Connect with us

Sport

As Roma Futsal, De Luca: «Vogliamo riportare questo club al livello che gli compete»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – L’As Roma Futsal sta per debuttare nel campionato di serie B. La squadra giallorossa di mister Remo Arnaudi giocherà sabato in casa contro il Foligno nel primo turno del torneo cadetto. I capitolini hanno salutato la Coppa della Divisione (sconfitta con il Lido di Ostia, compagine di A2) e mercoledì giocheranno contro l’Italpol il secondo match del triangolare di Coppa Italia di categoria, dopo il k.o. contro il Savio di sabato. Ma il progetto di uno dei club più prestigiosi e blasonati del mondo del futsal italiano è appena ripartito e tra le “colonne” c’è indubbiamente il vice presidente Mario De Luca, alla prima vera esperienza da dirigente nel calcio a 5. «Ho iniziato a seguire questo sport da quando mio figlio ha cominciato a giocarlo e ora ne sono coinvolto in prima persona. A convincermi è stata proprio la buona prospettiva che ho visto in questo progetto, oltre ovviamente al nome che porta questo club e allo stretto legame con la Roma, di cui sono grande tifoso». A spingerlo ancor di più in questa avventura è stato l’incontro con un tecnico di grandissima esperienza come Arnaudi. «Remo è una persona estremamente schietta, diretta ed è un grande conoscitore del calcio a 5. Ci siamo conosciuti un paio di anni fa e da questa stagione abbiamo voluto condividere questa avventura». Sulle prospettive dell’As Roma Futsal in questa stagione, De Luca è sicuramente ottimista. «Questo gruppo può contare su ragazzi interessanti e su uno staff di grande competenza: al di là di Arnaudi, c’è il “prof” Roberto Richiello che cura la preparazione atletica della squadra e sono convinto che presto si vedranno i frutti del loro lavoro». De Luca conclude dando uno sguardo ancor più a lungo termine. «Vogliamo riportare l’As Roma Futsal ai livelli che le competono e faremo di tutto per riuscirci».

Commenti

Calcio

Virtus Divino Amore (calcio, I cat.), riscatto a Velletri. Egizi: “Giochi aperti almeno per il secondo posto ”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Su quel campo aveva perso in modo amaro appena la settimana precedente. La Prima categoria della Virtus Divino Amore ha dimostrato carattere e spessore tecnico nel ritornare sul “luogo fatale” e vincere (per 2-0) una partita insidiosa come quella contro il Real Velletri: “Non era una gara semplice perché affrontavamo un avversario di buon livello che nell’organico annovera alcuni giocatori molto validi come ad esempio Triola e che all’andata tra l’altro ci aveva battuto sul nostro campo – dice il portiere classe 1981 Alfredo Egizi – Siamo andati in vantaggio con Tovalieri nel corso della prima frazione in cui abbiamo sciupato anche altre opportunità, poi nella ripresa l’arbitro ha assegnato un calcio di rigore inesistente agli avversari, mostrando pure il cartellino rosso al nostro Valerio Fagiolo”. A quel punto è stato proprio l’estremo difensore a “metterci una pezza”, evitando l’1-1: “La partita poteva cambiare e nel finale abbiamo comunque dovuto soffrire prima della rete del raddoppio di Cimini su un contropiede”. Ancora una volta, comunque, la Virtus Divino Amore ha subito un rigore e un’espulsione contro: “Non ci pensiamo perché siamo convinti della nostra forza. Battaglieremo fino all’ultimo per le posizioni di vertice della classifica: forse siamo lontani dalla prima piazza anche perché la Vivace Furlani Grottaferrata ha una rosa molto attrezzata, ma sono convinto che possiamo giocarci le nostre carte per il salto in Promozione” rimarca Egizi che poi vuole fare un ringraziamento al preparatore Tommaso Grilli: “Se riesco a togliermi ancora qualche soddisfazione alla mia età lo devo soprattutto a lui”. La Virtus Divino Amore ospiterà il Real Rocca di Papa nel prossimo turno di campionato, poi il mercoledì successivo giocherà il recupero sul campo del Lanuvio Campoleone ultimo della classe: “Sono due partite complicate. Il Real Rocca di Papa è una squadra ostica che ci ha messo in difficoltà già all’andata e che ha dato filo da torcere pure al Nettuno terzo della classe nell’ultimo turno. Pure a Lanuvio ci sarà da sudare perché avremo di fronte un avversario che non molla, ma per noi è fondamentale cogliere il bottino pieno per alimentare le nostre ambizioni di classifica”.

Continua a leggere

Calcio

Vicovaro (calcio, Promozione), mister Orati guarda avanti: “Col La Rustica sarà una finale”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Vicovaro (Rm) – C’è ancora tanta amarezza in casa Vicovaro per l’esito della sfida di domenica scorsa sul campo del Riano che poteva rappresentare un vero “trampolino” per la stagione dei ragazzi di mister Luciano Orati. Gli arancioverdi, invece, sono passati dal 3-1 a proprio favore al 3-4 conclusivo nel giro di un quarto d’ora. Un finale di partita rocambolesco che ha lasciato un grande rammarico a tutta la squadra: “Avevamo la partita in pugno – conferma Orati – Dopo un primo tempo piuttosto equilibrato in cui eravamo andati in vantaggio con la rete di Ianzi ed eravamo stati riacciuffati dai padroni di casa, abbiamo giocato un ottimo secondo tempo andando di nuovo avanti grazie al calcio di rigore conquistato da Pangallozzi e trasformato da Cecchini e poi triplicando i conti con un eurogol di Lillo. A quel punto, forse, abbiamo pensato di averla portata a casa e invece l’immediato 2-3 realizzato dai padroni di casa ha dato la spinta ai nostri avversari che poi hanno pareggiato e infine vinto la gara con un altro bellissimo gol dalla distanza. Un peccato perché questa gara ci poteva lanciare all’inseguimento della coppia di testa che non sbaglia un colpo”. Orati prova a dare una spiegazione al black out del Vicovaro: “Al di là dell’aspetto mentale, forse ci è mancato un po’ di filtro in mezzo al campo: oltre a Loreti, non avevamo Procaccianti e pure Tajani l’ho dovuto sostituire per un problema fisico. Ma ora non possiamo fare altro che rimboccarci le maniche e ripartire”. D’altronde il Vicovaro è ancora terzo e domenica prossima avrà (forse) l’ultima chance per alimentare i sogni di primo posto: “Ospiteremo il La Rustica che tra l’altro all’andata ha bagnato il mio debutto su questa panchina (gli arancioverdi vinsero 2-1 in rimonta, ndr). In questo momento ci sono nove punti di differenza e quindi noi praticamente abbiamo un solo risultato a disposizione visto che stiamo inseguendo: sarà una sorta di finale. Speriamo di recuperare gli infortunati e di poterci giocare al meglio questa partita” conclude Orati.

Continua a leggere

Calcio

Rocca Priora (calcio, Promozione), il pararigori De Bernardo non basta: “Ma rimaniamo fiduciosi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Rocca Priora (Rm) – Un altro rigore parato per il 45enne Giuseppe De Bernardo, assoluto specialista della nostra regione (e non solo…). L’ennesima impresa personale (la terza stagionale, la dodicesima in poco più di un anno) dell’estremo difensore del Rocca Priora nel match di domenica scorsa contro l’Atletico Cervaro non è servita alla squadra castellana per strappare punti preziosi nella corsa alla salvezza. “Abbiamo affrontato una squadra quadrata che merita il quarto posto attuale – dice De Bernardo – Non avevamo cominciato male, poi però il gol del vantaggio ospite ci ha tolto un po’ di sicurezza e di giuste distanze. Sempre nel primo tempo è arrivato anche il calcio di rigore per gli ospiti che ho parato, ma nella ripresa ci è mancato il “guizzo giusto” per cercare di concretizzare le occasioni costruite. E’ la nostra seconda sconfitta interna consecutiva dopo quella col Città di Monte San Giovanni Campano capolista, tra l’altro sempre di misura, ma abbiamo lottato al cospetto di avversari forti e rimaniamo fiduciosi sulle possibilità di salvarci”. La posizione di classifica del Rocca Priora, comunque, è ancora rassicurante: sono sei i punti di vantaggio sulla zona play out. “Non possiamo stare tranquilli, c’è ancora tanto da fare per raggiungere la salvezza e basta poco per essere risucchiati nel calderone – dice l’esperto portiere – Credo che con una quindicina di punti potremmo stare al sicuro, d’altronde due anni fa con l’Atletico Torrenova fui costretto a giocare un play out con 41 punti”. Nel prossimo turno il gruppo di mister Paolo Lunardini farà visita al Tecchiena che in questo momento ha tre punti in meno dei castellani: “Ci aspetta un’altra battaglia, una delle finali che avremo da qui alla fine della stagione. Giocheremo su un campo difficilissimo, pure loro arrivano da una sconfitta e vorranno cercare di riscattarsi in casa: dobbiamo farci trovare pronti”. La chiusura di De Bernardo riguarda il suo futuro personale: “In questo momento ho in testa solo la salvezza con il Rocca Priora, poi stabilirò cosa fare. Intanto a marzo inizierò un corso per prendere il patentino da preparatore dei portieri e aggiungere un’opzione al ventaglio delle possibilità da valutare”.

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Gennaio: 2020
L M M G V S D
« Dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it