Connect with us

Metropoli

Bracciano, pubblicate le motivazioni della sentenza che revoca la bocciatura al Piano di Riequilibrio. Tondinelli: “I giudici della Corte dei Conti danno pieno merito alla nostra attività che ha scongiurato il dissesto finanziario”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Pubblicate le motivazioni che revocano la bocciatura al Piano di riequilibrio di Bracciano. Le Sezioni Riunite della Corte dei Conti hanno valutato le ragioni sostanziali del Comune che di fatto ha messo in piedi un processo di risanamento delle casse scongiurando il dissesto finanziario grazie ad un attenta opera di risparmio da “buon padre di famiglia”. E praticamente la direzione presa dall’amministrazione Tondinelli è stata pienamente accolta dai giudici contabili.

La linea del Comune è ben esposta nel ricorso del sindaco Armando Tondinelli. Il Comune ha esposto come tutti gli interventi posti in essere nel biennio 2016 / 2017 hanno rivelato la piena sussistenza del presupposto di congruenza del Piano di Riequilibrio presentato.

Ma non è tutto perché i dati tendenziali che il Comune ha esposto hanno confermato l’idoneità delle risorse e l’insussistenza dei presupposti per la dichiarazione di dissesto: “Fin dall’inizio – ha detto il Sindaco Armando Tondinelli – avevamo dichiarato di essere convinti delle nostre azioni e di aver scongiurato il dissesto grazie ad un lavoro incessante che è stato quello di rimettere in ordine i conti. Adesso con la pubblicazioni delle motivazioni ne abbiamo ancora di più la certezza perché le Sezioni Riunite della Corte dei Conti ci danno ragione a tal punto che non c’è neppure bisogno di rifare un altro Piano di riequilibrio. Ora, lo ripeto, siamo concentrati soltanto sulla nuova fase di rinascita di Bracciano che a breve potrà essere tangibile per l’intera cittadinanza”.

Tornando alle motivazioni della sentenza, soprattutto nel rendiconto 2017 si capisce che c’è un trend positivo per l’andamento delle casse. Basti pensare che nel 2017 risultava un disavanzo pari a 5,64 milioni che però da riaccertamento straordinario dei residui è pari a 2.83 milioni parliamo di quasi il 44 per cento in meno dalla cifra indicata nel piano di riequilibrio. Addirittura i debiti fuori bilancio per il 2018 sono risultati essere di 49 mila euro.

Nel formulare le motivazioni non si è tenuto conto degli aspetti puramente formali che invece erano stati rilevati la prima volta dalla Sezione di Controllo ma di una linea d’indirizzo ben precisa. Il raggiungimento degli obiettivi del Piano comporta che il Piano rimanga in piedi e non ci sia bisogno di rifarne un altro. La motivazione della sua validità e permanenza resta strettamente collegata all’attuazione delle alienazioni, ritenute indispensabili per il superamento dello squilibrio.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Bracciano, Consiglio Comunale: nessun aumento Tari e altri provvedimenti. Il Sindaco sulla minoranza che rifiuta la seduta in remoto: “Non rispettano le regole anti-Covid”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Oggi Consiglio Comunale straordinario a Bracciano dove sono stati approvati importanti punti all’ordine del giorno.  È stato approvato il regolamento Tari (tassa sui rifiuti) e sono state confermate le stesse tariffe del 2019 senza aumenti per le tasche dei cittadini. Per quanto riguarda le attività di Campeggio, i gestori delle aree pagheranno soltanto i sei mesi in cui restano aperti. Nel regolamento sono indicate con precisione le scadenze per i pagamenti e le modalità per ottenere una riduzione del 25% della parte variabile della tariffa annuale relativa alla Tari pregressa durante il periodo Covid. 

Altro provvedimento importante ha riguardato l’approvazione del Regolamento Comunale per la disciplina degli interventi su suolo e sottosuolo stradale di strade ed aree pubbliche che consentirà al Comune di non sperperare i soldi pubblici. Questo significa che qualora, per qualsiasi motivo, dovessero occorrere lavori imprevisti da parte di enti terzi o società (Telecom gestore, idrico, gas, ecc…), gli stessi dovranno preventivamente versare al Comune i soldi necessari per risistemare il manto stradale subito dopo terminato l’intervento. In questo modo il Comune non vedrà danneggiate le strade con rattoppi veloci e che danneggiano l’opera di asfaltatura effettuata dall’Amministrazione. 

Al Consiglio comunale non hanno partecipato i cinque Consiglieri comunali di opposizione perché contrari al fatto che la seduta si sia tenuta in remoto e non in presenza: “Faccio presente – dice il  Sindaco Armando Tondinelli – che sul Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) redatto dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) è consigliato che nella Sala del Consiglio non siano presenti più di 15 persone contemporaneamente. Pertanto, fermo il  fatto che in tutto siamo circa 25 persone tra Consiglieri, Assessori, Segretario e personale addetto, dobbiamo attenerci scrupolosamente alle regole perché siamo ancora in emergenza sanitaria. Svolgere un Consiglio Comunale in presenza significherebbe esporre i Consiglieri a dei rischi e dover poi interrompere l’attività amministrativa per questo atto di leggerezza. Non possiamo permettercelo e dobbiamo tutelare la salute pubblica. Ci sarà modo di tornare alla normalità con sedute in presenza ma adesso non è possibile. Tra l’altro nei giorni scorsi la Asl ha sollecitato le amministrazioni locali a non abbassare la guardia in questo momento in cui nell’area si è riaffacciato il virus. Pertanto ci dispiace che i consiglieri di minoranza non vogliano attenersi alle regole e che prendano l’occasione come scusa per disertare una seduta di Consiglio Comunale dove avrebbero potuto esercitare la loro pubblica funzione nel rispetto del loro ruolo”.

Continua a leggere

In evidenza

Anguillara Sabazia, elezioni: il confronto tra i 4 candidati a sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Domenica 13 settembre i 4 candidati a sindaco alle prossime elezioni si sono confrontati su tematiche varie.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, ruba una borsa sul treno e tenta la fuga: 23 enne arrestato dai carabinieri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Anguillara Sabazia hanno arrestato un cittadino romeno di 23 anni con l’accusa di furto con destrezza.

Il giovane ladro, a bordo del treno regionale, ha avvicinato una passeggera all’arrivo del convoglio alla locale Stazione Ferroviaria e, approfittando di un momento di distrazione della vittima, le ha rubato la borsa, appoggiata sul sedile, scendendo velocemente dal treno e fuggendo a piedi.

L’immediata richiesta di soccorso inviata dalla donna, ha consentito ai Carabinieri di acciuffare il 23 enne, grazie anche alla collaborazione di alcuni passanti.

La refurtiva è stata riconsegnata alla donna e l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

Continua a leggere

I più letti