Connect with us

Roma

ARICCIA CASO RESPONSABILE UFFICIO ELETTORARE ARRESTATA: I CARABINIERI INDAGANO PER ACCERTARE SE CI SONO ALTRI RESPONSABILI

Clicca e condividi l'articolo

Fortini (Pdl): "Mi auguro che questa situazione sia discussa in occasione del prossimo Consiglio comunale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Chiara Rai

Ariccia (RM) – I carabinieri della compagnia di Velletri diretti dal maggiore Marco Piras indagano a 360 gradi per verificare se oltre all'ex responsabile dell'ufficio elettorale del Comune di Ariccia, Mariana Silvestri, accusata di aver soppresso documenti comprovanti la regolare nomina di un presidente di sezione, sono coinvolti altri responsabili in una operazione che sostanzialmente ha agevolato la creazione di motivi di impugnazione utili ad invalidare le elezioni di Emilio Cianfanelli a sindaco, cadute a maggio 2011.

Clamorosa la notizia delle manette alla Silvestri sulla quale pende una un'accusa di calunnia e violazioni delle leggi elettorali. Una notizia che ha lasciato sbalordita gran parte della cittadinanza: "conosco personalmente la signora Silvestri come una brava dipendente comunale – dice Pierluigi Fortini, leader del Pdl locale che al ballottaggio ha sostenuto il candidato di centrodestra Roberto Di Felice che ha perso per 32 voti di scarto – anche se di fazione politica avversa a Cianfanelli, concordo con lui sul fatto che anche a mio parere le responsabilità non sono tutte della Silvestri, ma c'è un disegno più ampio". Fortini ribadisce che a suo dire la vicenda della nomina del presidente non è mai stata cristalina e per questo non ha partecipato come ricorrente al ricorso al Tar che ha annullato le elezioni ma la cui sentenza di recente è stata ribaltata dal Consiglio di Stato che ha riammesso Cianfanelli a primo cittadino: "Mi auguro – aggiunge l'azzurro – che questa situazione sia discussa in occasione del prossimo consiglio comunale. Noi del Pdl, intervenuti come terza parte in questo aspro conflitto tra Di Felice e Cianfanelli, auspichiamo che siano perseguiti i responsabili che di fatto hanno danneggiato l'intera cittadinanza sottoponendola ad un anno di commissariamento. Di fatto anche noi ci sentiamo vittime politiche e danneggiati da dinamiche che la Magistratura, adesso sta sbrogliando in maniera efficace". Di fatti gli inquirenti non mollano, continuano ad indagare per vedere se il disegno è davvero più ampio e se cioè la Silvestri avrebbe soppresso quei documenti in solitudine o con la complicità di terze persone.

La vicenda che ha coinvolto la responsabile dell’ufficio elettorale è questa: nella 15 è risultato mancante l'atto di nomina del presidente. La Procura di Velletri ha indagato a fondo tanto che lo scorso luglio Il Gip ha accolto la richiesta di incidente probatorio e la prosecuzione delle indagini avanzata dal Pm nei confronti della Silvestri, allora indagata per soppressione di documento insieme ad ignoti. I carabinieri hanno sbrogliato una matassa difficile: Silvestri avrebbe dapprima  asserito di non aver ricevuto, prodotto o visto sia l'atto di rinuncia che l'atto di nomina del presidente subentrato in sostituzione. Il marito della signora rinunciataria, invece, avrebbe dichiarato di aver presentato alla responsabile dell'ufficio elettorale l'atto di rinuncia della consorte e di aver indicato, su richiesta della stessa, il nominativo del presidente subentrato. E infine il presidente subentrato avrebbe asserito di aver ricevuto dal marito della signora rinunciataria l'atto di nomina redatto e firmato dalla responsabile dell'ufficio elettorale e di aver consegnato l'originale di tale atto alla Procura della Repubblica tramite i carabinieri della stazione di Ariccia.

LEGGI ANCHE:


 

Litorale

Civitavecchia, armato di coltello rapina il Todis in via San Gordiano: arrestato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Civitavecchia hanno arrestato un 23enne che, armato di coltello, nel pomeriggio di ieri, 08 luglio, ha rapinato il supermercato “Todis” nel quartiere San Gordiano.
R.C., civitavecchiese di 23 anni, dopo essersi messo in fila al supermercato con in mano una birra, giunto davanti alla cassa, ha estratto l’arma dal marsupio che indossava legato in vita, puntandola al cassiere e facendosi consegnare il denaro, prima di fuggire all’esterno inseguito da un dipendente del supermercato.
Il giovane, raggiunto da alcuni parenti, veniva immediatamente bloccato dagli agenti delle volanti e dalla pattuglia della squadra di polizia giudiziaria del commissariato, diretto da Paolo Guiso, allertati dalla segnalazione di rapina giunta al 113.
Sul posto giungevano anche altre pattuglie della P.G. del commissariato e gli agenti della Polizia Scientifica. Durante la perquisizione, nel marsupio che ancora il ragazzo teneva allacciato alla vita e dal quale, anche dalle immagini, si vede estrarre l’arma, sono state rinvenute delle banconote “arraffate” velocemente dalla
cassa, accartocciate e risultate dopo essere parte della refurtiva, mentre il resto delle banconote,
accartocciate, veniva rinvenuto sotto il tappetino dell’auto dei congiunti del ragazzo.
Gli agenti, dopo aver sentito i testimoni e visionato le immagini del circuito di videosorveglianza del
supermercato traevano in arresto il 23enne che dovrà rispondere di rapina aggravata e denunciavano in
stato di libertà, per favoreggiamento personale, la donna sotto il cui tappetino gli agenti hanno rinvenuto il
resto del denaro.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, Vigili del Fuoco: ripristinato l’impianto semaforico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Grande soddisfazione espressa dai Vigili del Fuoco di Bracciano per il ripristino della funzionalità e l’adeguamento normativo dell’impianto semaforico presso la locale caserma.  

Il Capo Reparto Esperto Pasquale Stringini, aveva personalmente richiesto all’amministrazione comunale il ripristino dei semafori a causa di una situazione di disagio e mancanza di sicurezza che si era venuta a creare con difficoltà di uscita per i mezzi di soccorso che ogni volta dovevano effettuare manovre con personale costretto a fermare il traffico: “Ringrazio il Sindaco Armando Tondinelli – dice Stringini –  insieme all’Amministrazione per aver compreso l’importanza di tale opera e per l’impegno profuso nel raggiungimento di questo obiettivo”. 

Il corretto funzionamento dell’impianto, infatti, è garanzia sia di sicurezza per i cittadini e gli automobilisti che di rapido intervento in totale sicurezza da parte dei Vigili del Fuoco.

E l’Amministrazione ha rivolto un messaggio di gratitudine per i Vigili del Fuoco: “Non ci stancheremo mai di ringraziare il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco – ha detto il Sindaco Armando Tondinelli – per il servizio che costantemente viene svolto a favore della comunità di Bracciano”.

Continua a leggere

Metropoli

Cesano, apre un nuovo poliambulatorio pubblico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CESANO (RM) – “Un nuovo poliambulatorio pubblico per Cesano di Roma al servizio di tutto il comprensorio: si è conclusa poco fa una proficua riunione, richiesta dal presidente del comitato di quartiere di Cesano Paolo Pasqualini, dal sottoscritto e dalla consigliera municipale Agnese Rollo, alla presenza dell’assessore regionale Alessio D’Amato e dei vertici della Asl Roma 1, guidati dal D.g. dott. Angelo Tanese” lo ha scritto su Facebook il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci. “Si è assunta la decisione di avviare la realizzazione di una nuova e grande struttura sanitaria della Asl Roma 1 a Cesano: un poliambulatorio pubblico moderno ed in grado di soddisfare una molteplicità di esigenze per l’utenza di tutto il comprensorio. Essendo già stata acquisita una disponibilità di massima del comandante della Scuola di Fanteria, si è individuata la nuova sede in un locale dismesso della caserma su via della stazione di Cesano. Un immobile di 600 mq con dirimpetto una vasta area a parcheggio. Già a fine luglio il primo passo con l’appostamento dei fondi necessari” ha concluso Minnucci.

Continua a leggere

I più letti