Connect with us

Roma

CASTELLI ROMANI: COME CAMBIA LA SANITA' OSPEDALE PER OSPEDALE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Rete ospedaliera e aziandale approvate. Cianfanelli promette battaglia legale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

di Chiara Rai

Castelli Romani – Novantasei posti letto tagliati ai Castelli Romani e litorale nel distretto Asl RmH: il Nuovo Ospedale dei Castelli con il cantiere fermo da due mesi, lo Spolverini di Ariccia defraudato della fisiatria, Marino Laziale con una nuova e imponente veste di polo oncologico e Frascati potenziata così come Genzano che si attesta come “polo rosa”.

Poco dopo l’approvazione della rete ospedaliera, l’azienda sanitaria diretta da Fabrizio D’Alba approva l’atto aziendale con tutti i sindaci favorevoli tranne il primo cittadino di Ariccia Emilio Cianfanelli e con l’assenza di Nemi, Pomezia e Anzio.

La strada verso la razionalizzazione continua con tagli e spostamenti: le unità operative complesse quali la diagnostica, l’oncologia, gastroenterologia e altre passano da 105 a 84 mentre un drastico calo di 185 unità, lo registrano le unità operative semplici e quindi tutto ciò che è senologia, prestazioni diagnostiche e terapeutiche che passano da 294 a 112 unità.

Fatto sta che dopo la prima fumata nera per mancanza di numeri legali, subito dopo la ventata della riorganizzazione di Nicola Zingaretti, anche la RmH trova la quadra tra contestazioni e plausi.

Al Regina Apostolorum di Albano i posti letto passano da 210 a 194 con 16 in meno. L’ospedale San Giuseppe di Marino Laziale da 120 posti letto passa a 80 perdendone 40, l’ospedale di Ariccia perde tutti e 34 i posti letto che aveva, Velletri da 69 a 67, Pomezia da 105 a 101. Gli ospedali riuniti di Anzio e Nettuno non perdono nulla: ne restano 177.

A Frascati crescono i posti letto da 143 a 162 e il sindaco Alessandro Spalletta si ritiene “quasi pienamente soddisfatto”: si è riusciti a conservare chirurgia e ortopedia. Arriva inoltre la terapia intensiva e aumenta la specializzazione della medicina generale, perché il vecchio reparto diventerà una grande area medica con ben 52 posti letto ordinari.

Il San Giuseppe di Marino Laziale scippa l’oncologia a Frascati assumendo un ruolo di “spoke”, ossia di centro ospedaliero a media intensità di intervento. Di fatto Marino Laziale perde i 98 posti letto ordinari per acuti ma ne acquista 52 in day hospital acuti, 25 post acuzie e 3 in Dh post – acuzie.

L’ex sindaco di Marino Laziale attuale consigliere regionale FI, Adriano Palozzi si dice molto soddisfatto per la rinascita del San Sebastiano quale “comprensorio meridionale di Roma, polo oncologico e ospedale diurno”.

A Genzano i dirigenti della Asl Fabrizio D’Alba e Narciso Mostarda confermano la necessità di mantenere la vocazione materno infantile. Si sta infatti lavorando sull’attivazione di una collaborazione con il Policlinico Tor Vergata Bambin Gesù di Roma per le pediatrie specialistiche, cercando di creare così un polo pediatrico a gestione mista.

L’ospedale Spolverini di Ariccia, l’unico nosocomio pubblico per la riabilitazione del centro sud e isole, perde “recupero e riabilitazione” che finisce a Marino Laziale nonostante siano stati impiegati per la struttura ariccina circa 8 milioni di euro per il reparto fisiatrico.

Il destino è quello di rimanere un contenitore con ambulatori vari e uffici amministrativi, ma il sindaco di Ariccia, Emilio Cianfanelli, non ci sta e promette azioni legali in quanto questo depauperamento baipassa totalmente l’accordo di programma del 2007 con il comune di Ariccia che prevede che queste specialità approdino 15 mesi prima dell’apertura nel Nuovo Ospedale dei Castelli.

Quest’ultimo, con i lavori fermi da due mesi vive un momento critico dopo un avvio in quarta con l’appalto dei 68 milioni di euro che si esaurisce ad Aprile 2016. Vanno appaltati gli altri 76 milioni già previsti e per questo il primo cittadino di Ariccia intende convocare il collegio in questi giorni e qualora la direzione appaltante dovesse palesare inerzia, il collegio, come dice la legge, potrà decidere di sostituirla.

Castelli Romani

Nemi, il sindaco uscente segnala Azzurra Marinelli alla Corte D’Appello

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Revocata dalla carica di Presidente di seggio

La Corte d’Appello di Roma ha revocato la nomina di Azzurra Marinelli da presidente del seggio elettorale della sezione 2 del Comune di Nemi.

La revoca arriva dopo una segnalazione scritta dall’attuale sindaco uscente Alberto Bertucci, datata 17 maggio 2022. Bertucci segnala che Marinelli è la moglie del candidato sindaco “della lista di opposizione” all’attuale primo cittadino uscente.

Da circa 25 anni, Azzurra Marinelli ricopre il ruolo di presidente di seggio in occasioni delle elezioni amministrative di Nemi. Anche nel 2017 con il marito candidato sindaco, Marinelli ha svolto l’attività di presidente di seggio senza che l’allora sindaco Alberto Bertucci segnalasse l'”inopportunità”.

Il Consiglio di Stato a più riprese ha ribadito che la parentela tra componenti dell’ufficio elettorale di seggio e candidati sindaco o amministratori non costituisce presupposto di incompatibilità.

Continua a leggere

Cronaca

Guidonia Montecelio, inaugurato il polo affido familiare del distretto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il sindaco Barbet: “La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5″

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Nella giornata di martedì 24 maggio il Sindaco Michel Barbet, il Presidente della Commissione Sociale Consiliare Matteo Castorino con la Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Lazio Eleonora Mattia e la dottoressa Stefania Salvati della Asl Roma 5 hanno inaugurato il polo affido familiare del distretto che si trova a Setteville in Via Pascoli 52.

“Il polo affido familiare si pone come scopo quello di mettere in contatto le famiglie affidatarie ed i bambini e ragazzi in difficoltà- spiega il Presidente Castorino- con l’obiettivo di consentire un graduale rientro del minore nella famiglia di origine a fronte di un progetto personalizzato di aiuto e supporto”.

“La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5. Tutelare i minori in difficoltà è un compito che spetta alle amministrazioni pubbliche e che dobbiamo perseguire con tutti gli strumenti a nostra disposizione”- conclude il Sindaco Michel Barbet.

Continua a leggere

Roma

Roma, scomparso lo storico comandante dei Vigili Giovanni Catanzaro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Milani (Sulpl): “Ci lascia una delle figure più carismatiche ed amate del Corpo”

ROMA – Si rincorre sulle chat e sulle pagine Facebook il tam tam di cordoglio per la scomparsa di Giovanni Catanzaro, storico comandante della Polizia Locale di Roma, un uomo che nel Corpo aveva percorso tutti i gradini della propria carriera.

Tra i molti a ricordarlo il SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), che in una nota del Segretario Romano Marco Milani dichiara: “Esprimiamo dolore e cordoglio per la scomparsa di uno dei Comandanti più carismatici ed amati che il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale abbia mai avuto. Nell’esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, ci piace ricordarlo come un uomo capace di stimolare i suoi uomini al conseguimento dei migliori risultati, esercitarne il controllo in maniera anche rigida ed al contempo difenderli ed assisterli a fronte qualsiasi imprevisto. Qualità tipiche di un Comandante che saputo fare la sua gavetta all’interno del Corpo fino a giungere all’apice. Ci auspichiamo che amministrazione e Comando, sappiano tributargli la giusta memoria”. Così concludono dal sindacato, con quello che appare essere un messaggio indirizzato all’amministrazione Gualtieri.

Continua a leggere

I più letti