Connect with us

Metropoli

Canale Monterano, chiusa la “tre giorni” maltese. Il Sindaco Bettarelli: “Il gemellaggio con Qala grande occasione per le nostre due comunità”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CANALE MONTERANO (RM) – Si è conclusa ieri notte la “tre giorni” maltese per il Comune di Canale Monterano, che dal 30 aprile al 2 maggio scorso è stato impegnato sull’isola di Gozo per la firma del Protocollo d’Intesa per il gemellaggio con il Comune di Qala.

“Sono stati tre giorni pienissimi – commenta il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli – finalizzati alla conoscenza di reciproche tradizioni, storie, modi di vivere, economie, strutture scolastiche e culminati con la firma del patto e l’incontro con il Ministro per Gozo del Governo di Malta, Justyne Caruana. Ne esce un rapporto forte tra le nostre due comunità, che proveremo a mantenere e a sviluppare nei prossimi anni. La firma del Protocollo d’Intesa ha posto le basi per un gemellaggio duraturo e foriero di soddisfazioni reciproche. Basti pensare alle possibilità che potrebbero aprirsi: progettazione comunitaria, impresa, lavoro e istruzione su tutte.”

“Malta – continua il Sindaco Bettarelli – è un Paese che ha saputo sfruttare i fondi europei in modo eccezionale e che, anche grazie a questi, sta attraversando un periodo di grande sviluppo economico. Visitando gran parte dell’isola di Gozo e buona parte di quella di Malta, è emerso chiaramente come queste isole siano diventate attrattive per i nostri giovani che vogliano perfezionare l’inglese o lavorare nel campo della ricettività turistica, oppure per le nostre imprese che vogliano provare a intraprendere attività nella ristorazione e nell’edilizia. Ma Malta, e Gozo in primis, insegnano anche come sia possibile coniugare perfettamente sviluppo e rispetto dell’ambiente e del paesaggio. Insomma, potremmo mettere a fattor comune problemi e risorse per un’idea di Europa, di collaborazione e integrazione, concreta e non solo a parole.”

“È stato un piacere – aggiunge l’On Alessandro Battilocchio, promotore di questo gemellaggio – essere al fianco di Canale Monterano in questo percorso comune con la splendida località di Qala, nell’isola maltese di Gozo. Questo scambio tra comunità imperniato su cultura, turismo e valorizzazione delle risorse naturali dei territori, costituirà un’opportunità e un’occasione da cogliere per entrambi i Comuni che potranno impostare insieme anche alcune progettualità in ambito UE ”.

La “delegazione” italiana, oltre al Sindaco Bettarelli e all’on. Battilocchio era composta dall’assessore del Comune di Canale, Vilma Piccioni, che occupandosi di Cultura e Sociale, ha potuto approfondire questi due settori con i colleghi di Qala e da Giuseppina Bettarelli, responsabile per il Twinning Committee, che ha perfezionato i dettagli per la visita del Comune di Qala a Canale Monterano tra due settimane. In quell’occasione sarà firmato l’ultimo atto necessario al perfezionamento del gemellaggio: il Patto di Gemellaggio o Giuramento di Fraternità.

Alessandro Poggio

Print Friendly, PDF & Email

Metropoli

Guidonia Montecelio, cantiere sulla Nomentana: presto l’illuminazione pubblica ma ancora incerti i tempi di fine lavori

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Il Comune di Guidonia Montecelio si farà carico dell’allaccio in rete relativo alcuni lampioni presenti sulla via Nomentana installati nel 2017 e ad oggi ancora non funzionanti a causa di un rimpallo di competenze tra Città Metropolitana e amministrazione comunale.

Il primo cittadino Michel Barbet ha confermato che l’amministrazione comunale provvederà a breve a stipulare il contratto con Enel per poi cercare di ridarlo in carico all’Ente sovracomunale.

L’intervista al Sindaco Michel Barbet a Officina Stampa del 21/01/2021

Un tratto di strada, quello della Nomentana, fino ad oggi rimasto al buio nelle ore notturne, dove nel tratto compreso dal raccordo anulare fino a Guidonia Montecelio nelle frazioni di Colleverde e Poggio Fiorito non mancano disagi alla circolazione a causa del perdurare dei lavori finalizzati alla posa di cavi dell’alta tensione da parte della società di distribuzione dell’energia elettrica Areti del Gruppo Acea.

Il video servizio sul “cantiere della discordia”

Il cantiere, aperto lo scorso mese di novembre, sarebbe dovuto durare circa venti giorni ma durante gli scavi sono venuti alla luce dei reperti archeologici che hanno comportato l’intervento della Soprintendenza Archeologica attraverso la presenza costante di un archeologo durante i lavori, la cui attività di supervisione, ha inevitabilmente rallentato i tempi, a causa delle numerose valutazioni che la situazione ha richiesto.

Un cantiere rimasto fermo durante le festività natalizie ripartito lo scorso 11 gennaio e che ad oggi provoca ancora file chilometriche di traffico automobilistico, si sono stimati addirittura 15 chilometri di coda nelle ore di punta.

Disagi dunque negli orari in cui i pendolari si recano e rientrano dal lavoro ma anche per chi deve andare a prendere i figli a scuola o a fare la spesa che subisce tempi di percorrenza di pochi chilometri superiori a un’ora.

Una questione che ha visto scendere in strada molti cittadini per protestare contro il perdurare del cantiere insieme ad alcuni rappresentanti della Lega, tra cui la Consigliera comunale a Guidonia Arianna Cacioni, il Dirigente regionale per la Lega Fabrizio Santori e il Senatore William De Vecchis.

Il confronto tra il Sindaco Michel Barbet, il Dirigente regionale della Lega Fabrizio Santori e la Consigliera comunale della Lega Arianna Cacioni

Mentre non si conoscono ancora i tempi per il fine cantiere dovrebbe quindi a breve essere illuminato questo tratto di strada che rappresenta un potenziale pericolo per gli automobilisti soprattutto nelle ore notturne.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia Montecelio, bonificata l’area della Pista d’Oro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – In questi giorni i curatori fallimentari che gestiscono il terreno della Pista d’Oro hanno provveduto a far pulire e bonificare l’area a loro spese.

“Dopo una serie di incontri anche sul posto tra la nostra Amministrazione ed i gestori dell’area, che ringrazio per la loro disponibilità, – dichiara il Sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet – si è provveduto in un primo momento a mettere in sicurezza il piazzale allontanando gli occupanti abusivi e successivamente ad installare i New Jersey e provvedere alla pulizia e alla bonifica dai rifiuti che erano stati sversati sul posto. Un lavoro di sinergia che ha portato alla risoluzione di una problematica che affliggeva molti nostri concittadini”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia e Fonte Nuova: traffico in tilt sulla Nomentana a causa del “cantiere della vergogna”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Siamo al fianco dei cittadini di Roma, Guidonia Montecelio e Fonte Nuova che da più di un mese ormai vivono ostaggio di un cantiere che ha paralizzato il traffico sulla consolare nel tratto in gestione alla Città Metropolitana di Roma Capitale, arrivando addirittura alla soppressione delle fermate del trasporto pubblico locale L’intervento di Areti in corso, finalizzato alla posa di cavi dell’alta tensione che sta interessando l’area in prossimità di Colleverde-ParcoAzzurro al km 15 della Nomentana, avrebbe dovuto essere programmato con più cura e tenere conto dei ritrovamenti archeologici già emersi in zona in occasione di precedenti lavori. Quelli che sta mettendo in campo l’ex Provincia di Roma non sono soluzioni, ma palliativi che sfidano la pazienza e l’intelligenza dei residenti, verrebbero impiegate ora due squadre di lavoro quando le attività di cantiere sono state sospese per una lunghissima pausa natalizia e l’istituzione del senso unico di marcia su via Nomentana. Quello che abbiamo chiesto con un’istanza urgente presentata dai consiglieri provinciali Antonio Proietti e Carlo Passacantilli è una rapida risoluzione della situazione, per questo abbiamo anche ufficialmente scritto alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale la quale ha risposto per ora solo in forma interlocutoria, chiedendo un intervento immediato per la messa in sicurezza dei ritrovamenti, la conclusione del cantiere ed il ripristino della normale circolazione.

Lo dichiarano il senatore William De Vecchis, responsabile organizzativo della Lega Lazio, il dirigente della Lega Fabrizio Santori e il capogruppo al consiglio comunale di Guidonia Montecelio, Arianna Cacioni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti