Connect with us

Cronaca

BOLOGNA: OSPITANO IMMIGRATO E LUI ABUSA DELLA BAMBINA DI 6 ANNI

Clicca e condividi l'articolo

La vicenda è emersa dopo che la piccola si è recata dai genitori piangendo e ha raccontato che l’uomo la toccava e si masturbava davanti a lei

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
di Angelo Barraco

Bologna – I Carabinieri di Bologna hanno arrestato un senegalese che vive in Italia dal 2011 con lo status di profugo, l’uomo è stato arrestato con la terribile accusa di aver abusato sessualmente di una bambina di sei anni. Sull’uomo pende l’accusa di violenza sessuale su minore. L’uomo era ospite a casa di connazionali a Casalecchio di Reno, ed è proprio li che si sarebbero verificate le violenze contro la bimba. La vicenda è emersa dopo che la piccola si è recata dai genitori piangendo e ha raccontato che l’uomo la toccava e si masturbava davanti a lei. I militari sono riusciti a salvare i senegalese dall’ira del padre della piccola che si è scagliato contro l’uomo dopo aver appreso i fatti.
 
Gli sbarchi in Italia sono tanti e le proposte di accoglienza di migranti sono varie e contrastanti. I centri d’accoglienza spesso sono pieni in modo spropositato. A Roma è stata avanzata un ipotesi per far fronte al sovraffollamento dei centri d’accoglienza e anche, perché no, per far fronte alla crisi economica. Il sottosegretario dell’Interno Domenico Manzione ha proposto al Sindaco Marino un’idea molto apprezzata e gradita dal Sindaco della capitale, ma che ha provocato non poche polemiche. La proposta è quella di dare trenta euro al giorno a chi ospita un rifugiato, sia adulto che bambino. Il rimborso è pagato dallo Stato ed è pari al costo di un immigrato presso le strutture di accoglienza. Marino aggiunge: “«Insieme al sottosegretario Manzione abbiamo immaginato la proposta che oltre all'affido di minori, ci possa essere l'affido alle famiglie anche degli adulti, con una partecipazione economica da parte del governo di 30 euro al giorno per l'ospitalità di un migrante adulto nelle nostre città”.
 
Anche il Sindaco di Torino ha accolto questa idea. Matteo Salvini invece dice: “no, con ogni mezzo, a ogni nuovo arrivo, Come Lega Nord  siamo pronti a occupare ogni albergo, ostello, scuola o caserma destinati ai presunti profughi”. Il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, dice: “Non ci stiamo a subire quest'invasione, quindi zero posti in Lombardia finché continuerà questo atteggiamento irresponsabile da parte del governo. Sottoscrivo in pieno la posizione espressa da Luca Zaia, che ha detto che in Veneto ci sono 'zero posti'. Anche in Lombardia ci sono zero posti”. Il Sindaco di Bologna, Valerio Merola dice: “A mio giudizio, vista l'entità del numero degli sbarchi, serve un cambio di passo efficace per dare una risposta utile agli arrivi di profughi nel nostro Paese, che sia in grado anche di azzerare il clima di esasperazione agitato dalla destra xenofoba, Nella mia città ci siamo dati da fare e abbiamo creato un hub regionale che sta funzionando grazie alla chiusura di un Cie, che sono strumenti di tortura. Inoltre sempre ieri abbiamo inaugurato un altro hub dedicato ai profughi minori”. Anche Alfano grida a gran voce che servono nuovi centri d’accoglienza. 

Print Friendly, PDF & Email

Cronaca

Roma, bus Atac prende fuoco sul Raccordo Anulare: paura tra gli automobilisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Paura tra gli automobilisti in transito per un autobus che ha preso fuoco durante il servizio. Mentre viaggiava lungo il Raccordo, giunta all’altezza dello svincolo di Tor Bella Monaca, su una vettura fuori servizio si è sviluppato un incendio. Sono intervenuti i vigili del fuoco. Nessun problema per le persone. La vettura era in servizio da quasi 20 anni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Treviso, sequestrate e stuprate a 13 anni: arrestato operaio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

TREVISO – Violenza sessuale su due ragazzine 13enni e sequestro di persona: sono le pesanti accuse che hanno portato all’arresto nel trevigiano di un operaio di 45 anni. Le due minorenni conoscevano l’uomo.

Il fatto è avvenuto nel novembre scorso, ma solo pochi gironi fa – riferisce la ‘Tribuna di Treviso’ – con l’esito delle analisi di laboratorio su indumenti e pc sequestrati in casa dell’indagato è scattata la custodia cautelare, disposta dal gip di Treviso Angelo Mascolo.
Le due adolescenti sarebbero rimaste sequestrate un’intera notte, nel garage dell’uomo, e lì sottoposte alle violenze.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Milano, in manette due fratelli pregiudicati: aggrediscono un 37enne per motivi sentimentali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

MILANO – Arrestati, per lesioni personali aggravate in concorso, due fratelli italiani, rispettivamente di 32 e 29 anni, entrambi nullafacenti, tossicodipendenti e pregiudicati per reati vari anche contro la persona (il più anziano dei due era stato già arrestato lo scorso 19 febbraio per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale dai Carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore, intervenuti su richiesta della madre che lui aveva colpito con uno schiaffo.

Nel pomeriggio di ieri i due fratelli armati di una chiave per lo smontaggio di pneumatici, hanno aggredito un 37enne italiano residente a Nerviano, pregiudicato, colpendolo al volto.

I motivi del gesto sono stati ricondotti a motivi sentimentali in quanto l’ex fidanzata del più anziano dei fratelli risulta attualmente frequentarsi con la vittima, che veniva trasportata dal personale sanitario presso il pronto soccorso dell’ospedale “Mater Domini” di Castellanza in provincia di Varese dove veniva medicato e dimesso con prognosi di giorni 10 s.c. per “policontusioni al volto”.

A mettere le manette ai polsi ai due uomini i Carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore che hanno trattenuto gli arrestati nelle camere sicurezza in attesa del giudizio di convalida.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti