Connect with us

Sport

Atletica Frascati: Kabangu show, ma Di Paola chiede interventi sulla pista: “Rischiamo di chiudere”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Gloria Kabangu dà spettacolo. Dopo nove mesi di assenza per una microfrattura al piede, la forte atleta classe 2005 (categoria Allieve) in forza all’Acsi Italia Atletica (società “collegata” con l’Atletica Frascati) è stata autrice di una strepitosa prestazione sabato ad Ancona dove si disputava una prova di qualificazione per i campionati italiani e uno dei primo test al coperto dell’anno. Nella specialità dei 400, la Kabangu (già qualificata e campionessa italiana indoor Allieve della scorsa stagione) ha dominato la gara e ha chiuso con un bellissimo 56.54 che è il suo primato personale e primo tempo attuale nelle graduatorie indoor 2022 Allieve.
In classifica finale è seconda Assoluta e prima tra le Allieve: una prestazione che la lancia alla grande verso una stagione promettente. La Kabangu (nella foto Fidal/Grana), oltre ad una fisicità prorompente, sta mostrando qualità di impegno, assidua presenza in allenamento e capacità di tenuta psicologica impressionanti. Il suo risultato, però, ha dato la spinta al presidente dell’Atletica Frascati Sandro Di Paola per l’ennesima amarissima considerazione: “Il ritorno ad alti livelli di Gloria, grande promessa della velocità italiana, è il risultato ottimale di un certosino lavoro di recupero fatto dal nostro staff senza l’aiuto di nessuno. Gloria si è infortunata allenandosi sulla pista cementificata dell’Otto Settembre di Frascati che andava rinnovata dopo al massimo 10 anni e invece è rimasta inalterata da quasi 18. Un intervento su questa pista era il minimo che si potesse fare a Frascati per una disciplina universale come l’atletica dove si sono raggiunti livelli qualitativi e quantitativi che nessuna attività sportiva di Frascati può vantare, anche tra le più blasonate. D’altronde i dati della lunga storia dell’Atletica Frascati sono a disposizione di tutti. Incredibilmente tre anni fa si sono trovati i soldi per rinnovare il manto in erba sintetica dell’impianto, “dimenticando” la pista: un atteggiamento vergognoso e discriminatorio, non degno di una città come Frascati che si vuole definire “civile”. Se questa situazione dovesse prolungarsi, saremo costretti a chiudere dopo 50 anni la nostra attività. Non possiamo continuare ad allenarci su una pista che può distruggere la carriera degli atleti che ogni anno cerchiamo di fare arrivare ai massimi livelli. E pensare che la Federazione si era dichiarata disponibile ad intervenire sul problema, ma qualcuno ha già posto un veto alla possibilità che l’atletica possa diventare concessionaria di gestione dell’impianto. Purtroppo siamo in Italia e ancor peggio a Frascati”.
Ad Ancora erano presenti anche l’allieva Chiara Padoan e lo junior Giorgio Di Nicola che, come la Kabangu, hanno corso sui 400: la prima, campionessa regionale, ha pagato l’emozione e ha chiuso con una prestazione opaca (1’02’’97), il secondo è stato condizionato da un problema muscolare e ha chiuso con un 52’’17 che non rende merito al suo reale valore.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Atletica Frascati, Kabangu e Di Mugno “on fire”: entrambe sono campionesse regionali Assolute

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Gloria Kabangu e Ginevra Di Mugno sono “on fire”. Le talentuose Allieve in forza all’Atletica Acsi Italia (società che fa parte della famiglia sportiva dell’Atletica Frascati) si sono tolte un’altra grande soddisfazione nel week-end appena messo alle spalle. Al “Guidobaldi” di Rieti, infatti, hanno sfoderato una grande gara rispettivamente nei 400 e nei 1500 migliorando i propri personali e vincendo il titolo regionale Assoluto, oltre a mantenere il primato nelle liste nazionali di specialità. La prima (in ordine di tempo) a strabiliare è stata proprio la Kabangu (classe 2005) che, nonostante corresse in prima corsia, ha dominato la sua prova chiudendo in 55.22 e conquistando il suo primo titolo regionale “tra i grandi”. Bravissima anche la mezzofondista Di Mugno che col tempo di 4.31.96 ha sfiorato lo standard europeo e si è piazzata “formalmente” al secondo posto dietro Marta Castelli della Virtus Lucca (che ha avuto trascorsi a Frascati) che però era fuori gara per l’assegnazione del titolo regionale. Sempre nel week-end reatino va sottolineato il positivo rientro sui 1500 di Alexandru Ciumacov che mancava dalla specialità dal 2018 e ha conquistato un bel secondo posto, non troppo lontano dal suo primato personale.
Sabato scorso, invece, si era disputata allo stadio “Montefiore” di Rocca Priora la terza prova della “Decathlon Cup”, trofeo estivo giovanile organizzato dal comitato provinciale Roma Sud. Alcune buoni prestazioni condite dal piazzamento sul podio per i giovani talenti tuscolani: tra gli Esordienti 8 Damiano Gregori vince sui 50 metri e Samuele Bernardo fa lo stesso sui 400. Bernardo e Gregori, poi, si sono piazzati rispettivamente primo e secondo nella gara del salto in lungo. Tra gli Under 14 (categoria Ragazzi) bel secondo posto per Flavio Junior Fiorucci sui 60 metri e infine la migliore delle staffette è quella della 3×800 Ragazze composta da Gaia Abbruciati, Alice Rossi e Viktoria Polonska che chiude con un ottimo secondo posto.
Intanto è in arrivo un altro week-end molto importante in casa Atletica Frascati: domenica le stesse Kabangu e Di Mugno correranno (rispettivamente nei 400 e nei 1500) al “Brixia Meeting” di Bressanone, una gara nazionale per rappresentative regionali Under 18 che sarà anche un test contro le avversarie che incroceranno ai campionati italiani. Inoltre a Roma ci sarà la finale regionale del campionato di società Under 16 e l’Atletica Frascati è in finale sia con le Cadette che con i Cadetti.

Continua a leggere

Calcio

Valmontone 1921 (Under 21/Terza cat.), mister Fanfoni: “Il gruppo si è impegnato tantissimo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – Sarà l’ultima squadra giovanile a concludere il campionato. Mancano tre gare, ma è già tempo di bilanci in casa Valmontone 1921 per il gruppo Under 21 che, alla fine, ha dovuto giocare nel torneo di Terza categoria confrontandosi con avversari decisamente più esperti. “Il gruppo ha inevitabilmente sofferto il passaggio dal campionato giovanile a quello dei grandi – dice mister Oreste Fanfoni – E’ mancata ovviamente un pizzico di esperienza e malizia che questi ragazzi acquisiranno giocando, ma hanno comunque dimostrato tanta voglia di migliorare e un grandissimo impegno. Il girone di ritorno sta terminando in crescendo sia a livello di convinzione che di qualità gioco. Inserendo due o tre innesti di esperienza questi ragazzi si potranno togliere diverse soddisfazioni nel prossimo futuro”. E alla fine di ogni stagione è tempo di ringraziamenti, ecco quelli di mister Fanfoni: “Innanzitutto grazie ai dirigenti Bruno Bellotti e Mirco Gianfranceschi che ci hanno supportato in tutto e per tutto, ma anche al mio preparatore Damiano Massa che si è dimostrato ragazzo molto professionale e ovviamente a tutti i ragazzi. Vorrei fare il nome di Riccardo Sale che è stato impiegato poco, ma si è sempre allenato ed è stato dentro al gruppo per sostenere sempre i suoi compagni e queste cose fanno bene al calcio. Tutto questo, comunque, non sarebbe stato possibile senza il supporto della società che ha creduto in questa categoria fin dal primo momento”. Nell’ultimo turno (giocato ieri) il Valmontone 1921 ha impattato in casa contro il Gavignano per 1-1: “E’ stata una gara un po’ confusionaria: eravamo superiori agli avversari, ma ci siamo intestarditi troppo a livello individuale e alla fine è arrivato un pareggio che ci va molto stretto”.
Al gruppo arrivano anche gli applausi del responsabile del settore giovanile agonistico Fabio Carosi: “Questa squadra è nata pensando ai ragazzi penalizzati dalla pandemia che non avevano vissuto la bellezza del campionato Under 19. Fanfoni e il suo staff hanno fatto un grandissimo lavoro, assieme al sempre presente dirigente Bruno Bellotti e all’altro dirigente Mirco Gianfranceschi che, insieme ai ragazzi Manuel Frasca e Antonio Consalvi, hanno contribuito tantissimo alla formazione di questa squadra. Il gruppo ha portato l’impegno fino alla fine con divertimento, sintonia e voglia di fare. E nel corso del tempo si sono aggiunti anche altri ragazzi, segno di un progetto che è stato portato avanti nel modo giusto”.

Continua a leggere

Calcio

Ssd Colonna (calcio), Basciani neo ds del settore giovanile agonistico: “Grazie al club per la fiducia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – Il settore calcio del Colonna sta già lavorando per il futuro. La società castellana ha designato Claudio Basciani, attuale allenatore dell’Under 15 provinciale, come futuro direttore sportivo del settore agonistico. Si coordinerà col direttore generale Angelo Carletta e con il direttore sportivo di prima squadra e Under 19 Gianluca Cippitelli. “Sarà la mia prima volta in questo ruolo – dice Basciani – L’idea è arrivata direttamente dalla società che ha fatto alcune valutazioni e ha ritenuto che potessi dare il mio contributo in questo ruolo anche per agevolare l’enorme lavoro che ha portato avanti l’attivissimo dg Angelo Carletta in questa stagione. Come ho reagito a questa richiesta della società? All’inizio ho chiesto se fossero proprio sicuri – sorride il neo ds – Ma in ogni caso questo è un grande attestato di stima e di fiducia da parte di una società in cui mi sono sempre trovato benissimo sin da quando, tre anni fa, ho cominciato ad allenare. Era doveroso da parte mia mettermi a disposizione, con l’aiuto delle altre componenti dirigenziali sono convinto di poter fare del mio meglio. Ci sarà un confronto costante con Angelo Carletta e con Gianluca Cippitelli, oltre che con tutti i tecnici del settore giovanile e anche con gli allenatori della prima squadra e dell’Under 19 che saranno rispettivamente Dino Di Julio e Alessio Rippa”. Il nuovo incarico, comunque, non lo toglierà dal campo: “Al momento la società mi ha detto che proseguirà anche l’avventura assieme all’attuale gruppo Under 15 che nella prossima stagione “diventerà” Under 16. Poi è chiaro che il ruolo di direttore sportivo mi porterà ad avere una visione globale delle squadre che saranno sotto la mia competenza, ma questo non mi distoglierà dal fare il massimo anche come allenatore”. La sua Under 15 provinciale, intanto, vuole chiudere al meglio l’annata: “Ci mancano tre partite e miriamo al quinto posto, al momento occupato dal Ciampino che affronteremo domenica e che ha un punto di vantaggio in classifica. Per noi è stata una stagione comunque positiva in un girone che ha annoverato avversari di ottimo livello”.

Continua a leggere

I più letti