Connect with us

Metropoli

Bracciano, tre consiglieri comunali entrano nella Lega: si rinforza il governo di centrodestra

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Ingressi eccellenti nella Lega di Salvini. Entrano nel coordinamento Lega Bracciano il presidente del Consiglio comunale Enzo Picone, la consigliera Libera Prencipe e il consigliere Fabrizio Marcantoni.

Una notizia che rafforza dunque la politica di centrodestra a Bracciano dopo l’ottimo piazzamento di Fratelli d’Italia alle europee

Sul partito della Meloni aveva scommesso negli ultimi mesi il sindaco Armando Tondinelli insieme al vicesindaco Luca Testini, all’assessore Roberta Alimenti e al consigliere Comunale Natascia Carboni. Il 12,62% dei voti rappresenta il doppio rispetto al dato nazionale e adesso Fratelli d’Italia insieme alla Lega potrebbero rappresentare una base solida per il consolidamento di una politica alternativa a ciò che rappresenta il passato.

Lunedì 8 luglio 2019 è stato un importante momento per la politica di centrodestra a Bracciano dove è stato presentato ufficialmente nell’ufficio del sindaco il “Coordinamento Lega Bracciano” alla presenza dell’onorevole Francesco Zicchieri, coordinatore regionale e vicecapogruppo Lega , l’onorevole Claudio Durigon sottosegretario di stato alle Politiche del Lavoro, il senatore Umberto Fusco, il senatore William De Vecchis, il vicecoordinatore regionale Lazio Mauro Gonelli, i vicecoordinatori della provincia di Roma Luca Malcotti e Marco Riezzo.

Tre referenti che rappresenteranno dunque i valori, la linea politica e di salvaguardia delle famiglie italiane che il ministro degli Interni Salvini trasmette quotidianamente nel suo lavoro a Palazzo Chigi. Questo in sintesi hanno voluto dire i rappresentanti della Lega presenti il giorno dell’investitura dei tre nuovi aderenti al Coordinamento Lega Bracciano.

Parole incisive sono state spese dal vicecoordinatore regionale Lazio Mauro Gonelli il quale ha ben ricordato la posizione netta che la Lega ha assunto su vari temi d’interesse nazionale passando per il caso Sea Watch senza dimenticare “gli affronti” che ogni giorni si trovano a dover contrastare i politici leghisti come ad esempio mettere le tendine per coprire le croci e i simboli religiosi nei cimiteri: “Una offesa verso i nostri cari, la nostra storia e i nostri valori”

Si è parlato di una squadra politica che agisce sul territorio per  incidere sulle esigenze primarie dei cittadini, per risolvere i problemi e a Bracciano la Lega di Salvini si è di fatto piazzata con i risultati delle Europee sopra a tutti gli altri partiti anche se con un dato più basso della media nazionale e della zona nord di Roma: “Più proseguiranno ad attaccarci – ha continuato Gonelli –  e più Salvini guadagnerà consensi. Abbiamo il movimento giovanile più attivo della provincia e continuiamo a guadagnare la fiducia degli italiani perché stiamo cercando di formare una squadra di persone volenterose di stare sul territorio e ascoltare le esigenze della gente. Voglio ricorda re che la politica di Matteo Salvini è per il popolo! La rivoluzione parte proprio da questa semplicità. Le persone che scegliamo sono quelle accomunate dagli stessi valori e stessi intenti. Non ci interessa conquistare il consigliere comunale per calcoli di voti ma scommettiamo sulle persone perbene che possano rappresentare i nostri stessi principi, per cui benvenuti nella Lega Salvini per il Lazio”.

I neo eletti nel Coordinamento Lega Bracciano hanno ringraziato tutti: “Lavorare insieme è il punto di arrivo di una politica sana – ha detto Picone a nome anche degli altri due consiglieri –  una politica che intende partire dal territorio per cercare di risolvere i problemi delle persone e noi ci impegneremo in questo senso. Voglio in particolare ringraziare il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli per il confronto quotidiano che c’è  e rispedisco al mittente qualsiasi insinuazione di disaccordo. L’amministrazione è sempre più compatta”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In evidenza

Concorsopoli, clamorosi “salti” nella graduatoria di Allumiere: due “idonei” mai chiamati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Prosegue l’analisi degli atti che riguardano il famoso concorsone di Allumiere che ha visto una infornata di portaborse, parenti di politici e amici di… essere assunti a tempo indeterminato alla Pisana. Nonostante gli annunci ancora non risulta pubblicato alcun annullamento in autotutela del concorso indetto dal Comune di Allumiere da cui hanno pescato nomi eccellenti sia i comuni della provincia romana, sia la Pisana. Questo giornale ha verificato un fatto molto importante: alcune persone risultate idonee e presenti nella graduatoria non sono state mai chiamate.

A Guidonia è stato assunto Marco Cirilli che risulta al 66° posto della graduatoria provvisoria mentre non sono mai state chiamate da nessun Comune le signore Marianna Sardoni e Alice Bruschi, rispettivamente al 13° e 14° posto della graduatoria provvisoria di merito.

Qualcuno dovrà spiegare le motivazioni per le quali il Comune di Allumiere non ha comunicato ai Comuni che ne hanno fatto richiesta i nominativi di queste due persone.

Questa ulteriore grave rilevanza si somma al fatto che Andrea Mori, presidente della commissione del concorsone di Allumiere risulta il solo ad aver firmato il verbale del 16 luglio 2020 che riguarda la composizione della prima fortunatissima batteria di nomi che sono finiti tutti in Pisana e al Comune di Guidonia.

Continua a leggere

Metropoli

Concorsopoli, salta la testa di Mori al Comune di Allumiere: spunta il giallo delle firme

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Revocato l’incarico di responsabile del personale ad Andrea Mori presso il Comune di Allumiere. Oggi è stata pubblicata la determina di “rescissione per giusta causa” del contratto a tempo determinato di Mori, presidente della commissione dell’ormai famoso “concorsone” di Allumiere.

Nei giorni scorsi è stato già ascoltato dai Carabinieri come persona informata sui fatti.

Andrea Mori risulta il solo ad aver firmato il verbale del 16 luglio 2020 che riguarda la composizione della prima fortunatissima batteria di nomi che sono finiti tutti in Pisana e al Comune di Guidonia.

Come mai gli altri due componenti non hanno firmato proprio quel verbale che ha visto l’infornata di assunzioni di amici di… parenti di politici e portaborse, mentre hanno firmato tutti gli altri verbali? Forse non erano d’accordo?

Continua a leggere

Metropoli

Colleferro: picchia, insulta e minaccia la madre

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

COLLEFERRO (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato un 30enne originario di Colleferro, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della madre.

A seguito della richiesta di aiuto di una 58enne rimasta ferita dall’ennesima aggressione subita per futili motivi da parte del figlio, i Carabinieri della Stazione di Segni e del NORM della Compagnia di Colleferro sono intervenuti nell’abitazione dei due, bloccando l’aggressore che stava ancora colpendo la madre con calci e pugni, evitando il peggio, e soccorrendo la vittima.

I Carabinieri non solo hanno ricostruito l’accaduto ma hanno delineato come il 30enne aveva posto in essere nei confronti della madre convivente atteggiamenti provocatori fatti di insulti, minacce e aggressioni verbali al punto che la vittima non ha potuto fare altro che cambiare le proprie abitudini di vita.

Portata alla luce l’escalation di violenze commesse dal figlio violento, i Carabinieri lo hanno arrestato e tradotto presso il carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Continua a leggere

I più letti