Connect with us

Redazione Lazio

BUSTO ARSIZIO, FOLLE GESTO: MADRE LANCIA I FIGLI DI 4 E SEI ANNI DALLA FINESTRA

Clicca e condividi l'articolo

La donna: "L'ho fatto per il loro bene".La 42enne e' consapevole che i figli siano ancora vivi ma per tutto il tempo in Commissariato ha ripetuto di sperare che non sopravvivano

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Busto Arsizio (VA) – Un gesto folle, atroce che ha interrotto per sempre la vita di due minori innocenti. E' stata trasferita in una clinica psichiatrica agli arresti domiciliari la 42enne di Busto Arsizio che oggi ha scaraventato fuori dalla finestra di casa i due figlioletti di quattro e sei anni. Lo ha disposto il Sostituto procuratore Mirco Monti al termine dell'interrogatorio svoltosi negli uffici del Commissariato di Busto, dove la donna ha ammesso il terribile gesto. Recentemente era stata ricoverata in psichiatria per un disturbo della personalita' ed era tornata a casa una settimana fa, il 10 maggio. La 42enne e' consapevole del fatto che i figli siano ancora vivi ma per tutto il tempo di permanenza in Commissariato ha ripetuto di sperare che non sopravvivano. Nel condominio, in una zona residenziale tranquilla a ridosso del viale alberato che porta verso la frazione Borsano, pare che tutti sapessero dei suoi problemi di salute mentale. Anche per questo in famiglia si cercava di evitare che rimanesse sola. Oggi a tenerle compagnia vi era la madre che abita nell'appartamento attiguo e comunicante tramite il balcone. In quel momento pero' era in cucina a preparare il risotto per il pranzo. Dopo il tremendo gesto la donna si e' seduta sul divano del soggiorno come nulla fosse ad attendere la madre. Quando quest'ultima e' comparsa le ha detto: "Li ho buttati giu'". Intanto l'inquilino del primo piano, udito il tonfo e resosi conto dell'accaduto e' corso a dare soccorso alla piccina, la prima ad essere buttata giu', e si e' visto piombare addosso l'altro figlioletto.  Certo che sono stata io ma l'ho fatto per il loro bene e' la sconvolgente giustificazione data da S. B.. La figlioletta di quattro anni e il figlio di sette sono ora ricoverati in gravi condizioni dopo il terribile volo di oltre otto metri. La piu' piccola ha riportato lesioni all'addome e si trova nel nosocomio di Busto. Il bimbo ha riportato un trauma cranico ed e' stato ricoverato a Legnano. Entrambi sono in prognosi riservata. La donna nel pomeriggio e' stata sottoposta ad un primo interrogatorio negli uffici del Commissariato di Busto Arsizio e al magistrato di turno alla locale Procura, Mirco Monti, nell'ammettere le sue responsabilita' avrebbe anche aggiunto: "Non ce la facevo piu'". Secondo fonti investigative verserebbe in stato confusionale e apparirebbe poco lucida. Non e' ancora chiaro cosa abbia fatto scattare la molla per compiere il folle gesto. Sgomento in tutta la citta'.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Comuni al voto in provincia di Roma: alle 23 affluenza alle urne intorno al 50 per cento

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne che sale intorno al 50% quella che si registra nei comuni della provincia di Roma che vanno al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali. Dato più basso quello di Rocca di Papa con il 47,13% di votanti mentre il più alto quello di Colleferro con il 54,92%.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma delle ore 23

Albano Laziale alle 23 ha registrato una affluenza del 50,57 per cento

Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia alle 23 ha registrato 50,68 per cento

Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa alle 23 ha registrato 47,13 per cento

Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia alle 23 ha registrato una affluenza del 49,61 per cento

Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma con 48,58 per cento di affluenza alle 23

Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo alle 23 registra una affluenza del 47,68 per cento

Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro alle 23 ha raggiunto il 54,92 per cento di affluenza

Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina alle 23 registra una affluenza del 52,97 per cento

Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, il Comune chiude per Covid-19

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Il Comune di Nemi è stato chiuso a causa di un dipendente risultato positivo al Covid-19 dopo aver effettuato il tampone.

Il dipendente è stato messo subito in quarantena insieme ai colleghi che hanno avuto un contatto ristretto con quest’ultimo.

Tutti i dipendenti comunali saranno ora sottoposti a tampone nell’arco della giornata di lunedì e la ASL valuterà gli esiti dei test per decidere i provvedimenti da adottare.

L’ingresso in Comune sarà consentito esclusivamente fino alle ore 15 di lunedì per  soddisfare  la  richiesta  di consegna della tessera elettorale ed ai servizi di onoranze funebri.

Continua a leggere

Cronaca

Meteo Lazio, precipitazioni temporalesche a partire da domani: allerta gialla per criticità idrogeologica

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l’avviso di condizioni metereologiche avverse con indicazione che dalle prime ore di domani, lunedì 21 settembre 2020, e per le successive 24-36 ore, si prevedono sul Lazio precipitazioni a prevalente carattere temporalesco.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica per temporali su tutte le zone di allerta del Lazio: Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Bacini di Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri.

La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza.

Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto.

Continua a leggere

I più letti