Connect with us

Cronaca

AVELLINO, SEQUESTRATI 7 CENTRI IMMIGRATI "SOVRAFFOLLATI E SPORCHI"

Clicca e condividi l'articolo

Blitz dei Nas. L'inchiesta è scaturita dalle denunce presentata più di un anno fa dalla Cgil

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Avellino – Condizioni igieniche precarie, presenze superiori ai posti letto consentiti e gestioni opache da parte di cooperative sociali: per queste ragioni sette centri di accoglienza per immigrati sono stati sequestrati in provincia di Avellino dai carabinieri del Nas di Salerno, su ordine della procura della Repubblica di Avellino. L'inchiesta è scaturita dalle denunce presentata più di un anno fa dalla Cgil di Avellino che aveva sollecitato anche l'intervento del prefetto Carlo Sessa per fare chiarezza sulla gestione dei centri di accoglienza. Numerosi gli indagati: si tratta di amministratori di alcune coop. Eseguite diverse perquisizioni.

Non ricevevano il kit giornaliero che prevede una somma di denaro, l'occorrente per l'igiene personale, il vestiario e gli alimenti adeguati. Immigrati accolti in centri improvvisati, gestiti da cooperative costituite anche ad hoc per approfittare del flusso di denaro destinato all'accoglienza dei profughi sbarcati sulle coste del Mediterraneo. Questo è uno spaccato inquietante quello che emerge dall'inchiesta coordinata dalla procura di Avellino che ha disposto il sequestro di sette centri di accoglienza tra Avellino e Monteforte Irpino. dieci le persone indagate a vario titolo per falso e truffa. I carabinieri del Nas di Salerno stanno eseguendo i sequestri e le perquisizioni nelle strutture che presentano gravi carenze strutturali e igieniche. I carabinieri, coordinati dal capitano Gianfranco Di Sario, hanno riscontrato anche gravi inosservanze nei capitolati d'appalto, soprattutto per quanto riguarda le forniture alimentari. Nell'ordinanza emessa dal gip del tribunale di Avellino non è stato però disposto lo sgombero immediato dei centri, ma bisognera' individuare in tempi brevi una nuova sistemazione per gli immigrati ospitati, che sarebbero circa 120. L'indagine è partita da una serie di denunce presentate dalla segreteria provinciale di Avellino della Cgil.

Cronaca

Napoli, prima comunione in grande stile: 200 invitati. A mezzanotte arrivano i carabinieri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Una festa per una prima comunione in corso in strada, a Napoli, con la partecipazione di circa 200 persone tra adulti e bambini, è stata interrotta nella notte dai carabinieri. Venti persone sono state sanzionate, tra questi anche i tre musicisti presenti e il promotore della festa, un 36enne che voleva festeggiare la comunione di suo figlio.

Nel quartiere San Carlo Arena, i carabinieri della compagnia Stella insieme con quelli del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti – verso la mezzanotte di sabato 12 giugno – in via Calata di Capodichino, dove era in corso la festa. I tre musicisti presenti hanno immediatamente smontato l’impianto luci e musicale.

I controlli – I militari del comando Provinciale di Napoli sono stati impegnati in città e in provincia per i controlli sulla movida. Particolare attenzione è stata rivolta nella fascia oraria notturna. Controlli sulla movida anche in provincia. I Carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania, nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale, hanno presidiato le strade e le piazze di Frattamaggiore. Duecento le persone identificate e 106 i veicoli controllati. Sei scooter sono stati sequestrati.

Infine, dopo la mezzanotte i carabinieri hanno assistito alla chiusura di tutti i locali e fatto allontanare le persone per evitare rischiosi assembramenti nei principali luoghi di ritrovo.

Continua a leggere

Cronaca

Nemi, cercasi addetto stampa per 1850 euro mese: le domande entro il 21 giugno

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Il Comune di Nemi ha indetto una selezione, mediante procedura di valutazione comparativa, pee il conferimento dell’incarico professionale di addetto stampa del Comune al corrispettivo di 1.850,00 euro lordi al mese.

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 21 giugno 2021 all’Ufficio Protocollo del Comune di Nemi via del Municipio (RM)

CLICCARE QUI PER SCARICARE IL BANDO

Continua a leggere

Cronaca

Roma, lite in piazza Saxa Rubra: uccide un cucciolo Labrador a calci

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Al culmine di una lite, un 50enne ha sfogato la sua rabbia su un Labrador di due mesi, uccidendolo a calci. È accaduto venerdì pomeriggio in piazza di Saxa Rubra (Roma). I proprietari del cane e alcuni residenti che hanno assistito alla scena hanno tentato di linciare l’aggressore, ma sono stati fermati dai poliziotti dei commissariati Villa Glori e Ponte Milvio. Lo riporta Il Messaggero.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia e riportato dal quotidiano, l’uomo, originario della Romania, stava discutendo animatamente con alcuni connazionali – tra questi c’erano anche i proprietari del cane – quando, apparentemente per ripicca, ha iniziato a prendere a calci l’animale, poi scaraventato a qualche metro di distanza esanime.

A quel punto, la folla, inferocita, ha aggredito l’uomo finché il presidente del Municipio XV Stefano Simonelli, che si trovava lì di passaggio, ha chiamato il 112. Al loro arrivo, gli agenti hanno bloccato la rissa e caricato il 50enne sull’auto per poi portarlo in commissariato. È stato denunciato per uccisione di animale e per possesso di arma da taglio (aveva con sé un coltello).

Continua a leggere

I più letti