Connect with us

Roma

BABY SQUILLO DEI PARIOLI: IL MARITO DELLA MUSSOLINI IL 22 OTTOBRE DAVANTI AL GUP

Clicca e condividi l'articolo

Sarebbe stato il cliente di una delle due studentesse minorenni che si prostituivano in un appartamento nel quartiere della Roma bene

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Roma – E' stata fissata al 22 ottobre prossimo l'udienza gup per Mauro Floriani, il marito di Alessandra Mussolini per il quale il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il pm Cristiana Macchiusi hanno chiesto il rinvio a giudizio per il reato di prostituzione minorile nell'ambito dell'inchiesta sulle baby squillo. Stando agli inquirenti, Floriani sarebbe stato il cliente di una delle due studentesse minorenni che si prostituivano in un appartamento nel quartiere Parioli. Quel giorno, il gup, oltre a Floriani, sara' chiamato a valutare le posizioni processuali di un'altra ventina di indagati accusati dello stesso reato. Fino ad oggi sono stati undici i clienti che hanno patteggiato la pena a un anno di reclusione uscendo da questa vicenda giudiziaria. La Procura e' convinta che Floriani, gli altri clienti su cui pende il giudizio e quelli che hanno gia' patteggiato, fossero in qualche modo consapevoli della minore eta' delle due ragazzine che all'epoca dei fatti (primavera/estate 2013) avevano 15 e 16 anni. Intanto si e' chiusa un mese fa in sede di appello la vicenda principale legata al giro illecito ai Parioli. Mirko Ieni, ritenuto il 'dominus', ha beneficiato di un piccolo sconto di pena rispetto alla sentenza di primo grado: da 10 anni a 9 anni e 4 mesi di reclusione. Riduzione anche per il commercialista Riccardo Sbarra (da 6 anni a 4 anni) e uno dei clienti, Michael De Quattro (da 4 anni a 3 anni). E' stata invece confermata la sentenza di primo grado per gli altri cinque imputati: 7 anni a Nunzio Pizzacalla, altro organizzatore del giro illecito secondo i pm, 6 anni alla mamma di una delle due ragazzine, 3 anni e 4 mesi all'imprenditore Marco Galluzzo, un anno ai clienti Francesco Ferraro e Gianluca Sammarone.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Tutti pazzi per Bracciano: la campagna turistica stupisce ancora e giovedì arriva il CineCorto per promuovere la Città

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Svela ancora sorprese la campagna di promozione turistica promossa dall’assessorato al Turismo del Comune di Bracciano.  Giovedì 13 agosto alle ore 21 in Piazza del Comune verrà proiettato in anteprima il corto turistico dal titolo “Bracciano si avvera”.  

Il corto è stato realizzato con la partecipazione dei ristoratori e delle strutture turistico ricettive

Sono tutti diventati attori per un giorno, prestando la loro immagine come comparse e i locali hanno fatto da scenario durante i tre giorni di riprese.  Un’idea che nasce dall’amministrazione di Armando Tondinelli, un Sindaco che ha voluto scommettere a 360° sull’immagine e il rilancio concreto di Bracciano.

E non manca l’entusiasmo:“Quale scenario migliore delle vie del nostro borgo – dice Luca Testini, Assessore al Turismo – per questo corto promozionale. I colori e atmosfera delle nostre tipicità ma anche le cucine dei ristoranti e i divani dei locali. Vorrei fin d’ora ringraziare tutti i partecipanti, compresi i piccoli attori cittadini braccianesi e le loro splendide famiglie”. Il format del video è quello del corto cinematografico, un’idea senz’altro originale per una campagna turistica.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, spazi pubblici: approvato il regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Bracciano accende i riflettori sulla necessità di una gestione degli spazi pubblici condivisa con i cittadini. È  stato approvato in Consiglio Comunale il “regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”. È un altro passo di condivisione e dialogo tra l’Amministrazione e la cittadinanza: “Stiamo regolamentando – dice il Sindaco Armando Tondinelli – questioni che nel passato sono rimaste irrisolte. Attraverso questi strumenti fondamentali, cittadini singoli, gruppi di cittadini ed associazioni possono collaborare con l’Amministrazione per realizzare progetti che riguardano la gestione, la manutenzione, il miglioramento e l’attivazione di beni comuni quali gli spazi pubblici, i servizi pubblici, i beni immateriali. Bracciano è più bella se c’è condivisione e anche la lotta per contrastare l’abbandono dei rifiuti, se fatta insieme sarà più semplice”. E ci sono già molti esempi virtuosi di cittadini che contribuiscono attivamente alla cura dei beni comuni mettendo a disposizione le proprie capacità ma grazie a questo regolamento la burocrazia sarà più leggera e maggiormente tesa alla a promuovere la cittadinanza attiva. 
I progetti giudicati fattibili ed in linea con le previsioni regolamentari si attuano attraverso la stesura di un documento programmatico, il Patto di collaborazione, che viene sottoscritto dall’Amministrazione e dai proponenti e che definisce chiaramente l’oggetto del patto e le modalità della sua realizzazione, indicando con chiarezza i principi dell’amministrazione condivisa e le modalità per operare con efficacia evitando ogni possibile confusione tra il ruolo dell’istituzione e quello della cittadinanza proponente. Tutte le informazioni utili per l’adesione al progetto si trovano sul sito istituzionale del Comune di Bracciano. 

Continua a leggere

Castelli Romani

Albano Laziale, insulti alla Nobilio: interviene la consigliera Guglielmino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – Solidarietà arriva a Federica Nobilio rispetto gli insulti arrivati dalla minoranza di sinistra. Epiteti sgradevoli e da veri e propri haters quali “cagnetta isterica” e via dicendo. Il consigliere comunale della Lega Pina Guglielmino ha espresso piena vicinanza:”Apprendo dalla stampa – dice Guglielmino- di insulti ricevuti dalla mia collega consigliere di FDI Federica Nobilio. Ritengo che non sia questo il modo di portare avanti un dibattito sui social che voglia essere costruttivo per la popolazione. Attaccare in modo sguaiato una donna, non è certamente un gesto che può essere lasciato passare senza reagire. Tutti si affannano a dire che ci vuole rispetto e che le donne in politica pagano un prezzo troppo alto se le istituzioni pubbliche non intervengono a tutela. Poi accadono queste cose che provocano amarezza e che hanno poco che fare con la buona Politica. Il rispetto delle donne e delle persone in generale, è la prima regola alla quale ogni essere umano debba attenersi. Esprimo la mia solidarietà a Federica, spronandola a continuare nelle sue battaglie e augurandole un grande in bocca al lupo per la sua campagna elettorale”.

Continua a leggere

I più letti