Connect with us

Metropoli

Anguillara Sabazia, video shock al cimitero: esumazioni in gran segreto e nel periodo vietato dal regolamento? Tutto finisce aum aum?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Video shock girato da un cittadino con il cellulare nel cimitero di Anguillara Sabazia durante delle esumazioni effettuate in tempi e modi “discutibili”.

 

Il regolamento del Comune

Questo perché l’art. 30 del regolamento comunale per la disciplina dei servizi di polizia mortuaria di Anguillara dice espressamente che le esumazioni ordinarie sono vietate da giugno a settembre e sono regolate dal Sindaco con propria ordinanza. Le straordinarie invece devono avvenire in presenza della ASL

Sgomento e indignazione

L’evento ha suscitato nel paese indignazione e sconforto per il fatto che non sia stato eseguito sulla base di un ordinanza e nel mese di settembre periodo vietato salvo disposizione della magistratura.

I fatti

Un privato cittadino invece ha ripreso le esumazioni effettuate la scorsa settimana dal comune chiedendo l’intervento di carabinieri e Polizia locale. La Polizia Locale ha redatto un verbale mentre il comando dei carabinieri avrebbe inviato una nota informativa alla ASL di Bracciano.

Un velo di silenzio: aum aum?

Ad oggi tutto rimane in un alone di incertezza sulle modalità e tempi di esecuzione: perché le esumazioni avvengono a settembre e in modalità poco trasparenti? L’ufficio igienico sanitario preposto non si è espresso a cinque giorni dall’accaduto. Cosa si aspetta?

Sono state eseguite tutte le procedure di rito?

L’avvio delle esumazioni ordinarie è comunicato alla cittadinanza di riferimento almeno 6 mesi prima dell’inizio attraverso affissioni pubbliche e avvisi su almeno tre quotidiani, oltre che mediante avvisi collocati direttamente sui campi e all’ingresso dei cimiteri.

A quel punto, i parenti dei defunti (o, meglio, tutti coloro che ne abbiano interesse) possono presentare richiesta di esumazione ordinaria della salma per poterla destinare ad altra sepoltura. La richiesta deve essere inoltrata all’Ispettorato del cimitero di competenza che, sulla base del programma di esumazioni che avrà già programmato, comunicherà al richiedente la data e l’ora in cui verrà effettuata l’operazione.

Ricordiamo che Anguillara Sabazia vive una emergenza loculi

Anguillara, scoppia l’emergenza tombe: la giunta Anselmo requisisce i loculi cimiteriali ai privati

Il DPR 285 del 1990

Articolo 84
1. Salvo i casi ordinati dall’autorità giudiziaria non possono essere eseguite esumazioni straordinarie:
• a) nei mesi di maggio, giugno, luglio, agosto e settembre, a meno che non si tratti di cimitero di comune montano, il cui regolamento di igiene consenta di procedere a tale operazione anche nei mesi suindicati;
• b) quando trattasi della salma di persona morta di malattia infettiva contagiosa, a meno che siano già trascorsi due anni dalla morte e il coordinatore sanitario dichiari che essa può essere eseguita senza alcun pregiudizio per la salute pubblica.
Articolo 85
1. Le ossa che si rinvengono in occasione delle esumazioni ordinarie devono essere raccolte e depositate nell’ossario comune, a meno che coloro che vi abbiano interesse facciano domanda di raccoglierle per deporle in cellette o loculi posti entro il recinto del cimitero ed avuti in concessione. In questo caso le ossa devono essere raccolte nelle cassettine di zinco prescritte dall’articolo 36.
2. Tutti i rifiuti risultanti dall’attività cimiteriale sono equiparati a rifiuti speciali di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1982, n. 915, e devono essere smaltiti nel rispetto della suddetta normativa.

Metropoli

Allumiere, Concorsopoli: Pasquini “caccia” Mori ma non annulla ancora il concorso dei miracoli. “Accuse” contenute nel parere del legale del Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Diversi “idonei” sono stati ascoltati nei giorni scorsi dagli inquirenti

Il 9 maggio 2021 con una determinazione comunale il Sindaco di Allumiere Antonio Pasquini rescinde “per giusta causa il contratto a tempo indeterminato del dottor Andrea Mori. La rescissione arriva dopo l’acquisizione da parte del sindaco di un parere dell’Avvocato Stefano Trippanera, pervenuto in data 4 maggio 2021, da cui emerge un dato di fatto a dir poco sconcertante: “La procedura concorsuale risulta viziata”. Conclusioni che risuonano come macigni e a cui però segue un altro fatto ancora più paradossale: perché Pasquini ha annunciato da diversi giorni di voler procedere con l’annullamento del concorso in autotutela e ancora non lo ha fatto?

Tra l’altro nella determina di revoca si legge testualmente: il Comune di Allumiere può rivalersi contro Mori per tutti i danni anche di immagine ed erariali causati e “derivanti direttamente e indirettamente dalle attività illegittime poste in essere dal Dottor Mori durante le fasi del concorso..”.

Sembra che ad Allumiere ci sia un allarmante momento di stasi e immobilismo: se il sindaco non procede all’annullamento del concorso allora va da sé che Mori può risultare come inutilmente sospeso e potrebbe addirittura muoversi nelle sedi opportune per impugnare tale azione.

Imbarazzante il silenzio da parte della Regione Lazio. Che cosa si aspetta? La tempesta non sembra voler passare poi così in fretta. Ci sono delle indagini serrate e diversi “idonei” sono stati ascoltati nei giorni scorsi dagli inquirenti.

Continua a leggere

In evidenza

Concorsopoli, clamorosi “salti” nella graduatoria di Allumiere: due “idonei” mai chiamati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Prosegue l’analisi degli atti che riguardano il famoso concorsone di Allumiere che ha visto una infornata di portaborse, parenti di politici e amici di… essere assunti a tempo indeterminato alla Pisana. Nonostante gli annunci ancora non risulta pubblicato alcun annullamento in autotutela del concorso indetto dal Comune di Allumiere da cui hanno pescato nomi eccellenti sia i comuni della provincia romana, sia la Pisana. Questo giornale ha verificato un fatto molto importante: alcune persone risultate idonee e presenti nella graduatoria non sono state mai chiamate.

A Guidonia è stato assunto Marco Cirilli che risulta al 66° posto della graduatoria provvisoria mentre non sono mai state chiamate da nessun Comune le signore Marianna Sardoni e Alice Bruschi, rispettivamente al 13° e 14° posto della graduatoria provvisoria di merito.

Qualcuno dovrà spiegare le motivazioni per le quali il Comune di Allumiere non ha comunicato ai Comuni che ne hanno fatto richiesta i nominativi di queste due persone.

Questa ulteriore grave rilevanza si somma al fatto che Andrea Mori, presidente della commissione del concorsone di Allumiere risulta il solo ad aver firmato il verbale del 16 luglio 2020 che riguarda la composizione della prima fortunatissima batteria di nomi che sono finiti tutti in Pisana e al Comune di Guidonia.

Continua a leggere

Metropoli

Concorsopoli, salta la testa di Mori al Comune di Allumiere: spunta il giallo delle firme

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Revocato l’incarico di responsabile del personale ad Andrea Mori presso il Comune di Allumiere. Oggi è stata pubblicata la determina di “rescissione per giusta causa” del contratto a tempo determinato di Mori, presidente della commissione dell’ormai famoso “concorsone” di Allumiere.

Nei giorni scorsi è stato già ascoltato dai Carabinieri come persona informata sui fatti.

Andrea Mori risulta il solo ad aver firmato il verbale del 16 luglio 2020 che riguarda la composizione della prima fortunatissima batteria di nomi che sono finiti tutti in Pisana e al Comune di Guidonia.

Come mai gli altri due componenti non hanno firmato proprio quel verbale che ha visto l’infornata di assunzioni di amici di… parenti di politici e portaborse, mentre hanno firmato tutti gli altri verbali? Forse non erano d’accordo?

Continua a leggere

I più letti