Connect with us

Roma

CAMPAGNANO, ARSENICO: TRE FONTANELLE LEGGERE IN MANUTENZIONE DA DIECI GIORNI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti “La tutela della salute pubblica – conclude Mazzei – è per noi una priorità, proprio per questo non l’abbiamo mai sottovalutata”. Ipse dixit. In un puntuto articolo pubblicato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo dall'Associazione CampagnanoR@P

Campagnano (RM) – Se il così detto piano d’emergenza per la potabilità dell’acqua era ridicolo per una popolazione di 12.000 residenti, adesso è quasi un’insulto. Come si può ragionevolmente pensare che bastino tre fontanelle a soddisfare il fabbisogno giornaliero di 5 litri a persona, richiede una fantasia superiore alla nostra limitata immaginazione. Sembra essere un invito a violare l’ordinanza, emessa dallo stesso Sindaco, che vietava qualsiasi uso di acqua per scopi alimentari e in parte anche igenici. Questa situazione, oltre ad essere deprimente, incrina profondamente il rapporto di fiducia in virtù del quale si delega ad un istituzione la tutela della nostra salute, la salvaguardia di un bene comune come l’acqua e il rispetto della legge. Per non parlare della totale mancanza d’informazione e tanto meno di trasparenza. Le tre fontane in questione erano state segnalate dalla ASL RmF all’Amministrazione Comunale nel mese di settembre in quanto, dai controlli da loro effettuati, i fluoruri non rispettavano i parametri di legge (in fondo a quest’articolo troverete l’informativa della ASL). Nessuno ne ha saputo niente e per due mesi hanno continuato a erogare acqua “forse” potabile. Poi a novembre tutte e tre contemporaneamente hanno avuto bisogno di manutenzione. Strana coincidenza. Imbarazzante anche il silenzio di tutte le forze politiche, troppo impegnate in congressi e in primarie, invisibili anche i 5 stelle. Infine, sconfortante l’indifferenza, l’indolenza, l’incapacità di reagire della maggior parte dei cittadini, forse assuefatti ad una realtà nella quale non ci sentiamo più capaci di essere protagonisti e ci accontentiamo del ruolo di spettatori: qualche volta fischiamo, qualche volta applaudiamo ma lo spettacolo comunque continuerà ad andare avanti con il solito copione e con gli stessi attori. Invece il cambiamento dipende da noi, ricominciando a pretendere i nostri diritti e il rispetto per noi stessi e per gli altri.

Esito Analisi ASL RMF
Il Responsabile del Procedimento
Dr. Marco Gizzi, Medico Dirigente presso il SIAN UOT F4, ha fornito
le informazioni di seguito riportate:

"… gli ultimi campionamenti effettuati dallo scrivente servizio in data
10.09.2013 hanno dato i seguenti risultati:

Fontanella leggera di Piazza Benedetto Croce (bocchetta acqua naturale):
fuoruri pari a 1,9 mg/L; As pari a 10µg/L;

Fontanella leggera di Via della Rocca (bocchetta acqua naturale):
fuoruri pari a 1,9 mg/L; As pari a 8µg/L;

Fontanella leggera di Via Nevi (bocchetta acqua naturale):
fuoruri pari a 1,7 mg/L; As pari a 9µg/L;

Fontanella leggera di Via del Salvatore (bocchetta acqua naturale):
fuoruri pari a 1,0 mg/L; As pari a 7µg/L;

Il Dr. Gizzi ha altresì riferito che "A causa della non conformità del parametro fluoruri (valore parametrico di legge max pari a 1,5 mg/L)  è stata proposta al Comune la sospensione erogazione bocchetta acqua naturale per le postazioni di Piazza Benedetto Croce, Via della Rocca Via Nervi."

LEGGI ANCHE:


 

Castelli Romani

Nemi, il sindaco uscente segnala Azzurra Marinelli alla Corte D’Appello

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Revocata dalla carica di Presidente di seggio

La Corte d’Appello di Roma ha revocato la nomina di Azzurra Marinelli da presidente del seggio elettorale della sezione 2 del Comune di Nemi.

La revoca arriva dopo una segnalazione scritta dall’attuale sindaco uscente Alberto Bertucci, datata 17 maggio 2022. Bertucci segnala che Marinelli è la moglie del candidato sindaco “della lista di opposizione” all’attuale primo cittadino uscente.

Da circa 25 anni, Azzurra Marinelli ricopre il ruolo di presidente di seggio in occasioni delle elezioni amministrative di Nemi. Anche nel 2017 con il marito candidato sindaco, Marinelli ha svolto l’attività di presidente di seggio senza che l’allora sindaco Alberto Bertucci segnalasse l'”inopportunità”.

Il Consiglio di Stato a più riprese ha ribadito che la parentela tra componenti dell’ufficio elettorale di seggio e candidati sindaco o amministratori non costituisce presupposto di incompatibilità.

Continua a leggere

Cronaca

Guidonia Montecelio, inaugurato il polo affido familiare del distretto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il sindaco Barbet: “La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5″

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Nella giornata di martedì 24 maggio il Sindaco Michel Barbet, il Presidente della Commissione Sociale Consiliare Matteo Castorino con la Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Lazio Eleonora Mattia e la dottoressa Stefania Salvati della Asl Roma 5 hanno inaugurato il polo affido familiare del distretto che si trova a Setteville in Via Pascoli 52.

“Il polo affido familiare si pone come scopo quello di mettere in contatto le famiglie affidatarie ed i bambini e ragazzi in difficoltà- spiega il Presidente Castorino- con l’obiettivo di consentire un graduale rientro del minore nella famiglia di origine a fronte di un progetto personalizzato di aiuto e supporto”.

“La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5. Tutelare i minori in difficoltà è un compito che spetta alle amministrazioni pubbliche e che dobbiamo perseguire con tutti gli strumenti a nostra disposizione”- conclude il Sindaco Michel Barbet.

Continua a leggere

Roma

Roma, scomparso lo storico comandante dei Vigili Giovanni Catanzaro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Milani (Sulpl): “Ci lascia una delle figure più carismatiche ed amate del Corpo”

ROMA – Si rincorre sulle chat e sulle pagine Facebook il tam tam di cordoglio per la scomparsa di Giovanni Catanzaro, storico comandante della Polizia Locale di Roma, un uomo che nel Corpo aveva percorso tutti i gradini della propria carriera.

Tra i molti a ricordarlo il SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), che in una nota del Segretario Romano Marco Milani dichiara: “Esprimiamo dolore e cordoglio per la scomparsa di uno dei Comandanti più carismatici ed amati che il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale abbia mai avuto. Nell’esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, ci piace ricordarlo come un uomo capace di stimolare i suoi uomini al conseguimento dei migliori risultati, esercitarne il controllo in maniera anche rigida ed al contempo difenderli ed assisterli a fronte qualsiasi imprevisto. Qualità tipiche di un Comandante che saputo fare la sua gavetta all’interno del Corpo fino a giungere all’apice. Ci auspichiamo che amministrazione e Comando, sappiano tributargli la giusta memoria”. Così concludono dal sindacato, con quello che appare essere un messaggio indirizzato all’amministrazione Gualtieri.

Continua a leggere

I più letti