Connect with us

Metropoli

Canale Monterano: dalla Regione 90mila euro per l’ostello comunale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CANALE MONTERANO (RM) – Novantamila euro per riqualificare l’Ostello San Bonaventura, è quanto deciso dalla Giunta Regionale del Lazio nell’ambito del “Concorso regionale alla realizzazione di investimenti di carattere locale”.

“Un contributo strategico – afferma il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli – perché ci consente di rimettere a norma e in funzione una struttura su cui nutriamo grandi speranze. L’Ostello San Bonaventura, realizzato con i fondi dei Mondiali ’90, versava ormai da troppo tempo in condizioni di degrado e a poco erano valsi i nostri sforzi di rimetterlo al centro di manifestazioni ed eventi: troppi i disagi e le difficoltà di una struttura dalle grandi potenzialità, ma ormai difficilmente recuperabile senza spendere soldi che come Comune non avremmo mai avuto. Il contributo della Giunta Regionale ci dà la possibilità di puntare nuovamente su una struttura sulla quale fin dalle linee programmatiche avevamo puntato molto.”

“La Regione Lazio – conferma Marietta Tidei, consigliere regionale e Presidente della Commissione Sviluppo Economico e Attività Produttive – con questo finanziamento alla ristrutturazione dell’ostello San Bonaventura, conferma la sua vicinanza al territorio e la volontà di rendere fruibili le strutture ricettive di questo tipo. Bene fa l’Amministrazione di Canale Monterano a rifunzionalizzare l’ostello. Anche in questo modo si aumenta e si qualifica l’offerta turistica di questo splendido territorio. Dalle opere pubbliche, alla promozione culturale e turistica, continueremo a lavorare per sostenere il Sindaco e l’Amministrazione nei tanti progetti che stanno mettendo in campo.”

“Il contributo regionale – conclude l’Assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Magagnini – andrà a sommarsi all’altro da 50.000 euro ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico, portando la cifra complessiva da investire a 140.000 euro. L’ostello è per quest’Amministrazione Comunale molto importante perché una volta rimesso in piedi e affidato a esperti del settore, dovrà implementare un’offerta di ricettività turistica entry-level, comunque importante per la nostra economia locale. Una struttura rivolta ai giovani, a basso prezzo, che abbia anche funzione aggregativa com’è quella degli ostelli. La posizione, tra il centro abitato e le porte della Riserva, dovrà poi interrompere quella cesura tra paese e location turistiche, che dovrà negli anni assottigliarsi sempre di più fino a diventare un unicum dove antico e nuovo abitato interagiscono funzionalmente attraverso una viabilità degna di questo nome. Con il contributo regionale andremo a efficentare la struttura dal punto di vista energetico, con nuovi infissi e il cappotto termico, con quello del Ministero dello Sviluppo economico riusciremo a sistemare la copertura e tutta la parte termica. L’obiettivo è poi di trovare un operatore specializzato che dia finalmente a quest’immobile il ruolo che merita nel sistema ricettivo del nostro comprensorio”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Bracciano, ospedale: paziente ricoverata in medicina trovata positiva al Covid-19 nonostante i tamponi negativi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Sospesi i ricoveri presso il reparto

BRACCIANO (RM) – Oggi presso l’Ospedale di Bracciano si è riscontrata una positività al Covid-19 di una paziente ricoverata nel reparto di medicina che era risultata negativa a ben due tamponi in entrata al reparto.

Sono quindi stati effettuati tutti i controlli con tamponi antigenici e molecolari su tutto il personale e su tutti i pazienti del reparto di medicina.

Gli operatori sanitari sono risultati tutti negativi mentre si sono riscontrate 4 positività tra i ricoverati del reparto di medicina.

Per sicurezza sono stati sospesi i ricoveri presso il reparto e i 4 pazienti sono stati isolati ed è in corso il trasferimento presso le strutture Covid.

Il dipartimento di prevenzione sta già intervenendo per quanto riguarda il conctac tracing.

Continua a leggere

Metropoli

Fiumicino, aeroporto: cocaina occultata tra prodotti di artigianato equadoregno

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno sequestrato 3 kg di cocaina purissima occultata all’interno di circa 200 casette in legno – prodotti di artigianato equadoregno – giunte assieme a maracas e abbigliamento tradizionale del Paese sudamericano all’area Cargo City dell’aeroporto di Fiumicino.

Le Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino hanno rinvenuto lo stupefacente durante i controlli di routine sulle spedizioni in arrivo, grazie al fiuto dei cani antidroga, che hanno segnalato il carico contenuto nelle casette, al cui interno erano stati ricavati piccoli incavi nei quali erano state poste numerose cannucce in plastica contenenti la cocaina.

Le successive indagini hanno portato all’individuazione degli effettivi destinatari della merce, due cittadini italiani domiciliati nella Capitale, la cui perquisizione ha portato al rinvenimento di 22 kg di marijuana, già confezionata in buste di cellophane e pronta per la vendita al dettaglio.

Nelle adiacenze dell’abitazione di uno degli indagati è stata rinvenuta, inoltre, una piantagione con 48 piante di marijuana, allestita in un’area pubblica abusivamente occupata, con il conseguente sequestro di ulteriori 24 kg di stupefacente.

La droga rinvenuta, qualora fosse stata introdotta sul mercato, avrebbe fruttato un guadagno di centinaia di migliaia di euro.

I due soggetti sono stati tratti in arresto e posti a disposizione della Procura della Repubblica di Civitavecchia.

Il servizio rientra nel più ampio dispositivo di contrasto ai traffici illeciti messo in campo dalla Guardia di Finanza di Roma.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, viabilità: partiti i lavori per la rotatoria in via Braccianese

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il Sindaco Tondinelli: “Una volta ultimata, risolverà un problema cronico di viabilità perché alleggerirà il traffico in uno degli snodi più congestionati della Città”


BRACCIANO (RM) – Sono iniziati i lavori di realizzazione della rotatoria di collegamento della ex strada statale 493 Braccianese Claudia con via Perugini e via Isonzo, vicino la stazione dei Carabinieri. 

Tra gli interventi, sono previsti  gli adeguamenti dell’illuminazione stradale e del sistema di smaltimento delle acque meteoriche e la sostituzione dei semafori. 

I lavori previsti nel progetto definitivo ammontano complessivamente a 225.010,81 euro . L’impegno complessivo di spesa è di 300mila euro.

“Per realizzare una rotatoria che sia funzionale e garantisca la sicurezza dei pedoni – ha dichiarato il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – siamo riusciti ad acquisire un’area di terreno  di circa 2 mila 400 metri quadri appartenente al ministero della Difesa della Caserma Montefinale al fine di realizzare con più spazio a disposizione l’opera sulla via Braccianese, attesa da anni. Siamo riusciti a snellire le procedure burocratiche e a far partire i lavori. La rotatoria, una volta ultimata, risolverà un problema cronico di viabilità perché alleggerirà il traffico in uno degli snodi più congestionati della Città. Voglio rinnovare il ringraziamento al Generale Fabio Giambartolomei Comandante del Comando Artiglieria, lo Stato Maggiore dell’Esercito, il ministero della Difesa e il Demanio perché facendo sinergia, insieme, hanno mostrato ancora una volta vicinanza alla nostra comunità”. 

Continua a leggere

I più letti