnologia, cui il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale, ha partecipato sin dal primo momento. Attivitá come queste, unite allo straordinario apporto circa la presenza sul territorio e la capacita di controllo dello stesso, ampiamente evidenziate in questi mesi di emergenza Covid 19, dimostrano ancora una volta la necessità di una legge di riforma, che equipari la categoria alle altre forze dell’ordine, valorizzando le potenzialità degli oltre 60.000 Poliziotti Locali d’ Italia, a beneficio della sicurezza dei cittadini”.

Continua a leggere

I più letti