Connect with us

Ambiente

Castel Gandolfo, eco calendari in vigore da 7 giorni: vola la raccolta porta a porta

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Castel Gandolfo – “È trascorsa una sola settimana dall’entrata in vigore dei nuovi Eco Calendari, ma già possiamo dirci ampiamente soddisfatti. Il ritiro dell’indifferenziato un solo giorno alla settimana per le utenze domestiche ci sta infatti spingendo a differenziare di più e meglio e questo ci porterà ad essere tra i Comuni più virtuosi nel settore della gestione dei rifiuti. E per questo sento di dover ringraziare le cittadine e i cittadini ed anche la società Tekneko che ci sta supportando”. Commenta così il Sindaco Milvia Monachesi le novità introdotte nelle sei zone in cui è stato suddiviso il territorio di Castel Gandolfo per quanto concerne il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti domestici e non.  

Dal 18 marzo scorso, infatti, il venerdì si passa a raccogliere i materiali non riciclabili, la cosiddetta frazione secca, delle utenze domestiche nella zona di Pavona centro e laghetto, nel quartiere San Paolo, alle Mole – Appia, al centro storico e al Lago. Mentre due, martedì e venerdì, sono i giorni dedicati alla raccolta dei materiali non riciclabili per utenze non domestiche. La raccolta del vetro avviene nel giorno previsto nel proprio Eco Calendario di zona.

“Le novità introdotte dal 18 marzo – dichiara l’Assessore Alberto De Angelis – segnano un ulteriore segnale di cultura e modernità del nostro Comune in tema di rifiuti e il risultato ottenuto fino ad oggi, grazie alla nostra popolazione, pone la città al centro di ulteriori progetti in tema di rispetto dell’ambiente e di diminuzione della produzione di rifiuti”.

Questa riorganizzazione degli Eco Calendari, frutto di un costante monitoraggio della raccolta porta a porta portato avanti grazie ad una stretta collaborazione tra l’assessorato, l’ufficio tecnico comunale e la Tekneko,è stata possibile grazie a un importante traguardo che si è raggiunto in soli 3 anni dall’attivazione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema del porta a porta. Ad oggi sono stati “ampiamente rispettati i parametri previsti nel Capitolato speciale di appalto relativi al raggiungimento delle percentuali di raccolta differenziata“, come recita la Delib. Giunta n. 55/2018, con un “conseguimento del 55% nel primo anno e del 65% nel secondo anno, superando alla data odierna la percentuale del 70%”. “Considerato che l’Amministrazione Comunale, – prosegue il testo della Delibera di Giunta – la Tekneko srl e la Direzione dell’Esecuzione del Contratto (DEC) di comune accordo hanno valutato l’opportunità di ridurre di un passaggio la raccolta del secco residuo per le Utenze Domestiche (UD), per incrementare maggiormente la percentuale di raccolta differenziata“.

“Questo nuovo calendario – spiega Diego Simonetti, capocantiere del gruppo Tekneko per il comume di Castel Gandolfo – darà la possibilità di migliorare una raccolta che già ha dalla sua un’ottima percentuale. Raccogliendo l’indifferenziato una volta sola, permetterà al cittadino, che già effettua una buona raccolta, di riciclare quanto più possibile. Fare la raccolta differenziata è fondamentale per il nostro futuro! Penso che i cittadini saranno preparati a questo nuovo servizio e noi contiamo molto sul loro senso civico. Da parte nostra, saremo pronti ad attenti alle difficoltà che si potranno incontrare, in modo da risolverle insieme”.

“Differenziare meglio – conclude l’Assessore De Angelis – ci consentirà di essere la città modello da invidiare ed ammirare e sarà l’inizio di ulteriori sfide da vincere, lavorando con soddisfazione sul tema rifiuti. Questo perché con orgoglio possiamo ribadire che abbiamo dei concittadini unici e legati profondamente alla loro città. Ringrazio nuovamente tutti gli interpreti di questa importante attività ambientale che con soddisfazione ed interesse hanno capito che i cittadini di Castel Gandolfo sentono forte il tema della raccolta dei rifiuti e del rispetto dell’ambiente. Questa è la conferma che l’Amministrazione Monachesi sta lavorando a fianco dei propri cittadini e nel cuore delle esigenze e desideri comunitari”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Ambiente

Giornata Mondiale dell’Ambiente, l’Ancri affronta il tema dell’inquinamento atmosferico: una grande minaccia per la nostra salute

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Grande successo per la celebrazione della Giornata Mondiale dell’Ambiente organizzata dall’ANCRI al Dipartimento della Protezione Civile.

Un momento molto importante in cui è stato affrontato anche il tema dell’inquinamento atmosferico che rappresenta una minaccia per la nostra salute.

L’ANCRI (Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana) celebra la giornata mondiale per l’Ambiente presso il Dipartimento di Protezione Civile in un appuntamento di grande spessore scientifico mettendo in relazione i cambiamenti climatici, le catastrofi riconducibili a fenomeni naturali e alle Policy in atto per il sostegno e la tutela dell’ambiente.

Foto di Ferdinando Mezzelani

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Ambiente

Anbi in prima linea nella prevenzione della risorsa idrica: a palazzo Rospigliosi premiati i vincitori del concorso fotografico “Obiettivo acqua”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – Premiati i vincitori del concorso fotografico “Obiettivo Acqua” promosso da Coldiretti insieme all’ANBI l’Associazione Nazionale Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e Acque Irrigue e alla Fondazione Univerde.

Ad aggiudicarsi il primo premio di questa prima edizione del concorso fotografico, alla quale hanno partecipato oltre 400 opere, il bolognese Sergio Stignani.

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 23/5/2019

La mostra delle opere che hanno concorso alla fase finale della kermesse, si è tenuta gli scorsi 16 e 17 maggio, presso le Sale della Marina del Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi a Roma dove si è tenuta anche la premiazione dei vincitori. E nell’occasione si è tenuto l’importante confronto sulla situazione idrogeologica del Paese tra Tullio Berlenghi in rappresentanza del Ministero dell’Ambiente, Ettore Prandini presidente di Coldiretti Nazionale, Elena Lorenzini Vice Capo di Gabinetto al Ministero dello Sviluppo Economico, Vincenzo Gesmundo Segretario Nazionale Coldiretti, Francesco Vincenzi Presidente dell’ANBI, Alfonso Pecoraro Scanio presidente della Fondazione Univerde e il Direttore Generale dell’ANBI Massimo Gargano.

“Visto l’eccellente riscontro – ha commentato il direttore Generale ANBI Massimo Gargano – puntiamo a riproporre il concorso fotografico anche il prossimo anno. Abbiamo bisogno, infatti, di momenti, che trasmettano positività, ricollocando l’acqua nel ruolo di madre e non matrigna, risorsa di tutti e non mero bene economico.”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Ambiente

Energia da fonti rinnovabili: dopo 12 anni cala per la prima volta la produzione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Cala per la prima volta dopo 12 anni, in Italia, la produzione di energia da fonti rinnovabili – in particolare solare, eolico e bioenergie – e vanno lentissimi gli investimenti nel settore, sia perchè non ci sono più incentivi a sostenerlo, sia per le barriere autorizzative ai progetti nei territori. Lo rileva Legambiente nel rapporto ‘Comuni rinnovabili 2019’, sottolineando che “lo sviluppo delle rinnovabili in Italia è praticamente fermo”, mentre “molto di più dovremo fare per stare dentro l’Accordo di Parigi sul clima”, fra i cui obiettivi c’è la riduzione del 55% delle emissioni di gas serra al 2030. I benefici sarebbero pari a 5,5 miliardi di euro all’anno e alla creazione di 2,7 milioni di posti di lavoro (secondo una ricerca realizzata da Elemens per Legambiente).

Tuttavia, nella nostra Penisola sono circa un milione gli impianti tra elettrici e termici installati in tutti i comuni italiani. Grazie al mix fra fotovoltaico, solare termico, mini idroelettrico, eolico, bioenergie e geotermia distribuiti su tutto il territorio, sono 3.054 i comuni diventati autosufficienti per i fabbisogni elettrici e 50 per quelli termici, mentre sono 41 le realtà già rinnovabili al 100% per tutti i fabbisogni delle famiglie

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Giugno: 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it