Connect with us

Calcio

Audace (calcio, Eccellenza), Denni guarda al Pontinia: “Quello è un campo ostico per tutti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

In attesa di capire come finirà il ricorso per il match perso sul campo dell’Atletico Lazio, l’Audace è caduta una seconda volta nella sfida interna contro il Città di Anagni, col medesimo risultato di 0-1. Una partita tosta, com’era già preventivabile stante il valore della formazione avversaria, ma l’Audace ha giocato la sua partita come sottolinea la mezzala classe 1998 e capitano del gruppo Gioele Denni: “Non abbiamo meritato di perdere, anche se è stata una partita equilibrata. Nel primo tempo loro hanno sbagliato un calcio di rigore e poi fino al gol (arrivato nel recupero della seconda frazione, ndr) non hanno creato molte altre opportunità. Noi potevamo sfruttare alcune ripartenze in modo migliore e poi abbiamo avuto anche un’occasione importante che non siamo riusciti a concretizzare. Nella parte finale del secondo tempo ci siamo un po’ più abbassati e poi è arrivato il gol del successo del Città di Anagni che comunque ha confermato di essere una compagine di valore”. Due sconfitte consecutive che il capitano dell’Audace analizza così: “Quella con l’Atletico Lazio è stata davvero una partita stregata, in cui abbiamo subito gol nell’unico tiro in porta degli avversari e abbiamo sciupato tantissimo. Non credo che questa doppia sconfitta possa rappresentare un campanello d’allarme perché la squadra ha dimostrato di essere viva. E’ chiaro che siamo arrabbiati per i risultati finali, ma guardiamo avanti”. Ovvero al match di domenica sul campo del Pontinia che al momento è a tre lunghezze dalla squadra di mister Scarfini: “Bisognerà fare attenzione perché hanno giocatori di valore che, se sono in giornata, possono rappresentare un pericolo serio. Inoltre quello è un campo ostico per tutti e dunque sappiamo che ci aspetta una partita dura, ma ce la metteremo tutta per tornare a vincere”. La chiusura è sul gruppo e sulle ambizioni della società: “Recentemente ci sono stati parecchi innesti di giocatori forti e questo non può che farci piacere. Il club ha idee importanti per il presente e per il futuro e ci sta mettendo nelle migliori condizioni per poter dare il massimo”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Polisportiva Borghesiana (calcio a 5), la D femminile pronta a ripartire. Fiorentini: “Vogliamo vincere”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Nell’ampio panorama dell’offerta sportiva della Polisportiva Borghesiana hanno preso subito uno spazio importante. Le ragazze della serie D del calcio a 5 del club capitolino, al primo anno di attività all’interno del centro sportivo “Brasili”, non vedono l’ora di ripartire. La prima parte di campionato le ha viste come assolute protagoniste tanto da conquistare la vetta della classifica. “Non è certamente una sorpresa questo rendimento – dice Daniela Fiorentini, allenatrice e “anima” di questo progetto – Questo gruppo gioca insieme da cinque anni e aveva fatto dei buoni campionati al Torre Maura e al Borussia. In estate è nata la possibilità di spostarci nella Polisportiva Borghesiana e siamo stati accolti benissimo dal neo presidente Stefano Criscuolo che tra l’altro è uno sportivo e dunque sa bene di cosa si parla: si è dimostrato molto ospitale e la società non ci ha fatto mancare nulla”. Non tutte le cose, però, sono andate nel verso giusto nella prima parte di stagione: “Purtroppo abbiamo perso le nostre Valentina Del Prete e il portiere Elisa Tomassini per un doppio grave infortunio, la prima al tendine d’Achille e l’altra al crociato. Ma siamo convinte di essere forti e vogliamo fare il salto di categoria approdando in serie C”. Il cammino delle capitoline di coach Fiorentini ripartirà il prossimo 4 febbraio in casa del Frosinone: “Un avversario di alta classifica, sarà subito un bel test. Ci potrebbe essere qualche altra defezione per quella data, ma non vogliamo alibi anche perché le ragazze si sono allenate con impegno in questo periodo”. La Fiorentini continua anche a lavorare anche nella Scuola calcio della Polisportiva Borghesiana, coordinata dal responsabile del settore Lino Virgili. “Abbiamo coinvolto alcune ragazze della squadra anche per quel tipo di attività, c’è grande sintonia tra di noi”.

Continua a leggere

Calcio

Vis Casilina (calcio, Under 17), Pezone avvisa: “La lotta per il vertice? Durerà fino alla fine”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Ripartirà da capolista. L’Under 17 provinciale della Vis Casilina si sta godendo la pausa da una “posizione di classifica privilegiata”: i ragazzi di mister Andrea Roberti, infatti, sono in testa al girone A della categoria e quindi hanno potuto “assaporare” ancor di più il primato, stante lo stop a causa della pandemia che durerà ancora un paio di settimane. Gabriele Pezone, centrocampista classe 2005, fa il punto della situazione: “La prima parte di campionato è andata molto bene. La squadra ha subito dimostrato il suo valore e abbiamo rimediato una sola sconfitta”. Inevitabilmente il gruppo capitolino ripartirà con ambizioni importanti: “L’obiettivo è puntare il più in alto possibile – dice senza nascondersi il giovane centrocampista – Le avversarie più pericolose? Direi l’Elis, che ha un modulo di gioco che ci crea qualche difficoltà, ma anche l’Aniene, squadra che difende molto bene. In ogni caso sono convinto che la lotta per le prime posizioni durerà fino alla fine e noi vogliamo essere protagonisti”. Pezone parla del rapporto con mister Roberti: “Mi ha colpito positivamente sin da subito perché ha cominciato immediatamente a lavorare sulla formazione del gruppo, visto che in questa squadra c’erano ragazzi provenienti da diverse realtà. Ha avuto ragione lui perché siamo diventati molto amici e in campo si vede. Inoltre quando c’è qualche problema il suo aiuto non manca mai”. Per Pezone è stato un ritorno al “De Fonseca”, campo che conosce molto bene: “Qui ci ho fatto la Scuola calcio anche perché vivo proprio in questa borgata. La nuova società mi ha fatto un’ottima impressione e so che vuole fare le cose per bene. Conoscendo il direttore sportivo Tonino Rovere ero certo che la Vis Casilina avrebbe costruito delle buone squadre da subito”. Nonostante la giovane età Pezone rivela un auspicio: “Sarebbe molto bello riuscire ad essere convocato in prima squadra. Recentemente sono stato con l’Under 19 e ci ho giocato un’amichevole contro, se arriverà anche la chiamata dai grandi sarò felicissimo”.

Continua a leggere

Calcio

Colleferro (calcio, Eccellenza), Battistelli: “Niente alibi, sarà importante tornare subito sul pezzo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – La prima squadra del Colleferro sta per tornare in campo. Riparte il campionato di Eccellenza dopo due settimane di stop (che per i rossoneri, come per molti altri, sono state più di quattro) e la formazione di mister Antonio Battistelli è pronta ad ospitare il Terracina: “In questo periodo non ci siamo mai fermati – dice l’allenatore – Ovviamente abbiamo avuto qualche disagio come tutti tra casi di positività al Covid e quarantene preventive, ma la squadra si è allenata bene. E comunque non ci devono essere alibi alla ripresa perché tutte le squadre sono più o meno sullo stesso piano: è ovvio che può pesare il mese abbondante senza gare ufficiali, ma chi sarà più bravo a ripartire potrebbe guadagnare punti preziosi nelle prime due o tre partite”. Battistelli parla della prima parte di stagione del suo Colleferro: “Abbiamo collezionato 20 punti nel girone d’andata e probabilmente per centrare almeno il settimo posto (che vorrebbe dire salvezza diretta, ndr) ne serviranno altri 28. Noi, comunque, dobbiamo ragionare per step cercando di migliorarci rispetto al girone d’andata che cominciammo in modo brutto, conquistando due punti in tre partite: speriamo di riuscire a fare meglio adesso”. L’allenatore non esclude interventi nella nuova finestra di mercato a disposizione dei dilettanti: “Potremmo fare qualche movimento in entrata, magari una o due pedine per rinforzare ulteriormente la rosa. Siamo in contatto costante col direttore sportivo Pino Di Cori, vediamo se uscirà l’opportunità giusta”. D’altronde il Colleferro ha una società solida e ambiziosa alle spalle: “Il presidente Giorgio Coviello è letteralmente un fiume in piena, tante volte siamo noi a doverlo “frenare” – dice Battistelli – Il progetto è sempre più solido e il suo impegno nel club professionistico del Seregno sarà un punto a favore del Colleferro e non un limite. L’obiettivo è di riportare la piazza il prima possibile in serie D e di fare anche un grande settore giovanile”.

Continua a leggere

I più letti