Connect with us

Metropoli

Bracciano, il sindaco Tondinelli: “Il consigliere Tellaroli ha commesso un evidente errore di valutazione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – Il sindaco di Bracciano torna ancora a rispondere al consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Marco Tellaroli riguardo quanto asserito da quest’ultimo in merito al piano di riequilibrio dell’Ente locale alla luce del recente dispositivo emesso lo scorso 21 novembre dalla Corte dei Conti a sezioni riunite in sede giurisdizionale in speciale composizione nell’udienza dello scorso 21 novembre che ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Bracciano per l’annullamento della deliberazione del 10 agosto 2018 della sezione Regionale di controllo per il Lazio in cui la procura contabile bocciava il piano di riequilibrio del Comune di Bracciano.

“A pagina 12, della sentenza, – ha dichiarato Tellaroli – sulla bocciatura, della Corte dei Conti Deliberazione n. 62/2018 nei confronti dell’Amministrazione Tondinelli, la Sezione Regionale di Controllo per il Lazio, dichiara: “dall’esame del Rendiconto per l’esercizio 2017, approvato con Deliberazione di consiglio comunale” (votata favorevolmente dalla sola maggioranza) ” del 29 giugno 2018, il disavanzo registrato dal Comune di Bracciano ammonta a 5.568.549,43 milioni di euro. Nel piano di riequilibrio finanziario, adottato nel 2016 il disavanzo era pari a 5.017.468,23 milioni di euro. Un PEGGIORAMENTO di ben € 551.081,20. Quindi: o la Corte dei Conti ha le “traveggole”, così come le aveva il sottoscritto Consigliere comunale, quando denunciava i presunti danni arrecati dall’Amministrazione, oppure chiediamo che vengano licenziati tutti gli esperti che compongono la Sezione di controllo del Ministero dell’Interno prima, e tutti gli esperti della Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per il Lazio dopo. Tutti quelli che hanno deliberato l’annoso disavanzo economico.”

“Il consigliere Tellaroli – commenta il sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – intravede “traveggole” o incapacità, da parte dei vari soggetti di controllo coinvolti, perché non hanno tenuto nel debito conto l’evidente anomalia che il disavanzo di bilancio dell’esercizio 2017 risulta maggiorato di circa mezzo milione di euro rispetto a quanto indicato nel Piano di riequilibrio finanziario.

Le sue analisi portano alla conclusione che gli addetti preposti al controllo siano meritevoli perfino di essere licenziati per la dabbenaggine e incompetenza da loro dimostrata . Oltre ai componenti la Sezione di controllo del Ministero dell’Interno e quella della Corte dei conti regionale, dal testo sembra evincersi che il licenziamento debba essere esteso anche ai membri della maggioranza del Consiglio comunale in quanto avrebbero approvato impropriamente il bilancio 2017, sempre secondo il suo giudizio.

Non si capisce un atteggiamento così perentorio e drastico nei confronti di persone che hanno agito correttamente e non hanno commesso alcun errore. Non esiste alcuna contraddizione tra i diversi valori riportati nelle varie analisi. Si tratta, semplicemente, di un confronto tra un dato reale, il disavanzo ufficiale nel 2017 , ed un valore di previsione, riferito alla stessa data, ipotizzato nel Piano di riequilibrio.

I dati su cui si è basato il ricorso del Comune sono dati accertati dopo le gestioni del 2016 e del 2017 che hanno dimostrato il lavoro di risanamento finanziario attuato dall’Amministrazione.

Una corretta e, soprattutto, serena ed oggettiva lettura dei numeri avrebbe evidenziato che il disavanzo certificato al termine del 2017 è comprensivo anche della quota, già deliberata dalla Giunta Sala, che il Comune è tenuto a ripianare in un temine più lungo (30 anni) in quanto maturata dalle operazioni di riaccertamentostraordinario. Il dato finale, pertanto, depurato della quota trentennale residua di € 2.809.963, indica un saldo finale di € 2.833.771 notevolmente inferiore all’impegno assunto con il Piano di rientro decennale per l’anno 2016.

Non abbiamo mai nascosto alla Magistratura Contabile gli errori commessi dal Comune nella stesura del progetto di rientro, elaborata troppo in fretta nel settembre 2916, ma ciò non può inficiare in alcun modo l’operato dell’Amministrazione che è riuscita a ripristinare una corretta gestione contabile.

Il consigliere Tellaroni si sofferma sempre sul dato previsionale esposto nel progetto di rientro mentre avrebbe dovuto analizzare i reali dati contabili del 2017, verificando l’ accertata effettiva operazione di risanamento che ha trovato riscontro nelle valutazioni dell’organo giudicante.

Non resta che concludere che sia stato proprio il consigliere Tellaroli a non aver compreso a fondo la dinamica delle operazioni contabili, quantomeno nella specifica circostanza che lo ha visto lanciare strali del tutto fuori luogo anziché apprezzare gli sforzi fatti dall’Amministrazione volti a fronteggiare un dissesto finanziario con tutte le conseguenze che avrebbe comportato.

Il consigliere Tellaroli ha commesso un evidente errore di valutazione, forse dovuto ad una non approfondita conoscenza delle dinamiche di contabilità pubblica. Meriterebbe per questo – conclude Tondinelli – anche lui il licenziamento in tronco, come da lui auspicato nei confronti degli esperti ministeriali e della Corte dei conti?

 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Metropoli

Bracciano, un calendario ricco di eventi per le festività di Natale: ecco tutti gli appuntamenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – “Bracciano è ricca di eventi natalizi grazie allo sforzo comune di condivisione e collaborazione tra l’Amministrazione e le realtà del territorio che si mettono insieme per rendere la nostra città ancora più invitante e accogliente”. Con queste parole il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli è lieto di presentare una serie di eventi che allieteranno le feste di Natale e l’arrivo del nuovo anno. “Mi auguro – ha concluso il Sindaco – che Bracciano sia sempre di più quel luogo meraviglioso dove trovare vivacità e ricercatezze che fanno parte delle nostre tradizioni e di tutto ciò che ruota attorno all’immenso mondo storico culturale che risiede nel nostro territorio”.

“L’Amministrazione comunale – ha detto l’Assessore alla Cultura Claudia Marini– ci tiene a ringraziare di cuore tutte le associazioni e i cittadini che hanno contribuito a rendere le festività natalizie ancora più magiche. La nostra Amministrazione ha come obiettivo quella di rendere Bracciano sempre più appetibile per i visitatori e turisti che sono linfa vitale per il nostro tessuto economico – commerciale e per tutte le attività ricettive, di ristorazione e artigianali che arricchiscono la nostra città. La cultura mette le ali e Bracciano merita di volare alto”.

Ecco gli eventi in calendario nei prossimi giorni:

Prosegue il calendario natalazio ricco di eventi a Bracciano. Dal 21 al 24 Dicembre c’è il suggestivo mercatino di Natale in piazza IV Novembre.

Il 22 Dicembre è atteso il concerto di Natale a cura del Coro Polifonico di Bracciano che si terrà alle ore 19:15 nella Chiesa di Santa Maria Novella.

Il 23 dicembre ci sarà la rassegna natalizia “Make a Wish” a caura dell’associazione culturale Novarmonia nella Chiesa del Beato Charles De Foucauld alle ore 19 in via delle Palme.Per l’occasione verrà promossa una raccolta in favore di Make a Wish Italia Onlus.

Grande attesa per il presepe vivente  presente il 23, 26, 30 Dicembre e 6 gennaio dalle 17 alle 20 presso l’Oratorio beato Innocenzo XI in via Cupette delle Cartiere. Il presepe è a cura della Parrocchia Santo Stefano P.M. – Pro Loco Bracciano, Associazione Rione Monti, Associazione Rione Borgo, Compagnia del Castello Gruppo Micologico Alto Lazio e Associazione Commercianti di Bracciano.

Un momento da non perdere il 26 dicembre con il concerto Gospel e Spiritual del Gruppo Voice Academy organizzato dal Consorzio Visit Bracciano che si terrà alle ore 19:00 al Duomo di Santo Stefano.

Il 29 dicembre alle 19 nella Chiesa di Santa Maria Novella c’è un momento dove i sentimenti si rigenerano grazie ad un concerto di “Vivaldi, il suono delle stagioni” a cura dell’Ensemble cameristico di archi e clavicembalo della Filarmonica di Civitavecchia.

Per la giornata del 1 gennaio del 2019, il nuovo anno a Bracciano si accoglie con un concerto lirico dal titolo “Un giro di Valzer per salutare il nuovo anno” a cura dell’associazione culturale Simposium che si terrà alle ore 18:00 nella sala conferenze dell’Archivio Storico. Ad esibirsi sarà il soprano Eleonora Pirondi accompagnata al pianoforte dal Maestro Sergio Allegrini.

Il 5 Gennaio è in calendario il concerto di musica operistica “Libiamo nei lieti calici – Buon 2019!” con le opere di Vivaldi, Rossini, Mozart, Rossini, Donizzetti, Gounod, Verdi, Puccini. Il concerto si terrà alle ore 18:30 nella sala conferenze dell’Archivio Storico comunale. Si esibiranno i soprani Erica Realino, Marcella Fedeli, Monica Pirolli e i tenori Adriano Gentili, Alessandro Flamini, Gianfilippo bernardini (Basso- Baritono), Coro Opera al Castello. Maestro concertatore alpianoforte Marco Guerra.

Il 6 gennaio è attesa la Befana! Pronti a iniziare con un rinnovato sprint, l’ultima giornata delle festività natalizie sarà allietata da “Le suoneremo per mari e per terra…le canzoni di Fabrizio De André” a cura del Maestro Michele Ascolese in collaborazione con Igazù Project, Associazione Culturale Novarmonia coi Green Voices e Le Pulci, l’Associazione Bandistica Filippo Cruciani di Castel Giuliano. L’evento si terrà alle ore 18:00 nell’Aula Magna del Liceo L. Vian di Bracciano.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, ciao ciao villaggio di Babbo Natale: dopo l’inaugurazione si smonta tutto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – In corso di smontaggio il villaggio di Babbo Natale e le altre strutture presenti in piazza del Molo che erano state inaugurate in occasione delle imminenti festività natalizie.

E dalla Pro Loco parte l’appello per la cittadinanza: “Tutti a scendere in piazza del Molo per dare un contributo come forza lavoro per adempiere alle richieste ufficializzate dalla Polizia Locale dello smontaggio del nostro allestimento natalizio”.

A quanto sembrerebbe, dunque, l’ordine di smontare il villaggio natalizio sarebbe partito dal comando della Polizia Locale. 

Mancanza di autorizzazioni?  

Non sono ancora chiare le dinamiche che hanno portato gli amministratori a ordinare lo smontaggio di una struttura che solo qualche giorno fa era stata inaugurata in pompa magna.

“Il Natale più triste della storia” così è stato definito da alcuni cittadini quello che invece doveva rappresentare un momento di aggregazione.

E oggi le parole della vice sindaco suonano più come un monito anziché come un augurio: “A Natale tutto deve essere più bello anche la certezza che il bello torni”. A questo punto il bello sembra proprio essersene andato via definitivamente, quantomeno da piazza del Molo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il sindaco Tondinelli su comunicato di Mauro Donato: “Punto per punto smaschero le affermazioni degne del teatro dell’assurdo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Il consigliere Donato Mauro ha vestito con maestria i panni del gran protagonista del “teatro dell’assurdo”, una realtà che tanto ha ostentato di conoscere nel suo surrealistico comunicato stampa con cui si è inutilmente sforzato di confondere le idee ai cittadini di Bracciano sull’operato della nostra amministrazione.

Il consigliere con la passione per il pessimismo francese a cui mescola delle improponibili massime greche condite da poco interessanti interpretazioni personali ha provato, attraverso una fantasiosa e burlesca narrazione degli eventi, a colpire i sentimenti dei cittadini.

Seguirò passo passo i contenuti del suo sproloquio. In riferimento alla lottizzazione de “La Lobbra”, non è stato mai prodotto alcun atto illegittimo ma solo in contrasto con gli indirizzi degli uffici della Regione per una diversa interpretazione della norma la cui corretta applicazione la sta valutando la Magistratura ordinaria. Una sentenza del TAR, in passato, ha già dato ragione al Comune; aspettiamo quindi l’esito finale del giudizio per eventualmente adeguarci.

Altro punto riguarda l’evidente fastidio che il consigliere Mauro prova rispetto alla buona notizia di accoglimento del ricorso del Comune di Bracciano contro la precedente bocciatura al piano di riequilibrio richiesto durante il periodo di commissariamento.

Con enorme stupore di chi legge, Donato afferma che non sussisteva il rischio di un possibile dissesto finanziario del Comune. Il consigliere oggi si contraddice da solo perché in passato si è detto certo della bocciatura del piano da parte della Corte dei conti con le conseguenze di legge, mentre ora asserisce che questo rischio non è stato corso. Profetizza, al contrario, che il pericolo possa riguardare il futuro a causa degli elevati costi connessi alle spese legali ed alle assunzioni di personale. Cita poi la possibilità di subire decreti ingiuntivi per omessi pagamenti, come avvenuto nel caso del consumo dell’energia elettrica.

Tutte dichiarazioni degne del teatro dell’assurdo con diverse sfumature che sfiorano il ridicolo.

Innanzitutto le spese legali e quelle del personale non sono affatto aumentate rispetto al passato ma risultano inferiori e addirittura in diminuzione. Inoltre, il decreto ingiuntivo emesso per il consumo di energia elettrica a cui si riferisce il consigliere ghiotto di storie fantastiche è stato notificato nel gennaio u.s. per l’importo di euro 280.000 e si riferiva al mancato pagamento di una vecchia fattura in contestazione. 

Ebbene, a seguito degli approfondimenti effettuati, è emerso un errore di fatturazione dovuto all’attribuzione al Comune di consumi di competenza di altri soggetti. La somma complessiva accertata a nostro carico si è così ridotta ad euro 40.000 con un minor onore di euro 240.000, somma che corrisponde a circa il doppio delle spese legali sostenute nel corrente anno. 

Stia tranquillo, quindi, e faccia sonni profondi il consigliere Mauro: il Comune non fallirà per le cause da lui ipotizzate. Il consigliere si sofferma poi sul lato umanitario della vicenda che riguarda la recente archiviazione della accusa per associazione a delinquere che ha visto coinvolti alcuni personaggi di Bracciano. Mentre esprimo il mio sollievo e compiacimento nell’apprendere che la comunità braccianese risulta immune da contagi delinquenziali in forma associativa, rimango esterrefatto da quanto affermato dal consigliere e, cioè, che sia stato io a formulare l’esposto alla Magistratura.

Tale asserzione è totalmente falsa. Con quella denuncia io non ho nulla a che fare e non vorrei tornare a leggere simile diffamazione che mi troverebbe costretto a tutelarmi nelle opportune sedi.  

Nel confermare, infine, l’avvenuta richiesta di accesso agli atti nei confronti di alcuni consiglieri della opposizione preciso che tale azione è stata svolta per verificare la veridicità di alcune informazioni riferite e che andavano approfondite senza alcun intento persecutorio. Come risultato di questo approfondimento sono emerse alcune anomalie che sono state segnalate agli organi competenti.

Per quanto riguarda il chiodo fisso della invocazione delle mie dimissioni, tengo a rasserenare il consigliere: mancano ancora due anni e mezzo alle elezioni”.

Mentre lasciamo che il consigliere Mauro continui ad inebriarsi di letture di intramontabili capolavori di matrice esistenzialista gli suggeriamo una lettura sempre frutto della penna del grande Samuel Beckett: “Finale di partita”. E Buon Natale!”. Così in una nota il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it