Connect with us

Cultura e Spettacoli

CANTAGIRO 2014, GRANDE DEBUTTO: TORNANO I FANTASTICI ANNI '60

Clicca e condividi l'articolo

La storica strada della Dolce Vita, spettacolare più che mai, è stata testimone di quell’atmosfera degli anni sessanta, che tanto hanno segnato la storia di Roma e d’Italia.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Mario Torosantucci

Lo scorso giovedì 19 giugno 2014, nella splendida cornice di Via Margutta, si è svolta la presentazione con la relativa conferenza stampa, del Cantagiro 2014. L’ Osservatore D’ Italia con acuta intuizione, è stato il primo giornale  ad arrivare a questo importante appuntamento, consapevole dell’ importanza di questa manifestazione, che crescendo di nuovo di anno in anno, sta ritornando prepotentemente alla ribalta nazionale  ed ora anche a livello mondiale, grazie alle capacità del patron Enzo De Carlo e del direttore generale Elvino Echeoni.

La storica strada della Dolce Vita, spettacolare più che mai, è stata testimone di quell’ atmosfera degli anni sessanta, che tanto hanno segnato la storia di Roma e d’Italia, che ha ispirato canzoni come " Arrivederci Roma " DI renato rascel, e " Via Margutta " di Luca Barbarossa, e dove abitavano Federico Fellini e Novella Parigini. Sono intervenuti molti personaggi famosi, auto d’ epoca e modelle vestite con lo stile di quegli anni d’ oro che tutti amano. Alla galleria “ Mondo Dell’ Arte “ civico n° 55 si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della nuova edizione 2014 del Cantagiro, della compilation 2013 e della nuova sigla ufficiale “ Music  In The World “.

Dopo aver assistito alla presentazione, c’ è stata la premiazione del vincitore 2013 “ Dave Monaco “ e del concorso nazionale, patrocinato dal ministero della pubblica istruzione, dall' università, dalla ricerca Miur, e dall' istituto superiore Ipsia Sandro Pertini, settore moda Terni, e dei giovani stilisti, selezionati nelle scuole delle varie regioni italiane, che hanno dato vita a capi Vintage, ispirati agli anni 50-60. Alcune auto d’ epoca, con a bordo stupende ragazze, hanno attirato l’ attenzione del pubblico e dei fotoreporter, che successivamente si sono spostati nel famoso giardino dove furono girate alcune scene del famoso film “ Vacanze Romane “, per assistere alle esibizioni dei cantanti. Il Cantagiro è stato ospitato dall' associazione internazionale di Via Margutta, in qualità del presidente, dottoressa Laura Pepe, che nell' occasione dei 75 anni della pubblicazione " Strenna Dei Romanisti ", ha dato il premio della IX edizione " Una Vita Per L' Arte ".  E’ stato un grande successo quando gli interpreti della nuova sigla, hanno iniziato a cantarla con tutto il pubblico, a cui era stato distribuito il testo.

La Little Tony Family, Dave Monaco,Emanuela Golino, Maurizio Indelicato, Joker, Lisa Fiorani, pur mancando per esigenze lavorative, Claudia  Zanecchia , ed il famosissimo coro Art of Voice Di Rossella Ruini e Fabrizio Palma, hanno infiammato il pubblico presente, con la loro bravura, ed il loro entusiasmo. Infatti il testo della sigla, è un messaggio di pace e  fratellanza per tutto il mondo, espresso con la lingua più comune che ci sia, “ la musica“. Ben vengano, queste manifestazioni canore serie e di livello internazionale, perché consentono di espandere al di fuori dei nostri confini, le nostre capacità artistiche, la nostra cultura musicale ed un messaggio di positività, di cui il mondo ha tanto bisogno. Non è mancato l’ apporto dei responsabili regionali, fra i quali, i rappresentanti della Sardegna, il  M° Giovanni Maria Pasella e Diego Ponti, della Sicilia Maria Di Stefano e Giovanni Di Prima, accompagnati dal M° Roberto Guccione, dell’ Umbria Roberta  Martinelli, della Toscana il M° Alessio Boni etcc. Un riconoscimento alla bravura dei presentatori  Ruggero Sardo e Rossella Diaco.  Un grazie particolare agli indispensabili Lorenzo Echeoni e Leonardo Echeoni, per l’ organizzazione del Cantagiro, ed al M° Angelo Petruccetti per la realizzazione nel suo studio di registrazione, della sigla e della compilation.

L’ augurio più sincero da parte di tutti, è quello di avere tanto successo, sfornando nuovi e grandissimi talenti.

LEGGI ANCHE:

 

Commenti

Cultura e Spettacoli

#Iostoacasa, un pomeriggio musicale con “The King of Piano Bar”: Sabato 14 marzo ore 16.30

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Domenico D’Agostino in arte “Mimmo” meglio conosciuto nell’ambiente musicale capitolino come “The King of Piano Bar”, anche lui a casa come tutti gli italiani a causa dell’emergenza coronavirus, domani 14 marzo alle 16.30 regalerà a tutti gli amanti del genere una diretta da casa sua dove suonerà tanta buona musica italiana e internazionale. “Un momento musicale – ha detto – per cercare di dare un piccolo contributo a tutte quelle persone che in questo momento sono ferme a casa nella speranza che questa emergenza termini presto”. E chi lo vorrà potrà fare delle richieste direttamente a Mimmo attraverso la chat di messenger per ascoltare il suo brano preferito.

Per seguire la diretta a partire dalle ore 16.30 collegarsi alla seguente pagina Facebook: https://www.facebook.com/domenico.dagostino1

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Palermo, cinema Reale: dal 6 al 12 luglio la XV edizione di Sole e Luna Doc Film Festival

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PALERMO – Si terrà dal 6 al 12 luglio al Complesso munumentale dello Spasimo, a Palermo, la XV edizione del Sole Luna Doc Film Festival, la rassegna internazionale di documentari organizzata dall’associazione Sole Luna – Un ponte tra le culture che ogni anno propone al grande pubblico documentari provenienti da ogni parte del mondo, focalizzati su temi sociali, diritti umani, migrazioni, conoscenza di popoli e territori. Già centinaia i film arrivati all’indirizzo del concorso che si chiude il 15 marzo. Il bando è online sul sito www.solelunadoc.org. La call è aperta a lungometraggi e cortometraggi ultimati dopo il primo gennaio 2018, “con una particolare attenzione a documentari di creazione che trattino tematiche legate al sociale, ai diritti umani, alle questioni ambientali ed alle identità culturali e che siano capaci di stimolare una riflessione su realtà sconosciute o poco note”.

Dal 2006 sono oltre 125 mila gli spettatori che hanno partecipato al festival mentre l’archivio Sole Luna raccoglie 9 mila documentari provenienti da tutto il mondo. Dal 2014 Sole Luna Festival sviluppa parte delle sue attività anche a Treviso ed è il principale partner del Festival dei Diritti Umani di Milano. Il Festival è presieduto da Lucia Gotti Venturato, ideatrice della rassegna e si avvale della direzione artistica dei registi Chiara Andrich e Andrea Mura e della direzione scientifica di Gabriella D’Agostino, docente di Antropologia nell’Università di Palermo.

L’ammissione al concorso sarà deliberata insindacabilmente da una commissione di selezione che tiene conto del valore contenutistico e artistico delle opere e del numero massimo di ore di proiezione nel programma del Festival. Entro il 15 maggio 2020 la segreteria del festival comunicherà i titoli selezionati per le categorie in concorso.

A giudicare i film ammessi sarà una giuria internazionale formata da registi e uomini e donne di cultura. La giuria internazionale assegnerà: il premio al miglior lungometraggio in concorso (3 mila euro); il premio al miglior cortometraggio (300 euro). Attribuirà inoltre menzioni speciali per: la migliore regia, la miglior fotografia, il miglior montaggio.

Previsti anche altri premi: il Premio delle Giurie delle scuole, il Premio Giuria Nuovi Italiani, il Premio Soundrivemotion alla miglior colonna sonora dei film in concorso, il Premio “Sole Luna, Un ponte tra le culture”, al film che meglio esprimerà i valori di solidarietà e comunicazione tra popoli, il Premio Rubino Rubini, dedicato alla memoria del cofondatore del Sole Luna Doc Film Festival, e il Premio del pubblico.



Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Imparare a cantare, c’è un libro infallibile: la tecnica Steiner

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“Impara a cantare velocemente e senza farti male alla voce”

Questo libro cambia radicalmente l’approccio al canto di qualsiasi persona. Lo si trova facilmente, basta ordinarlo su Amazon

Esistono tante tecniche di canto ma una su tutte consente di cantare sempre e tutto senza mai rovinarsi la voce: la tecnica del belcanto.

Opportunamente modificata, adattata e consolidata negli anni da Robert Steiner, questa tecnica, che ha ormai assunto connotati molto diversi rispetto a quella usata nella lirica, permette allo studente di cantare musical, pop, rock, jazz, blues, soul, metal o qualsiasi altro genere musicale non lirico, senza rovinare o affaticare la voce.

L’uso di questa tecnica da parte di chi recita o fa doppiaggio, consente altresì di evitare inutili affaticamenti dello strumento, senza però rovinare o compromettere la resa vocale.

Chiunque, professionista o non, può ora imparare a usare bene la propria voce, grazie alla Tecnica Steiner.

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Marzo: 2020
L M M G V S D
« Feb    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it