Connect with us

Metropoli

Bracciano, tassa sui rifiuti scende di oltre 7 punti percentuali. Il Sindaco Tondinelli: “La Tari scende per molte categorie di utenti e famiglie”. Soddisfatta l’associazione Commercianti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – La media totale di diminuzione delle bollette sui rifiuti dei cittadini di Bracciano è di oltre il 7 per cento. Un risultato inaspettato nonostante la necessità dell’amministrazione comunale di tenere i conti in ordine e rispettare il piano di equilibrio.

Molte categorie di utenti e nuclei famigliari pagheranno di meno rispetto allo scorso anno e non ci saranno aumenti stellari sulla tassa dell’immondizia.

Il sindaco: “L’inizio di un trend tutto in discesa”

Armando Tondinelli sindaco di Bracciano

Le nuove tariffe sono state votate ieri all’unanimità di tutti presenti in Consiglio Comunale: “Questo è l’inizio di un trend – ha dichiarato il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – che va tutto in discesa. È un primo risultato della gestione del buon padre di famiglia che abbiamo messo in atto da quando ci siamo insediati e che sta iniziando a dare i suoi frutti dopo un periodo dettato da un passato poco attento alle esigenze della cittadinanza, buio e tessuto da dinamiche personalistiche che sommate all’incapacità gestionale avevano portato Bracciano sull’orlo del dissesto finanziario. Una situazione che abbiamo superato, scongiurando il declino della Città”.

Per i nuclei familiari di due e quattro componenti c’è una diminuzione rispetto alle imposte precedenti rispettivamente del 5 e di quasi il 4% per cento. Sicuramente in futuro con l’entrata in vigore della tariffa puntuale ci sarà l’opportunità di scendere ancora con i pagamenti, basta applicare il criterio “più differenzi e meno paghi”.

Gli autosaloni e le esposizioni pagheranno il 34 per cento in meno e gli alberghi con ristorazione avranno un buon 17 per cento in meno in bolletta. L’11 per cento in meno anche per gli alberghi senza ristorazione mentre per gli uffici, le agenzie e gli studi professionali un calo del 16 per cento. Un 4 per cento in meno anche per i negozi di abbigliamento, calzature, libreria e cartoleria e un 15 per cento di diminuzione per le edicole, tabaccai e plurilicenze. Le botteghe come il falegname e altre attività artigianali avranno un calo del 4 per cento sulla bolletta Tari. Per le carrozzerie, autofficine ed elettrauto ci sarà una diminuzione del 14 per cento. Così come per i capannoni e attività industriali. Diminuzione in media di quasi il 40 per cento per i ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, piazza al taglio e pub ma anche ortofrutta, piante e fiori e pescherie, bar, caffè e pasticcerie.

Il vicesindaco: “Una sana gestione delle risorse pubbliche”

Luca Testini vice sindaco di Bracciano

Soddisfatto anche il vicesindaco Luca Testini: “L’immondizia – ha detto – è un costo per tutti e iniziare a vedere che i pagamenti a cui sono tenuti i cittadini non salgono ma sono anche in diminuzione è un risultato importante che insieme al il Sindaco Armando Tondinelli e tutta la maggioranza, abbiamo voluto condividere con la cittadinanza. Non ci aspettavamo questi numeri e sicuramente ne siamo soddisfatti perché significa che la nostra volontà di rilanciare Bracciano si legge e passa anche e soprattutto da una sana gestione delle risorse pubbliche”.

“Apprendiamo con soddisfazione – fa sapere Beatrice Dominici, Presidente Associazione Commercianti Bracciano – che l’Amministrazione Comunale con delibera di Consiglio ha deliberato l’abbattimento della Tari, la tassa sui rifiuti che tanto grava sulle economie delle nostre imprese. Le percentuali di abbattimento variano notevolmente da attività ad attività, questo è un segnale forte che l’Ente ha voluto dare alla nostra categoria sempre più soggetta agli attacchi della grande distribuzione. Il grande impegno profuso dalla nostra associazione nel portare all’attenzione dell’amministrazione Comunale le problematiche che affrontiamo quotidianamente ha sicuramente condotto a questo primo importante risultato che speriamo sia foriero di altri specifici interventi su tematiche già conosciute e da noi segnalate al Comune”.

Cultura e Spettacoli

Bracciano, fa tappa Rai 1 con “Paesi che vai…”: viaggio sulle tracce degli Odescalchi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

All’interno di un meraviglioso parco regionale naturale, nel cuore della Tuscia Romana, Bracciano accoglie i visitatori con il suo borgo carico di storia e meraviglie. Da qui lo sguardo si perde sul grande lago omonimo, immaginando l’antica Sabatia, leggendaria città sommersa dalle acque, come Atlantide. Proprio qui sorgeva il ducato che vide la reggenza di nobili famiglie, le quali seppero portare lustro al feudo pontificio, circondandosi d’arte e di cultura e trasformando un’antica rocca in uno dei castelli più grandi e celebri d’Europa.

“Paesi che vai… luoghi, detti, comuni…”, lo storico programma di RAI UNO, ideato, scritto e condotto da Livio Leonardi, patrocinato dal MiC ( Ministero della Cultura ), che va in onda ogni domenica mattina dalle 9.40 alle 10.30, arriva a Bracciano. Livio Leonardi, partendo da Bracciano, dove sorge uno dei castelli più grandi e meglio conservati d’Europa, condurrà il suo pubblico in un immaginifico viaggio, seguendo le tracce degli Odescalchi, tuttora proprietari di nobili dimore, che seppero perpetrare la cura per l’arte e la bellezza come già gli Orsini prima di loro. Col consueto linguaggio fiabesco, che da sempre contraddistingue il noto programma di Rai Uno, e quella capacità di far rivivere il passato nel racconto televisivo, Livio Leonardi – insignito proprio per questi motivi di importanti riconoscimenti quali la Medaglia d’Oro della Società Dante Alighieri per la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo – catturerà gli spettatori riportandoli nelle splendide corti che, dal rinascimento, cambiarono aspetto e ruolo, attraverso il barocco e arrivando all’unità d’Italia.

Dal castello di Bracciano, dove il conduttore sarà invitato dagli ospiti di Livio Odescalchi, a prender parte a un meraviglioso ricevimento nei giardini con vista sul lago, il racconto proseguirà con la storia di come la fortezza, centro della politica rinascimentale degli Orsini, divenne dimora di prestigio per la nobile famiglia di banchieri comaschi. Le telecamere si sposteranno poi prima a Palo Laziale, passando dal lago al mare, per scoprire un castello di rara bellezza, che domina il piccolo molo su cui sbarcò Caravaggio, e poi a Santa Marinella, per raccontare la storia di come proprio gli Odescalchi, nell’ottocento, seppero dar vita a una delle località di vacanza più elitarie della provincia di Roma.

Il già citato Caravaggio sarà poi al centro di un affascinante racconto, legato al mistero di una delle sue opere più importanti, che “Paesi che Vai” avrà l’esclusivo privilegio di osservare dal vivo, nella dimora privata di Palazzo Odescalchi a Roma. Ma non è tutto… sempre con Livio Leonardi – vincitore del Premio Internazionale “VISIONI” della Fondazione (Agnelli) Civita di Bagnoregio – dall’arte celebrata a corte, si passerà all’arte sul grande schermo, in un divertente confronto tra set e realtà, ricordando alcune delle pellicole, più di 150, girate al castello di Bracciano. E infine “Paesi che vai” porterà i telespettatori a scoprire le incontaminate bellezze di una riserva naturale che si estende per circa 6000 ettari, in un’area di elevata biodiversità, dal bosco alla costa: la tenuta presidenziale di Castelporziano. Paesi che vai… Prossimamente su RAI UNO. Vi aspettiamo!

Continua a leggere

Metropoli

Canale Monterano, gestione rifiuti: arriva “Junker” l’app a supporto dei cittadini

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Gratis per i cittadini l’applicazione “Junker” per favorire la comunicazione specifica sui rifiuti e la partecipazione attiva nella cura del territorio

CANALE MONTERANO (RM) – Nel percorso di miglioramento nella gestione dei rifiuti che Canale ha intrapreso dal 2016, che ha comportato, fra le varie, un aumento significativo della percentuale di differenziazione (passata dal 62% all’82%), il Comune ha inserito anche l’utilizzo di una “app” per smartphone e web, che i cittadini possono utilizzare sia per avere un canale informativo dedicato ai rifiuti e ai molteplici aspetti correlati, ma anche per favorire la partecipazione in azioni concrete mirate alla riduzione dei rifiuti e alla tutela del territorio.

L’Amministrazione ha infatti deciso di seguire l’esempio degli oltre mille Comuni italiani che, da Nord a Sud, hanno adottato e messo a disposizione dei propri cittadini l’applicazione “Junker”, con l’obiettivo di rendere più facile ed efficiente la gestione dei rifiuti urbani, indirizzando e supportandoli nel differenziare le diversi tipologie di rifiuti, a partire dal codice a barre del prodotto o anche da una foto, ma anche un aiuto a compiere scelte sostenibili giorno per giorno.

I cittadini possono scaricare gratuitamente l’applicazione sul proprio cellulare o accedere al portale web e, grazie all’accordo che il Comune ha sottoscritto e alla capacità dell’applicazione di riconoscere l’area geografica dalla quale arriva la richiesta su un determinato prodotto, ottenere informazioni personalizzate in base al territorio in cui si trova l’utente, dato che le modalità per la separazione e il conferimento dei rifiuti possono variare da Comune a Comune.

Un supporto informativo che aiuta a risolvere dubbi e prevenire eventuali errori, ma anche a diffondere comportamenti più sostenibili, come ad esempio la riduzione dei propri rifiuti, grazie alla disponibilità di una “Bacheca del riuso” in cui pubblicare annunci gratuiti di oggetti ancora in buono stato, nonché mappe di tutti i punti di raccolta sparsi sul territorio (per esempio: batterie, medicinali, etc.) e buone pratiche di economia circolare presenti sul territorio. Tramite Junker l’Amministrazione comunale ha inoltre la possibilità di inviare messaggi diretti ai propri concittadini per comunicare in tempo reale avvisi, iniziative, interruzioni o cambiamenti nei servizi pubblici, mentre i cittadini possono inviare delle segnalazioni sull’abbandono di rifiuti o su altre condizioni di degrado, in modo da contribuire concretamente alla cura del territorio.

“L’uso di una applicazione informatica come Junker per supportare i cittadini nella gestione quotidiana dei propri rifiuti – commenta il Consigliere Delegato al Ciclo dei Rifiuti, Cesare Gizzi – non è   solo un modo per contribuire a ridurre l’impatto dei rifiuti a livello ambientale ed economico, ma attiene anche al tema più generale di utilizzo della tecnologia disponibile pressoché per tutti, finalizzata al miglioramento della vita delle comunità.”

“C’è un ulteriore aspetto che vale pena evidenziare – conclude Gizzi – e che si riferisce al ruolo attivo che il cittadino può esercitare nel monitorare e segnalare situazioni di degrado sul territorio o nella riduzione dei rifiuti, grazie alla possibilità di alimentare una rete virtuosa di riuso e inserimento a nuova vita di oggetti usati. Due possibilità strettamente connesse con il tema più ampio della partecipazione attiva dei cittadini alla vita della comunità, sul quale questa Amministrazione ha posto molta attenzione e che rappresenta un punto importante nel rapporto tra istituzioni e cittadini”

“La funzionalità della app per segnalare rifiuti abbandonati – conclude il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli – integra la possibilità di segnalare guasti già presente sul sito Internet del Comune https://www.comune.canalemonterano.rm.it/per-il-cittadino/guasti.html e, a regime, sarà utilizzabile per un’ampia gamma di segnalazioni da inviare al Comune, in un’ottica di sempre maggiore sinergia Comune-cittadini nella partecipazione all’amministrazione del territorio.”

Maggiori info per l’utilizzo della app alla pagina https://www.comune.canalemonterano.rm.it/per-il-cittadino/servizi/raccolta-pap.html del sito Internet Comunale.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, elezioni: il Consiglio di Stato conferma l’esclusione di Donato Mauro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Consiglio di Stato ha confermato la decisione della commissione elettorale e del Tar: Donato Mauro rimane fuori dalla competizione elettorale. Dunque adesso il numero dei candidati è definitivo. Sono in 5 a concorrere per la carica di sindaco di Bracciano: il sindaco uscente Armando Tondinelli sostenuto dal centrodestra unito con 4 liste a sostegno, il candidato di centrosinistra Marco Crocicchi (due liste civiche a sostegno), il candidato Cinque Stelle Renato Cozzella, il candidato civico Alberto Bergodi e l’altro civico Antonio Spica.

Continua a leggere

I più letti