Connect with us

Roma

BASSANO ROMANO: LA PROVINCIA DI VITERBO DIFFIDA IL SINDACO SULL'EX DISCARICA PRATO CECCO

Clicca e condividi l'articolo

Il primo cittadino Angela Bettucci, responsabile della contaminazione dovrà provvedere a mettere in sicurezza e bonificare l'intera area

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Luca Pagni

Bassano Romano (VT) – La Provincia di Viterbo con ordinanza n. 44/2013, riguardante una Ex Discarica in loc. Prato Cecco a Bassano Romano in provincia di Viterbo, situata su terreni della locale Università Agraria e dunque gravati da Usi Civici, diffida la Sig.ra Angela Bettucci – Sindaco pro-tempore del Comune di Bassano Romano in qualità di responsabile della contaminazione: di provvedere, ai sensi di Legge ad adottare i necessari interventi di messa in sicurezza, di bonifica e ripristino ambientale della ex discarica comunale sita in loc. Prato Cecco nel Comune di Bassano Romano; di redigere e presentare alle Autorità competenti, entro trenta giorni dalla notifica della diffida, il piano di caratterizzazione dei terreni in questione, dove si possono vedere greggi di pecore al pascolo, che passano con potenziale grave pericolo di vita e di salute, sotto la centralina elettrica che alimenta un impianto fotovoltaico e sopra il terreno che copre i rifiuti della ex discarica di 7000 mq, oggettnm di un sopralluogo dell'ARPA Viterbo il 21.11.2013.

Suddetti interventi dovranno essere svolti secondo le specifiche riportate nella D.G.R. 451 del 01.07.08.

La cosa che più colpisce di questa ordinanza è la premessa in cui si evidenzia che il Corpo Forestale dello Stato – Comando Stazione di Oriolo Romano con nota acquisita al prot. 47880 del 29.06.09, ha comunicato alla Provincia di Viterbo che su una superficie di circa 7000 metri quadrati (fg.10 part.lla 141) loc. Prato Cecco nel Comune di Bassano Romano erano riaffiorati in superficie rifiuti di vario genere, ipotizzando quindi una ex discarica comunale mai bonificata.

"Premesso che la Provincia di Viterbo con nota prot. 52312 del 21.07.09 ha chiesto al Sindaco del Comune di Bassano Romano di avere notizie in merito ai sensi dell’art. 244 del D.Lgs.152/06 con ss.mm.ii. Premesso che il Comune di Bassano Romano non ha, alla data odierna dato riscontro alla suddetta nota."

Partecipando agli ultimi consigli comunali abbiamo assistito a rimpalli di responsabilità su chi dovesse bonificare a proprie spese la ex discarica che era gestita dal Comune su terre dell'Università Agraria di Bassano Romano.

L'Osservatore d'Italia è disponibile a ricevere, studiare e pubblicare, le memorie difensive che perverranno dal Comune di Bassano Romano.

 

LEGGI ANCHE:

04/07/2013 BASSANO ROMANO, SCORIE INCENERITORI NEI MATTONI DI CASA NOSTRA?

 27/06/2013 BASSANO ROMANO, RIFIUTI PERICOLOSI: PRIMA UDIENZA DEI RICORSI AL TAR

 31/05/2013 BASSANO ROMANO, IL CONSIGLIO COMUNALE ESPRIME PARERE CONTRARIO ALLA COSTRUZIONE DELL’IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI NON PERICOLOSI

 27/05/2013 BASSANO ROMANO, ALLARME AMBIENTE: IN ATTESA DELLA DIRETTA RAI…

 25/05/2013 BASSANO ROMANO, RIFIUTI PERICOLOSI: TUSCIA PREFABBRICATI HA FORTI RADICI SUL TERRITORIO?

 17/05/2013 BASSANO ROMANO, COSTRUZIONI CON RIFIUTI PERICOLOSI: GIOCO DI CODICI TRA PROVINCIA E REGIONE?

 16/05/2013 VITERBO, OGGI C'E' MATERIA DI DISCUSSIONE PER L'ASSESSORE REFRIGERI: TRA MAFIA, FABBRICATI COSTRUITI CON RIFIUTI PERICOLOSI E BOMBE ECOLOGICHE

 01/05/2013 BASSANO ROMANO, OBIETTIVO RIFIUTI ZERO. CENERI PESANTI E SCORIE, CONTENENTI SOSTANZE PERICOLOSE.

 30/04/2013 BASSANO ROMANO, SUL CEMENTIFICIO ”INCENERITORE” IL COMUNE INTERROGA LA REGIONE E LA PROVINCIA DI VITERBO

 26/04/2013 BASSANO ROMANO, SI CONVIVE CON IL PERICOLO DI SCORIE E SOSTANZE PERICOLOSE

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gallery

Roma, sostenibilità ambientale e sociale: Poste Italiane rafforza la flotta green

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

105 autovetture, 180 motomezzi e 197 nuovi motocicli elettrici a tre ruote

ROMA – Salgono a oltre 480 i mezzi ecologici in forza nei 19 Centri di Recapito dai quali ogni giorno partono i portalettere per la consegna di corrispondenza e pacchi ai circa 3 milioni di abitanti della Capitale.

La flotta green romana è composta da 105 autovetture, 180 motomezzi e 197 nuovi motocicli elettrici a tre ruote. In particolare nei contesti urbani, Poste Italiane sta puntando molto nella fornitura dei nuovi tricicli poiché garantiscono emissioni zero, maggiore capacità di carico, stabilità e sicurezza.

Alimentati elettricamente al 100%, infatti, hanno una potenza di 4 kW che garantisce una velocità massima di 45km/h, in linea con i limiti imposti dal codice della strada nei centri abitati e sono dotati di un’autonomia energetica di circa 60 km, tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza e i pacchi giornalieri con una sola ricarica.

La particolare conformazione del veicolo a tre ruote, inoltre, ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di uno speciale baule che aumenta la quantità di pacchi e lettere trasportabili: fino a 270 litri, contro i 76 dei motocicli tradizionali, caratteristica ancora più importante visto il costante aumento dei pacchi da consegnare grazie allo sviluppo importante dell’e-commerce.

Ogni giorno abbiamo circa 33.500 mezzi che girano per il paese – ha dichiarato Matteo Del Fante – per cui abbiamo molto a cuore il tema della sostenibilità. Ci siamo dati l’obiettivo di ridurre di circa il 40% le emissioni entro il 2022 passando da circa l’11% di mezzi green ad oltre il 50%. Anche i nostri nuovi Centri di Recapito – ha concluso Del Fante – sono pensati e realizzati in base a standard energetici di altissimo livello”.

Il piano “green” di Poste Italiane è in linea con l’ESG – il piano d’azione in materia di sostenibilità ambientale e sociale approvato dal Consiglio di Amministrazione ad agosto 2018, che ha l’obiettivo di garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo con ricadute positive per tutto il territorio.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, dal Pd in Regione il sostegno di Michela a Michele

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Arrivano i primi “in bocca al lupo” politici per il candidato di centrosinistra ad Anguillara Sabazia Michele Cardone che ha appena ufficializzato la sua candidatura a sindaco di Anguillara per le prossime comunali del 20 e 21 settembre.

Cardone, imprenditore con tre agenzie immobiliari e un negozio di biciclette ad Anguillara ha appena incassato un commento positivo dal consigliere regionale del Pd Michela Califano: “Apprendo con soddisfazione – dice Califano – della candidatura di Michele Cardone a Sindaco di Anguillara per il centrosinistra. Una scelta coraggiosa, importante, controcorrente e per questo degna di nota. Un ragazzo per bene, di contenuti, espressione di quel mondo civico e associativo che è nostro dovere sostenere e far emergere. Un imprenditore capace. Una soluzione unitaria, rispetto alla frammentarietà del centrodestra. La migliore possibile per una città importante come Anguillara che ha bisogno di risollevarsi dopo l’ultima deludente parentesi amministrativa. A Michele il mio personalissimo in bocca al lupo e un grazie per aver dato la propria disponibilità e aver messo a disposizione la propria competenza per una nuova importante fase per Anguillara”.

Continua a leggere

Castelli Romani

Frascati, al Divan Japonais nasce il drink “La Mandragata”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FRASCATI (RM) – Grazie a un barman creativo e cinefilo diventa un drink il film’Febbre da Cavallo‘, il cult movie firmato Steno e interpretato da Gigi Proietti, Enrico Montesano, Catherine Spaak e tanti altri attori e caratteristi che hanno reso grande il cinema italiano.

A inventare il cocktail ‘La Mandrakata‘, ispirato dalla famosa espressione di Proietti, Max La Rosa, proprietario e barman del Divan Japonais di Frascati

Max La Rosa proprietario e barman del Divan Japonais di Frascati

Gli ingredienti

Il drink si prepara con 3,5 cl di Jim Beam Rye Whiskey, 3,0 cl di Cherry Stock, 12 foglie di menta marocchina, 4 cl succo di limone, 3 cl sciroppo homemade allo Zafferano di Navelli, 3 splash bitter homemade agli agrumi e quanto basta di Gosling’s Ginger beer. Per prepararlo, pestare delicatamente la menta in un bicchiere highball doppio da 450 ml, quindi versare tutti gli ingredienti, tranne la Gosling’s Ginger beer e aggiungere ghiaccio. Versare quindi la Gosling’s Ginger beer e mescolare ancora per completare, decorando con una fetta di limone e della menta cosparsa di zucchero a velo vanigliato.

Il whisky ‘maschio senza rischio‘ o meglio ‘teschio maschio senza fischio‘ evocato dal film è ingrediente principale del drink, in questo caso Jim Beam Rye, whiskey di segale del Kentucky, distribuito in Italia da Stock Spirits, caratterizzato da note di vaniglia e un finale pungente, con aromi di noce moscata, chiodi di garofano e pepe nero. Il tutto levigato nel drink dalla menta e dai sapori di agrumi e amarena. E attinente è l’ispirazione del cocktail a un grande classico, il Mint Julep, datato 1938 e servito durante la più famosa corsa di cavalli statunitense, il Kentucky Derby, dove veniva apprezzato da più di 120mila persone l’anno. Insomma, un drink da assaporare mentre si ascoltano le inconfondibili note del trio Bixio-Frizzi-Tempera, scommettendo su Soldatino o D’Artagnan e tifando per Mandrake e Pomata.

Continua a leggere

I più letti