Connect with us

Castelli Romani

Bufale sensazionalistiche o marchettoni nascosti? Parliamo del mega salvataggio eroico sul lago di Castel Gandolfo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Neppure tre giorni fa i principali siti locali di informazione dei Castelli Romani hanno riportato una notizia dal testo quasi uguale per tutti (ma questa non è una novità), con il titolo sensazionalistico “Bomba d’acqua al lago di Castel Gandolfo…” ecc. in cui si dava notizia nientemeno che di un eroico salvataggio di due ragazzi in canoa che addirittura si erano allontanati dall’altra parte del lago, rispetto agli stabilimenti balneari.

Udite, udite il salvataggio sarebbe stato operato dalla moto ad acqua del progetto “lago sicuro” siglato dalle amministrazioni di Castel Gandolfo e Nemi.

Bufala stellare o marchettone nascosto?

I dubbi sono leciti, in fondo fatti non fummo a viver come bruti… se qualcuno si sta chiedendo perché è nata l’esigenza di scrivere questo articolo, la risposta, lo diciamo francamente, non potrà mai venire da noi della redazione de L’Osservatore d’Italia.

Sono tanti i lettori indignati che ci hanno telefonato e segnalato la bufala gonfiata e distorta che è finita sulle cronache locali.

L’esatta dinamica non la sappiamo perché non eravamo sul posto, ciò che è certo è che a raggiungere i due ragazzi in canoa che stavano raccogliendo more lungo la costa lontano dagli stabilimenti, è stata la barca del Parco dei Castelli che pur collabora fattivamente con l’associazione sovvenzionata dal progetto lago sicuro che, lo ricordiamo, è attivo i fine settimana.

Come avrebbe potuto una moto ad acqua salvare i due ragazzi? Con una lettiga come scritto da qualcuno? Quanta fantasia! L’Osservatore si era ben guardato dal riportare la notizia perché si è trattato semplicemente di una regolare attività, quella appunto di avvertire due ragazzi di non rimanere distanti dagli stabilimenti con la canoa ma di rientrare perché è pericoloso dato il particolare maltempo.

Sappiamo che migliaia di click a volte vengono messi in cima a tutto però, come si dice, in certe occasioni è meglio desistere piuttosto che ridicolizzarsi e sbalordire (in altro modo però) i lettori che pensano di trovare informazioni credibili.

Gli operatori, i vigili del fuoco, la protezione civile, sono eroi tutti i giorni ma spesso e volentieri li dimentichiamo se non in qualche occasione dove a essere salvato è un cagnolino e o un gattino che “fa notizia” e tanta tenerezza. Riflettiamo. A volte è meglio fermarci.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Castelli Romani

Frascati, a breve partono i lavori all’area archeologica di Cocciano

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Al via la messa in sicurezza e valorizzazione dell’area archeologica in località Cocciano.

A finanziare l’opera per un importo di circa 900 mila euro è il Ministero degli Interni insieme a quello dell’Economia e delle Finanze.

Il progetto definitivo è stato stilato dall’Architetto Ilia Monachesi.

Adesso si è quasi vicini alla partenza in quanto è stata approvata la determina di di avviso di interesse e l’elenco delle ditte da invitare alla procedura negoziata.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Frascati gemellata con Windsor, Fabio Polli: “Aldobrandini amici di Lady D, perché non invitare Harry e Meghan?”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Con stupore il giornalista Fabio Polli fa conoscere una parte importante della storia di Frascati, tra le più belle città castellane e che è gemellata con Windsor.

Riportiamo il post pubblicato da Fabio Polli con l’auspicio che l’amministrazione accolga questo suggerimento

Visto che la regina Elisabetta II manca da Frascati ormai da tanti anni, nella speranza che non l’abbia a prendersela a male, consiglio al nostro “mayor” di far pervenire ad Harry Mountbatten-Windsor e alla sua gentile consorte Meghan Markle un invito ufficiale a visitare la nostra Città, storicamente gemellata con la sua Windsor, in occasione di uno dei suoi prossimi viaggi o impegni professionali in Italia. Qui troverebbe anche la famiglia dei principi Aldobrandini, la cui allora giovane figlia Paola, che fu eletta Lady Cortina nel 1997, era stata all’epoca molto amica della sua amata mamma Lady Diana Spencer“.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Genzano di Roma, intervista al candidato sindaco Marco Massa: “Le buche nelle strade non sono ne di destra ne di sinistra”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GENZANO DI ROMA (RM) – Marco Massa si candida a sindaco con la lista civica “Per Genzano”, classe ’56 è laureato in Economia a La Sapienza e con grande competenza ha scalato i vertici di una importante multinazionale americana. Oggi è in pensione e L’Osservatore d’Italia lo ha voluto intervistare

Qual’e’ il suo orientamento politico?
Io ovviamente ho un mio personale orientamento politico ma questo non e’ rilevante. La nostra lista civica non ha un orientamento politico perché crediamo che per risolvere i problemi del paese vadano messe da parte le contrapposizioni ideologiche. Queste non sono elezioni politiche nazionali. Le buche nelle strade non sono ne di destra ne di sinistra. Vogliamo lavorare con tutti quelli che indipendentemente dal proprio orientamento politico, mettano il bene del paese sopra a tutto.

In che stato di salute ritiene stia Genzano?
Lo stato di degrado del paese è purtroppo sotto gli occhi di tutti. Le strade cittadine con buche e/o asfalto dissestato, il verde pubblico trascurato, le panchine divelte dell’Olmata, il teatro comunale mai completato dopo anni di lavoro e cifre ingenti spese, in stato di completo abbandono, ecc.

Non è una bella visione ne’ per i residenti ne’ per il turista che arriva in città.

Come e’ maturata la scelta di candidarsi sindaco?
In passato amici e conoscenti mi avevano chiesto di impegnarmi politicamente, non necessariamente come candidato sindaco ma il mio lavoro non mi lasciava spazio per impegnarmi in maniera seria. Quindi ho sempre declinato seppure con dispiacere. Lo scorso anno si è verificata
una coincidenza imprevista. L’amministrazione dei 5 Stelle è caduta poco prima che io andassi in pensione. Di nuovo amici, conoscenti e parenti mi hanno chiesto di dare una mano al nostro paese.
A quel punto non avendo più ostacoli di natura professionale ho deciso di mettermi a disposizione. Dopodiché i cittadini valuteranno le varie opzioni che avranno a disposizione.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Gennaio: 2020
L M M G V S D
« Dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it