Connect with us

Castelli Romani

Castelli Romani, trasporto pubblico locale: sciopero di 4 ore indetto per l’8 gennaio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – Ancora una volta Ago Uno Srl e Autolinee Onorati Srl balzano all’onore delle cronache per la protesta e gli scioperi dei lavoratori esautorati dall’inadempimento contrattuale delle ditte.

Martedì 8 gennaio il sindacato Faisa Cisal ha indetto uno sciopero che si prolungherà per quattro ore

Alla contestazione hanno aderito il 70 per cento degli autisti che prestano il loro servizio nei comuni di Albano Laziale, Ariccia, Aprilia, Fiuggi e Lanuvio. Il sindacato fa sapere che il TPL (trasporto pubblico locale) sarà garantito esclusivamente dalle 8:30 fino alle 12:30, mentre i bus non si presteranno all’ingresso delle scuole garantendo il servizio solo per l’uscita.
I lavoratori, coadiuvati dai sindacalisti, sono arrivati alla decisione di indire uno sciopero a seguito dell’annoso ritardo negli emolumenti maturati e del mancato versamento dei fondi complementari e quelli integrativi relativi alla pensione.

L’Osservatore d’Italia aveva già raccontato questa storia

Una vicenda che sembra essere divenuta il leitmotiv delle aziende che si riparano dietro i finanziamenti regionali spesso in dilazione nelle erogazioni.

Già lo scorso luglio, il sindacalista Massimo Vari ha spiegato come in ogni caso le imprese debbano garantire gli stipendi attraverso un fondo stabile e sicuro. Parliamo della stessa società, Autolinee Onorati Srl, che il primo cittadino di Albano Laziale aveva diffidato e messo in mora il 10 ottobre spinto dalle numerose lamentale riguardo il sovraffollamento dei mezzi destinati soprattutto alle scuole, la rottura dei bus senza sostituzioni e i ritardi. Ora che sembra garantire un trasporto corretto nei mezzi e nelle modalità, appare ancora restia a sanare questo contenzioso con i propri lavoratori che dura ormai da diversi anni.

Gianpaolo Plini

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Ciampino aeroporto, il Consiglio di Stato conferma la riduzione dei voli

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Respinto il ricorso di Ryanair e confermata la riduzione dei voli. “Prevale il diritto alla salute dei cittadini”

“Dopo anni di proteste, migliaia di denunce alla magistratura, il ricorso all’Unione Europea e moltissime iniziative nei confronti delle istituzioni, la giornata di oggi segna una svolta per le decine di migliaia di cittadini che vivono nelle aree urbane limitrofe all’aeroporto di Ciampino.” dichiara il portavoce del comitato dei cittadini Roberto Barcaroli

Il Consiglio di Stato, infatti, con la sentenza di oggi, conferma la riduzione dei voli nell’aeroporto di Ciampino e la validità del decreto del Ministro dell’ambiente 345/2018 che ne prevede tempi e modi.

La sentenza respinge tutte le richieste di Ryanair e Wizz Air per impedire che i voli vengano ridotti e conferma la precedente sentenza, con gli stessi contenuti, emessa dal TAR Lazio il 17 marzo, contro cui Ryanair e Wizz Air si erano appellate.

“Una ottima notizia per i cittadini di Ciampino, Roma sud e Marino, colpiti da anni da un inquinamento che spesso rende difficile la vita quotidiana.” continua il portavoce del comitato dei cittadini.

Le indagini epidemiologiche su adulti (indagine SERA) e sui bambini (indagine SaMBa), condotte dal Dipartimento Epidemiologico Regionale, hanno confermato la sofferenza della popolazione delle aree colpite, come riporta la stessa sentenza del Consiglio di Stato.

Su questo tema lo stesso Consiglio di Stato richiama la sentenza della corte di cassazione che conferma come il diritto alla salute e alla qualità della vita sia prioritario: “il limite della tutela della salute è da ritenersi ormai intrinseco nell’attività di produzione oltre che nei rapporti di vicinato, alla luce di una interpretazione costituzionalmente orientata, dovendo considerarsi prevalente, rispetto alle esigenze della produzione, il soddisfacimento ad una normale qualità della vita” (cfr. Cass. civ., 8 marzo 2010, n. 5564).

“Un aeroporto con un grande traffico aereo in mezzo alle case non è tollerabile. Le leggi nazionali e comunitarie per limitare il traffico e l’inquinamento che l’aeroporto produce esistono da anni ma, fino ad oggi, sono state applicate molto poco. La sentenza di oggi è importante e deve essere applicata subito, è una svolta e una conquista non solo per noi. Ora non si deve tornare indietro.” conclude Roberto Barcaroli.

Continua a leggere

Castelli Romani

Marino, Cangemi (Lega): “Congratulazioni e buon lavoro a Stefano Cecchi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

“Congratulazioni a Stefano Cecchi, eletto sindaco di Marino. Il compito cui è chiamato a far fronte è oneroso, ma la sua competenza e la sua abnegazione saranno un valore importante per la guida della città. A lui i miei migliori auguri di buon lavoro”

E’ quanto dichiara il vicepresidente del consiglio regionale del Lazio e consigliere Lega, Giuseppe Emanuele Cangemi

Continua a leggere

Castelli Romani

Frascati, Francesca Sbardella è la nuova sindaca

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

FRASCATI (RM) – Francesca Sbardella vince il ballottaggio con Roberto Mastrosanti e si aggiudica la poltrona di sindaca della città. Una vittoria ottenuta con 4021 voti pari al 54,03% rispetto il competitor che ha ottenuto il 45,97% con 3.421 voti.

Continua a leggere

I più letti